Vai al contenuto

vespamatteo

+ Utente Attivo
  • Conteggio contenuto

    730
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione comunità

21 Excellent

7 che ti seguono

Che riguarda vespamatteo

  • Rango
    90cc
  • Compleanno 19 Giugno

Contact Methods

  • Scrivi una frase sensata sul mondo dei motori
    Buona Vespa a tutti !

Profile Information

  • Regione?
    Umbria
  • Gender
    Male
  • Interests
    Vespa
  • Nome Reale
    Matteo

Ospiti che hanno visualizzato il profilo

9313 lo hanno visualizzato
  1. Ciao, come giustamente già detto da filipporace, ciò che limita maggiormente il tuo motore è attualmente la valvola non lavorata per il collettore lamellare. Infatti montando un collettore lamellare sulla valvola originale, si va solo ad aggiungere una perdita di carico dovuta alla presenza del pacco, senza avere benefici. La fase di aspirazione non può aumentare perché è determinata dall' insieme albero+valvola, la sezione di passaggio rimane quella della valvola originale ed in più si va a creare una perdita di carico dovuta alla presenza del pacco. Dal punto di vista prestazionale non hai benefici, salvo forse una maggiore regolarità di funzionamento. Il montaggio del lamellare senza ulteriori lavori ha senso solo nel caso in cui un motore con parecchi anni sul groppone abbia problemi di funzionamento causa valvola rigata ed il proprietario non voglia aprirlo. In quel caso, è capitato anche a me di montare sulla vespa di un signore un collettore lamellare per mandarlo avanti ancora per un po'. Nel caso in cui invece decidessi di riaprire il motore per cambiare la rapportatura montando la 21/76 denti dritti che per il tuo motore ed uso in montagna mi sembra ottimale, togli la valvola e raccorda bene il condotto di aspirazione. Puoi decidere se fare gli scivoli "alla tedesca" come ha fatto qualcuno oppure no, facendo un giro sul forum con la funzione "cerca" troverai molti spunti interessanti. Ovviamente, se non lo hai già fatto, dovrai raccordare i carter seguendo scrupolosamente la forma dei travasi sul piano di appoggio del cilindro. Vedrai che la musica cambierà parecchio. Una curiosità: con la 22/63 riuscivi a tirare la quarta?
  2. Pur con i limiti di qualcosa visto in foto (che però a volte tendono ad ingigantire i difetti) direi che la valvola del 4 marce non ha nessun problema. A me è capitato di montare carter molto peggio anche su piccole cilindrate senza avere problemi di tenuta del minimo od irregolarità di funzionamento. Cosa monterai su questi carter?
  3. Come già ti hanno detto altri utenti del forum,secondo me non ha alcun senso montare quel cilindro con aspirazione al carter. Le prestazioni saranno poco dissimili dai vari 102 Polini o Malossi con aspirazione normale al carter,senza contare che tra pistone,testa ed eventuale rettifica vai comunque a spendere una cifra vicina o superiore a quella che occorre per prendere un gruppo termico completo nato per aspirazione al carter. Il vero salto di qualità,oltre alla chicca tecnico-storica,lo fai con il suo collettore lamellare per aspirazione al cilindro. Anni fa,avevo rimediato in regalo il fratellone maggiore di questo cilindro, ovvero il 132 Malossi. Per non spendere e divertirmi avevo fatto il collettore di aspirazione lamellare a partire da un blocco di alluminio ed un pacco lamellare Minarelli AM6,rimediato dal demolitore.
  4. Mi tornano in mente i vari 125 stradali che guidavano i ragazzi della generazione precedente la mia, con i risuonatori allo scarico invece che le valvole parzializzatrici,Tipo le ATAC sulle Honda NS-MTX
  5. Si esattamente, avere più coppia ai bassi regimi,mantenendo invariati o quasi i giri max.
  6. Ciao a tutti, Ho tra le mani un' Ape TM 703 2T di un amico, messa bene,con 38mila chilometri all' attivo, nessun rumore strano proveniente dal motore e con un buon tiro e velocità. Lui vorrebbe aumentare un po' il tiro in salita, perchè sulle strade collinari che percorre,quando è scarico,in quarta l'Ape fa fatica a salire e sta veramente sottogiri, mentre in terza bisogna pelare il gas perché e' veramente corta e si va fuorigiri. Di montare un cilindro Polini o Dr non ne vuol sapere,visto che l'Ape sta bene e non ci vuole spendere… Allora,ancora incredulo delle prestazioni ai bassi regimi della Polini original sul PX, ho pensato ad una padella modificata che aumenti il tiro cosi' da risolvere il problema,spendendo poco e divertendosi a sperimentare. Proverei a seguire le varie linee guida che ci sono per le marmitte del PX. Secondo Voi è possibile una cosa del genere oppure è una stupidata? Grazie
  7. Ho controllato ora ed in effetti i tre frontescarico sono più bassi dei principali. La durata maggiore la hanno i travasi principali, poi i secondari, poi i due frontescarico laterali ed infine il frontescarico centrale.
  8. Ora sono ancora indeciso se togliere i labbri alla base dei travasi posteriori e raccordare di conseguenza il carter. Come si può vedere dalla foto, indicati dalle frecce blu, ci sono due labbri lateralmente ai condotti di travaso posteriori ,che ne restringono l'ampiezza solo alla base. Praticamente dei tre travasi posteriori solo il centrale è alimentato a pieno. Sono indeciso se aprire il tutto, principalmente perché dovrei poi allargare di conseguenza la finestra sulla camicia ed ho paura che diventi troppo fragile, avendo già tolto le "L" tipiche del Polini. Cosa Faccio? -Apro travaso e camicia -Apro solo il travaso lasciando stare la camicia -Lascio tutto come è Esperienze in merito?
  9. Intanto vado un po' avanti sul ghisone 177,ho finito di raccordare i carter per i travasi principali
  10. Veramente eccellente! E' proprio il tipo di erogazione che mi piace,abbinata ad una potenza di tutto rispetto. Mi sa che ho trovato cosa regalarmi per il prossimo Natale. 😀
  11. Non conoscevo quella primaria,quindi avevi un rapporto di 2.85,molto simile ad una 22/63 DE che per un 102 rimane un po' lunghetta. Come rapportatura eri a metà strada tra una 24/72 ed una 27/69. In base alla mia esperienza passata,continuo a dire che secondo me la 27/69 sarebbe la rapportatura giusta, al limite con un cluster con la quarta da 21,ma non lo vedo indispensabile. Poi magari aspettiamo anche i consigli di altri utenti del forum. Non posso valutare bene come possa influire il tuo peso,ma soprattutto la tua altezza,perchè io sono molto più basso e leggero,quindi magari in velocità e nei tratti in leggera salita da fare in quarta sono avvantaggiato.
  12. Non conosco la primaria che hai indicato. Conosco la Z 23/60 Polini con cestello in alluminio senza parastrappi e l' analoga Z 21/62. Esistono pignoni da 21 per accorciare la 23/60? sono ignorante in materia. In ogni caso considera che un 130 corsalunga rispetto ad un 102 ha si più potenza,ma soprattutto più "schiena" in basso e non ha particolari problemi a tirare una 27/69, soprattutto nella configurazione da te indicata,in cui mi sembra di capire che lascerai le fasi originali.
  13. Non ti preoccupare,la sera è dura pure per me, le giornate sono impegnative. Dai che il vecchio ghisone è sempre fonte di soddisfazione !
  14. Che è veramente un bel risultato! Mi stai facendo venire una gran voglia di provarlo questo VMC,come erogazione com'è? E' pieno ai bassi?
×
×
  • Crea nuovo...

Benvenuto su ET3.IT, il Forum delle Vespa da corsa!
Ti auguro buona permanenza su questo sito di veri Appassionati!
Come inizio ti suggerisco di inviare un messaggio di presentazione sul Forum Mugello Park !
Inoltre ti consiglio di richiedere la registrazione su Facebook al gruppo Et3.it - Vespe performanti
Il forum è consultabile anche tramite Tapatalk.
Buona permanenza su ET3.it!