Vai al contenuto
Emanuele Mazzoleni

Tecnica elaborazione vespa e motore 2t

Messaggi consigliati

Ciao a tutti, sempre più appassionato alla vespa e all'elaborazione del 2t apro questa discussione per alimentare la mia sete di conoscenza attraverso domande riguardanti i dubbi e, aimè, l'ignoranza a cui non riesco a dare risposta. 

1. Partendo dall'inizio carburatore: un cilindro piuttosto voluminoso (esempio 130) è possibile che viaggi con un carburatore piuttosto piccolo (16/13/10 che sia)? Il motore dovrebbe andare lo stesso anche se più piano in quanto arriva poca benzina, ma si provocerebbero danni al cilindro così facendo?. 

2.1 Carter: in caso di asportazione della valvola e utilizzo del lamellare, per quale motivo un maggiore traforo creerebbe un miglioramento agli alti regimi e minore buco migliore coppia?. 

2.2 carter: raccordo dei travasi nel caso di aspirazione al cilindro. So che è giusto è meglio, ma per quale motivo? Se la benzina moscela che sia passa direttamente sopra il pistone, perché si lavorano i travasi sotto al cilindro per l'aria, per il terzo travaso?(domanda prossima). 

3. albero motore, domanda prettamente di informazione, esiste un albero corsa 43 con interasse biella maggiore dell'originale? (l'originale misura?). 

4. pistone: come funziona il terzo travaso, quello che sapere dirmi, io so che serve per lubrificare. 

5. Il cilindro. 

5.1 cosa sono i booster e che funzione hanno vantaggi svantaggi. 

5.2 cosa sono le unghiate e che funzione hanno vantaggi e svantaggi. 

5.3 il frontescarico cos'è (un travaso?) come funziona e che e quali vantaggi svantaggi. 

5.4 il Traversino allo scarico quel pilastrino che divide in due a metà lo scarico (giusto?) , che funzione ha e quali i vantaggi svantaggi. 

5.5 lo scarico a w, visto dal cilindro 75hp in alu, funzione vantaggio svantaggio. 

6 misciela. Meglio olio minerale o sintetico? Quale puzza di meno e quale incrosta meno.

7. Delle gomme invernali per acqua e neve? Io monto Michelin s83. 

8. Vorrei montare rilevatore di temperatura gas di scarico, temperatura cilndro e contagiri. Consigli? 

Grazie mille, spero possiate aiutare me e molti altri. 

P.s. Foto sarebbero molto apprezzate per semplificare l'apprendimento 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao

guarda alle tue domande consiglio il libro edito da Feltrinelli "Elaboriamo il 2 tempi" un libro che risponderà a tutte le tue domande 😉 (lo ho anch'io

 

alla domanda numero 1 però due parole le scrivo😉

Il fatto è che un carburatore piccolo, citi il 16/10, è il passo per diminuire le prestazioni rispetto a un diametro più grande

ho provato il 19 sul cilindro 50HP e marma originale special e la differenza in meglio col 16/10 l'ho sentita

Montare per esempio un 16/16 sul 130cc riduci le prestazioni rispetto al 19 (magari in sella non le avverti ma il banco lo sente) e avendo meno diametro quindi facendo passare meno quantità di aria aspirata a parità di fase aspirazione consuma di meno del 19, ma va anche meno

In soldoni il diametro del carburatore deve essere consono alla scelta di chi fa il motore e al uso del motore, sul vespa elaborata però più il carbu è grande, meglio è

  • Like 1
  • Thanks 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

dimenticavo; montare un carburatore piccolo se lo si adegua nei getti non si rischia nulla

Utilizzando però termiche più complesse come gli alluminio con espansione, montare per esempio un SHB 19 non è consigliabile perchè troppo semplicistico come carburatore, meglio i carbu più completi come per esempio i PHBL per arrivare ai carbu S per Sportivi come Vhsb dal 34 in su

carbu grande? siiii 

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si allora il libro l'ho oramai letto 7/8 volte vosto che ho il pdf sul telefono, ma più lo leggo più mi arrivano domande, lo trovo un po posco specifico, solo un approfondimento generale. 

Per il carburatore tutto chiaro. 

Più piccolo meno potente. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

lo scarico a w era un invenzione della polini per poter aumentare appunto la luce di scarico senza che le fasce si piantassero dentro nel movimento ,una gran bella invenzione poi abbandonata ,ma andavano forte soprattutto su motori am6 ,diciamo poi surclassata dallo scarico con traversino prima (sempre lo stesso concetto )e dai boster successivamente ...

100_1014.JPG

 

Modificato da claudio7099

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, Emanuele Mazzoleni ha scritto:

esiste un albero corsa 43 con interasse biella maggiore dell'originale? (l'originale misura?). 

l'interasse originale del corsa 43 misura 87mm.

Esiste, o per lo meno esisteva, un albero Drt con biella 90

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, claudio7099 ha scritto:

lo scarico a w era un invenzione della polini per poter aumentare appunto la luce di scarico senza che le fasce si piantassero dentro nel movimento ,una gran bella invenzione poi abbandonata ,ma andavano forte soprattutto su motori am6 ,diciamo poi surclassata dallo scarico con traversino prima (sempre lo stesso concetto )e dai boster successivamente ...

100_1014.JPG

 

Certo un'area maggiore (quindi maggiore potenza) con una superficie che non spacchi le fascette, Traversino ho presente come è ma i booster come sono fatti? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, Emanuele Mazzoleni ha scritto:

2.2 carter: raccordo dei travasi nel caso di aspirazione al cilindro. So che è giusto è meglio, ma per quale motivo? Se la benzina moscela che sia passa direttamente sopra il pistone, perché si lavorano i travasi sotto al cilindro per l'aria, per il terzo travaso?(domanda prossima).

Cerco di rispondere io: la miscela non passa direttamente dal foro sul cielo del cilindro ma scende nel carter e risale per i travasi fino a raggiungere la fase di scoppio.

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, filipporace ha scritto:

l'interasse originale del corsa 43 misura 87mm.

Esiste, o per lo meno esisteva, un albero Drt con biella 90

Mi sa più esisteva, non la trovo 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, FREE TUNING ha scritto:

Lo cercavo in corsa 43 originale, biella più lunga

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Basta comprare una biella nuova e farlo reimbiellare in rettifica ,io è anni che lo faccio

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo RTF.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.




×
×
  • Crea nuovo...

Benvenuto su ET3.IT, il Forum delle Vespa da corsa!
Ti auguro buona permanenza su questo sito di veri Appassionati!
Come inizio ti suggerisco di inviare un messaggio di presentazione sul Forum Mugello Park !
Inoltre ti consiglio di richiedere la registrazione su Facebook al gruppo Et3.it - Vespe performanti
Il forum è consultabile anche tramite Tapatalk.
Buona permanenza su ET3.it!