Leaderboard


Popular Content

Showing most liked content since 22/08/2017 in all areas

  1. 6 points
    Vediamo se posso aiutarti io: Parlando di 177 ci sono 3 varianti sul tema in casa Pinasco: cilindri in alluminio "spinti" e "normali", poi ci sono quelli in ghisa. Partiamo dal basso: quelli in ghisa (2 e 3 travasi), sono i classici cilindri di fine anni '70 con un nuovo pistone (senza fascia ad L) ed una nuova testata (sempre a berretto di fantino); i medesimi 2 kit vengono prodotti con testa a candela centrale ed in c.60 (in realtà è sempre lo stesso kit con l'aggiunta di uno spessore di base da 1,5mm, che diminuisce ulteriormente il differenziale e peggiora la faccenda). 25030804 = 2 travasi - berretto di fantino 25030805 = 3 travasi - berretto di fantino 25031804 = 2 travasi - candela centrale 25031805 = 3 travasi - candela centrale 25032805 = 3 travasi - candela centrale - c. 60mm Fascia intermedia: Granturismo/Magny Course Questi sarebbero quelli normali, paragonabili a tsv, polini, etc. hanno il cilindro in comune ma differiscono nei particolari (pistone, testata, flangia sullo scarico), esiste anche la versione c.60 che tuttavia è sempre il solito cilindro c.57 con l'aggiunta dello spessore di base da 1,5mm che sballa le fasi. Versioni Granturismo 25030941 = 3 travasi - pistone standard - testata a berretto di fantino - bocchettone di scarico in alluminio - ST 25030942 = 2 travasi - pistone standard - testata a berretto di fantino - bocchettone di scarico in alluminio - S2 Versioni Magny Cours, stesso cilindro ma con testata a candela centrale e pistone grafitato 25031941 - 3 travasi - c.57 - pistone grafitato - testata candela centrale 4 fissaggi - bocchettone di scarico in alluminio - ES 25031942 - 2 travasi - c.57 - pistone grafitato - testata candela centrale 4 fissaggi - bocchettone di scarico in alluminio - S2S 25032941 - 3 travasi - c.60 - pistone grafitato - testata candela centrale 8 fissaggi - bocchettone di scarico flangiato - EP 25032941 - 2 travasi - c.60 - pistone grafitato - testata candela centrale 8 fissaggi- bocchettone di scarico flangiato - EPS Versioni Racing 26031930 - c.57 - pistone grafitato - testata candela centrale 8 fissaggi - bocchettone di scarico flangiato - traversino - RR 26031931 - c.57 - pistone grafitato - testata candela centrale 8 fissaggi - bocchettone di scarico flangiato - booster - RB 26032931 - c.60 - pistone grafitato - testata candela centrale 8 fissaggi - bocchettone di scarico flangiato - booster - RX
  2. 5 points
    Ciao, ti rispondo io... Ma in fondo è proprio la stessa cosa Nei casi in cui il cilindro è identico, conviene scegliere il corsa 57 e poi montarlo in corsa 57 ovvero in corsa 60, con gli accorgimenti del caso, cioè alzando la luce di scarico per ovviare alla riduzione del differenziale scarico/travaso, conseguenza inevitabile del montaggio in corsa più lunga. Bisogna solo prendere un po' di confidenza con la gestione di questo parametro, che è uno dei più importanti e che ci permette di realizzare il motore che desideriamo. Lasciando le cose come sono, in corsa 60, avremo un motore molto coppioso, ma che tende a murare: via via che si alza lo scarico si spalma la curva di erogazione sempre più verso l'alto. Ripristinando il differenziale originario -non identico, ma in proporzione all'ampliamento della fase di travaso!!- avremo un motore che gira più alto di quanto non facesse in corsa 57. Il Parmakit ha anch'esso le stesse quote (cambia solo la testa); del Polini non so dirti ma, se la ditta si è regolata come nel caso del gt 210, la quote cambiano. P.S. Se si desidera realizzare un corsa 60 vivace e adeguatamente alimentato, è molto saggio adottare una biella 110 e mettere una basetta da 5 mm sotto al cilindro.
  3. 5 points
    Devo ringraziare tutti gli utenti che hanno insistito nel far costruire la marmitta dedicata , va' veramente forte Sono riuscito a provare entrambe le marmitte con la padella non mi pronuncio più di tanto c'è da ritirare tutta la carburazione è risultata molto grassa rispetto alla espa ma è molto silenziosa .Questo è buono con l'espa il motore si è trasformato molto e non l'ho riconosciuto da come lo avevo pensato ovvero tanta coppia soprattutto sotto e pochi giri devo un po' familiarizzare con l'accelleratore, in prima e seconda non mi sono trovato troppo bene in monoruota la terza a tutto gas ti senti avvolto dal rombo del l'espansione e una velocità un po' preoccupante per una vespa soprattutto con le gomme che mi ritrovo la quarta l'ho messa per far riposare il motore, mi son detto ok basta questo per il momento A breve altre news
  4. 3 points
    Qualche decennio fá...dove per fare andare forte una Vespa.....più che spendere: Si studiava e sperimentava! C'era una parola...che incuteva timore e invidia....il famigerato,terribile:"girato". Si girava tutto,anche la sella....e le discussioni su cosa,quanto,dove poteva arrivare una termica girata si sprecavano. Sono partito per un esperimento,credo unico,per vedere e capire cosa succede....e sfatare qualche Cugino che girava anche lo specchietto. COSA SI OTTIENE girando termica Vespa et3 in questi termini: Ho ricostruito un motore et3 rigenerandolo in ogni sua parte....completamente originale,termica originale con 500km all'attivo...19 immacolato con filtro originale,nessun vezzo a parte montaggio sito a siluro (che servirà poi per il confronto)...benzina 100 ottani,miscela 2% olio Motul. Ripeto completamente originale e senza alcuna pretesa di genere....accensione Ducati.. .albero e Biella originali...! Le prestazioni di questa configurazione le conoscete bene.....motore immortale (penso funzioni anche a grappa) al banco,forse per motore appena rifatto e siluro nuova facciamo faville....7,68 cv a 5660 g/m. Non ho riscontri ma penso ad una velocità pari a 90/92km/h COSA si ottiene girando la termica.....e sacrificando una marmitta sito siluro per ovvi motivi? Cilindro e travaso invariati....stesso carburatore e filtro....adeguamenti travaso carter obbligatorio...siluro adeguata....utilizzandone un'altra con qualche taglia cuci si riesce ad ottenere una vespa"invisibile" pari originale. Si é appunto voluto mantenere un'impostazione originale....solo girando il cilindro di 180...senza toccare e segare telaio....carburatore in posizione originale (quindi carter valvola assolutamente originale) scarico frontemarcia. Al banco (dopo aver discusso se adeguare la testa.....non adeguata...candela lato sinistro del motore (deve essere il piu originale possibile) abbiamo ottenuto 8.22 cv a 5622g/min...................per un paio di prove!!!! (Piccola parentesi il motore é completo di copricuffia originale e nella versione girato benefificia di una cuffia coprimotore dedicata) Dopo circa 10 minuti e uno sparo l'incrocio pericoloso dei collettori scarico/aspirazione creano non pochi problemi di carburazione.....il calo di Potenza si sente ed é pari al4,7%....e quindi 7.84cv. Migliorato un Po con ventilatore pronto a raffreddare zona scarico ........sfatato un mito....anni 70/80.....Non basta girare la termica ......ora però sto 25 girato lo si deve fare andare....cerco intelligenza,estro e soluzioni d'epoca
  5. 3 points
    Il tempo che vanno a 140 orari è bassissimo, non arriva neanche a 3 secondi, per cui difficilmente si innescano fenomeni che portano al dachappaggio; in strada, dove tieni le velocità per più tempo, è un'altra cosa
  6. 3 points
    Un saluto a tutti gli aficionados ci siamo !!! oggi ho ritirato la vespetta da scalvini che come da accordi ( più che altro lui ) mi son portato a casa due marmitte sviluppate per il Thor su vespa px la professionalità di questo TEAM è a dir poco unica, sono rimasto veramente soddisfatto In breve Scalvini mi ha cucito una simil padella antisgamo ma con le fasi appropriate e una seconda a detta da lui estrema per questo GT A vederla sembra proprio la marmitta del deltaplano Thor con i due tronconi girati in modo diverso appunto per montarla sotto alla vespa ma il controcono si protende molto dentro il silenziatore anch'io avevo pensato tale soluzione ma a saldare gli 0,8 decimi non son capace poi e' sempre meglio farla fare a chi è capace, IO NO ! l'ho accesa col saldatore in fianco che sghignazzava dal mio stupore , che ha capito che sta' roba non si usa in strada maledettamente secco e assordante Ok prima impressione per uso pista, vediamo più avanti di bancare le due marmitte accordi presi è di sviluppare ulteriori marmitte anche di giro diverso per rendere il saund più accettabile per uso strada foto
  7. 3 points
    Se sei bravo ti ribalti anche,ma non e' un'argomento da discutere,a parte al bar,dai...
  8. 3 points
    anche l'aprilia GP aveva il grano fascia al centro del frontescarico, anche se sono pistoni pensati per poche ore di utilizzo
  9. 3 points
    A mio avviso fare la giuntura dei segmenti in prossimità dello scarico è più controproducente che farla in mezzo alle luci, li'proprio la vedo più pericolosa per via della temperatura e della dilatazione non omogenea sul tratto interrotto del segmento comunque girando nel web non è l'unico gt che ho postato che presenta tale soluzione, quello sopra è per la small paura propio no , curioso si
  10. 3 points
    questa è bella poi rispondendo a roberto io se ne hai la possibilità lo monterei girato, hai molti vantaggi, in primis sulle prestazioni. anche fosse solo un motore da ''turismo''
  11. 2 points
    il VHSH è un bel pezzo, questo PHBH l'ho trovato insieme al kit (che ho preso a basso costo) ed ho dovuto sostituire quasi tutti gli elementi di taratura. In questi giorni ho cominciato a realizzare un Malossi MHR lamellare al cilindro potrei comprarlo per metterlo su quello
  12. 2 points
    la cosa che "non riesce a bruciare perchè monto la Hp" la trovo un po' strana e parlando con chi di accensioni intende la HP come accensione va benissimo anche su motori spinti...il suo problema sono gli altissimi giri dove il volano tende a allargarsi e il segnale al pickup diminuisce diminuendo la qualità del bit scintilla...per il resto è OK
  13. 2 points
    Ciao,guarda bene,su Avotecnica dovrebbero avere le 90/90 stessa mescola,a meno che non siano momentaneamente esaurite magari con le chiusure estive di mezzo.... sconsiglio le 3.50 su small che poi toccano sul braccio motore,sul carterino frizione e magari sulla marmitta in base a cosa monti e costringono a disassare il motore o limare pericolosamente,non ne vale la pena.
  14. 2 points
    Secondo le prove di Lauro al banco il girato, con la stessa identica marmitta, va di più. La spiegazione risiede nel fatto che le temperature di funzionamento sono più stabili perché nel montaggio dritto l'aria che investe lo scarico va a riscaldare la parte opposta del cilindro dove teoricamente dovrebbe esserci la carica fresca. Dopo un quarto d'ora di funzionamento il cilindro dritto perde già parecchia potenza e tende a calare ulteriormente nel corso del quarto d'ora successivo ma in maniera più progressiva Al contrario nel girato l'aria fresca investe proprio la parte di cilindro dove passa la carica fresca (la miscela per intenderci) e dopo il primo quarto d'ora le temperature (lato scarico) si stabilizzano così come anche la perdita di potenza (che c'è ma è inferiore al montaggio dritto). Nelle gare in pista (sprint o endurance) questo fattore va considerato mentre su strada potrebbe essere ininfluente. Altro punto importante è che nel montaggio girato si riesce ad avere un collettore di scarico in uscita meno contorto (anche se poi nel cross sono anni che le marmitte hanno una bella curva subito all'uscita del cilindro) ed è facilitato lo sviluppo di tutta l'espansione Non dimentichiamo poi che nel caso di montaggio dritto il pistone in fase ascendente (cioè mentre sale) si appoggia al lato più fresco della canna (dove c'è il travaso fronte scarico) ossia è controrotante e teoricamente meno incline ai grippaggi. Questo spiega perché mamma Piaggio lo ha preferito per l'Ape (già dai modelli 400) che per il classico smallframe in tutte le cilindrate
  15. 2 points
    Guarda comunque il motore è piacevole,sono abbastanza soddisfatto,anche in virtù del fatto che ho montato tutto da me e che arrivato ormai quasi a 1000km non ci sono perdite olio dal cilindro,testa,collettore etc. Inoltre stavo parlando l'altra sera con l'amico che mi ha spianato i carter e consideravamo che il lavoro dobbiamo averlo fatto piuttosto bene perché il cilindro è montato direttamente sopra la basetta per il b.105 senza un minimo di guarnizione di carta.Se avessimo sbagliato qualcosa non credo avrebbe perdonato. Ad ogni modo,se tutto va in porto,nel prossimo weekend potrei portare a bancare la vespa da Francesco di Raven Pipes,dove potremmo provare anche la VMC grande e una Falc Hilton 2010 che mi presterebbe un amico.
  16. 2 points
    Ciao @melo ho cambiato le puntine e il condensatore e finalmente ho risolto il problema grazie mille dei consigli e dell aiuto
  17. 2 points
    Vorrei riportare la carburazione finale di questo motore con il phbh30: 57 di minimo 140 di massimo 40 ghigliottina 250 valvola benzina spillo x3 1a tacca polverizzatore AV266 galleggiate da 9,5gr getto starter 70
  18. 1 point
    Nella base del cilindro la camicia è un unico pezzo senza gli spazi dove sono i travasi.. L ho spiegato un Po male però se cerchi una foto del cilindro in questione oppure un dr 130 capisci subito.. Quelle si tolgono per far bere meglio il cilindro così la miscela non ha ostacoli
  19. 1 point
    Blaps: ti rispondo in modo semiserio sull'accensione....con una tecnica chiamata :prototipazione...quella che vedi (più o meno scusate...ohhh sono vecchie foto) é la forma di una ventola originale...dietro non ci sono le puntine (e quindi niente post) é un volano adattato ad una accensione motoplat. La pedivella come funziona??? Metti sopra il piede e pompi... più volte ,Se necessario
  20. 1 point
    Per seguire un percorso.....so che chi ama i motori ha sete di questo!! 37..35 anni fa. Provate a pensare.....(poi torniamo ai dolori del Mio forum) Albero ritagliato Biella nuova Piaggio asportata benzina.. .gabbia rulli. Lato pignone lavorazione 2 chiavette 10.000lire...una cassa di birra. Marmitta dedicata...(non ricordo) Carburatore 34 5000lire e una sella Vespa di giro.. Materiale di consumo....20 casse di birra....tanta voglia di stare insieme 200 ore di lavoro ......dei folli!
  21. 1 point
    Che belle cose!grazie per la condivisione!
  22. 1 point
    ti ringrazio per queste tue precisazioni..tranquillo non preoccuparti per la tua fermezza..siamo qui per confrontarci per l'unica cosa che si può fre qui..parlare della nostra amata vespa..
  23. 1 point
    Finalmente una prova seria... è ciò che dicevo da tempo. Ecco la prova del 9. Questo post sarà la mia risposta a tutti i cugggini che girano e rigirano....
  24. 1 point
    Il g.r.a. è l'autostrada che circonda Roma (grande raccordo anulare), è un ottimo banco prova, che permette di distinguere i motori buoni da quelli che non lo sono. Alla frusta in quarta marcia oltre i limiti del codice spesso per molti chilometri...ad ogni uscita una perpetua gara con gli scooteroni di tutte le cilindrate...un ambiente interessante insomma. Tuttavia è importante non dare nell' occhio in nessun modo quindi cerchiamo (almeno io e Tondo68), di mantenere il SI e la Padella. Anche il Phsb38 sta sotto alla pancia senza tagliare con il collettore giusto, quello in foto è quello di Davide Aresi (Davides sul forum).
  25. 1 point
    Primaria 27/69 e 2 accensioni a disposizione.. Per quanto riguarda il messaggio di prima i lavori da te citati li andrò ad eseguire tutti..anche io non basetterei, cerco di ottenere le fasi volute lavorando il cilindro..poi per me cosa più importante è lo squish..tornire sopra il cilindro non è cosa semplice visto che dalle mie parti non ce una rettifica..speriamo bene.. I Carter sono accoppiati..non lavorati quindi li lavoro per questo cilindro..la valvola è ottima
  26. 1 point
    La foto del mio avatar scattata in occasione di una gara del 1988 a Varano è troppo piccola, ma dalla marmitta si riesce a vedere la scelta del montaggio dritto... L'attacco dell'ammortizzatore posteriore è spostato indietro per cercare di fare il collettore di scarico meno curvato (nei limiti del possibile). Collettore di scarico e collettore di aspirazione molto vicini o quasi attaccati come nel caso del girato vespa, fanno a cazzotti. Devo dire che in gara (di velocità) i problemi di surriscaldamento e il calo di prestazioni, anche se minori rispetto al girato, si presentavano ugualmente. Ciao Roby12
  27. 1 point
    Buonasera a tutti voglio segnalare una truffa a mio discapito su subito.it di un tizio che vende ricambi vespa dopo scambio di email a nome di giusy ho fatto una ricarica postepay a nome di franco stricagnolo cod.fiscale strfnc90r19c618y e richiamato da questo cell. 3713406275. con chiaro accento calabrese fatta la ricarica il tizio e sparito con i miei soldi. grazie a tutti e state in guardia!!!!
  28. 1 point
    Pachhy ti han gia' detto di leggere il regolamento no?poi le sezioni esistono per un motivo vero? Qua si chiude!
  29. 1 point
    Però questo non è il modo giusto! Esiste il mercatino per queste cose.
  30. 1 point
    Io leggerei un con attenzione il regolamento del forum.
  31. 1 point
    no sopra uguale, non ho bancato ma sono sicuro di non aver perso potenza in alto
  32. 1 point
    Non sono molto aggiornato coi prezzi,per la marmitta e albero pero' valuta anche il materiale Falc,albero di qualita' superiore e espa grande che hanno testato e rende meglio,se ricordo bene i costi non variavano molto.
  33. 1 point
    Ciao ho visto che hai risolto, comunque con l accensione hp io giravo a 11500/12000 giri con un quattrini ed andava bene... comunque io penso che il tuo motore vada meglio con un carburatore più piccolo... dico questo perché tempo fa ho fatto una prova con un pro cup a valvola e con il 30 ero nella tua stessa situazione ovvero dovevo tener una configurazione del carburatore molto magra per farlo andare, per farla corta andava meglio con un 25. ( il pro cup girava più o meno come il tuo dato che avevo fasi basse sia di cilindro sia di fase albero)
  34. 1 point
    Ciao, per le basette guarda su subito: c'è l'annuncio di un ragazzo di reggio che ne fa di tutti i tipi.... Già testato
  35. 1 point
    mi fa molto piacere ora che andiamo incontro a temperature esterne minori avendo il Vhsh potrai regolarti con la rondella della mezza tacca buone sgasate allora e magari in compagnia che son le migliori, far cantare sti motori...casco allacciato luci sempre accese cervello su ON e via!
  36. 1 point
    Andrei per gradi, monterei un 262, calare di 4 punti il polverizzatore se si usa sempre il k98 mi sembra troppo
  37. 1 point
    e infine il volano malossi dal pieno!!
  38. 1 point
    Complimenti Heseb, sempre OTTIMI lavori, BRAVO
  39. 1 point
    il paraolio lato volano perdeva visto l'unto in basso ,cuscinetti e paraoli vanno sostituiti insieme al pistone maggiorato e rettifica ,visto che è aperto approfitta
  40. 1 point
    Io non penso che sia solo il materiale a fare la differenza... La sua parte sicuramente la fa, non lo metto in dubbio.. comunque ho già detto che non è proprio un paragone alla pari ma è per rendere l'idea
  41. 1 point
    Lavorando i carter mi sono accorto che lato ammortizzatore non c'era sufficiente materiale e lato cilindro troppa poca superficie per la guarnizione:così ho fatto caricare ulteriore materiale:Purtroppo la qualità della saldatura non è paragonabile a quella fatta dal grande Haseb, ma non mi andava di importunarlo di nuovo
  42. 1 point
    Modifica itinerario causa previsioni meteo .attualmente mi trovo sui colli Euganei
  43. 1 point
    Prova anche verificar col GPS. Fai la prova a diversi regimi di rotazione, così da farti un idea del dove sflasa, se sfalsa.
  44. 1 point
    Allora anticipo un po' stasera e riverifico i getti per lo scarico non so forse mi procurerò una 4 corta oppure potrei cambiare la campana ora vedo un attimo spero di riuscire senza grossi impedimenti a fare un anticipo giusto domani ti ricontatto e ti racconto ciao e grazie
  45. 1 point
    credo che in pochi abbiano le palle per tenere questi motori a spalanco in 5a marcia
  46. 1 point
    Io ho avuto il piacere di provare il Polini 187 di @nordy e devo dire che mi ha stupito per la coppia e come spinge fin da bassissimi giri. Sembrava di avere un bel blocco 200 sotto il culo. Quindi per me come cilindro da turismo è approvato. Tu ,avendo il cambio a denti piccoli , azzarderei anche una 24/63 cercando però di non usare volani troppo leggeri.
  47. 1 point
    Come mi disse un saggio.......da un polini per tirare fuori 20cv non serve ne alberi fasciati ne altre cazzate;) Basta curare tutto il contorno;)
  48. 1 point
    Bravo Ale, penso che verrà proprio un bel motore, bei pezzi........soltanto una cosa, con quella marmitta dovrebbe fare circa i 10000 in quarta, quindi guarda bene la rapportatura da usare che per me sei lungo
  49. 1 point
    Come promesso pubblico qualche foto del carter lamellare del mio Polini 6t in corsa 53 di ritorno dalla sabbiatura. Ho preso un paio di scatti anche con l'albero a spalle piene montato posizionando la biella al pmi ed al pms per dare un'idea del passaggio che rimane quando si lavora con criterio. Ripeto che su questo carter non sono alla ricerca della massima prestazione e pertanto si può ancora scavare qualche millimetro qua e là. Ho ritratto in foto anche il famigerato ma economicissimo collettore Polini modificato per alloggiare il pacco del Minarelli orizzontale a tutto beneficio di un gruppo lamelle decisamente più efficiente di quello di cui è dotato in origine. In questo caso ho utilizzato un pacco Wforce per cui il lavoro è un po' facilitato dalle dimensioni laterali delle cuspidi più contenute ma in ogni caso il lavoro da fare non cambia di molto rispetto al pacco Adige. Per preparare l'alloggiamento occorre dotarsi di tanta pazienza e di una bomboletta di vernice nero opaco, se ne vedono le tracce in una delle foto precedenti. Se avete un pacco tradizionale, non il Wforce, smontate le lamelle dal pacco facendo attenzione alla disposizione delle lamelle perché hanno un verso ed altrettanto dei fermi delle lamelle. Date una passata leggera di vernice all'interno del condotto ed attendete che si asciughi. Introducete il pacco e cominciate a fresare dove la vernice rimarrà segnata. Mi raccomando di procedere per gradi e con pazienza perché lo spessore delle pareti sul collettore Polini non abbonda ed è facile sfondare. Ripetete la verniciatura ad ogni nuova prova. So che è noioso ma è l'unico modo per fare un buon lavoro senza sbagliare. Procedendo per tentativi sarete riusciti ad introdurre il pacco nudo all'interno e il pacco dovrà entrare all'interno del collettore senza sfregare da alcuna parte. Avrete notato che non ho scritto di montare il pacco con la guarnizione di base e questo perché lo spessore della guarnizione impedirebbe al pacco di entrare completamente facendo sì che il lavoro finale sarebbe troppo giusto per alloggiare il pacco "comodamente". Ora che il pacco nudo è entrato montate le lamelle sul pacco e ritentate il montaggio, a questo punto saranno i fermi lamelle che andranno a toccare sul collettore. Lavorate il collettore di conseguenza finché raggiungerete il momento in cui entrerà quasi completamente. Vi renderete conto che con ogni probabilità sarà necessario ritoccarli leggermente sui lati per far sì entri alla perfezione. Limate il giusto e riprovate passo dopo passo. Una volta finito monterete la guarnizione originale Polini (debitamente ritagliata al suo interno per accogliere il pacco di maggiori dimensioni) ed il vostro pacco sarà in posizione con le lamelle che avranno sufficiente spazio per lavorare nel condotto. Scusate per le foto messe un po' a caso ma non riesco a metterle nel senso giusto. Se qualche buonanima volesse intervenire a vantaggio di tutti gliene sono grato
  50. 1 point