Vai al contenuto

Pneumatici stradali per Vespa


Messaggi consigliati

L'idea era quella di aprire un post per raccontarvi la mia esperienza con quelle che credo siano le migliori gomme per Vespa... ma forse è meglio fare una bel riassunto su tutte le coperture possibili per Vespa.

Quelle che secondo me sono indiscutibilmente al numero uno...

 

MICHELIN CITY GRIP WINTER

 

Vantaggi:

  • tenuta (eccezionale sul bagnato, ottima su neve, ottima su pavé / porfido, eccezionale su asciutto e in curva)

  • design moderno ma convincente anche su Vespe classiche

  • durata ottima (oltre 5000 km su ruota posteriore anche con temperature estive)

  • ottimo comportamento in curva, si avverte chiaramente quando si avvicinano al limite

  • ottimo rapporto qualità/prezzo

Svantaggi:

  • scomode da usare come ruota di scorta

  • disponibile solo indice di velocità J (100 km/h)

 

Le ho montate per la prima volta l'anno scorso e da quando le ho provate, ho capito che sono le coperture definitive. La guida in curva migliora tantissimo, provate su Rally e Sprint e devo dire che ne sono rimasto entusiasta. Ottima tenuta anche sulla neve (hanno simbolo M+S quindi sono OK anche in inverno) e, gran sorpresa, ottima durata: è possibile farci anche oltre 5000km sul posteriore. Anche con temperature estive, la tenuta resta ottima e l'usura non peggiora sensibilmente... Testate in un viaggio con temperature da 40 a 0°C e altitudini da 0 a 2200 m su livello del mare, hanno garantito sempre ottima tenuta e grande sicurezza. Credo che un risultato così buono sia stato raggiunto mettendo a punto una mescola veramente azzeccata, unita ad un disegno moderno del battistrada: durante il montaggio bisogna prestare un attimo di attenzione, poiché l'anteriore e la posteriore devono ruotare in senso opposto, motivo per cui è scomodo montare queste gomme sulla ruota di scorta. Io ho risolto portantomi dietro come ruota di scorta una Continental ContiClassic, che secondo me è al numero 2 della classifica.

 

Allego qualche foto...

post-1457-0-02797100-1467988785_thumb.jpg

post-1457-0-24802100-1467988842_thumb.jpg

post-1457-0-59722700-1467988804_thumb.jpg

post-1457-0-87006500-1467988826_thumb.jpg

  • Like 2

Contattatemi via mail: sirvano@et3.it

 

Hubraum ist mit nichts zu ersetzen. Ausser mit noch mehr Hubraum.

Aerodynamik ist was für Leute die keine Motoren bauen können.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 

Sirvano scusa.. ottima recensione! Stavo pensando pure io a mettere delle m+s cosi da essere sicuro anche se si va in montagna che puoi trovare macchine di umidità dietro una curva..

Ma come mai il discorso di montare la gomma post in un senso e l anteriore nella altro?? Alla fine il senso di rotazione è sempre quello!

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Se ci pensi bene, un senso ce l'ha eccome! :)

La ruota anteriore nelle moto è sollecitata molto meno della posteriore, lavora più che altro in frenata.
La ruota posteriore invece è molto più sollecitata in quanto la trazione agisce su di essa, lavora più che altro in accelerazione.

 

Per questo motivo, il battistrada è stato studiato a seconda dell'applicazione. Il risultato è un ottimo feeling con la moto in ogni situazione e una durata molto migliorata!

  • Like 1

Contattatemi via mail: sirvano@et3.it

 

Hubraum ist mit nichts zu ersetzen. Ausser mit noch mehr Hubraum.

Aerodynamik ist was für Leute die keine Motoren bauen können.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 

Non ho foto peccato io vi farei vedere la mia stagionata Micheline ...... Anni 80 sicuro.

Bhe io uso gli scarti ..... Arrivo alla tela e butto, sull'asciutto tutto ok quando vanno in temperatura tiene tutto sul sbagnato .... Bhe ci stó attento tanto non bobbiamo fare il tempo mi sembra.

Comunque non compro gomme per le mie vespe stradali da circa ..... Sei anni, vi assicuro che il mio portafogli ne ha beneficiato alla grande. :)

  • Like 2

Marzo Maserati

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Ho ancora in giro dei Pirelli SC30 di prima dotazione di un P125X senza frecce, completamente vetrificati. L'impressione che mi danno montandoli, è quella di andare sul bagnato anche a mezzogiorno di ferragosto con 35 gradi... se ti piace il drifting, hai fatto centro! Prima che vadano a tela potrebbero percorrere 10.000 km, credo.

Anche Burt Munro era solito rimuovere il battistrada col coltello e darci dentro di lucido da scarpe per non far screpolare la mescola, sebbene la sua moto passasse le 200 miglia orarie... oddio... io preferisco risparmiare su alberi, cilindri e marmitte ed avere sempre gomme fresche. Ognuno ha i suoi vizi :D

  • Like 1

Contattatemi via mail: sirvano@et3.it

 

Hubraum ist mit nichts zu ersetzen. Ausser mit noch mehr Hubraum.

Aerodynamik ist was für Leute die keine Motoren bauen können.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 

Marzo dovresti vendere le tue reliquie ai fautori del conservato al 100% quelli che quando finiscono il restauro conservativo si fiondano ai mercacatini a cercare le gomme d'annata, perchè si sa che sul conservato la gomma nuova stona parecchio...

 

a parte gli scherzi, una volta usavo belle gomme racing e poco scolpite (tt92gp e D306 fra l'altro entrambe non più in produzione) e mi divertivo forse anche un po di più nella guida sportiva, da un paio d'anni vado soltanto di Michelin s83, sono brutte eh, però sono un buon compromesso e le trovi un pò ovunque pure dal gommista di paese; la soluzione ottimale sarebbe farne incetta ai mercatini dove si  trovano quelle rinforzate a 20 euro.

  • Like 1

DPteam

Link al commento
Condividi su altri siti

 

In effetti la S83 è la gomma stradale per ecellenza... ma sarebbe bello vedere cosa pensano i molti utilizzatori delle continental e delle unililli che sono ben più sposrtive...

 

Si è già scritto molto a riguardo e una delle cose che spesso salta all'occhio è che le michelin S1 sono spesso molto sconsigliate perchè non danno molta confidenza.

 

 

Sarebbe bello se Dario Vespa GRT con i suoi visggi lunghissimi ci dica qualcosa a riguardo, casomai se lo conoscete fategli sapere

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Io uso da sempre le Michelin S83 ma.... l'ho notato solo io un abbassamento della qualità?

 

Mi spiego meglio, negli ultimi anni mi sembrano tenere di meno. Eppure le monto sempre allo stesso modo, con la stessa pressione e la mia Vespa ciclisticamente è a posto.

Qualcuno ha notato questo peggioramento delle S83 o è solo una mia impressione?

 

 

Sirvano, non ho capito un mattarello del "anteriore e posteriore devono ruotare in senso opposto"... Puoi spiegare?

 

Grazie

banksycops200x200.jpg

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Io uso da sempre le Michelin S83 ma.... l'ho notato solo io un abbassamento della qualità?

 

Mi spiego meglio, negli ultimi anni mi sembrano tenere di meno. Eppure le monto sempre allo stesso modo, con la stessa pressione e la mia Vespa ciclisticamente è a posto.

Qualcuno ha notato questo peggioramento delle S83 o è solo una mia impressione?

 

 

Sirvano, non ho capito un mattarello del "anteriore e posteriore devono ruotare in senso opposto"... Puoi spiegare?

 

Grazie

 

 

Sei tu che stai invecchiando e peggiori :F :F :F

 

Poi quella delle gomme davantidietro, alllaccia scarpa come se fosse antani scarpallaccia è che loro le montano a caso e poi ti spiegano che lo han fatto apposta :RdR

  • Like 2
Link al commento
Condividi su altri siti

 

In effetti la S83 è la gomma stradale per ecellenza... ma sarebbe bello vedere cosa pensano i molti utilizzatori delle continental e delle unililli che sono ben più sposrtive...

 

Si è già scritto molto a riguardo e una delle cose che spesso salta all'occhio è che le michelin S1 sono spesso molto sconsigliate perchè non danno molta confidenza.

 

 

Sarebbe bello se Dario Vespa GRT con i suoi visggi lunghissimi ci dica qualcosa a riguardo, casomai se lo conoscete fategli sapere

Le S1, all'anteriore, hanno la cattiva abitudine di "alzare le orecchie", cioè sollevare i bordi ai lati esterni delle scolpiture trasversali.

Problema risolvibile girandole dopo 2000 km. nel senso di montarlo al contrario, non dietro...

Per il resto tutto ok.

 

Per la 8 zoll, obbligatorie le Continental. Fascia bianca per i più nostalgici, ma comunque stessa sostanza.

 

Sulla 50 mi trovo benissimo con le SL26.

Ok, hanno un disegno un po troppo "giovine", ma ottime come tenuta, durate, e sopratutto confidenza!

 

P.S. Burt Munroe passava il lucido sulle gomme GIA crepate, per renderle presentabili ai marshals, ed avere l'approvazione...

Modificato da RODZ
  • Like 2

Se qualcuno vedesse i miei mezzi prima di incontrarmi capirebbe esattamente con chi ha a che fare.

 

....COME DIVERTIRSI ALLA GUIDA, SPAVENTANDO I PIVELLI.....

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Eheheh diciamo che il problema evidenziato da Rodz si manifesta un po' con tutte le coperture, l'anteriore diventa triangolare consumandosi sui fianchi, quando la T5 aveva il parafanghino Garelli e si poteva guardare la ruota girare da sopra alle D306 vedevo proprio due affossamenti laterali. Alla terza sostituzione della gomma posteriore, a mio avviso, la anteriore va tolta altrimenti regala facilmente reazioni inaspettate e non è più sicura. Mentre messa al posteriore non dà problemi e può resistere ancora qualche migliaio di km considerando che solitamente al centro rimane intonsa. Mettere la posteriore consumata all'anteriore invece non è altrettanto raccomandabile a meno di non girarle ad ogni uscita (e non mi pare il caso) o ci si ritrova con la progressione e la rapidità a scendere in piega di un Kässbohrer Setra a due piani.

 

Difficile fare paragoni per via di una ciclistica radicalmente diversa e a cui mi devo ancora abituare comunque sulla Lambretta terza serie ho messo le Continental Conti-Twist, sembra incollata per terra e concede quello stile di guida da 14enne in cui ignori qualsiasi legge della fisica e butti giù senza pietà e criterio, unica avvertenza devono essere

un minimo calde altrimenti il drift è assicurato. Dopo circa 1000 km al posteriore non si nota ancora consumo eccessivo, magari durano pure... Manca ancora il test sul bagnato e menomale perché col kit Nissin col disco storto altrimenti credo sarei morto.

  • Like 2

DPteam

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Beh, anche passare un'anteriore ben "sprofilata" al posteriore, significa perdere quella sensazione di aver tutto sotto controllo: non essendo più rotonda, quando piegando si passa sul gradino, l'appoggio latita, e sembra di perdere il timone!

 

Ok, i più smaliziati, dopo un pomeriggio di tornanti c'avranno anche preso la mano, ma la perdita di profilo, secondo me, è peggio di una gomma incotechita: grip nullo, ma sensazioni sincere. Sopratutto consapevolezza di sentir bene tutto quello che sta succedendo, dal semplice scivolo di assestamento, alla progressiva perdita di aderenza.

 

Se poi vi sentite di continuare, auguri!

Modificato da RODZ
  • Like 2

Se qualcuno vedesse i miei mezzi prima di incontrarmi capirebbe esattamente con chi ha a che fare.

 

....COME DIVERTIRSI ALLA GUIDA, SPAVENTANDO I PIVELLI.....

Link al commento
Condividi su altri siti

 
  • Utente Attivo

Io uso da sempre le Michelin S83 ma.... l'ho notato solo io un abbassamento della qualità?

 

Mi spiego meglio, negli ultimi anni mi sembrano tenere di meno. Eppure le monto sempre allo stesso modo, con la stessa pressione e la mia Vespa ciclisticamente è a posto.

Qualcuno ha notato questo peggioramento delle S83 o è solo una mia impressione?

 

 

Sirvano, non ho capito un mattarello del "anteriore e posteriore devono ruotare in senso opposto"... Puoi spiegare?

 

Grazie

È proprio cambiato la carcassa.

Le vecchie s83 sono notevolmente più resistenti sui fianchi.

  • Like 1
Link al commento
Condividi su altri siti

 

@barone che ti devo dire di più?

La ruota anteriore nelle moto è sollecitata molto meno della posteriore, lavora più che altro in frenata. Nella vespa il fenomeno è ancora più evidente in quanto il motore, trovandosi sull'asse posteriore, non grava affatto sulla ruota anteriore.
La ruota posteriore invece è molto più sollecitata in quanto la trazione agisce su di essa, il motore ci grava sopra, quindi lo pneumatico lavora molto in accelerazione.

Sono appena rientrato da 700 km di vespa in due giorni, trovata un po' di pioggia, temperature tra 15 e 32 gradi, tantissime curve... le City Grip sono veramente eccellenti.

 

Le S83 mi piacciono abbastanza, ma dopo aver provato pneumatici più moderni, mi sono convinto che c'è di molto meglio sul mercato.

Anche le SC30 di una volta mi piacevano abbastanza, ma le ultime che ho montato (l'anno scorso) erano molli come il budino e curvando si aveva una sensazione orrenda, come se il culo partisse via a ogni curva. Tolte e buttate via, mai più.

  • Like 2

Contattatemi via mail: sirvano@et3.it

 

Hubraum ist mit nichts zu ersetzen. Ausser mit noch mehr Hubraum.

Aerodynamik ist was für Leute die keine Motoren bauen können.

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Gli pneumatici stradali piacciono ,il problema è quando ci si trova a viaggiare sul bagnato ,quindi un po' di scanalature servono,pena sentirsi sulle uova...io sono passato alle metzeler ME1,mi sono trovato a fare diverse centinaia di km sul bagnato ,anche importante ,e ne sono rimasto favorevolmente colpito,non pensavo tenessero evacuassero l'acqua così bene

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Gli pneumatici stradali piacciono ,il problema è quando ci si trova a viaggiare sul bagnato ,quindi un po' di scanalature servono,pena sentirsi sulle uova...io sono passato alle metzeler ME1,mi sono trovato a fare diverse centinaia di km sul bagnato ,anche importante ,e ne sono rimasto favorevolmente colpito,non pensavo tenessero evacuassero l'acqua così bene

Con le ME1, sia su asciutto che soprattutto su bagnato, ho ricordi orrendi.

Sarà lo stile di guida, ad ognuno la sua gomma.

È proprio cambiato la carcassa.

Le vecchie s83 sono notevolmente più resistenti sui fianchi.

Allora non era una mia impressione :)

banksycops200x200.jpg

Link al commento
Condividi su altri siti

 

 

Gli pneumatici stradali piacciono ,il problema è quando ci si trova a viaggiare sul bagnato ,quindi un po' di scanalature servono,pena sentirsi sulle uova...io sono passato alle metzeler ME1,mi sono trovato a fare diverse centinaia di km sul bagnato ,anche importante ,e ne sono rimasto favorevolmente colpito,non pensavo tenessero evacuassero l'acqua così bene

 

 

Con le ME1, sia su asciutto che soprattutto su bagnato, ho ricordi orrendi.

Sarà lo stile di guida, ad ognuno la sua gomma.

 

È proprio cambiato la carcassa.

Le vecchie s83 sono notevolmente più resistenti sui fianchi.

 

 

Allora non era una mia impressione :)

 

Può darsi che abbia ragione ,io le ho provate per sbaglio!Le S83 per esempio non mi piacciono proprio ,non mi ci trovo purtroppo

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo RTF.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

kit revisione

Kit revisione per tutti i motori
cuscinetti SKF Paraolii Corteco
officinatonazzo.it/kit-revisione


×
  • Crea nuovo...