Vai al contenuto

Leaderboard


Contenuto popolare

Visualizzazione di contenuti con la più alta reputazione 16/09/2020 in tutte le aree

  1. 5 punti
    le ultime vmc hanno alzato un po il prezzo ma sono una valida alternativa ,anche la ventola in alluminio non cnc non è malvagia e fà il suo lavoro occhio che non cè insieme l'estrattore e la pipetta o staffa
  2. 4 punti
    Premetto che faccio questa considerazione analizzando il funzionamento dei booster parlando del principio fisico. Mi permetto di scrivere perchè questo ragionamento lo ha fatto uno che di 2 Tempi ne capisce e ha fatto il meccanico nel mondiale, non è un pirla come me. La forma originale della fusione ha una ragione specifica d'essere: lo scarico centrale è conico perchè produca nella parte più stretta un "effetto Venturi" cioè produca una conversione dell'energia da velocità a pressione. Mi spiego: in qualsiasi condotto quando si è di fronte ad un restringimento, vale il principio di conservazione dell'energia, se diminuisce la sezione, aumenta la velocità, allo stesso modo, la pressione che c'è nella sezione maggiore diminuisce in quella minore; in soldoni, in canna meno velocità e più pressione, sulla flangia più velocità e meno pressione; l'energia nelle due sezioni resta uguale perchè " non si crea ne si distrugge ma si trasforma" Nel punto in cui si genera l'abbassamento di pressione si innesta la parte terminale dei booster; questa depressione si scarica in canna del cilindro creando un effetto di aspirazione che aiuta l'uscita dei gas di scarico permettendo inoltre di decidere "dove" andare ad aspirare la miscela combusta. Ho avuto in mano un cilindro ex mondiale Aprilia e i booster non erano scannati come quelli in foto perchè credo che facendo così si annulli l'efficacia del principio. La mia modestissima opinione è che fare quel lavoro in quel modo sia sbagliato, forse risponde al consolidato concetto che "più è grosso" più va forte....ma non credo sia così in questo caso. E' vero che ci sono scarichi che alla flangia hanno quei piccoli incastri ma quella è una scelta progettuale, all'interno il condotto dei booster c'è ed è studiato.
  3. 4 punti
    se mi dice giusto l'amico Leonardo tu sei il ragazzo che sta facendo il Malossi girato al carter. Innanzitutto complimenti per la scelta,non potrai che esserne soddisfatto, poi ti dico la mia più nello specifico essendo informato sulla tua configurazione. ( se hai voglia di elencarla e far vedere qualcosina ben accettiamo,sempre un bel vedere il ghisone girato,elegante come pochi) Dicevo dell'accensione: soggetivamente non mi esalta una originale; qualsivoglia essa sia,anche se il motore che stai assemblando rientra in quella categoria in cui : giri e potenze, possono tranquillamente esser supportati da tali prodotti. Vedrei bene,molto bene,una idm. Starei attorno al 1,4-1,6kg ,ognuna ha sue peculiarità. Malossi ti da l'opzione ghiere di adeguamento peso e una bella ventola efficiente,però ha poche opzioni di ventole adattabili e soprattutto ABBORDABILI. Vmc fa quella dal pieno con ventola cnc a costo accettabile e nonostante tutti i problemi...che comunque hanno anche le altre idm....non la trovo male. Pinasco fa la Flytech ho visto un buon prezzo,prestazioni in linea con le altre, Polini e Quattrini sempre prodotti validi,forse Quattrini la più usata. Parmakit anc'essa,versione con rotore dal pieno e ventola dal pompaggio davvero notevole( raffredda molto bene) Kit completi dove non manca nulla. Poi Sip e ripeto fissa( ha cominque un leggero ritardo) dove hai una miglior produzione di corrente ,di facile installazione( che secondo me é importante anche quello visto che ha gia piattello contrassegnato,tacche del punto di accensione e non riferimenti su carter che spesso son uno diverso dall'altro) ventola cnc. Non mettono la pipetta nel kit🤦🏻‍♂️...pessime le staffe supporto bobine🤦🏻‍♂️. Bene spero di aver chiarito un po'. Saluti
  4. 4 punti
    Risolti i problemi delle precedenti 3 fori la Vespower é una buona accensioni idm. Forse quella con la migliore ventola di raffreddamento. Nel complesso in linea con le migliori idm. Meglio c'è la Sip,non quella variabile,ma la fissa.
  5. 3 punti
    Ciao, se ti può essere utile io monto un malossi mk2(pistone vecchio tipo) con albero Bgm anticipato corsa 51/97 e per ora zero problemi, all’inizio l’ho montato a valvola con phbh 26 e già andava benone, poi l ho messo al cilindro con il collettore di Marziali ed è tutta un altra cosa, tiro senza problemi la 24/61 con solo 4a da 21 denti, se puoi ti consiglio di farlo direttamente così 👍🏼
  6. 3 punti
    Ciao a tutti ho in cantiere un nuovo motore, che si spera sia definitivo 😅, comunque prevede: - Falc 60x51 biella 105 scarico singolo, consigliato da Lauro per uso stradale, e lavorato da lui - Marmitta Falc piccola - Lamellare al carter Parmakit - VHSH30 - Albero Fabbri a pera spalle 87 - Carter Sip Evo - Frizione Vespa Italia Racing by Fabbri - Campana Fabbri Endurance 27/69 con pignone da 26 (si accettano consigli... 25?) - Crociera Vespa Italia Racing (Faio) - Cluster 18/20 Vespa Italia Racing Il motore sarà per uso stradale, e vorrei che sia bello coppioso, con un bel tiro ai bassi, anche per questo Lauro mi ha consigliato scarico singolo e la sua marmitta piccola. Cilindro e marmitta dovrei ritirarli sabato direttamente da Lauro (se sono pronti 🤞). Che ne dite? Consigli? Dubbi?
  7. 3 punti
    Buongiorno a tutti, mancano solo 15 giorni alla chiusura delle iscrizioni. Ecco la placca che verrà spedita al gruppo più numeroso che si iscriverà. Grazie a tutti i Vespa Club, oltre 20, che hanno già appoggiato l'evento iscrivendosi. Grazie a tutti per la visibilità offerta. Marco.
  8. 3 punti
    non credo ci sia in commercio un Tameni c51 con quel peso. Non so nemmeno se per large arrivano a tanto.
  9. 3 punti
    Se posso dare il mio contributo io ho montato da poco la Pinasco Flytech da 0,9kg e mi sto trovano molto bene. 10/12 anni fa avevo comprato una Parmakit ma era fallata e ad un certo numero di giri mi tagliava la corrente e si spegneva il motore. Probabilmente però sono solo stato sfortunato.
  10. 3 punti
    Ciao io ho avuto il 60x51 lamellare al carter con collettore Falc. Marma Falc, carter fatti da Lauro albero dedicato Io come cambio montavo 10/14/17/20 1, 2 Lunghe e 51/47. Primaria andava benissimo la 27/69 la tirava alla grande e bassi paurosi. Carburatore montavo il VHSH30 Un gran motore ma piuttosto spinto su strada....direi non anti-sgamo assolutamente.
  11. 2 punti
    Buongiorno a tutti,apro questo topic per evitare un fuori tema. Per colpa vostra🤣🤣,mi ritrovo a scrivere nella sezione corsa lunga! Da un vecchio proggetto di completare il mio blocco con lo zuerino 102,a conti fatti ho deciso che userò i mesi invernali per fare il mio primo blocco corsa lunga abbandonando l idea zuerino. Ma possiedo più idee e dubbi che certezze e pezzi del mio futuro motore. Per contenere spese inutili e tempo con la 11 in mano scrivo a voi veterani. Ma veniamo al dunque: Il mio motore dovrà essere affidabile,ma non turistico da raduni di 300km. Uso prevalente su extraurbana di pianura Cosa possiedo? Un 24 tradizionale al carter Un 25 attacco elastico senza nessun collettore(doveva essere il carburo dello zuerino) Una marri k2 Una proma (ma con collettore corsa corta) Una 22 63 Una 24 72 Accensione polini 1.4kg Dopo molti messaggi il malossi ghisa mk4 ha la mia simpatia,avendo la possibilità di lamellare al cilindro opzionale. Mi piaceva ammetto per il costo,il parmakit lamellare al cilindro,non ricordo la sigla ,ma quello più basico,che con 250 euro avevo tutto. Anche il polini doppia con pochi euro mi metteva apposto....ma boh non è stato amore a prima vista. Ma ho scoperto che necessita di lavori irreversibili al carter Manca di capire: Albero.....sviscerando l argomento ho scoperto un mondo.non amo l idea di modifiche irreversibili,barenare non è nei miei obbiettivi.ma conviene spalle piene ed essere vincolato a vita ai pacchi lamellari?anche vero che ho gia in casa carburatori comodi sia per asp al carter che cilindro. Ma nessun collettore che costano tantoooo. Campana......qui la facciamo breve.....drt 27 69 e giochiamo di pignone Frizione? Su ho la 4 dischi a molla rinforzata Marmitta......la mia marri k2 l adoro.ma con rapoorti così lunghi e non cercando mai la velocita massima del veicolo ,l idea della proma mi sta venendo...dovrò prendere solo un collettore e anche qui ce ne da dire.... Ma accetto anche idee su espa da pura coppia, che però comprero molto piu avanti come ciliegina sulla torta. Cuscinetti? Dimentico qualcosa?
  12. 2 punti
    Monta la padella, fai sempre in tempo a sostituirla dopo. E, comunque, difficilmente la Piaggio rilascerà il nulla osta, altrimenti a chi le vende le padelle che le rimangono o, meglio, chi gli darà più le royalty per poterle produrre? 😉 Ciao, Gino
  13. 2 punti
    Salve solo padella a meno che tu non richiedi alla piaggio " esiste un caso reale con esito positivo" un nulla osta per poter montare la MARMITTA della ET3.:...a quel punto puoi farla trascrivere a libretto come scarico opzionale..e ALLORA saràb ok anche per FMI altrimenti rimonta la sua padella!
  14. 2 punti
    Concordo con 500 Aggiungo, Free, tecnicamente hai ragione, nulla da eccepire, MA l'indice 42 porta il valore di carico a 150kg per UNO pneumatico, prendiamo il Michelin S83...la Vespa small quanto pesa, facciamo valore medio 80kg, facciamo 85kg, pilota facciamo 85kg = 170kg vespa e pilota S83 x 1 carico max 150kg x2 gomme = 300 kg portata massima Come portata massima consentita dagli pneus S83 anche gli facessi fare i 150 orari non esploderebbero comunque caricandoli di soli 85kg l'uno...l'indice J è per stabilire che i 150kg di portata lo pneumatico S83 li porta IN SICUREZZA fino a 100 km orari, dopo è un rischio SE PERO' avessimo uno S83 con carico da 80kg l'uno e sigla 20J significherebbe portata massima 80kg per pneus e indice max velocistico sempre 100 orari, sarebbe un rischio serio dato coi nostri 185kg potremmo star sicuri solo fino a 100 orari, superarli significherebbe davvero un grandissimo rischio reale si lacerino Le Dunlop TT93, gomme omologate per strada ma uso pista, hanno indice 52J, la portata massima viene portata a 200kg per gomma, x 2 fanno ben 400 kg ma Dunlop con la J dice che se caricati di 200kg l'uno è bene non fargli superare i 100 orari Quindi con una TT93 su una Vespa da pista che col pilota mettiamo 200kg fa i 150/160 orari è impossibile possa disintegrarsi visto la portata per ogni gomma è la metà del suo carico massimo consentito solo fino a 100 km/h Ipotizzo se porta 100kg l'una si disintegrerebbe a 220 orari...se la carico 120kg il valore scende a 190 orari, se carico 150kg scende a 140 orari....se 200kg scende alla J, 100 orari...dipende dal carico che gli facciamo portare Ultima, ho la Sip da 150 orari, la 3,00/10 50P, mostrata al gommista che la montava sul tubeless dice la carcassa non è ne più ne meno di una con J, per lui è come le altre ma marchiata P...
  15. 2 punti
    Il 60x51 non è assolutamente moscio. Parla pure con Lauro è un mulo in salita fà paura e per utilizzo stradale è l'ottimale.
  16. 2 punti
    si. oltre gli 83 bisogna pelare la camera di manovella lato volano. Operazione fattibilissima anche con il dremel e rotolini abrasivi. Non implica che una volta barenato il carter non si possa tornare in configirazione originale. Puoi tranquillamente rimontare uno spalla 83. Quello postato é un ottimo albero
  17. 2 punti
    visto che vorresti partire con l'alimentazione a valvola (così mi è parso capire) ,l'unico albero è il suo malossi https://www.officinatonazzo.it/default.asp?l=1&cmd=getProd&cmdID=10047&rr=GoogleMerchant&utm_source=GoogleMerchant&utm_medium=cpc ,si può eventualmente usare anche per alimentazioni al cilindro ,lo so costa abbastanza ,ma hai tempo per cercare qualche offerta
  18. 2 punti
    perchè dovresti essere bannato ,per me sempre molto utili i tuoi interventi ,anzi il gommino aggiuntivo sul mono davanti l'ho usato ...........io non mi spiego una cosa ,ma perchè quando compro un mono nuovo non mi danno insieme due gommini da 50 centesimi nuovi ,non ci sono mai insieme o se ci sono non servono a nulla come gli rms
  19. 2 punti
    Allora..... anche se in passato su altri SITI mi hanno SEPPELLITO per aver consigliato come settare gli ammortizzatori.... (forse non era l'unica ragione ma erano comunque e certo ragioni futili), torno a consigliare il mio setting.... precisando che ho vagonate di ammortizzatori a gas e di ogni colore SCARTATI nei secoli, alcuni vanno benone in vero, ma la soluzione ultima se avrete voglia di provarla e di sperimentare un poco facendo esperienza sulle sospensioni Vespa, sono certo che più che piacervi vi meraviglierà, iniziamo dall'ammo post. POSTERIORE: ammortizzatore marca TEKNOETRE (il top dell'economico!), ha molla stretta per avviamenti elettrici quindi aiuta e molto con le espansioni, sotto è predisposto x perno stretto, quindi ovviamente se lo montate sulla PX MY allargate il foro alla misura del perno ed amen, aggiungete sulla small come rialzo l'esagono prolunga da 2,6mm che è quello più basso disponibile, (mentre nel caso del PX salite a piacimento che ci sono molte misure) di solito IO non metto nessuna rondella tra esagono superiore della cupola carica molla e l'esagono di prolunga, dato che il rialzo da 2,6 seppur è il più basso spesso è già troppo su una small infatti.... 1) l'ammo risulta troppo lungo: tagliate 0,4 mm alla prolunga da 2,6 mm non di più, ora tagliate o spianate molando anche 1mm sulla parte superiore filettata che si avvita nel tampone in gomma tra telaio ed ammo questo serve per evitare di montare la rondella di fermo tra prolunga e tampone in gomma, infatti noterete che avvitanto del tutto la prolunga nel foro filettato del tampone questa non và a battuta ma rimane circa 1mm di luce che è appunto lo spazio per la rondella antisvitamento, in realtà se serrate senza rondella per come funzionano quei bulloni non si sviterà MAI NULLA, ma se avete proprio fissazioni sulla sicurezza mettete del frenafiletti rosso (medio) ed amen, eliminata così la rondella sopra guadagnerete 1,2mm, poco, ma servono se siete altini con la prolunga, ora ritorniamo al taglio di 4mm della parte bassa dell'esagono di prolunga, avvitatelo sulla parte superiore dell'ammortizzatore, anche stavolta seppur tutto avvitato in cima all'ammortizzatore potrebbe (anzi lo sarà) non arrivare a battuta con il dado della cupola di carico della molla, no-problem, svitate la cupola scaricando la molla di quei 2-3mm che servono per serrarla all'esagono di prolunga, gudagnando altri 4mm, anche qui niente rondella, la molla si scaricherà un pochino, in caso compensare con una rondellona di recupero (sempre difficile da fare e reperire peò! 2) l'ammo risulta corto: Di solito lo è, ai raduni infatti è un tripudio di vespe sedute sul loro ammo post, o di vespe rigidiissime spacca telaio e cuXX, la soluzione è il punto 1 !!!! 3) L'ammo è troppo duro: Di solito lo è, basti pensare agli Escort per PX €3, o LML, veri pali, anche le varie marche regolabili sono di solito da tutti scarichi dei veri chiodi per chi pesa meno di 70Kg e solo rigidi per chi ne pesa 80, alcuni poi lavorano solo se si è in due e bei manzi da 90 KG!!! La soluzione è provare varie molle di diversa sezione, sopratutto se siete fantini da 50-60 K, tornano utili per i pesi piuma le molle degli ammortizzatori anteriori dei modelli PX disco (my) montati dietro, ma siamo su casi estremi alla ricerca del max confort a discapito del resto, vespe salotto insomma, per vespe invece che non scalcino come muli sui dossi, potrebbe bastare svitare di un paio di giri la cupola serra molla, di solito questa cupola è tutta a battuta bassa sullo stelo a comprimere, ma in realtà può essere svitata avendo cura di non esagerare ovvero lasciando un numero di filetti utile per essere avvitato o sul tampone in gomma tra telaio ed ammo o su una prolunga alta quanto si vuole in sicurezza. Generalemnte se si scarica dietro bisgna compensare alzando un pò di più, ma senza entrare nel dettaglio provando capirete meglio.... 4) L'ammo è troppo morbido: Accade MAI, ma se accade è forse scoppiato di idraulica o rimaneggiato forse da me medesimo! in quel caso vai di molla indiana o dritta da PX avv. Elettrico, oppure una di recupero da una vecchia special a botte, mai dico mai ,quella CHetak Bajaj, studiata per portar famiglie numerose ebue sacro al seguito, più che un passeggero! 5) Differenze ammo, special, PX, Pk, commrciali: Troppe, andrei alle lunghe e quindi taglio. 6) Dritte: il settaggio fine della molla ammo post e della sua altezza deve essere sempre e preferibilmente accompagnato ad un ottimo silent block inferiore sul motore, togliete quello nero che è sempre scadente (giacchè le vespe furono pensate nel secolo scorso) quando l'altezza media era 1,70mt, il peso medio era 72 Kg, e di piede chi aveva 44 era un gigante, oggi vostro figlio di 15 anni quando entra in camera deve abbassare la testa, porta 46 di Nike, pesa buoni 85 Kg e non ha ancora terminato lo Sviluppo!!! Quindi vai di MD o PInasco o quel che ti pare, a me paice quello che ha la battuta di lato.... ed ancora... la sella, io amo le cose originali, ma diavolo la sella GTR TS SPrint o la Gobbino special sono strumenti di tortura!!!, tenere le molle ben larghe e magari tirarle un paio di spire, ed incollare un tappeto antivibrazione lavatrice in neoprene semirigido da 1,5-2,0mm tra suola proteggi molle e gommapiuma, rende queste selle ed anche quelle PX larghe e più rigide, più comede insomma, infatti la sella floscia non è in realtà più comoda, ma poggia sul tappo serbatoio proprio al'altezza del XXXX, e siccome in fase di restauro avevamo perduto il perno su cui insiste la manopolina di chiusura ci abbiam messo un bullone ben lungo e sottile e guardacaso sai dove batte? Comuqnue a parte gli scherzi la sella in abbinamento al settaggio ammo e al suo alzo sono una combinazione di fattori che rendono la tua vespa degna della sua fama, giacchè oggi una vespa può essere migliore di allora. (serie migliorata).In ultimo il tampone di battuta fine corsa, se fate cross serve molla lunga e morbidissima ma tamponi di scontro doppi che imprimano sul finire dela corsa meccanicamente una resistenza, non essendo ancora stata inventata una mola per vespa tipo cross, ovvero due mole una morbida e poi sopra una rigida che al tremine della corsa frena la botta, ecco il tampone supplisce e davanti sarà addirittura fondamentale! Ahimè non basta, perchè l'alzo posteriore comporta che la vespetta vacilli sul cavalletto! Progettare cavalletti più alti di 2 cm è per i ricambisti troppo ardito e quindi la vostra vespa sempre in bilico tra una buca ed una avvallamento è sempre troppo zoppa, orbene, piastra e catramina + scarpe di alluminio (dal 77 in poi su large e dal 84 su small), fan meglio delle solite rondelle nelle scarpe ( maperpiacere!).... AMMORTIZZATORE ANTERIORE 1) small frame: tamponi in gomma, verifica boccola inferiore non accoppi bene sull'asse e non abbia un eccesso di giuoco (Pascoli ha quelli con l'ottone come gli originali se serve e costano meno di un Rolex), gli RMS fino al 2010 erano anche loro ottimi, oggi invece non capisco quale pazzo li abbia realizzat, mentre i Piaggio made in chineseria (pre-covid) non comprimono i silent, ma si risolve, poi ovvio cuscinetti e gabbie a rulli della ralla e mozzo perfettini, ma non basta, come dicevo bisogna verificare che i due silent a ciambella vadano in compressione con la rondella e che l'ammo cinesissimo e pieno di COVID non sia invece mal progettato e quindi rimanga sopra con i gommini non compressi, in caso tagliare il dado di fermo in due cosi' da guadagnare 2mm comprime i silent a ciambella ed eliminare la vibrazione e lo stock più fastidioso del mondo! 2) Antiaffondo: Antiaffondo? la small ha già un antiaffondo! Dove? In piaggio hanno sbagliato a montare il tampone di scontro, infatti questo non agisce mai, cioè non entra mai in funzione è un antiscontro, che non antiscontra insomma! Troppo basso quel tampone, le spire sono a battuta , l0avantreno quiandi rigido scontra e stocca sulle buche, persa aderenza e frenata cribbio! Che fare? €2,5-4,0 di tampone fine corsa e smorzamento ammo posteriore vespa 50 Special sull'anteriore ed ecco che, lavora morbido per la metà seguendo docile ogni asperità, frenando poi non affonda incontrollato fino al serrarsi delle spire che trasformerà la molla di sospensione in un tubo di ferro rigido, ma troverà il tampone lungo e conico che opponendosi alla compressione si comporterà come un tampone di assorbimento irrigidento meccanicamente la molla, affiancandosi a questa nella fase di massima compressione senza mai permettergli di andare a pacco! Avremo quindi sempre una briciola di elasticità anche in compressione, e nell ebrusche frenate dei nostri 50-ini da 38 Km/h (Buuuuuuuuuuuu!!!!!) non perderemo l'avantreno ma piuttosto lo spremeremo con sicurezza, la cosa bella è che non abbaimo sabotato nulla, siamo originalissimi ed abbiamo un ammo ant morbido e docile che più si comprime più si irrigidisce senza mai diventare però rigido del tutto! Vi assicuro che 3 euro di tamponenfanno ciò che 230 euro di gas non fà, (esagerato!) 3) vespa large: mò volete sapè troppo però.... 4) conclusioni: Alta dietro il giusto e non rigda da saltafossi, con la pedana al sicuro grazie alla piastra e con un ammo ant che non teme staccate nè asfalto Romano, la small plana sicura ed agile, entrando in curva grazie al nuovo angolo della forcella rispetto al piano stradale molto iù docile e precisa, in vero è un rasoio,. PS cancellate il post se pericoloso, inutile ed offensivo, comunque avvertitemi prima di bannarmi, o perlomeno prima di farlo datemi la possibilità di salutare!
  20. 2 punti
    eddai si....una piattina di metallo almeno 3 mm che ti sagomi tu e ci fai 4 buchi. Ca,,,,chio 300€ di accensione e mi dai un pezzo di grondaia?
  21. 2 punti
    si si pipetta candela....eh più che consigliare di comprare a parte. La staffa bobina bisogna agire con agricolezza....una bella piattina di ferraccio o di piu nobile acciaio ferritico😉
  22. 2 punti
    Prima di comprare la Pinasco ho tentato in tutti i modi di farmi andar bene la Piaggio perché memore di quella brutta esperienza avevo paura a comprare un'altra accensione di quel tipo visto che non è che te la regalano!
  23. 2 punti
    si possibile ,tante volte si consuma la bachelite che appoggia sulla camma volano e quindi bisogna aprirle o sostituirle più che elettrico è una questione di meccanica ,le puntine sono un pulsante nc che il volano apre e chiude
  24. 2 punti
    la vespa scoreggia (questo me lo segno) per carburazione non puntine se non hai lo spessimetro puoi usare una lama del cutter piccolo ,è 0,35 o 0,4mm a seconda delle marche
  25. 2 punti
    tutti i manuali sulle puntine indicano 0,4-05 di apertura puntine ,di fatti ti danno insieme alle puntine un distanziale da 0,5 e se il condensatore è buono funzionano subito ,con condensatori più vecchi meglio stare a 0,35-0,4 ,tanto su vespa si ppuò ruotare lo statore per anticipare o ritardare su alcuni vecchi bugiardini pinasco e malossi era indicato addirittura di aprire a 0,6 la distanza puntine ,ma in 35 anni ci sono riuscito 2 volte e con condensatori esterni
  26. 2 punti
    Non è fornito , ma va bene quello solito da px,et3 ecc.
  27. 2 punti
    si https://www.officinatonazzo.it/default.asp?l=1&cmd=getProd&cmdID=6409&rr=GoogleMerchant&utm_source=GoogleMerchant&utm_medium=cpc non vedo l'estrattore nell'immagine chiedi prima
  28. 2 punti
    Perche si parla sempre di me?🤣 alla fine cosa è successo di recente? ho solo scaldato il polini evo rotto il pistone al dr alu e l’albero polini girato a chi non succede almeno 3 volte all’anno? ridiamo per non piangere🤣
  29. 2 punti
    Si bel motore ma di albero metterei minimo l'eco falc oppure il top a fare i fighi
  30. 2 punti
    qui siamo su gt che necessitano di contorni e lavorazione ben diversi dai ghisa p&p
  31. 2 punti
    i telai tagliati concordo....ma i cilindri girati mi spiace proprio. Non é colpa mia se quegli agricoli degli ing. Piaggio si son sbagliati a montare i cilindri e li hanno messi al contrario😂🤦🏻‍♂️
  32. 2 punti
    ma hai mai visto un'azienda che pur di vendere non sia disposta a prostituirsi? Mamma mia🤦🏻‍♂️ certo mi facessi un paragone con Falc allora.....ma stai facendo un parallelo con Pinasco,forse é bene che tu legga prima qualche discussione a riguardo.
  33. 2 punti
    se le puntine non sono una cinesata e nel piatto statore è ancora presente il feltro della lubrificazione e viene correttamente lubrificato ad ogni controllo, durano oltre 7000 km anche spremete sempre il motore , chiaramente appena montate vanno ri-controllate dopo 500km per una definitiva regolazione, poi controllate ogni 2500 ed eventualmente regolate...ma anche che la camma del volano sia perfettamente liscia.. la special che ho fatto diversi anni fà ha percorso 11000 km con le stesse puntine e stesso condensatore prima di richiederne la sostituzione..delle sole puntine perchè si era consumato il martelletto di fibra e il rivetto mandava a massa.. ma se non è presente il, feltrino o è stato tolto e/o le puntine sono di madre ignota..durano un nulla.. io monto solo le imbustate piaggio o le EffE
  34. 2 punti
    vuoi un consiglio spassionato ,lascia stare ,passa a un 130 qualsiasi e spendi meno
  35. 1 punto
    Ciao Ragazzi Vorrei condividere con voi la mia configurazione e trovare la soluzione ad un Piccolo difettuccio. Polini 102 con testa Racing Carter Raccorati Valvola allungata come scrive la Polini Albero Mazzuchelli anticipato Carburatore Polini PWK 24mm / 2 Tacca /min 50 / max 98 senza filtro / vite 1 1/2 Marmitta Polini Quadruplo e Cambio 10/14/18/22 - 58/54/50/46 con crociera DRT Frizione completa Polini Primaria 24/72 a breve 27/69 gomme 3.00-10 Accensione Vespatronic cono 19 settata a 25° con Strobo Scarico e collettore marmitta accordati La Vespa ha due Piccoli difetti: Quando sto fermo ad un semafero e voglio fare una tirata in prima tartaglia che sembra una mitragliatrice, finche pulische e poi va bene. A tutto gas sembra che vorrebbe venire ancora un po ma e come strozzata/chiusa La Candela e di colore nocciola fatta la prova dopo 60 km di giretto e poi ho tirato la 3 e spento subito la Vespa. Candela e una br8 Cosa mi potete consigliare?
  36. 1 punto
    Scusa se rispondo solo adesso, alla fine ho cambiato carburatore ho messo un PWK Polini 24mm e adesso va moooolto meglio. Mi sa che il phbl e andato.....
  37. 1 punto
    Questo albero necessita di barenare?
  38. 1 punto
    Premesso che sono entrambe omologate 130km/H ..io mi sono trovato molto bene con le K58. Percorrendo. Prevalentemente strade di montagna con ghiaia, buche ecc..ma anche sul rettilineo o in curva devo dire mi hanno espresso sempre molta fiducia .per intenderci tipo le vecchie Michelin SM 100 ' non più prodotte" ossia ottime ovunque..ma con materiali e caratteristiche più moderne!
  39. 1 punto
    ohhh bene. Cosi iniziamo a capirci😂. Allora prima cosa ripasso su un punto importante: La k2 Pyper che tanto ti piace sul corsacorta é perfetta per un 132 non rifasato come il Malossi in ghisa. Ha un'altra resa su quelle cubature. Tiri bene tutto con quella Marmitta ed é adatta al gt....se non cerchi giri,ma una coppia corposa. Quindi già un problema meno.
  40. 1 punto
    Fai bianco rosse e verde vicini... L'ultimo verde lo lasci morto.
  41. 1 punto
    L'anti affondo si abbina spesso ad ammortizzatore standard non regolabile come i piaggio originali o carbone/cif non regolabili, che sono eccessivamente morbidi e l'anti affondo li fa lavorare meglio. Con tutti gli altri ammo devi eliminare l'anti affondo altrimenti ti ritrovi un saltellamento dell'anteriore con le sconnessioni ed una rigidità negli ingressi in curva troppo marcata. Poi è una cosa soggettiva, prova a regolare il carbone al minimo e vedi come ti trovi. Io trovo l'anti affondo molto comodo abitando a Roma assorbe molte buche ed abbinato al carbone va molto bene. Certo, un bitubo a gas o bgm pro sarebbe la cigliegina sulla torta. Se hai un budget alto vai di bgm
  42. 1 punto
    Credo a questo punto di lasciarlo in corsa 51, appunto per non avere problemi.
  43. 1 punto
    corsa 54 o 56 hanno diametro spalle maggiore di solito é sufficiente barenare i carter per farceli stare,non servono carter specifici. Occhio però cambiare la corsa ai Falc meglio chiedere a Lauro che i suoi gt hanno già caratteristiche e lavorazioni specifiche per la corsa natia....se vai a modificarla non é detto che funzionino meglio. Bel motorello comunque,saluti
  44. 1 punto
    Blaps ma cosa sistemi a fare l’ingranaggio che quei contachilometri li non ne segna uno giusto manco da nuovo, tanto hai il gps per vedere la velocità effettiva. in alternativa se vuoi una cosa che ti regoli come vuoi devi prendere il sip
  45. 1 punto
    Mi ritiro per deliberare con la calcolatrice....🤣🤣🤣🤣
  46. 1 punto
    e allora dillo subito che sei allergico al polini ,come tanti di noi sono diventati allergici ai prodotti pinasco ed è forse per questo motivo che ti ho sconsigliato il pinasco lamellare che sarà anche bellino ma non è plug and play come credi ,il carburatore che fai non lo cambi ,la frizione e la marmitta non li cambi ,le lamelle di cacca che ti danno insieme cosa fai non le cambi ,poi con la tua campana 22-63 scordati di tirare la 4° ....detto questo il mio consiglio rimane valido con un malossi in ghisa 132cc visto l'allergia al polini
  47. 1 punto
  48. 1 punto
    Ma a proposito.. come devo fare co sto tachimetro bastardo? Segna MENO. Incredibile! Dice che è per via delle gomme 3.50, a parità di giri ruota la lancetta dovrebbe segnare alzarzi di più.. Ma esiste un modo/una modifica per farlo segnare giusto pure con la gomma maggiorata?
  49. 1 punto
    Non sono compatibili, qualche mese fa ho provato a montare la ventola cnc vmc su malossi vespower ma ne i fori ne i pioli di trascinamento combaciano.
  50. 1 punto
×
×
  • Crea nuovo...

Benvenuto su ET3.IT, il Forum delle Vespa da corsa!
Ti auguro buona permanenza su questo sito di veri Appassionati!
Come inizio ti suggerisco di inviare un messaggio di presentazione sul Forum Mugello Park !
Inoltre ti consiglio di richiedere la registrazione su Facebook al gruppo Et3.it - Vespe performanti
Il forum è consultabile anche tramite Tapatalk.
Buona permanenza su ET3.it!