Vai al contenuto

Valvola e lamellare


Messaggi consigliati

Buongiorno a tutti,è da un po’ che ho un dubbio e volevo (se possibile) un chiarimento.

Mi sono fatto preparare i carter da un amico che ha lavorato la valvola (ma,a quanto detto da lui,non l’ha asportata del tutto ha solamente raccordato per il collettore lamellare) volevo sapere se si poteva passare da collettore lamellare a collettore tradizionale (monto un 24phbl) senza nessun problema perché il mio dubbio si incentrava sul fatto che con la valvola lavorata non potessi più installare un collettore tradizionale.

Vi prego datemi una mano a capire perché ho troppa nostalgia della valvola://

  • Sad 2
Link al commento
Condividi su altri siti

 
  • SuperMod

Se la valvola é funzionale  ed ha solo raccordato la porta esterna al collettore d24 non vedo perché non possa tranquillamente tornare a valvola; ovviamente abbinata ad un albero dedicato alla suddetta aspirazione.  C'è da capire perchè si é utilizato un collettore lamellare?  Per errore o perché l'amico crede alle favole che abbinando valvola rotante ad un collettore lamellare vada di piu? Per rimediare ad una valvola rovinata? 

  • Like 2
Link al commento
Condividi su altri siti

 

semplicemente perché si pensava che con il collettore lamellare si avesse un incremento di prestazioni tuttavia ho notato che sebbene la fluidità di guida è notevolmente aumentata,agli alti non riesce a raggiungere velocità elevate 

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Inviata (modificato)

Se voleva fare un ibrido ,valvola/ lamellare, come ho avuto modo di provare in uno dei miei motori, per farlo andare abbastanza avrebbe dovuto dare una ampia fasatura all albero e ampliare la valvola al massimo. Così facendo il motore funziona da lamellare,(consuma poco e va anche bene) ma hai il vantaggio che se rompi una lamella ti funziona la valvola e almeno ti riporta a casa ,se sei fuoriporta. In molti o sono per uno o per l altra 

Modificato da akrapovic76
Link al commento
Condividi su altri siti

 
 
  • SuperMod
1 ora fa, akrapovic76 ha scritto:

Se voleva fare un ibrido ,valvola/ lamellare, come ho avuto modo di provare in uno dei miei motori, per farlo andare abbastanza avrebbe dovuto dare una ampia fasatura all albero e ampliare la valvola al massimo. Così facendo il motore funziona da lamellare,(consuma poco e va anche bene) ma hai il vantaggio che se rompi una lamella ti funziona la valvola e almeno ti riporta a casa ,se sei fuoriporta. In molti o sono per uno o per l altra 

Eh? L'unico ibrido valvola rotante lamellare é il doppia Polini su small. Puoi aumentare il diagramma del valvola rotante fin che vuoi,se abbinata la valvola funzionante ad un collettore lamellare é un downgrade non viveceversa.  Solo se il diagramma aspirazione é incorretto ottieni stesse prestazioni, range differente.

  • Like 1
Link al commento
Condividi su altri siti

 
  • Moderatore
6 ore fa, Bobbi ha scritto:

Vi prego datemi una mano a capire perché ho troppa nostalgia della valvola://

Hai già avuto tutte le risposte del caso, ma questa tua affermazione mi stupisce. Come mai desideri tanto tornare alla valvola? Un buon lamellare, montato coi sacri crismi del caso, non ti farà rimpiangere il funzionamento appuntito di un'ampia fase d'aspirazione a valvola. Suppongo anche che il tuo amico non ti abbia montato pezzi a caso senza prima interpellarti per avere il via libera, o sbaglio? Idem per me, per il lamellare o asporti tutta la valvola o ciò che accade tra lamelle e spalla è un turbinio incasinato di gas. Fatto su ape ai tempi che furono e venne fuori una porcheria

  • Like 1
Link al commento
Condividi su altri siti

 

la valvola sicuramente ha più tiro agli alti,cosa che il collettore lamellare polini non ha perché si fa avere una guida lineare e pulita ma si perde moltissimo agli alti regimi e sinceramente quando si devono percorrere lunghe distanze si sente la differenza.

poi una valvola ti fa consumare meno di un lamellare(mio parere)

Link al commento
Condividi su altri siti

 
  • Moderatore
32 minuti fa, Bobbi ha scritto:

ma si perde moltissimo agli alti

No assolutamente. Sul lamellare puoi osare carburatori di dimensioni importanti eliminando appunto il limite della valvola, con tutti i benefici del caso. Vero, l'erogazione della valvola è più lineare e pulita. Il guadagno lo hai in ogni regime. Forse sentendo un'ingresso meno brusco della coppia, perdi la sensazione ma col contagiri alla mano, cambia tutto

33 minuti fa, Bobbi ha scritto:

poi una valvola ti fa consumare meno di un lamellare

Di nuovo no. La valvola alla fine è di concezione paleolitica, per quanto sia la nostra amica numero uno nelle elaborazioni (e quando sana, la adopero sempre). Pulizia in erogazione significa anche avere consumi migliori a parità di prestazioni

A proposito, che altri componenti monti e su che Vespa?

  • Like 2
Link al commento
Condividi su altri siti

 
  • SuperMod
33 minuti fa, Bobbi ha scritto:

la valvola sicuramente ha più tiro agli alti,cosa che il collettore lamellare polini non ha perché si fa avere una guida lineare e pulita ma si perde moltissimo agli alti regimi e sinceramente quando si devono percorrere lunghe distanze si sente la differenza.

poi una valvola ti fa consumare meno di un lamellare(mio parere)

Mi permetto di fare un'affermazione:  il miglior motore che tu possa immaginare a valvola rotante Vespa é migliorabile  passando al lamellare. Non combinati eh....la valvola rotante ha grossi limiti in un sistema Vespa,questi limiti il lamellare al carter li ha piu alti 

  • Like 1
Link al commento
Condividi su altri siti

 

Resto molto confuso nonostante le vostre accurate spiegazioni,probabilmente a causa di tutto ciò che ho letto sull’argomento.

Moltissimi dicono che la valvola ti dia un’erogazione più rude ma un tiro in alto migliore mentre un lamellare dicono che abbia migliore fluidità di guida e maggiore tiro ai bassi regimi(ripresa) tuttavia perdendo un po’ agli alti.

La mia configurazione comunque è 

102 pinasco in alluminio raccordato ai carter e lavorato nei travasi di base e nello scarico;

albero mazzucchelli cono 19 anticipato;

pinasco flytech 1,4 kg(voglio mettere un volano dal pieno o al massimo un pf in alluminio per aumentare un po’ il peso fino ad arrivare a 1.6/1.7 kg;

24 phbl as con collettore lamellare polini;

giannelli a banana tipo proma(con cui mi sto trovando incredibilmente bene);

candela iridio(non ricordo la sigla so solo che la gradazione è 7)

frizione newfren rinforzata con molla artigianale;

24/72 drt.

 

 

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Inviata (modificato)

ciao....

foto non ne haindei avori fatti? Che cilindro monti? Rapporti? Marmitta? Che modello di vespa hai?

(LO HAI SCRITTO MENTTE RISPONDEVO! OK...)

Comunque la lavorazione del tuo amico ha per certo compromesso la valvola, non puoi tornare indietro con una probabilità del 90%.

Funziona certamente male perchè hai un albero per ammissione a valvola e un collettore lamellare al carter (il Polini ottimo) castrato dalla spalla dell'albero che gli chiude ed apre l'ammissione davanti mentre l LAMELLA RICHIEDEREBBE UNA ASPIRAZIONE TOTALMeNTE LIBERA comandata dalla pressione che si genera nel cilindro in fase di scarico...

Devi fare una sola cosa, 

 

ASPORTARE LA VALVOLA PER AVERE UN PASSAGGIO LIBERO

1430830651_dr7valvola.thumb.jpg.5bd3fad484264ab25de2ed1d9f44550f.jpg

 

 

 

LAVORARE L'ALBERO IN SPECIAL LIP (lamellari al carter)

1467644021_dr4albero.thumb.jpg.141e8d3b9556bb801752566d3fc65dbb.jpg

 

bisognerà ricarburare di fino dato che un PHBL richiede esperienza----

 

il motore girerà e tirerà giri molto più alti, di conseguenza dovrai (probabilmente  dato che non hai detto cosa e come monti) accorciare il rapporto.

 

UN paio di carter a valvola con la valvola sana NON VANNO MAI TRASFORMATI A LAMELLARE!

 

In caso un PARMACICCIO ECV lamellare al cilindro, salvava capre e cavoli....

 

un 102 Pinasco con la tua configurazione lamellare al carter con POLINI 24 e PHBL è un motore da giri puro, và bene l'accensione con volano 1,4 ma và settata con la stroboscopica... il tuo rapporto 24 / 72DD è lungo, se apri bene e lo fai lamellare (solo lamellare puoi farlo ormai) consiglio di montare un cluster DRT con quarta da 20, per accorciarlo tanto visto che girerà a regimi impensabili e devi quindi accorciare, oppure più economico pignone di accorcio da 23...

 

 

Modificato da PDD-Poeta
  • Like 1
Link al commento
Condividi su altri siti

 

lui mi ha detto che ha solamente raccordato la valvola al collettore lamellare quindi non credo l’abbia asportata completamente.

il motore gira bene comunque,tiene il minimo senza problemi e il regime di giri non è cosi alto come dici a parer mio poi chiaro è difficile capirsi da un forum.

nel carburatore comunque ho messo spillo con la tacca nel punto più alto,108 massimo 62 minimo e poi starter galleggiante e valvola stock,l’unica cosa è che a manetta completamente aperta la vespa si “accuccia” e inizia a borbottare come se ci fosse un limitatore(mi hanno detto che potrebbe essere colpa anche dell’anticipo poiché ho fasato l’accensione a 24 gradi e moltissime persone mi hanno detto di fasare a 22 anche se non so quanto cambi di 2 gradi poi alzo le mani non sono cosi esperto anzi)

 

Link al commento
Condividi su altri siti

 
 
Inviata (modificato)
10 minuti fa, Bobbi ha scritto:

Quindi alla fine di tutto il lamellare  limita la velocità agli alti regimi o no?

la risposta è dentro di te epperò è sbagliata

Scherzi a parte mi pare che quasi tutti i motori racing due tempi ormai siano lamellari, già' su questo dovresti ragionare.

Modificato da Bibbo Pinasco
  • Like 3
Link al commento
Condividi su altri siti

 
 
  • SuperMod
9 minuti fa, Bobbi ha scritto:

Quindi alla fine di tutto il lamellare  limita la velocità agli alti regimi o no?

NO.    e son due.  Se la valvola é presente sommata al collettore lamellare la vá no

  • Thanks 1
Link al commento
Condividi su altri siti

 
 
 
 

Già dal minimo del motore si sente subito se la valvola funziona bene, poi per fugare ogni dubbio si può fare anche la prova di tenuta anche se non so se  con motore montato e abbassato l'angolo è sufficiente

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Per vedere se la valvola è stata asportata o no basta togliere il collettore e guardarci dentro con una torcia. Una volta che gli piazzi la spalla dell'albero davanti si vede se chiude o c'è aria tutt'attorno.

  • Like 1
Link al commento
Condividi su altri siti

 
  • Moderatore
19 ore fa, MarcoBorga96 ha scritto:

l'erogazione della valvola è più lineare e pulita

Mi auto quoto per correggermi. L'erogazione del lamellare

18 ore fa, Bobbi ha scritto:

lui mi ha detto che ha solamente raccordato la valvola al collettore lamellare

Bisogna poi vedere com'è stata lavorata all'interno della camera di manovella. Se è stata raccordata all'esterno e dentro è ancora grande come un mignolo (dimensione originale) c'è poco da stare allegri

  • Like 1
Link al commento
Condividi su altri siti

 

non lo sai cosa ha fatto in vero una cosa è dire e una cosa è verificare... se non ha asportato la valvola perchè ha montato un collettore lamellare?

PIù CHE PRIVARE UN 19 TIREREI GIU, sfilerei il cilindro e farei una foto alla valvola...

  • Thanks 2
Link al commento
Condividi su altri siti

 

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo RTF.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

kit revisione

Kit revisione per tutti i motori
cuscinetti SKF Paraolii Corteco
officinatonazzo.it/kit-revisione


×
  • Crea nuovo...