Vai al contenuto

Vi presento il mio M244 Lamellare su carter Malossi


Messaggi consigliati

Ciao a tutti,

dopo oramai tre stagioni di utilizzo ed una svariata serie di prove ed aggiornamenti, volevo presentarvi il mio oramai collaudatissimo M244 lamellare su Carter Malossi VR-One.

Se vi fa voglia di farmi compagnia e di seguire questa lunga storia, partirò dalle origini di questo motore che mi ha dato e mi sta dando tantissime soddisfazioni.

Per quanto mi riguarda, con questo motore ho raggiunto il massimo delle mie prestazioni (bada bene, le mie); ora mi sono abbastanza abituato, ma i primi tempi sono stati veramente emozionanti e sorprendenti.

Quello che mi ha stupito oltremodo, dopo tante vicissitudini che mi avevano portato a pensare di tornare indietro, è stata proprio la durata; i carter Malossi, sono il giusto complemento per chi vuole potenza ed affidabilità, che spesso non vanno di pari passo.

Ci ho speso tanti soldi, è vero, perchè ho cercato di prendere il meglio,  ma c'è stato messo tanto impegno e tanta passione, che non si possono di certo comprare.

Veniamo al dunque: Carter Malossi, Albero Fabbri a spalle piene, cambio originale con quarta da 36 e rapporti 23-64DD, il cilindro è quello mio che ho da più di 30.000 km, carburatore VHSH 30, accensione originale e padella.

Questa è stata la base di partenza, poi ci sono state tante evoluzioni  che piano piano vi elencherò.

Nel 2019, ad inizio estate, come sono stati disponibili i carter Malossi (penso di essere stato il primo a metterli in strada, a parte i collaudatori) Luca mi ha avvertito e ne ho approfittato per andarmene a Padova a prenderli di persona, approfittando della presenza di tutti gli amici, fra cui Gino (heseb) e tanti altri.

Non stavo nella pelle ed appena li ho avuti in mano, me li sono cullati come fossero un neonato...

62061974_674208266338690_7972438944761511936_n.jpg

 

La prima cosa che abbiamo fatto, non appena tirati fuori dalla scatola, è stata la barenatura lato volano, per poter accogliere il capolavoro di Fabbri. 2kg e mezzo di albero motore.

 

IMG_7988.MOV

IMG_8096.JPGIMG_8095.JPGIMG_8094.JPGIMG_8093.JPG

IMG_8097.JPG

Ora vado a nanna, ma domani si prosegue

7f892ba9-2c89-4c3e-b8df-3f09ff10b9de.jpg

747ecff7-e1eb-4754-aa76-9ac10d16e389.jpg

ab14005b-5baa-4146-91a0-1a0f42f7b094.jpg

IMG_7986.jpg

6c2beed5-bdae-4db7-aa65-067a3304c585.jpg

  • Like 9
  • Thanks 1
Link al commento
Condividi su altri siti

 
 
  • Moderatore

Grande SCR@MBLE   .....come si suol dire l', appetito vien mangiando  ....sei sicuramente una buona forchetta ...,da quando ti seguo hai fatto venire fame e grande appetito anche a me ... tante' come sai ,sono  in " partenza "' per il 2,* motore 244  MY 2023! ! GRAZIE per i tuoi preziosi  consigli e contributi!?

  • Like 2
Link al commento
Condividi su altri siti

 
 

Eccomi qua: entriamo nel vivo.

Il giorno dopo, mi sono subito messo a lavoro nel mio garage ed ho cominciato a prendere qualche misura e cominciare a limare....

Questo è il cilindro, ancora da pulire. All'epoca aveva 13.000 km circa.

2.jpg

Volevo anche farvi vedere il peso dell'albero fabbri, con la mia bilancina superprofessionale da pusher

0.jpg

 

Si comincia a "presentare" il cilindro ai carter... C'e' da limare un bel po'...

1.jpg

La mia idea era quella di creare molto passaggio tra il pacco lamellare ed il terzo travaso, considerando pure che stavo utilizzando un albero a spalle piene e magari avrei avuto bisogno anche di un po' di volume, quindi ho abbozzato col pennarello cosa volevo fare. Ovviamente, è solo un segno come riferimento, poi vedrete come ho agito. 

3.jpg 

Cominciamo a far spazio al pacco lamellare4.jpg:

5.jpg

Volevo anche accertarmi che il pistone al pmi lasciasse un buon passaggio ed allora, via di dremel!

6.jpg

7.jpg

 

 

 

Modificato da scr@mble
  • Like 4
Link al commento
Condividi su altri siti

 
 
 

Una volta poi montato l'albero, essendo a spalle piene, esso non ostruiva il flusso in uscita dal pacco lamellare, ma andava un po' a disturbarlo, per cui con il buon Gino ci siamo messi a pensare e la soluzione è stata quella di fresare la parte inferiore del portapacco in diagonale, per farlo stare più inclinato ed indirizzare quanto più possibile il flusso al centro delle spalle.

Metto una foto (purtroppo dove erano state già fatte delle modifiche, ma che rende l'idea di come la spalla stia li tra le palle)

IMG_2646.jpg

La prospettiva della foto, potrebbe far pensare che non ci sia spazio di passaggio, ma se riguardate le foto di prima, tipo questa che vi metto sotto, si capisce che ce n'e'...

B2B35D3B-BBCB-4475-9038-68B20AC949BD.jpg

Comunque, per sicurezza, abbiamo un po' spostato il flusso verso il centro...

 

FF813EAF-E849-4090-8B1F-D8AA8953C031.jpg

Così dovrebbe rendere l'idea

9FBD4492-1ADF-4352-9F7F-75A43E9FA75B.jpg

9B91267E-FEB3-4211-9212-F409E74342EB.jpg

 

 

 

 

Modificato da scr@mble
  • Like 3
Link al commento
Condividi su altri siti

 
 
In questo momento, filipporace ha scritto:

Ciao Scr@mble posso chiedere quanto la barenatura per accogliere l'albero Fabbri?   La biella quanto é lunga? Differiscono i carter Malossi lamellari dai Puaggio come altezza pianoforte appoggio gt? 

L'albero Fabbri ha le spalle da 98 (come il Quattrini) e le istruzioni di Max dicono di barenare a 99,5.

La biella è sempre uguale a quella del Quattrini, 126mm ed il piano di appoggio ha la stessa altezza dei piaggio, perlomeno nei miei era uguale. 

  • Like 2
  • Thanks 1
Link al commento
Condividi su altri siti

 

Da qui in poi, vi risparmio l'assemblaggio di tutto il resto, perchè è una cosa orami trita e ritrita.

Questo è il primo step del motore, con le foto appena chiuso e montato sulla vespa, ancora da avviare.

AnyConv.com__IMG_8466.jpg

 

B04F01EF-2162-44B7-AE4D-792A8AA64D05.jpg

96ED57F5-F998-470F-969E-22513BB2495F.jpg

 

 

  • Like 6
Link al commento
Condividi su altri siti

 
 

Da questo momento in poi, una volta messa in moto, ho dovuto fare i conti con il settaggio della carburazione e con il rumore del lamellare, che (anche se avevo il soffietto al telaio) era molto più invadente e fastidioso della valvola.

Alla prima accensione, non avevo capito di essere molto grasso, per cui sentivo un qualcosa che non mi faceva gridare al miracolo, ma piuttosto deludente.

Ho cominciato a smagrire il getto del massimo, ma si sentiva ancora che ero grasso, per cui il motore non andava per niente bene.

Una domenica mattina, decido di andare a trovare un mio amico fuori grosseto e mi prendo un po' di roba per carburare, evitando così di farlo in città o sotto casa, visto che abito in un condominio.

Tolto altri 5 punti dal getto del massimo, ma soprattutto abbassato lo spillo di due tacche, sento che il rumore del lamellare diventa meno fastidioso ed il motore va meglio.

Parto ed a motore bello caldo, mi ritrovo in bel rettilineo, per cui apro il gas ed in un attimo vedo i 135 segnati sul contakm....

Mi dico: cazzo, qui le cose si mettono bene. Un tiro fenomenale, un allungo ottimo ed insomma... ero al limite del segaggio a due mani.

Contento come una pasqua, comincio ad affinare la carburazione e a vedere dei risultati confortanti.

Questo un breve video, col mio amico alla guida, che poi mi ha confessato di non essere a manetta, perchè si era impaurito.

 

  • Like 4
  • Haha 1
Link al commento
Condividi su altri siti

 

Per un po' di tempo, me lo sono goduto così, forte anche del fatto che le prestazioni erano ampiamente superiori a tutto ciò che avevo avuto fino ad ora e, sempre in contatto costante con Gino, che tutti conoscete come heseb, abbiamo fatto uno piccolo ma importante step di upgrade, concentrandoci sul pacco lamellare Honda NSR, più grande dell'originale malossi, che con qualche modifica si poteva adattare ai nostri carter ed abbiamo proceduto su questa strada, aprendola anche a molti altri, che hanno adottato lo stesso sistema...

Allora via a misurare

8A305DA1-4D5B-409E-A3E3-B938B3F89555.jpg

Confronto fra i due pacchi

12ad8339-86e6-47bf-832e-392771de282c.jpg

C'è da limare...

9ed324fb-f917-4fc7-9f33-ac96ce507c82.jpg

Chi ha paura della lima?

75311972-49DE-4A96-9ACD-D43A275B5AD0.jpg

Questo è il pacco NSR "nudo"

A765AC86-13FC-4EA6-B273-914B5A52328A.jpg

Come lamelle, inizialmente sono andato con le boyesen e devo dire che non erano male...

FKSK3035.JPG

UOCB9008.JPG

Allora se ne approfitta per aprire ed allargare un po' la boccuccia.....

 

IMG_8556.jpg

 

QCSD7681.JPG

  

Modificato da scr@mble
  • Like 5
Link al commento
Condividi su altri siti

 

Terminato questo passo e richiuso il motore, (eravamo se non sbaglio al 22 o 23 Dicembre 2019) faccio appena in tempo ad ingrassare il getto del massimo e provarla per 500 metri in strada. Il giorno dopo ci saremmo trovati tutti da Luca per la grigliata e la "bancata".

Bellissima giornata, con tantissimi amici e la mia vespa e quella di Gino da bancare.

Non stiamo a snocciolare numeri, ma dopo aver sistemato la carburazione, grazie al banco ed alla sonda di Luca, me ne torno a Grosseto con una grandissima soddisfazione, per aver visto e sentito la conferma di quelle che erano le mie impressioni in sella: nella mia vespa, mai c'era stato un motore simile e questo!!

  • Like 4
Link al commento
Condividi su altri siti

 
  • Moderatore
2 ore fa, scr@mble ha scritto:

Da qui in poi, vi risparmio l'assemblaggio di tutto il resto, perchè è una cosa orami trita e ritrita.

Questo è il primo step del motore, con le foto appena chiuso e montato sulla vespa, ancora da avviare.

AnyConv.com__IMG_8466.jpg

 

B04F01EF-2162-44B7-AE4D-792A8AA64D05.jpg

96ED57F5-F998-470F-969E-22513BB2495F.jpg

ECCO IL MITICO TUBO " ASSERPENTATO"  famoso perchè di fronte a qualsiasi carburatore che aspira aria  rimane sempre rigido 😉 Naturalmente mi fermo qui' se Scr@mble  vorra' aprire una discussione dedicata alle varie tipologie di tubi gli saremo tutti grati ( vi garantisco che non è una questione del mero tubo )😅

 

 

Modificato da FREE TUNING
  • Like 1
  • Haha 3
Link al commento
Condividi su altri siti

 
 
 

In tutto questo scrivere, non ho parlato del cilindro e dei piccoli lavori che gli ho fatto.

In pratica mi sono preparato uno spessore da mettere in base, per alzare per arrivare a 125 gradi di travaso e ho alzato un pelino lo scarico per raggiungere i 185 gradi. ora mi sono trovato con il pistone che rimaneva leggermente sotto allo scarico, quindi ho abbassato anche lo scarico per farlo stare al pari. fatto questo, ho riportato lo squish ad 1,25 facendo tornire l'incasso della testa.

Qui lo spessore, ancora da sistemare nei travasi.

3160512b-549f-4370-9473-3a19bbe8ec39.jpg

E questa la testa

IMG_1436.JPEG

 

  • Like 3
  • Thanks 1
Link al commento
Condividi su altri siti

 
9 minuti fa, albe dm ha scritto:

Bei lavori...ma ora è configurato così o la storia degli step continua?

Grazie, Alberto.

Gli step continuano e piano piano cerco di mettere tutto

Modificato da scr@mble
  • Thanks 1
Link al commento
Condividi su altri siti

 

Una cosa importante che volevo dire, non per giustificarmi (o forse si) è che in questo post non vedrete lavorazioni supermegagalattiche e fantascientifiche, perchè non sono in grado di farle, non ne ho le conoscenze e non ho i macchinari per farle. Vedrete cose normali, che può realizzare chiunque abbia un po' di manualità; vedrete degli errori e degli svarioni, ma io sono aperto a qualsiasi suggerimento e critica, purchè costruttiva, quindi partecipate e dite la vostra!

Modificato da scr@mble
  • Like 4
Link al commento
Condividi su altri siti

 

Arrivati a questo punto, in pieno inverno e lockdown, il poco uso della vespa mi ha permesso di sperimentare un sacco di collettori, di padelle, di pacchi lamellari, di rialzi per il portapacco, di guidaflussi e di diverse tipologie di lamelle, tutte prove che poi mi hanno ricondotto a preferire la padella del Mega (pur con i difetti di poca robustezza di cui mi sono lamentato direttamente col produttore) mantenere il pacco NSR e sostituire le lamelle boyesen con delle "CARBONO" in carbonio da 0,35mm. Tutto il resto è rimasto uguale, ma si è reso necessario anche l'allungamento del rapporto primario, che è passato da 23-64 DD a 24-64 DD, prendendo il pignone da 24 Crimaz per primaria malossi.

I mille oggetti provati...

64652521-7E7B-4734-9A4E-ACDA6FF31417.jpg

A destra il pacco CR, a sinistra il pacco NSR.

Come da copione, considerando i mezzi su cui era installato, il primo ha leggermente meno bassi del secondo, ma è comunque il più equilibrato e fa esprimere al meglio il motore, per cui ho mantenuto il primo.

407EF6F2-A028-4E4B-A7C2-3FC23B9FA846.jpg

 

IMG_0396.jpg

IMG_0397.jpg

E queste le lamelle che ho adottato, mantenendo il pacco NSR

743E850A-833D-4C8F-B36D-5DD1883C50AC.jpg

XRLQ8182.JPG

 

Modificato da scr@mble
  • Like 5
  • Thanks 1
Link al commento
Condividi su altri siti

 
 
 
4 ore fa, scr@mble ha scritto:

 

Non stiamo a snocciolare numeri

Vero che tanto è sempre tutto discutibile ma ti dirò,rispetto a certe sparate sul web,avendo visto la tua bancata già più verosimile,non scordiamoci si tratta di 244cc con componenti di primissimo livello curato nei dettagli,per me posta tranquillamente il grafico,se no tocca farlo io che già mi stan chiedendo in mp 😂 😘

 

  • Like 3
  • Haha 3
Link al commento
Condividi su altri siti

 
  • robertoromano changed the title to Vi presento il mio M244 Lamellare su carter Malossi

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo RTF.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


kit revisione

Kit revisione per tutti i motori
cuscinetti SKF Paraolii Corteco
officinatonazzo.it/kit-revisione


×
  • Crea nuovo...