GiPiRat

Moderatore
  • Numero messaggi

    2095
  • Registrato

  • Ultima Visita

  • Days Won

    6

GiPiRat last won the day on July 6

GiPiRat had the most liked content!

Reputazione comunità

225 Excellent

11 che ti seguono

Che riguarda GiPiRat

  • Rango
    130cc

Profile Information

  • Regione?
    Lecce
  1. No, piatti, portaganasce e tamburi da 10" vanno bene per i cerchi da 10", devi montare tutto da 9" per potermontare i cerchi da 9" e stare tranquillo. Ciao, Gino
  2. Ad occhio, non credo, ma andrebbero confrontate. Ciao, Gino
  3. Devi sostituire la forcella e non trovi un'originale? Ciao, Gino
  4. Ma ti sei letto il primo post? Lì c'è la procedura e tutti i consigli del caso. Comunque, scheda tecnica omologativa e certificato d'origine servono solo in caso di veicolo di cui non si conosce nulla, ma conviene sempre chiedere prima in motorizzazione cosa chiedono loro. Se conosci la targa del veicolo, in genere basta l'estratto cronologico del PRA. Ciao, Gino
  5. Sì, la procedura è sempre valida, probabilmente c'è da aggiornare qualche costo. La scheda tecnica, se richiesta, per le vespe puoi scaricarle su vesparesources (tra qualche giorno, perché il sito è in aggiornamento), altrimenti, per moto o veicoli di cui non esiste più il costruttore, puoi rivolgerti ai vari registri storici o di marca. Ciao, Gino
  6. Eviterei di modificare l'assetto dell'asse, anche se di poco, segui il consiglio di VespaX. Ogni piatto ganasce ha il suo tamburo. Ciao, Gino
  7. Trovi la procedura da seguire nel primo post di questo topic. Per quanto riguarda il colore della vespa, dovrai contattare l'ASI, perché l'FMI difficilmente accetterà di iscrivere un veicolo di colore difforme a quelli originali per quel modello. Certamente la vespa non è stata rottamata con incentivi perché nel 1994 non esistevano. La copia del documento di acquisto del primo compratore ha un'utilità relativa, primo perché è una copia e non l'originale e, secondo, non serve a nulla se a tua volta non hai fatto una scrittura privata di vendita in bollo con la firma del venditore autenticata. In bocca al lupo! Ciao, Gino
  8. Straquoto! Inoltre, dal 1° luglio 2018, per i nuovi veicoli non esisteranno più carta di circolazione e CdP, che saranno sostituiti dal "documento unico", e lo stesso avverrà per TUTTI i veicoli già circolanti man mano che faranno il passaggio di proprietà. Quindi, come vedete, documenti (e targhe) originali non hanno veramente alcun valore. Ciao, Gino
  9. aCuisto vespa ETS

    Per quanto ne so, usciva con gli adesivi. Ciao, Gino
  10. ET3 rossa da quando?

    Scusami, da dove ti risulta il rosso corallo per le ET3? Che io sappia c'era solo il rosso arancio PIA 2/1 dal 1979 in poi. Ciao, Gino
  11. Ripeto: leggiti bene il primo post. Specialmente negli anni '80 e '90 era prassi comune "demolire" un veicolo solo nominalmente, portando al PRA documenti e targa e tenendo, soprattutto se piccole moto e scooter sino a 200cc, il mezzo in garage, sepolto sotto una coperta. Tutto ciò per non pagare il bollo come tassa di proprietà. Teoricamente la cosa non avrebbe potuto essere più fattibile dal 1993 in poi, ma siamo in Italia ed, infatti, dopo una serie di circolari sul tema, ne è stata emessa una DEFINITIVA nel 2006, per cui possedere un veicolo dichiarato rottamato da quell'anno in poi è considerato reato. Ma devi fare attenzione ad un'altra cosa: dall'estate del 1997 sono stati elargiti gli incentivi per la rottamazione anche per le moto e possedere un veicolo per cui si sono percepiti incentivi per la rottamazione è sempre un reato, per cui accertati bene prima di quando è stata demolita la vespa e se con incentivi o meno. Ciao, Gino
  12. Rally 180

    Da quello che riportano i cataloghi ricambi, il fanalino posteriore cambia dal telaio numero 3214, anche se, come sempre, bisogna considerare la cosa con NON assoluta. Per la spia, non saprei dirti. Ciao, Gino
  13. Nelle officine autorizzate si fa solo la revisione biennale obbligatoria. Ora, capisco che può essere una cosa noiosa, ma le parole hanno un peso, soprattutto quando c'è la burocrazia di mezzo: il "collaudo", severo o superficiale che sia, può essere fatto solo in motorizzazione o, nei casi più gravi, presso un CPA (centro prova veicoli) e, comunque, vale anche come "revisione", mentre non succede il contrario, per cui la "revisione" vale solo come revisione biennale obbligatoria e può essere fatta sia presso la motorizzazione che le officine autorizzate. Se il collaudo l'hai pagato, come immagino che sia, allora, anche se la vespa te l'hanno appena guardata, vale anche come revisione e non c'è necessità di andare presso un'officina autorizzata a farne un'altra. Ciao, Gino
  14. E' possibilissimo, come sapresti se avessi letto bene il primo post del topic. Inoltre, anche se puoi sempre fare una ricerca negli archivi cartacei, dovresti almeno sapere quel'è la sede di prima immatricolazione, perché, per i veicoli non presenti nel database e che sono solo su cartaceo, la ricerca dev'essere effettuata sul registro specifico. Ciao, Gino
  15. Veramente funziona così in tutta italia, hanno fatto una legge in materia. Poi, se da te funziona diversamente, forse è da te che c'è qualcosa che non va. Ciao, Gino