Vai al contenuto

Messaggi consigliati

Salve a tutti, ho trovato un'offerta molto conveniente su olio exced rsk evolution, si tratta di un olio ricinato di alta qualità, veniamo al punto cruciale, io monto un quattrini m1b d60 e vorrei utilizzare questo olio, me lo consigliate oppure ha problemi tipo che si separa dalla benzina come il castrol a747?

Grazie a tutti in anticipo😃

sk793_13.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io lo sconsiglierei.   Olii da Kart funzionano bene su motori da competizione, sulle stradali non bruciano, impastano tutto vanno peggio che un'olio minerale o ester.    e puzzano, che sembra una stupidata, ma se tutte le volte che usi il mezzo con il ricinato arrivi a casa che sai di merluzzo fritto non é proprio il top.

  • Like 3
  • Thanks 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 minuti fa, filipporace ha scritto:

io lo sconsiglierei.   Olii da Kart funzionano bene su motori da competizione, sulle stradali non bruciano, impastano tutto vanno peggio che un'olio minerale o ester.    e puzzano, che sembra una stupidata, ma se tutte le volte che usi il mezzo con il ricinato arrivi a casa che sai di merluzzo fritto non é proprio il top.

Si ma oltre al fatto che puzza e imbratta, ha altri problemi?

  • Haha 1
  • Sad 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Salvopk ha scritto:

Si ma oltre al fatto che puzza e imbratta, ha altri problemi?

non mi sembra un problema da poco che non riesca a bruciare a certi giri.   Tu con la Vespa sei sempre a 13000? Non credo, anzi non ci arrivi nemmeno sul cavalletto.     Problemi di emulsione o separazione non ne hanno, non credo.

  • Like 1
  • Thanks 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, filipporace ha scritto:

non mi sembra un problema da poco che non riesca a bruciare a certi giri.   Tu con la Vespa sei sempre a 13000? Non credo, anzi non ci arrivi nemmeno sul cavalletto.     Problemi di emulsione o separazione non ne hanno, non credo.

Ok grazie, vedrò cosa fare.

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io prenderei il motul 710 lo usa un mio amico che monta 144 quattrini

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, vespapk102xl ha scritto:

io prenderei il motul 710 lo usa un mio amico che monta 144 quattrini

L'ho già usato qualche volta, ma non mi è piaciuto, preferisco il castrol power 1 racing

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, vespapk102xl ha scritto:

io prenderei il motul 710 lo usa un mio amico che monta 144 quattrini

L'ho già usato qualche volta, ma non mi è piaciuto, preferisco il castrol power 1 racing

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

le discussioni sull'olio fanno nascere sempre delle faide, personalmente ho 2 requisiti per scegliere l' olio, lubrificazione e combustione, il blue print e l' elf htx a mio parere sono i "migliori" bruciano bene, mantengono un bel grado di lubrificazione sui componenti.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

SALVE ,le  discussioni  i post ecc ecc sull'olio motore  hanno fatto e faranno consumare ettolitri di inchiostro  o consumare tastiere , detto cio' qualche anno addietro  scoppio la " fisima  dell'elf 976  / htx 909  ,ed altri brand ..ora è bene specificare qualche parametro  di riferimento  ossia le caratteristiche tecniche  il punto di infiammabilita' dell'olio ecc sintetizzando :

Le prestazioni dei lubrificanti destinati ai motocicli sono le seguenti:

API (American Petroleum Institutmotori a 2T: la specifica corrente 

API (American Petroleum Institute)

  • motori a 2T: la specifica corrente è l'API TC. Il livello API TC da solo non è comunque ritenuto sufficiente per molti Costruttori Europei.

JASO (Japanese Automotive Standardazing Organization)

  • motori a 2T: FA/FB/FC/FD in ordine di severità riguardo a potere lubrificante, detergenza, fumosità allo scarico, ostruzione luci di scarico

ISO (International Standardizing Organisation)

Tale specifica si applica solo ai motori a 2T: ISO-L-EGB (uguale a JASO FB) / ISO-L-EGC (uguale a JASO FC) / ISO-L-EGD con test di detergenza severizzati.
TISI (Thai Industrial Standard Institute)
Anche questa specifica vale solo per i motori a 2T: pass/not pass, livello "Low Smoke" equivalente a JASO FC e ISO-L-EGC.   Detto cio'  andando a sintetizzare ognuno  ha la sua ricetta magica " o quantomeno pensa di averla", sono arrivato ad essere convinto che  l'olio vada scelto ed usato con cognizione di causa  ad esempio  con un 130 dr  ha senso usare  un olio come  il motul 710  o 800 ? TECNICAMENTE  NO  basta e avanza un 510  pero' se lo usiamo con la testa ossia a % "minori" di olio ossia  adeguate non avremo problemi di residui ecc .Pariteticamente  come giustamente è stato gia' scritto un'olio da kart su una vespa non ha senso salvo motori " particolari "  ossia non da turismo o per andare a prendere il pane  ,,Ovviamente se abbiamo piu mezzi  cercheremo un'olio buono per tutti ,,ma cio' è probabile ma non certo se ad  esempio abbiamo un mezzo col mix ..che non gradisce un'olio troppo denso  ecc ecc. Chiudo l'olio va' " sentito  " e mi raccomando max attenzione anche alla temperatura esterna e l'altitudine  nonchè se vi viene il rifrullodi usare benzina 100 ottani  aumentare la % di olio di circa 0,2 / 0,3 % rispetto alla miscelazione abituale ! Ultima cosa " mia fisima personale tramandata da diversi vecchi meccanici : possibilmente usare sempre lo stesso olio  su un motore sino a quando non verra' smontato e rifatto , se propio dovete cambiare olio  fatelo con uno con le medesime caratteristiche  ..se usate un minerale o semisintetico   non passate ad  un sintetico !

C. Il livello API TC da shttps://it.wikipedia.org/wiki/JASO   ...dddn An è comunque ritenuto sufficiente per molti Costruttori Eur

JASO (Japanese Automotive Stmotori a 2T: FA/FB/FC/FD in ordine di severità riguardo a potere lubrificante, detergenza, fumosità allo scarico, ostruzione luci di scaricoMB. 

ISO (International Standardizing OrganisationTale specifica si applica solo ai motori a 2T: ISO-L-EGB (uguale a JASO FB) / ISO-L-EGC (uguale a JASO FC) / ISO-L-EGD con test di detergenza severizzati.
TISI (Thai Industrial Standard Institute)
Anche questa specifica vale solo per i motori a 2T: pass/not pass, livello "Low Smoke" equivalente a JASO FC e ISO-L-EGC.

Modificato da FREE TUNING
  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

Sotto 11000 giri castrol power 1 racing al 2.5%.

Motori usati sempre con vasellina cioè riscaldandoli e poi sfondandoli!!

Non costa uno sproposito, non lascia residui. 

 

Modificato da Architito2002
  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

gulf syntrac. ho consumato otto litri d'olio nello scorso anno, tutti o quasi a manetta. pistone e testa immacolati, cuscinetti come nuovi. 102 pinasco alu

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

IL FLASH POINT

PUNTO DI INFIAMMABILITÀ (FLASH POINT) E DI ACCENSIONE

Il punto d’infiammabilità e quello di accensione servono fondamentalmente a determinare le caratteristiche di infiammabilità di un olio.
Il punto di infiammabilità è la temperatura minima alla quale si è liberata dall’olio una quantità di vapori d’olio sufficiente a formare una miscela di vapori e aria che brucia se viene a contatto con una fiamma. La combustione della miscela a questa temperatura ha soltanto una durata istantanea.
La determinazione del punto di infiammabilità consiste essenzialmente nel riscaldare con determinati incrementi costanti l’olio contenuto in un piccolo recipiente chiuso (vaso chiuso, ASTM D 93) o aperto (vaso aperto, ASTM D 92) e nell’avvicinare, ad intervalli di temperatura regolari e determinati, una fiammella alla superficie dell’olio, fino ad ottenere un breve lampeggiamento al momento in cui i vapori emessi dall’olio si infiammano istantaneamente. Il punto di infiammabilità in vaso chiuso è sempre più basso (avviene a temperatura inferiore) di quello in vaso aperto.
Il punto di accensione è la temperatura minima alla quale continuano a liberarsi dall’olio tanti vapori da poter mantenere la combustione (non più istantanea) almeno per cinque secondi. Il punto di accensione di un olio lubrificante è così strettamente collegato con il suo punto di infiammabilità in vaso aperto che in genere non viene neppure determinato. Normalmente per i prodotti commerciali il punto di accensione è più alto di circa 30°C del punto di infiammabilità in vaso aperto.
Il punto di infiammabilità e il punto di accensione non devono essere confusi con la temperatura di autoaccensione che è la temperatura alla quale la combustione avviene spontaneamente senza che vi sia nessuna fonte esterna di innesco.
Prodotti con alto punto di infiammabilità possono avere basse temperature di autoaccensione e viceversa.

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo RTF.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.




×
×
  • Crea nuovo...

Benvenuto su ET3.IT, il Forum delle Vespa da corsa!
Ti auguro buona permanenza su questo sito di veri Appassionati!
Come inizio ti suggerisco di inviare un messaggio di presentazione sul Forum Mugello Park !
Inoltre ti consiglio di richiedere la registrazione su Facebook al gruppo Et3.it - Vespe performanti
Il forum è consultabile anche tramite Tapatalk.
Buona permanenza su ET3.it!