Vai al contenuto

Leaderboard


Contenuto popolare

Visualizzazione di contenuti con la più alta reputazione 10/12/2011 in messaggi

  1. 15 punti
    Mi sento chiamato in causa e vi spiego un paio di cose. A me della coppa a fine serata non me n'è mai importato una fava. Corriamo da anni con un rotax, ho visto passare tutti al pistone 58, poi alla corsa 55,poi,56, e adesso ai gp. Ho visto gente cambiare motore ogni anno perchè non faceva risultati. E allora? allora niente. Ci si impegna e si sbatte la testa per cercare di tirare fuori un tempo decente, si perchè ripeto della coppa chissenefrega. Purtroppo non tutti la pensano cosi. Prima gara a parte, confido che alla seconda vi saranno più iscritti, se venite in gara per il premio state a casa. I preparatori di professione ci sono e ci saranno sempre, chi più vince più vende.. questo lo dice il mercato. Lavori un anno e se poi in gara ci sono due-tre motori ufficiali acquistati o non, cosa fai? Rinunci? L'anno scorso il podio se lo giocavo i soliti.. In gara si va per il tempo da battere. Per il discorso tempi ricordate bene che dopo un tot di potenza è davveo difficile partire forte e scaricare tutta la potenza... Se i tempi sono simili con le c4 è solo perchè sono più facili da guidare e da mettere a punto. sabato era la prima, in più c'era il sole ma faceva freddo, c'era aria fresca ma l'umidità era strana e i motori di molti al mattino non andavano. Anche queste sono le gare. Fai il tempo in prova e in gara fai cagare Fai il tempo in prova e in gara rompi. Arrivi ti iscrivi e rompi. A casa tutto bene ed in gara un disastro. Ragazzi non siamo in moto GP siamo solo appassionati che si ritrovano per dare gas a dei cessi di vespa. Io il saluto e la birra non la nego a nessuno. Se penso a quanti litigi e malumori ci sono stati e ci sono mi viene da sorride, sorseggiando la mia solita birra. Avversari in gara ma amici fuori.
  2. 12 punti
    ecco la bancata del kit come va in produzione con 126-185° , con la superbanana sport e phbh30 , tutto è stato montato senza usare il fresino al carter e cilindro , su carter piaggio Il slogan del motore è ( 99% p&p)
  3. 12 punti
    Battaglia dura, non ancora finita.....ma i risultati ci sono. Prima stuccata travasi
  4. 12 punti
    i lavori procedono, il motore è quasi pronto per essere chiuso intanto questa è la frizione
  5. 11 punti
    Un gran buonasera a tutti i miei colleghi Creo questo post con la speranza di dare suggerimenti a chi volesse realizzare qualche video con il proprio mezzo, sfruttando le action camera. Parlo al plurale perchè la più famosa e blasonata GoPro la conosciamo tutti, ma avendo un prezzo importante (giustificato dalla qualità e stabilità del software) può non essere d'interesse per chi vuole iniziare o pensa che sia troppo. Io stesso ho iniziato con una camera chiamata SJ4000, dal prezzo decisamente inferiore e munita di molti accessori. Nel corso del tempo, ho sperimentato varie inquadrature. Mi raccomando, guai usare cellulari e peggio ancora, guidare con una mano sola come spesso si vede in rete Una delle prime, consisteva nello sfruttare la ventosa. Nella foto di seguito, vi è il montaggio su casco con la relativa inquadratura. Inquadratura molto alta, difficile anche da regolare. Non la consiglio Già più interessante la successiva, con la ventosa attaccata allo scudo anteriore della vespa. La particolarità è che si ottiene una grande sensazione di velocità dal video risultante. Il vero problema è che si tratta di un'inquadratura molto sofferente in termini di vibrazioni Una delle inquadrature più particolari, è quella dal lato. Molto stabile e permette di sbizzarrirsi. Ipotizziamo di avere un motore girato e di collocare la cam lato motore, potremmo centrare il video sul carburatore fuori scocca 😏 Sfruttando gli snodi della ventosa, possiamo vedere la marmitta o altri dettagli Era il 2012, l'era del pignoncino Olympia da 8 euro. Perdonate anche la scarsa qualità, ma questo post desidero realizzarlo con le mie prove. La ventosa in questione, era la seguente. Sempre molta attenzione alla ventosa, meglio realizzare un cordino di fortuna legato da qualche parte per evitare che possa staccarsi a tradimento mentre siamo in strada in piena coppia Altre prove le ho fatte col rotor, dispositivo che non consiglio poichè molto ingombrante e non troppo sicuro. Particolarissimo perchè ruota di 360 gradi intorno a noi e ci porta al centro dell'attenzione Nel caso in cui abbiate un passeggero, ci si può sbizzarrire con l'asta dei selfie. E' un classico per queste occasioni e si possono realizzare ottimi scatti o video (c'è anche @becksracingteam) Una delle mie preferite nasce dall'utilizzo della pettorina. Comoda poichè permette di avere la cam sempre sotto controllo, non risulta per niente ingombrante e inquadra benissimo la strada e l'orizzonte davanti a noi La mia preferita in assoluto, in grado di far veramente rivivere il momento, prevede l'attaccatura al casco mediante adesivo. Si tratta di adesivi molto forti, affidabilissimi. Il lato sul quale attaccare la cam è soggettivo, io utilizzo il lato destro ma poi dipende dalle proprie scelte personali. Anche in questo caso, abbiamo la camera sotto controllo e vibrazioni quasi nulle dato che è il nostro stesso capoccione ad ammortizzare la visuale. Si tratta di una inquadratura letteralmente in prima persona Per il momento, mi fermo ma ho altro materiale per questa discussione incluse alcune prove con Ape. Spero che possa interessare e che sia stata postata in una sezione adatta Ciao gruppo 😁
  6. 11 punti
    @poeta.....visto cosa succede a far sanguinare un ghisone Polini tagliando le alette? Ti ritengo direttamente responsabile,adesso questi ti tirano fuori il teorema di Bernoulli,poi sicuro accennano all'ugello supersonico de Laval,raccolgono le 7 sfere del drago shenron e invocano Helmholtz. Ti vengono i peli come Gogu quando entra in ram jet. 😂😂😂😂
  7. 11 punti
    eccoci qua amici. L'epilogo. le ultime righe, gli ultimi pensieri di una pazza interpretazione di un motore Vespa; la fine della discussione, non di certo la fine di Alice. Questa mattina l'ultimo giro prima di smontare il motore......Si, proprio cosi, smembrare quello che per me ha segnato un periodo quasi di reinnamoramento di una Vespa. che dire, a livello emotivo ogni vite ê una pugnalata e non descrivo le sensazioni che gelosamente terrò mie. Non le renderei giustizia......proprio no. Alice, proprio quella pazza idea che scaturisce perplessità, curiosità, ironie a volte ammirazione: che bel motore che sei stato, certo mi hai fatto dannare, ma che faccia chi ha potuto live vedere i due carburatori e lo scarico alla filipoorace😊. 30km circa per apprezzarne l'ultima volta la bontà del lavoro fatto.....certo i numeri non sono quelli di una bomba, ma che bell'andare con i suoi poco più di 15cv e una velocità di circa 124kmh......le ho voluto bene per tutti i2700km fatti.....anche quando poco tempo fa a furia di far l'asino ho distrutto l'albero. Va beh dai, Vi ringrazierò sempre delle approvazioni . e non .di questa discussione; a presto, con un nuovo motore. filipporace
  8. 11 punti
    Oggi sono stato da melo,il motore e' chiuso,speriamo sia la volta buona,che per quote che non si trovavano tra un pezzo e l'altro ha avuto un bel da fare. E' cambiata la ventola di raffreddamento che non e' piu' BSG ma Falc perche' ho sostituito il volano Malossi non piu' 3 ma 4 fori col cono rivisto ,uno dei diversi cambiamenti in corso d'opera che hanno preso un po' di tempo,oltre che costi supplementari ,vaben;ora abbiamo presentato il collettore per trovare la forma definitiva,devo portarlo a saldare come deciso poi dovremmo essere a posto.
  9. 10 punti
    Salve a tutti,viste le richieste riguardanti il mio motore apro un nuovo topic per evitare di inquinarne altri Ho condotto per molto tempo da solo insieme a pochi collaboratori a questo piccolo progetto e oggi ho deciso di mostrarvelo,non integralmente,sono un po geloso di alcune cose e spero possiate comprendere In ogni caso parliamo del fin troppo esaltato e osannato 75 polini dedicato a vespa hp,cilindro che ha difetti tanti quanti sono i pregi,però ha limiti strutturali e di progettazione enormi che pochi conoscono a partire dalla sua misura bastardissima di 47😂,questo cilindro è sempre stato il mio piccolo sogno nel cassetto e ho deciso di dedicarci 4 anni di sviluppo,ormai partito del 2017 per scherzo partiamo dal cilindro,ormai rivisto in toto,dalle fasi ,decisamente alte,le tengo per me perché se le dicessi probabilmente mi sputereste in in occhio, ai condotti ai lanci,allo scarico,è stato lavorato in ogni cantone,ho fatto diverse prove e di cilindri ne ho limati 6 fino a trovare una "quadra" diciamo...non per forza la migliore...ma per quello che volevo ottenere io La testata non è la sua originale ma ne feci fare una Rdp con cupola scomponibile,ne ho testate attualmente due una rdc 14.5:1 tronco conica e una emisferica un pelo scompressa che preferisco per via del cambio "spaziato male" Pistone non originale,monofascia al passo coi tempi Albero fabbri,spalle piene senza smusso a pera 83,decisamente pesante,corsa 45 Campana 21/76 "bilanciata",fin troppo corta,che però per il cambio utilizzato da una mano a colmare i problemi di spaziatura Cambio originale con cluster 18/20...purtroppo non si adatta bene,mi lascia un salto seconda terza troppo lunga e una 4a troppo corta,però rimane usabile Crociera crimaz Top Frizione hp con 12 molle falc e dischi falc Lamellare è un falc con lamelle 2fast,e guidaflussi originale del pacco Accensione pvl fissa....ho scelto la fissa per via che le idm mi davano problemi di curva di anticipo,per non saper ne leggere ne scrivere e avendo un motore che gira a 13k ho scelto una Accensione che mi desse un anticipo sicuro a quei regimi....anche se questo significa sacrificare i bassi regimi,e piuttosto che stare dietro a mappe prefatte che mai si adattano al 100% al motore ho preferito seguire questa filosofia...non per forza giusta,chiaramente Accensione abbinata a ventola falc Carburatore ho utilizzato un 36 pwk replica,che devo assolutamente elogiare,carburatore molto valido per i pochi euro che costa....molti storceranno il naso per via del diametro...lo ho scelto solo per un fattore di comodità e costo,il suo carburatore iniziale sarebbe dovuto essere un vhsh che sarebbe stato decisamente migliore...purtroppo però il collettore falc non è p&p sul 30 e di ricostruire un collettore 30mm interno o usare spessori sul carburatore non mi esaltavano come idee...è per una volta al grido di PIU È GROSSO PIU VA FORTE ho scelto il 36mm,consapevole di cosa sarei andato incontro. La marmitta,che ha sviluppato duccio,mio grande amico che mi ha sviluppato sin dal nascere di questo progetto ed è grazie a lui se questo risultato è stato possibile, senza di lui non sarebbe stato possibile,lo ringrazio tutt'ora per tutto e per il suo capolavoro di marmitta la 75 gp #001😍 Che dire i risultati parlano per me, il risultato migliore è stato 12'800 rpm in 4a,(contagiri koso tarato su banchetto prova per accensioni pvl) equivalenti a 117 km/h,altre prove si sono aggirate intorno a 12200-12500 rpm di quarta che corrispondono a circa 115 km/h. Molti potrebbero pensare,tutto molto bello ma con questi soldi ti facevi un falc e andavi il triplo,io però non sono mai stato attratto da progetti ripropinati milioni di volte dove alla fine il merito è più del produttore del cilindro che tuo,il 75 hp è sempre stato un mio piccolo sogno da quando avevo 14 anni e ho deciso di dedicargli 4 anni di sviluppo per cercare di ottenere più possibile con le mie forze e capacità e magari lasciare qualcosa da ricordare. Alla fine del falc super da corsa non se lo ricorda nessuno,ma del 75 che sta davanti ai 130 lascia qualche risata in più 😂 Per il momento il progetto è fermo,però con tante idee per tirare fuori ancora qualcosa o magari perdere😂,ho dato spazio a un nuovo progetto SEMPRE corsacorta,che magari vi farò vedere...è ora ci siamo buttati nelle endurance 😂 quindi troppe cose da tenere dietro Vi ringrazio se avete letto fino a qui,mi raccomando sempre gas a due mani! V_20200522_202211_OC0_2_1.mp4 20210904_135018_1_1.mp4
  10. 10 punti
  11. 10 punti
    Per dover di cronaca e soprattutto propiziatorio allego video della prima accensione!! È arrivato il mument! IMG_3734.MP4
  12. 10 punti
    Salve a tutti Inizio a presentare a voi questo nuovo progetto che avrà un tempo di realizzazione lunghissimo, vuoi per impegni, vuoi per finanze, lavoro moglie e beghe varie. Da tanto ne volevo uno, ho avuto occasione e ho preso intanto un po' di pezzi. Ci tengo a precisare che il tutto non è stato realizzato da me, dovrò solo intervenire su 2 o 3 cavolate, sempre se. Il GT è un ex m 200 portato a 73 mm, tolto i booster, fatto un traversino, rifatti i travasi e l ammissione. È stato tutto rinforzato sia a livello di GT sia di Carter, che ospiteranno un albero c60 Fabbri. Questo blocco girava con un 29 68, una frizione falc modificata a 5 dischi, una marmitta fatta apposta e a 3000 giri di quarta si alzava di gas. Visto che mi ci vorrà almeno un anno, per chi volesse vedere come girava basta cercare quattrini m 250, ve ne metto un anticipo più tardi. Tra un po' qualche foto, in attesa che il tutto arrivi in mano mia in settimana.
  13. 10 punti
    Ragazzi notizia Dell ultima ora. Ho sentito Mauro Carletti, il creatore di questo 250 unico nel. Suo genere e primo a essere prodotto, e mi ha detto che il cilindro lo risalda e me lo sistema lui. Ringrazio comunque I miei amici @The Armageddon @filipporace per la disponibilità e le valide idee Ringrazio @FedeBO per il contatto che mi ha fornito. L unica cosa, è che Mauro mi ha detto che probabilmente aumenterà l alesaggio 🤣🤣
  14. 10 punti
    Io quello che trovo fastidioso e, la risposta della pinasco al nostro amico utente, dico solo che, non si fa così! l’errore ci può stare o anche no! se tutte le aziende in Italia, facessero come loro, saremmo nessuno! Vuoi fare componenti vespa, li fai bene! Altrimenti fai altro nella vita.
  15. 10 punti
    Faccio parte del "mondo vespa" da ormai diversi anni. La mia prima mi venne regalata da mio padre in occasione del mio 14esimo compleanno, e fu una fedele compagna di viaggio per le mie prime scorribande giovanili. Da qualche anno pero', complice anche l'aver trovato gli amici giusti, ho iniziato a vivere la vespa in maniera un po diversa, senza lasciarmi spaventare da viaggi e tragitti piu' lunghi ed impegnativi. In poche parole ho iniziato a vedere la vespa come un mezzo per fare del turismo. L'idea di affrontare un raduno come l'Agellotreffen ci girava in testa gia' da parecchio, abbandonare la vespa nei mesi invernali mette sempre tristezza e l'attesa dei mesi caldi sembra quasi interminabile. Ma che cos'e' Agnellotreffen? Immaginate circa duemila motociclisti, provenienti da tutta l'Italia ma anche da buona parte dell'Europa, che decidono di riunirsi in un paesino sperduto ai piedi del Monte dell'Agnello, Pontechianale, in provincia di Cuneo , in pieno inverno. Inutile dire che la frase che mi son sentito dire piu' spesso alla vigilia della partenza era "voi siete matti"... ma passiamo oltre! Parto per questa difficile ma entusiasmante impresa in compagnia di un caro amico vespista, il buon Raffaele... che pero' decide di stupirmi ancora prima che il viaggio cominci, facendosi trovare al ritrovo con la gomma posteriore della sua Vespa 150PX a terra. Passato l'iniziale sconforto decidiamo per la soluzione piu' veloce, giu' l'invernale su l'estiva di scorta e si parte senza troppi crismi in direzione Crema (ricordo che abito in provincia di Brescia). Con circa un ora di ritardo sulla tabella di marcia iniziamo il viaggio con molto entusiasmo... seguito dagli sguardi increduli degli automobilisti alla vista di due Vespini tanto carichi. Dopo pochi km la determinazione e la voglia lasciano la parola al grande freddo.. e siamo costretti a fermarci ogni 50/60 km per bere qualcosa di caldo, e dare anche da bere alla mia vespaccia (maledetto 30 vhsh). La strada scorre sotto le nostre ruote senza intoppi e giungiamo ad Alessandria per l'ora di pranzo dove ci riempiamo la pancia con un ottimo piatto di spaghetti e carne alla griglia.. calorie preziose di cui piu' tardi avremo grande bisogno. La scelta di non usare il navigatore attaccato al manubrio e di affidarsi solo alla cartina per quanto poetica, ci porta a qualche indesiderata variazione sul percorso.. e passate altre fredde ore di viaggio giungiamo al calar del sole ad Alba.. da li mancano solo 100 km.. "quasi ci siamo" ripetiamo fra noi. Non siamo viaggiatori di primo pelo ed abbiamo affrontato spesso tragitti del genere.. arrivando anche a percorrere quasi 700 km in una sola giornata... in estate. Ci rendiamo conto in fretta pero' che con il freddo la musica cambia e non di poco. Piu' di quaranta km in un ora vista la velocita' di crociera.. le pause ed il traffico proprio non li possiamo fare. Arriva il buio totale e proseguiamo la salita alla meta verso Sampeye... da qui cominciano le vere e proprie difficolta'. Strada completamente ghiacciata, illuminazione assente e temperature che sfiorano i dieci gradi sotto lo 0. Teniamo duro e gli occhi aperti.. col piede che struscia sull'asfalto ad ogni tornante attenti a non perdere il controllo della vespa.. e finalmente dopo 360km in un totale arriviamo al tendone di accoglienza dell'Agnellotreffen. 500 metri piu' avanti "la buca" che ospita il raduno. Tende piazzate ovunque, musica ad alto volume e il fumo dei fuochi da campo si presentano ai nostri occhi , ed alle spalle un grande lago ghiacciato di cui possiamo solo cogliere i riflessi, dato che visto l'orario (circa le 19.30) non si vede piu' niente. Scarichiamo le vespe e piazziamo la tenda.. ceniamo con fagioli wuster e formaggio fuso, e ci scaldiamo davanti al fuoco chiacchierando e condividendo idee e pareri con un sacco di motociclisti che ci accolgono calorosamente. L'odore della legna che brucia sul fuoco... la musica e lo sgasare di diverse motociclette di tutte le eta' e tutti i tipi ci offrono uno scenario surreale.. sembra quasi di stare in una grande metropoli(non mancano nemmeno i fuochi d'artificio). I bicchieri di vino e le chiacchiere scorrono fino a notte fonda, ed arriva il momento di coricarsi esausti nella nostra tenda.. dove pare che i sacchi a pelo ci tengano ben protetti dalle temperature rigide di Pontechianale. Il risveglio e' un po meno gradevole poiche' mi ritrovo con il sacco a pelo parzialmente ghiacciato, ( essendo alla prima esperienza non eravamo organizzati benissimo per un impresa del genere...) ma la vista ci ripaga di tutto. In breve facciamo i bagagli e ripartiamo per il viaggio di ritorno che mio padre benevolmente decide di renderci piu' facile, intercettandoci in furgone a circa meta' tragitto (eravamo davvero provati). Che dire... se dovessi trovare una sola parola per descrivere un viaggio come questo lo definirei estremo.. perche' lo e' stato in tutti i sensi. Quello che pero' mi ha dato un esperienza del genere mi rimarrà' per sempre e di certo ripeteremo l'esperienza. Agnellotreffen ti mette alla prova sia per le temperature estreme che per la mancanza di comfort, ma stando sotto le stelle in compagnia di un buon amico ed essendoci arrivato con un mezzo che ormai, oltre che ad un pezzo di ferro considero un prolungamento della mia anima , mi ha permesso di assaporare una pura liberta'. Sperando di non essere stato troppo poeta vi saluto e alla prossima... ora un po di foto !!!
  16. 9 punti
    Eccolo VID_20210331_185215.mp4
  17. 9 punti
    Eh con lo spinter Drt ha fatto un ottimo lavoro nulla da dire. Ne monto tanti e son ben robisti. Biella 100 su c51 finezza non da poco. ...ma non diciamolo troppo forte che poi ce lo fa pagare di più 😂😉
  18. 9 punti
    A parte la leggera asimmetria in canna dei booster, che rivedrò, lo scarico è venuto bene. Posso ritenermi soddisfatto.
  19. 9 punti
    In strada dunque.... su altri Forum sarei stato sul "piccolo destriero bianco a fronteggiare il nuovo frullomatico euro 25 che avanza" ma sono altrove e seppur il destriero è una purissima small, ammetiamolo non ne ho mai veduti di destrieri arancioni! E poi.... forse sarà un fiasco, uno dei tanti che nella vita ti capitano, che ti inchiodano inattesi la ruota posteriore stroncando senza appello ogni aspettativa, negandoti la gioia e persino la rivalsa, giacchè se la delusione è grave la rinuncia è prossima.... un tipo altrove era solito ripetermi: " ....sono qui quando lancerai in terra con rabbia quella chiave inglese, qui perchè mai la rinuncia alberghi nel tuo cuore e per quanto lontano, per quanto freddo e buio quel garage, no, non sarai mai solo, mai il solo!" parole di puro vespismo ma mi domando dove cavolo era quel tipo quando dovevo tirare sullo scaffale il blocco 200 MY con motorino, marma catalitica e fap da minimo 45 KG!!!! Scherzi a parte, parto in prima con prudenza, d'altronde sono in RODAGGIO, convintissimo poi come scritto ieri che la GOMMONA 350 ME1 al post mi renda ancora un pelino lungo, allungo la prima e metto la seconda con moderazione tanto per.... poi dopo circa 50Mt decido che il motore è caldo e affondo, inattesa la vespaccia si spara avanti senza preavviso, già perchè la coppia è dove non mi aspetto, liscio la leva sinistra e mi ritrovo a galleggiare sulla strada sono costretto a sporgere il busto in avanti per tenerla giù e la prima è in fuori giri, bestemmio "non lo nego" ed inserisco la seconda che prontissima mi catapulta avanti e di nuovo l'avantreno galleggia, diamine peso 85 KG e sono gigantesco per questo mini scooter, niente con la stessa decisione innesto la terza, obiettivamente il mondo scorre davanti a me un pò troppo in fretta eppure ostinato la tengo dentro e affondo a tutta sale di giri con un sibilo che non ricorda nulla di meccanico, è un vero fischio stridulo quasi fastidioso, se sono magro di massimo stavolta grippo e mi ammazzo, ma... " d'altronde non avevo getti più grandi del 130, non avevo che questa candela nuova di pacca, non avevo tempo e se lo avevo era ancora troppo caldo il motore, quindi e per certo...." bastano tre decimi di secondo per una giustificazione ed innesto in pieno centro urbano la quarta, immaginando che il salto terza quarta mi avrebbe donato un attimo di tregua, ma sbaglio la quarta da 20 è ora attaccata alla terza come fossel'overdrive di quest'ultima, di quarta la vespa ha un fremito di telaio come se la sua anima metallica avvertisse ilsuperamento di un tabù di un limite, la ruota anteriore si scuote ma il manubrio ben saldo non trema, il sibilo della marmitta ha frequenze che rimpallano tra le facciate dei palazzi e sembra provenire non da dietro ma dal davanti, il casco momenti mi vola via, devo tirare ogni tendine ed ogni ferodo fino ad arroventarlo per fermarmi in spazi da arresto degni di un 747 più che di un motoveicolo.... la ruota alta al posteriore che fino a ieri ritenevo penalizzante in ragione dello scarico dalla fase esagerata è ora INDISPENSABILE per poter solo sperare di aprire gas in prima marcia senza cappottarsi o di frenare tanta irruenza...come si accelera infatti, la rotazione della manopola corrisponde alla stessa rotazione in gradi della scocca rispetto all'orizzonte terrestre!!! E' INCREDIBILE come và e quindi comprendo che non mi crediate, d'altronde nemmeno io credevo possibile che questo cilindretto da 140 euro potesse surclassare e non solo superare tanta bella robetta del passato... serve davvero un buon alluminio per starmi avanti.... ma farò rilevazioni GPS VIDEO e tutto promesso ci vorrà un pò di tempo (i soliti due annetti) che devo affinare il setting sopratutto ciclistico giacchè non si svolazza a quasi 120 Effettivi su 80 Kg di vespa se non si ha qualcosa che possa definirsi freno e gomme . Ora esco a vado a comprarmi un EVO POLINI D57 dalla gioia, sostituirà questo VMC ghisa da pochi spicci e troppa POTENZA, sì perchè a dirla tutta non è solo veloce ed elastico è pure POTENTE e si avverte chiaro guidandolo che per fermarlo e tenerlo devi stringere bene mani e chiapp.....
  20. 9 punti
    VID_20200829_183608.mp4 VID_20200829_183608.mp4
  21. 9 punti
    e vai... inizia la saga.... Io intanto ho comprato i popcorn.....
  22. 9 punti
    Ciao a tutti, ho deciso (anche se il momento non è così propizio) di tirare insieme questo motore un po "anziano" ho preso usato questo m1r e relativa marmitta dedicata e cui abbinerò una accensione HPI da 600g che ho in casa, un buon albero tameni corsa 51 biella 97 spalle 87, 24/72 con il mio parastrappi e cestello in alluminio, frizione sempre mia, in versione completamente in alluminio con 4 dischi polini, sempre in alluminio (modificati), carterino leva corta modificato in leva lunga, carter opportunamente barenati, pianati e raccordati sul cambio non saprei bene se usare il 18-20 o 17-19/47 per il carburatore avrei a disposizione un TMS 38 un TMS 39.5 (modifica) un vhsa 32 ibrido tramutato in 2 tempi. per ora metto su un po di fotine del cilindro della marmitta e dell'accensione
  23. 9 punti
    in quanto tecnico specializzato del settore la risposta aopunto tecnica che ti ho fornito privatamente posso serenamente riportarla pubblicamente: riassumendo i 2 semicarter non hanno soli vincoli di spine di centraggio bensi anche l'accoppiamento albero e cuscinetti di banco ed asse ruota con i propri cuscinetti rafforzano il centraggio. Impossibile disallineare 2 piani in origine perfetti a meno di tribulare come dannati nel montaggio delle componenti e forzarle in modo inappropriato. Come prevedevo la sede del cuscinetto carter piccola é più bassa rispetto al pianoforte di appoggio dello stesso. O la sede opposta é più alta ovvio. Che le raccontino ad altri le barzellette da 1000€ che con internet le favole me le raccontano gratis. Ma passiamo ad altro livello, puramente politico industriale e di rapporto con il cliente: non bastava scrivere Gentile cliente innanzitutto la ringraziamo per la preferenza accordataci, é nostra intenzione porre rimedio ad eventuali difettosità riscontrate ( una spanatura e controlli 60€ ndr) eventualmente ritirando l'oggetto/ onorando eventuale ricevuta emessa da centro specializzato. Cordiali saluti eh no....qua la frittata ti viene addirittura girata.....é colpa tua che hai serrato i carter storti o che devi centrarli prima del montaggio. Come? con il martello? li monti su un piano di riscontro? te ne sbatti e li monti cosi istigando ulteriormente un cliente e portandolo ad una rottura certa ? In mp se vuoi ti do il mio indirizzo e i dati, facciamo controllare i carter ad un centro preposto che emetteranno un rapporto dettagliato. Lo facciamo presente al produttore rendendo tutto pubblico, visibile e ben chiaro. Vediamo un po' se le risposte sono le stesse o cambiano.
  24. 9 punti
    Come scritto in prima riga ( faccio un motore tranquillo),non ci sono riuscito inizialmente mi dovevo fermare allo step del pacco nsr ,35 e con marmittina tranquilla ma un bel giorno in officina tonazzo mi hanno fatto vedere una THM da strip, ed è stato amore a prima vista e a questo punto perché non fare anche l’ammissione? ecco qua il motivo certo ora è un’altro tipo di motore con il pacco Honda e le boyesen si sente meno le lamelle rispetto alle originali ed è più pronto (reattivo) col 35 mikuni è un attimo a trovare la carburazione ideale dal mio punto di vista sono due contorni d’obbligo senza snaturare troppo impressioni di guida; è soggettiva, a me piace una erogazione tipica del cross , quindi da city con questo step li bruci i plasticoni il cambio è stato aggiornato sempre il cluster menzionato sopra la quarta da 36 e la primaria in DD Z62/23 a stecca si arriva a 127 e’ molto corta però attenzione se intraprendete questa strada bisogna alzare la vespa di molto Il gt l’ho immerso nella sabbia bagnata fino dove dovevo ricaricare non l’ho ricromato per lavorare il gt bisogna dotarsi di frese molto taglienti e anche quelle diamantate col nastro adesivo lo si mette in canna e si cerca di definire la luce da eseguire fatto questo con le frese diamantate si toglie la cromatura , il nastro serve per proteggere il resto della cromatura che deve rimanere integra questo è il lavoro più certisino da eseguire
  25. 8 punti
    Scarico a W Polini hp !!!!! Paura eh!!
  26. 8 punti
  27. 8 punti
    Sono giorni di sole bui (COVID 19).... solo nel box ho sempre da fare, altro a cui pensare.... ma mentre penso svito il perno, mentre rifletto sgancio i cavi e mentre decido sul da farsi, mi volto ed il POLINI RACING è sotto alla vespetta !? Diavolo di un Poeta, Dante doveva dedicarti un girone all'Inferno tra i dannati della vespa! PRIMO GIRO DUNQUE. Non la tirerò giuro, ho promesso di non tirarla, anzi di andarci pianissimo, di fargli addirittura i rodaggio! Se solo sapessi come cavolo si fà.... non c'è scritto nulla sulle istruzioni del kit !? Accesa, è grassa scendo di getto da 120 a 115 a 110... il minimo passa da 45 a 42 per vedere se in primissima apertura si pulisce meglio, no, è dunque lo spillo, scendo o salgo? Chissà quanti chilometri per colorare la candela, ma poi si colorerà andando piano, non credo.... maledetta vespetta... chiede gas.... ma ho promesso.... maledetta...... chissà come apre di terza.... buono Poeta, buono.... non essere incosciente, coscienza? Che roba è? Mica stavo su una vespetta microscopica a 50 e passa anni, figlia e impegni ecc... ecc.... se ero uno minimamente cosciente!!! Maledetta.....maledetta vespa, sentila come chiede gas, poi se gli dò di manetta magari scoppietta e si affoga, magari grippa e inchioda, però sentila come rantola.... vuole gas, ma ora salgo di marcia così la ammansisco, tiè beccati la quarta! però...procede bene di quarta a filo gas, il quartino da 20 si sente, eccome se si sente, diamine, vuole gas, chiede gas... andrebbe dato magari solo un attimo per vedere se riprende, se và bene....quindi per un buon fine.... anche perchè.... se non gli dò gas come faccio a sapere se và bene? maledetta..... MALEDETTAAAAAAAAaa! Scalo fanculo e ti sparo giù la terza brutta stronza! VroooooooooooooOOOOOOOOOMMMMMMMMMmmmmmmmmm........ nessuno mi ha visto.... nessuno può avermi sentito..... e poi non l'ho tirata tanto dai.... era solo per aiutare la candela a colorarsi prima.... credo anzi vada ragionevolmente fatto in rodaggio.... o forse no.... ma, se non gli dò gas come faccio a sapere se và bene? Brava.... brava.... anzi no, maledetta.... c'hanno l'anima, l'anima. ALZATI & CAMMINA.
  28. 8 punti
    Salve , premetto che non mi garba per nulla fare codesto intervento ..MA a tutto vi è un limite ....alla tua affermazione ." mazzucchelli sono validissimi e costano poco" posso solo rispondere che SOVENTE chi risparmia SPRECA! , Ti invito a rileggere per bene il post , :ove addirittura si parla di arrivare sino a 300 euro " per l'albero ossia molto saggiamente" ERGO ne consegue secondo questo tuo personale " teorema" che è buono perche costa poco ? .sicuramente per altre configurazioni diciamo " easy" tipo un 130 DR sono ok ma non per motori che nascono con ambizioni molto piu' performanti!Come gia' ribadito precedentemente ,,è bene evitare commenti "AD MINCHIAM" ., qualcuno potrebbe realmente farsi male ed inoltre buttare tutto nel secchio!
  29. 8 punti
    Ciao Albe Ho la fortuna di trovare sti cilindri con piccoli difetti, quindi faccio esperimenti contando il poco prezzo a cui li prendo. Se poi vanno, li rifaccio su altri cilindri messi meglio 😉 Per il Modificatore è il mio si, ho passione e voglia e tempo, almeno fino a settembre... Che divento Papà 😉🙂
  30. 8 punti
    Si é grassa come il frate della birra Franziskaner
  31. 8 punti
    Finalmente sono riuscito a barenare la camera di manovella con il bareno autocostruito. Per centrare il bareno nel carter, ho realizzato una boccola in alluminio avente diametro esterno di qualche centesimo più piccolo del cuscinetto, in modo che potesse entrare facilmente nella sede,e con un foro da 10 mm al centro. poi ho messo la boccola nella sede cuscinetto, montato una barretta di rettificato da 10 mm sulla fresa, infilato la barretta nel foro e quindi fissato il carter sul piano della fresa e stretto tutto. Poi per passate successive ho allargato la camera di manovella. Ho allargato fino ad 88,5 mm. Sembra uscito un buon lavoro. Nel punto critico dove c'è l' incasso per l' ingranaggio della quarta del cluster è rimasto un millimetro abbondante di materiale.
  32. 8 punti
    Il principio di funzionamento é valido anche per gli amici largisti, quello che é un'impedimento sul ritardo andando a lavorare l'albero Vespa small lo si avra su un sistema large Vespa andando a lavorare sull'anticipo delle spalla albero. Ci tengo a precisare che la discussione é a puro titolo esplicativo. I valori riportati sono come farei io in talune situazioni,non sono da prendere,i numeri, come adatti a qualsiasi motore con qualsivoglia gt
  33. 8 punti
  34. 8 punti
    Allora.... avevo comprato il ghisa VMC, c'era una mia discussione dettagliata sul setting che feci in passato con fasi e tutto , ma non sono risucito a trovarla con la funzione cerca (ahimè primo perchè sono una schiappa e secondo perchè mi sono iscritto troppe volte e non sò più come mi chiamavo sul forum), vabbè.... tanto nemmeno me lo ricordo il settaggio sò solo che ho un lamellare da 30 della PARMACHIT (non sò se posso usare la lettera CAPPA quindi lo scrivo così).... un carburatore POlini PW(Chappa) da 28 e il ghisa VMC da 121cc b'Hè direte voi che cavolo di post è questo? L'ho montato e ci ho fatto un brevissimo giro, che sono in rodaggio e in città.... però ho voluto misurare la seconda marcia perchè guidandolo momenti mi accappotto!!!! Di seconda segna questo? ed è la peggiore di tre misurazioni. O sono lunghissimo, o ne comprio una dozzina, ora metto a punto il tutto e poi vediamo, cerco il setting e cerco di capire.... gira sui gli 11.000 male che vada, durerà credo un pomeriggio.
  35. 8 punti
    Grazie ancora per i complimenti, non sono abituato a riceverne così tanti 😂. Allora oggi ho misurato l anticipo con la strobo ed era a 27 gradi prima del pms, ho provato a portarlo a 20 con il risultato che il motore si è impigrito un sacco ma ho toccato i 123 km/h di GPS ma non mi piaceva per niente quindi ho fatto un passo indietro, settato l anticipo a 24gradi e aggiunto una boccola da 3mm tra collettore di scarico e marmitta, motore molto più godibile con la solita punta di 120km/h. Probabilmente qualche grado in meno di scarico aiuterebbe in tutto l'arco (ora sono a 181°). Fatto ciò il mio amico si è portato via la vespa perché giustamente vuole iniziare ad usarla e devo ammetterlo provo una sensazione dolce-amara, felice di averla sistemata e infelice perché se l'è portata via 😂.... comunque non si molla un mattarello e in cantiere ho il collettore per montare il vhsb 34 e ultima prova ma non meno importante l accensione ducati originale con volano da 2 kg che credo dia una bella miglioria a questo motore. (in origine il parmakit era da 1kg, assolutamente troppo legger per questo motore, appesantito poi a 1.5kg con riscontri positivi ). Vi lascio una fotuzza della vespa, vigilata dal capo officina 🦡🦡
  36. 8 punti
    Beh ,si sale e si scende,forse avrei dovuto rodare un po' il motore dopo cambiato fascia e cuscinetti,forse nel riassemblaggio qualche parametro non è restato quello,fattosta' che al primo spalanco deciso ho cotto il pistone.... ne avevo uno nuovo inscatolato ma c'era da sistemare anche la cupola che aveva subito qualche smartellamento,per cui,prendo atto dei miei limiti tecnici,ho ceduto la termica ad un amico più capace,ed altrettanto matto ,anzi di più...😂 Chiudo il post mostrandovi una foto giratami da questo amico per la prima riaccensione,ovviamente è stata solo una prova di un paio di giorni,che se ci vedono i BFA boys ci fanno la scomunica,ahah,tranquilli,il gt ora ha ricevuto una degna componentistica ma non è più opera mia ,ben dai ci siamo divertiti 😉 Si,è più matto di me!!!
  37. 8 punti
    Un po' di foto Prima delle lavorazioni: Dopo le lavorazioni: Altri pezzettini:
  38. 8 punti
  39. 8 punti
    Ciao ragazzi.. Dovremmo esserci.. Mi manca il cuscinetto 6005 c4.. Poi potrei iniziare a chiudere Ho spessorato di 8 mm sotto e 1.2 mm sopra Fasi 128.5 188.5 (scarico rifasato) Lo squish lho adattato alla nuova corsa.. Quindi 0.98 mm e 10.6 cc di volume.. rdc 13.31 Fresati condotti uscita booster scarico.. Luci aspirazione sistemate.. Ho evitato come la morte spigoli vivi stuccando I carter.. Barenatura 88.. più spianatura basamento Collettore conico da 38 a 36
  40. 8 punti
    nel mio primo messaggio ti ho consigliato. Polini Evo, mhr, Quattrini Dr in alu. Aggiungo che per far andare bene un motore non é necessario spendere ciftre spropositate. Metti un Polini in ghisa e un'albero ets da 50€ una Simonini dei dinosauri da 90€ che pia piano affini con rapporti e slimazzate varie vedi che ti diverti con poco e apprendi cos'è una rivisitazione. Come dice Lauro: la passione vince su tutto😉
  41. 8 punti
    Cambio nuovo. Terminale diametro maggiorato+2mm(ora a pari col fondello) Fascia nuova Rasamento cuscinetto albero. Polverizzatore +1 punto Nottolino frizione Sip +1,5 mm Blocco montato,ora si aspetta la bella stagione per testare 👍
  42. 8 punti
    Il motore è partito oggi alla volta di casa mia intanto il video de motore accesso. ps: quel cavalletto è stato fatto apposta per il trasporto che poi a botta di cul ci si possa anche mettere in moto il motore è una Cosa secondaria e brevettata come optional dal costruttore. per mantenere l’anonimato del ragazzo(50enne) ho tagliato il video perché all’inizio era troppo euforico quasi da farmi venire dubbi se avrei rivisto il mio motore IMG_9991.MP4
  43. 8 punti
    Ciao a tutti! dopo tanto mi rifaccio vivo postandovi il video che non sono mai riuscito a mettere data mancanza di tempo o mancati ripensamenti! Colgo l'occasione per dirvi che questo super motore l'ho dovuto vendere causa esigenze personali, ma ad anno nuovo ci saranno un po di aggiornamenti sia per telaio che motore! Ma credo che faro un blocco con qualche cv di meno, il falc andava davvero forte!
  44. 8 punti
  45. 8 punti
    correva l'estate del 1982, i ricordi e i profumi e le sfumature di quella notte ancor oggi sono nitidi e vivi . Luglio, nel mese del mio compleanno: il caos e l'euforia ,quell'11 luglio quando si diventa Campioni del Mondo, io ,un bimbo che guardava il papá come un idolo e che mai avrebbe immaginato. Fine partita.....abbiamo vinto, mio papá . possessore di una Vespa N 50cc azzurro cartazucchero mi invita a salire a bordo per andare a far festa, ed io di buon grado accetto. Mi avvinghio al genitore e dopo un breve ed emozionantissimo tragitto osservo esterefatto il rito dei festeggiamenti. Non mi é mai importato molto del calcio; il mio pensiero divertito era più che altro rivolto alle pazzie di chi si buttava nella fontana del paese e di chi persa ogni inibizione ne combinava d'ogni. A fine festa rimango in piedi, a differenza di molti ormai sfatti e fatti e completamente ubriachi. Bisogna rientrare. Papá: Filippo te la senti? Filippo:di fare che cosa? mamma sará già molto incazzata e sono le 4 di notte. Papá: portami a casa, accendi la Vespa e andiamo, ce la fai. .....mi tremavano le gambe, ma la voglia di dimostrarmi capace agli occhi del genitore era forte. Inforchiamo la Vespa e chi prima fu il pilota idolo di un bambino, ora é il passeggero. La poca distanza da percorrere fu una delle esperienze più esaltanti della mia gioventù.....in prima, aiutato dal mio papá per partire, ad una velocità di millemila kmh; almeno cosi mi sembrava. Giunti a casa ripongo la Vespa in garage....proprio dove aveva un suo posto, vicino ai poster di Edwige Fenech e Niki Lauda e me ne innamoro perdutamente e la osservo e la accarezzo con le gambe che ancora tremavano per l'espeeienza vissuta poco prima. Da grande farò il meccanico😉 ed é proprio da quella Vespa, qualche anno più tardi, che iniziai a diventarlo.
  46. 8 punti
    Ciao a tutti, trascorso l'anno sabbatico in cui (per tante vicissitudini) mi sono preso una pausa riflessiva, sono di nuovo tornato in questo magnifico forum. Fino ad oggi ho preferito osservare in silenzio, ma ora sento che è di nuovo giunto il momento di partecipare attivamente. La passione non è diminuita..... anzi..... ogni giorno cresce sempre di più..... Lo spirito di condivisione e la voglia di imparare cose nuove, non si sopiscono mai.... Nel frattempo, pure mio figlio ha preso la Patente A ed ha voluto un PX.... Ora sono due le vespe da curare, ma ovviamente la mia è quella a cui dedico più attenzioni ed energie... l'altra è originale in tutto e per tutto e per il momento rimarrà tale.... Tanti già mi conoscono, altri magari no: ne approfitto per presentarmi di nuovo: Mi chiamo Adriano, ho 47 anni ed abito a Grosseto. Sono vespista da una vita e spero di poterlo essere fino alla morte.... Un abbraccio a tutti voi!
  47. 8 punti
    Vediamo se posso aiutarti io: Parlando di 177 ci sono 3 varianti sul tema in casa Pinasco: cilindri in alluminio "spinti" e "normali", poi ci sono quelli in ghisa. Partiamo dal basso: quelli in ghisa (2 e 3 travasi), sono i classici cilindri di fine anni '70 con un nuovo pistone (senza fascia ad L) ed una nuova testata (sempre a berretto di fantino); i medesimi 2 kit vengono prodotti con testa a candela centrale ed in c.60 (in realtà è sempre lo stesso kit con l'aggiunta di uno spessore di base da 1,5mm, che diminuisce ulteriormente il differenziale e peggiora la faccenda). 25030804 = 2 travasi - berretto di fantino 25030805 = 3 travasi - berretto di fantino 25031804 = 2 travasi - candela centrale 25031805 = 3 travasi - candela centrale 25032805 = 3 travasi - candela centrale - c. 60mm Fascia intermedia: Granturismo/Magny Course Questi sarebbero quelli normali, paragonabili a tsv, polini, etc. hanno il cilindro in comune ma differiscono nei particolari (pistone, testata, flangia sullo scarico), esiste anche la versione c.60 che tuttavia è sempre il solito cilindro c.57 con l'aggiunta dello spessore di base da 1,5mm che sballa le fasi. Versioni Granturismo 25030941 = 3 travasi - pistone standard - testata a berretto di fantino - bocchettone di scarico in alluminio - ST 25030942 = 2 travasi - pistone standard - testata a berretto di fantino - bocchettone di scarico in alluminio - S2 Versioni Magny Cours, stesso cilindro ma con testata a candela centrale e pistone grafitato 25031941 - 3 travasi - c.57 - pistone grafitato - testata candela centrale 4 fissaggi - bocchettone di scarico in alluminio - ES 25031942 - 2 travasi - c.57 - pistone grafitato - testata candela centrale 4 fissaggi - bocchettone di scarico in alluminio - S2S 25032941 - 3 travasi - c.60 - pistone grafitato - testata candela centrale 8 fissaggi - bocchettone di scarico flangiato - EP 25032941 - 2 travasi - c.60 - pistone grafitato - testata candela centrale 8 fissaggi- bocchettone di scarico flangiato - EPS Versioni Racing 26031930 - c.57 - pistone grafitato - testata candela centrale 8 fissaggi - bocchettone di scarico flangiato - traversino - RR 26031931 - c.57 - pistone grafitato - testata candela centrale 8 fissaggi - bocchettone di scarico flangiato - booster - RB 26032931 - c.60 - pistone grafitato - testata candela centrale 8 fissaggi - bocchettone di scarico flangiato - booster - RX
  48. 8 punti
    Un saluto a tutti gli aficionados come da titolo voglio costruire un motore un po' diverso dai soliti canoni il gt in questione è un Polini 160 per honda nsr antico come me' quindi necessità di essere aggiornato e stravolto ( vediamo che carattere gli tiro fuori ) il gt verrà privato del suo involucro per il raffreddamento ad acqua e gli creo un nuovo involucro con le alette per il raffreddamento ad aria nel l'involucro ospiterà un pacco lamellare a doppia lamella sagomato per collegare come carburatore il SI 24 il gt per arrivare alla quota ideale viene abbassato da sotto di 16 mm poi ve lo illustro strada facendo i carter pinasco T5 assolutamente in questo progetto non li tocco ma nel l'entrata che è lamellare faccio un imbocco rasente all'albero di diverse lunghezze di entrata ( in gradi) Chiamiamolo ( tassello ) faro' diversi tasselli con internamente la lavorazione dell'entrata diversa uno dall'altro con vari anticipi e ritardi in gradi voluti questi tasselli li costruisco con materiale plastico ad alta densità che supportano elevate temperature ( poi vi dico il nome tecnico di questo materiale) vacendo in questo modo se si dovesse rigare la valvola ( tassello ) non si deve ricorrere alla saldatura, ma è sufficiente sostituire il tassello con uno nuovo albero in C 52 con biella 110
  49. 8 punti
    Ivan tra tutti i suoi impegni e famiglia è riuscito a dedicarmi l'intero pomeriggio... oltre a essere un grande lo ritengo un amico...Grazie Ivan Adesso vedo di completarlo e metterlo sotto
  50. 8 punti
    Oggi con melo siamo riusciti a dedicare un po' di tempo che purtroppo scarseggia sempre,impostata una curva un po' piu' conservativa sulla centralina e verificato gli ingombri,e sistemazione dell'impianto elettrico,ed io che speravo di mettere in moto,ma ogni cosa richiede aggiustamenti e le ore volano in fretta.

kit revisione

Kit revisione per tutti i motori
cuscinetti SKF Paraolii Corteco
officinatonazzo.it/kit-revisione


×
×
  • Crea nuovo...

Benvenuto su ET3.IT, il Forum delle Vespa da corsa!
Ti auguro buona permanenza su questo sito di veri Appassionati!
Come inizio ti suggerisco di inviare un messaggio di presentazione sul Forum Mugello Park !
Inoltre ti consiglio di richiedere la registrazione su Facebook al gruppo Et3.it - Vespe performanti
Il forum è consultabile anche tramite Tapatalk.
Buona permanenza su ET3.it!