Vai al contenuto
Eric91

Px 177 polini lamellare autocostruito

Messaggi consigliati

Ciao ragazzi mi chiamo eric, sono nuovo del forum e soprattutto nuovo nel mondo vespa. Smanetto da diversi anni con motori kart, ma la vespa è tutt'altro mondo. Mi trovo a sistemare/stravolgere un px 125 per un amico e siccome il carter ha sia sede cuscinetto lato frizione che sede valvola danneggiate, ho optato per ripristinare la sede cuscinetto e trasformarlo in lamellare al carter, senza però voler stravolgere gli ingombri originali del motore vespa, quindi mantenendo l aspirazione dal lato frizione. Andrò a montare un pacco lamellare derivazione TM k11 con relativo guidaflussi, scelta dettata dal fatto che ha un area compatibile con il phbh 30 che andro a montare e soprattutto ha degli ingombri ottimali essendo lungo stretto e basso. Ho quindi costruito dal pieno il portapacco che andrà saldato sul carter. 

Albero motore, e qua mi serve il vostro aiuto. Essendo il budget ridotto, si vorrebbe mantenere l albero originale piaggio e montarci una buona Biella, da definire se 110mm o 105mm (se avete suggerimenti sempre ben accetti). Ora in quanto a modifiche agli alberi motore ne ho viste di tutto un po senza capire quale sia il compromesso migliore tra bilanciamento forze inerzia quindi vibrazioni e fluidodinamica. Come mi consigliate di agire? 

Sperando di non aver infranto il regolamento anticipatamente vi ringrazio 

Eric

IMG_20200713_222125.jpg

IMG-20200713-WA0000.jpeg

IMG_20200713_222114.jpg

  • Like 4

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Eric benvenuto e grazie per la condivisione.   Progetto ambizioso,molto interessante,seguo

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

molto interessante il pacco kart perchè è si largo ma molto corto rispetto ad altri ,salderai tutto ??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Certo salderò tutto e poi raccordero'. Avendo un albero Piaggio malconcio ho rilevato la % di bilanciatura delle fodze d inerzia del primo ordine, 60,9%. Ho scoppiato l albero e ho pesato le due semispalle. Lato volano 840g lato frizione 760g.

Ho messo la semispalla lato frizione sul tornio e l ho lavorata dandogli un certo raggio di raccordo in modo da ostacolare il meno possibile l ingresso della miscela, (ditemi se vi piace o meno, è un esperimento e come tale non ho nessuna pretesa che funzioni o che vi piaccia.) peso semispalle lavorata 735g. Successivamente rimontero' l albero e lo bilancero' con pastiglie di tungsteno in modo da avere la stessa % di bilanciamento dell albero originale ma con albero modificato Biella rinforzata e pistone polini 177. Unico dubbio è che il foro di piantaggio dell asse di Biella lato frizione è un po rigato, Piaggio da dei valori limite di tolleranza sul foro per far sì che l accoppiamento rimanga bloccato? 

15949131990782708234601590637676.jpg

159491326817098184156310136620.jpg

  • Like 5

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao ragazzi ecco qualche piccolo aggiornamento. 

Carter tornati dalla saldatura e messi in dima per esser spianati e rifare le sedi banco. Ancora da raccordare. 

testa polini riempita che andrò a scavare per ospitare una cupola in ergal piantata con leggera interferenza. Nella foto si può vedere la dima per prendere la testa sul mandrino 4 griffe. 

Ho poi dato una rivisitatina al cilindro andando ad allargare la luce di scarico +2mm per lato.

Condotto di scarico lavorato con la classica forma a cucchiaio nella parte iniziale per consentire un uscita "radiale" dei gas di scarico senza allargare troppo la luce in canna con conseguente stress per le fasce.

Ho allargato in canna i Primari +1mm verso lo scarico mantenendo inalterati i lanci e rivisto i condotti che di serie sul polini sono tremendi.

Frontescarico puliti e allargati +1mm e sistemato il condotto. Resta da raccordare tutto al carter. 

IMG_20200730_191644.jpg

IMG_20200730_191657.jpg

IMG_20200730_191652.jpg

IMG_20200730_191711.jpg

IMG_20200730_191703.jpg

IMG_20200730_191801.jpg

IMG_20200730_191806.jpg

IMG_20200730_191848.jpg

IMG_20200730_191901.jpg

IMG_20200730_193133.jpg

  • Like 4

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Calchi dei travasi, dove si può notare che sono stati eliminati gli scalini alla base dei condotti in quanto  si opererà una raccordatura generosa consentita dai riporti nei carter che consentirà di avere un condotto quanto più omogeneo possibili e dal carter al cilindro senza salti o cambi improvvisi di sezione

IMG_20200730_194827.jpg

IMG_20200730_194803.jpg

IMG_20200730_194720.jpg

IMG_20200730_194759.jpg

IMG_20200730_194730.jpg

  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

bello ,mi piace molto il lavoro alla base del cilindro ,bella manina ......seguo interessato e ammirato..👍

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao e benvenuto,fortuna che sei nuovo nel mondo vespa,chissà i tuoi prossimi lavori.......complimenti per tutto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

È la mia prima vespa che faccio, a dir la verità è un piacere per un amico che voleva un motore sprintoso e affidabile, ma credo di essermi preso dentro un po troppo... 😁

 

  • Like 1
  • Haha 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

salve ben arrivato e complimenti vivissimi  per i lavori ..seguo con molto interesse!

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Allora ieri ho spianato il semicarter lato frizione, e la situazione era un po più grave di quanto mi aspettassi. Come si può vedere dalle foto per montarlo sulla fresa ho costruito una dima che va piantata per interferenza nella sede cuscinetto ruota/cambio e per portarlo in piano ho dovuto  asportare ben 1mm. Dal basso verso l alto c erano 0,4mm di differenza mentre dal lato manovella (zona saldata) al lato posteriore cerano ben 0.8mm di differenza....la saldatura è tremenda, i carter si imbarcano di brutto. Ho poi barenato la sede cuscinetto che andrò a rifare al tornio e verrà piantata per interferenza + loctite

IMG_20200731_193740.jpg

IMG_20200731_193744.jpg

  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ammazza che pulizia ,ci puoi mangiare su quella tavola...non esiste carter vespa dritto anche prima della saldatura ,i decimi volano

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

Alla fresa ci tengo più che alla fidanzata 😁 è una vecchia bridgeport del 1970 che ho restaurato durante il lock down 😁 mi rincuora che mi dici che i carter vespa sono storti di serie, mi stavo martoriando il cervello, non me lo spiegavo proprio. Come mai uscivano gia storti? Perché ho notato che anche il carter lato volano è storto di circa 0.25mm e adesso che mi dici cosi non so se mettermi a spianarlo o meno.. 

Modificato da Eric91
  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

come sempre l'importante è la camera di manovella-albero-piano cilindro ,il resto non diventare scemo sul centesimo ,sono così tutti purtroppo ,quindi o si parte da una base solida come potrebbero essere i carter malossi per px o i carter quattrini nel caso small se no è sempre un compromesso e tiri i bulloni a morte sperando che non perda olio ...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il fatto mi rincuora assai, il pensiero di aver cannato la dima mi stava martoriando 😁

Ora però visto che sono in ballo vorrei raddrizzare pure il carter lato volano che è imbarcato di 0.25mm abbondanti solo che mi trovo di fronte un problemino e mi piacerebbe sapere cosa ne pensate. Guardando la foto allegata ho cerchiato in arancio il bordino sul piano battuta guarnizione del semicarter che circonda tutta la camera di manovella. Ecco volendo spianare il carter e mantenere quel bordino li è un po un problema, pensavo quindi di asportarlo, dite possa causare problemi? 

IMG_20200802_232041.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

quello è il centraggio carter ,bisognerebbe fare delle boccole di centraggio carter se lo elimini ,ne basterebbe uno in teoria perchè un altro è vicino al mono posteriore ,ti ho fatto due segni gialli dove potresti creare due boccole 

IMG_20200802_232041.jpg.7d4ceb45d56609bc9379f40fd6ef5fe5.jpg

  • Thanks 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Perfetto come pensavo allora posso eliminarlo e rifare due boccoline di centraggio

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

in tanti fanno anche solo due spine se ti viene più comodo, dove trovi della ciccia sul carter anche solo da 3mm secondo me basta e avanza

Modificato da claudio7099

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

Al di la di tutti i problemi, mi piace il modo in cui li affronti ed il lavoro che stai facendo.

Si vede che hai la mano buona e che te ne intendi.

La fresa del 1970 è mia coetanea e mi fa pensare che ancora non siamo da buttare via... ;-)

Seguo con molto interesse ed ammirazione questo post e ti ringrazio per averlo condiviso con noi.

Mi sorprende la scelta di usare un Polini, ma non negativamente.

Con tutti i suoi limiti e la sua età, a mio avviso resta sempre uno dei kit più versatili che ci sono in giro.

Messo in mano a chi sa dove toccare, ci si tirano sempre fuori dei numeri...

In bocca al lupo e continua a tenerci informati! 

Modificato da scr@mble
  • Like 1
  • Haha 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Allora oggi ho fatto la dime per bloccare il carter lato volano sulla tavola della fresa... Montato e tutto come avevo già verificato il carter è risultato molto meglio dell altro, aveva un po di pancia in dentro nella zona centrale, quindi per raddrizzarmi ho asportato in totale 0,2mm.

Ho scelto un cilindro polini perché l ho trovato usato in condizioni decenti a 30€... È volendo sperimentare se sbaglio butto 30€ 😁 per questo cilindro poi ho recuperto un ottimo pistone meteor a fasce da 1mm...

IMG_20200803_135454.jpg

IMG_20200803_121428.jpg

IMG_20200803_121417.jpg

IMG_20200803_150019.jpg

  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Già che ci sei, se posso darti un consiglio, allarga il foro di lubrificazione del cuscinetto lato volano. Se riesci, in fondo, dove il foro sfocia nel cuscinetto, aumenta l’asola e fallo diventare come una piccola passerotta 😂😂 È una cosa molto utile, perché quel cuscinetto deve essere ben lubrificato

  • Like 1
  • Haha 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

😁 L'esempio calza a pennello 😁😁

  • Like 1
  • Haha 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Oggi giornata dedicata a tornire bronzo... Che incubo!!! 

Comunque ho fatto la boccola e piantata dentro per interferenza sul carter, una volta piantata ho però dovuto riprenderla manualmente con mola lamellare montata sul dremel perché si era ovalizzata di 0.07mm, ovvero tanto quanto la sua interferenza. Ora direi che il risultato è accettabile siamo a +-0,01mm.

Unico dubbio che mi viene è che il motore possa tirare aria/olio tra carter e boccola... Spero di no, per esser sicuro ci ho messo del loctite 603.

Domano ho in programma di fare le due staffette di battuta del cuscinetto siccome la cava del seeger l avevo rotta aprendo il motore... 😑

Vi lascio un po di foto

IMG_20200804_155438.jpg

IMG_20200804_155445.jpg

IMG_20200804_185417.jpg

IMG_20200804_185426.jpg

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao ragazzi i lavori procedono abbastanza bene e sono al punto di dover allineare i due semicarter (per poter spianare un carter ho eliminato il bordino sulla camera di manovella). 

Non ho mai fatto questa procedura, ragionando e gogolando un po sto così procedendo:

Da montare al posto dei cuscinetti ho costruito due tamponi in nylon (il nylon va bene??) che entrano con interferenza nel carter.

Ho acquistato un pezzo di stelo di pistone idraulico che è rettificato con tolleranza f7 diametro 25mm.

Ora una volta montato i tamponi al posto dei cuscinetti di banco chiudo i carter (senza stringere) e ci infilo l asse rettificato al posto dell albero motore che entra molto stretto in quanto il diametro del foro sui tamponi è 1 centesimo più grande del diametro dello stelo. Fatto ciò stringo le viti del carter, aleso i fori delle spine e inserisco nuove spine ed il lavoro dovrebbe essere concluso o mi perdo qualche pezzo? Sarebbe meglio usare lo stesso procedimento anche sull albero del cambio? 

 

IMG_20200805_201558.jpg

IMG_20200805_201603.jpg

  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

a mio avviso il procedimento é corretto. Stai lavorando molto bene👌

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo RTF.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


kit revisione

Kit revisione per tutti i motori
cuscinetti SKF Paraolii Corteco
officinatonazzo.it/kit-revisione


×
×
  • Crea nuovo...

Benvenuto su ET3.IT, il Forum delle Vespa da corsa!
Ti auguro buona permanenza su questo sito di veri Appassionati!
Come inizio ti suggerisco di inviare un messaggio di presentazione sul Forum Mugello Park !
Inoltre ti consiglio di richiedere la registrazione su Facebook al gruppo Et3.it - Vespe performanti
Il forum è consultabile anche tramite Tapatalk.
Buona permanenza su ET3.it!