Vai al contenuto
mikele0417

La forma dell'albero: lamellare al Carter

Messaggi consigliati

Inviata (modificato)

Salve a tutti, apro questa discussione perché vorrei pareri su che tipo di albero motore montare su un motore con aspirazione al lamellare al Carter. Il cilindro è un 130 polini un po' ritoccato. La scelta è tra : albero a spalle piene, albero anticipato,oppure ho visto in giro molti che prendono uno spalle piene e tagliano la spalla lato frizione in modo da migliorare il passaggio di fluidi che entrano dal pacco lamellare quando il pistone si trova al punto morto inferiore. La mia scelta è ricaduta su un albero anticipato pinasco che già ho in corsa 51 anche se non vorrei, oppure comprare un bgm (molto economico) in corsa 53 lasciandolo di scatola o facendo questo lavoretto di cui vi parlavo sulla spalla. La mia domanda è : sarebbe una buona mossa modificare l'albero motore in questo modo? Se si, in che modo dovrei prendere le misure per il taglio? 

Modificato da mikele0417

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

il bgm è solo corsa 54 ,magari lo facessero in 53

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un anticipato ti lascia una buona area di passaggio come dicevi anche tu, un buon compromesso sarebbe anticipato lato valvola ma con spalla lato volano piena per non togliere troppo volume, da ribilanciare poi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Monta il nuovo albero Polini e ehm.....fregatene del volume che se deve andar forte ci va lo stesso...sta storia dei volumi fa solo che impazzire...l'anticipato ignorante su motori non spinti o elaborati non esasperati va benissimo che non ha molta massa

  • Haha 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, claudio7099 ha scritto:

il bgm è solo corsa 54 ,magari lo facessero in 53

Potrei provare anche questo in corsa 54, ma tutto sta la, non vorrei montare un albero a pera fabbri o falc perché costano troppo. Cercavo una soluzione più facile e quella dello spalle piene tagliato sembrava una buona soluzione per lasciare un po' di peso all'albero. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

questo ha misure ets quindi ci và un seiger per spessorare il cuscinetto e il paraolio apposta per poterlo montare su carter non ets https://www.ebay.it/itm/8695-ALBERO-MOTORE-BGM-PRO-RACING-CORSA-54-BIELLA-105-VESPA-125-PK-XL-ETS/132034033186?hash=item1ebdd77622:g:atcAAOSwux5YUHQz

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, albe dm ha scritto:

Monta il nuovo albero Polini e ehm.....fregatene del volume che se deve andar forte ci va lo stesso...sta storia dei volumi fa solo che impazzire...l'anticipato ignorante su motori non spinti o elaborati non esasperati va benissimo che non ha molta massa

sai che sono quasi d'accordo? 

Su quello che é volume utile c'è una confusione totale.  Spesso si confonde "passaggio" in alcuni momenti nell'aspirazione, con "più c'è spazio" più entra miscela.    

In uno dei tratti più importanti dell'aspiraziine lamellare al carter pompa( il pmi in fase di ascesa del pistone) abbiamo quali situazioni scegliando un'albero spalle piene o dedicato al valvola?

Situazioni pressoché identiche, ambedue impediscono il passaggio nella sezione ex valvola che per essere vantaggiosa dovrebbe poter comunicare il più possibile con i travasi.( il frontescarico perché lo si tiene piu basso?😉), anzi il dedicato al valvola lo occlude ancor di più per la conformazione della spalla, larga più di un volani tondi.    

L'erogazione ignorante,, a mio avviso, é solo la differenza che si sente nell'entrata in coppia.   Con un'albero valvola la senti marcata rispetto alla resa ai bassi medio regimi, quasi una scarpata nel sedere. Avendo un'equilibrio migliore, ai tutti i regimi ,un'albero volani tondi questa differenza tra bassi e alti regimi la senti meno marcata,e da qui il motore meno ignorante.    Da li la frase " tanto se deve andar forte..." 

 GLI alberi a volani tondi, ma con profilo della spalla scavato i migliori compromessi.  Vibrano poco, e hanno tutto il passaggio che vuoi( non volume negativo).     Almeno secondo me, se vuoi volume monti uno spalle 85...cosi hai il volume, se cerchi un effetto ram jet sui tagliati mi spiegate poi come si ottiene lo "schiocco" che é ottenibile solo se la somma delle velocità dei due flussi raggiunge il doppio della velocità del suono.

Sono mie impressioni o trovate delle analogie?

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, filipporace ha scritto:

sai che sono quasi d'accordo? 

Su quello che é volume utile c'è una confusione totale.  Spesso si confonde "passaggio" in alcuni momenti nell'aspirazione, con "più c'è spazio" più entra miscela.    

In uno dei tratti più importanti dell'aspiraziine lamellare al carter pompa( il pmi in fase di ascesa del pistone) abbiamo quali situazioni scegliando un'albero spalle piene o dedicato al valvola?

Situazioni pressoché identiche, ambedue impediscono il passaggio nella sezione ex valvola che per essere vantaggiosa dovrebbe poter comunicare il più possibile con i travasi.( il frontescarico perché lo si tiene piu basso?😉), anzi il dedicato al valvola lo occlude ancor di più per la conformazione della spalla, larga più di un volani tondi.    

L'erogazione ignorante,, a mio avviso, é solo la differenza che si sente nell'entrata in coppia.   Con un'albero valvola la senti marcata rispetto alla resa ai bassi medio regimi, quasi una scarpata nel sedere. Avendo un'equilibrio migliore, ai tutti i regimi ,un'albero volani tondi questa differenza tra bassi e alti regimi la senti meno marcata,e da qui il motore meno ignorante.    Da li la frase " tanto se deve andar forte..." 

 GLI alberi a volani tondi, ma con profilo della spalla scavato i migliori compromessi.  Vibrano poco, e hanno tutto il passaggio che vuoi( non volume negativo).     Almeno secondo me, se vuoi volume monti uno spalle 85...cosi hai il volume, se cerchi un effetto ram jet sui tagliati mi spiegate poi come si ottiene lo "schiocco" che é ottenibile solo se la somma delle velocità dei due flussi raggiunge il doppio della velocità del suono.

Sono mie impressioni o trovate delle analogie?

Trovo un'analogia su quello che dici riguardo alla comunicazione diretta ai travasi. Cioè, molti dicono proprio di far comunicare direttamente il flusso che viene dal lamellare con il cilindro, rendendolo più diretto possibile con il terzo travaso (per chi lo apre). Quindi stessa cosa qui, tutto dipende maggiormente da come si indirizzano i flussi. 

Quindi per l'albero alla fine direi di mettere uno spalle piene bgm, che costa anche poco, per quanto riguarda la valvola credo di più alla teoria di indirizzare il flusso verso l'alto e solo verso l'alto. Ci sono invece molti che dicono di allargare la valvola verso il centro dell'albero, ma quindi a chi dovrei credere? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, mikele0417 ha scritto:

Trovo un'analogia su quello che dici riguardo alla comunicazione diretta ai travasi. Cioè, molti dicono proprio di far comunicare direttamente il flusso che viene dal lamellare con il cilindro, rendendolo più diretto possibile con il terzo travaso (per chi lo apre). Quindi stessa cosa qui, tutto dipende maggiormente da come si indirizzano i flussi. 

Quindi per l'albero alla fine direi di mettere uno spalle piene bgm, che costa anche poco, per quanto riguarda la valvola credo di più alla teoria di indirizzare il flusso verso l'alto e solo verso l'alto. Ci sono invece molti che dicono di allargare la valvola verso il centro dell'albero, ma quindi a chi dovrei credere? 

a chi dice che il flusso vá centrato il più possibile, senza ombra di dubbio.   Certo é che sono lavorazioni meno facili del sempluce alzare e rimuovere la ex valvola.   Se si riece a fare entrambe le cose sarebbe l'ideale cioe portare più al centro e più sotto alla termica possibile.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

in queste considerazioni dobbiamo tenere presente che la miscela non và direttamente nei travasi dal pacco lamellare come viene facile pensare ,se no andiamo contro il funzionamento di un 2tempi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, filipporace ha scritto:

sai che sono quasi d'accordo? 

Su quello che é volume utile c'è una confusione totale.  Spesso si confonde "passaggio" in alcuni momenti nell'aspirazione, con "più c'è spazio" più entra miscela.    

In uno dei tratti più importanti dell'aspiraziine lamellare al carter pompa( il pmi in fase di ascesa del pistone) abbiamo quali situazioni scegliando un'albero spalle piene o dedicato al valvola?

Situazioni pressoché identiche, ambedue impediscono il passaggio nella sezione ex valvola che per essere vantaggiosa dovrebbe poter comunicare il più possibile con i travasi.( il frontescarico perché lo si tiene piu basso?😉), anzi il dedicato al valvola lo occlude ancor di più per la conformazione della spalla, larga più di un volani tondi.    

L'erogazione ignorante,, a mio avviso, é solo la differenza che si sente nell'entrata in coppia.   Con un'albero valvola la senti marcata rispetto alla resa ai bassi medio regimi, quasi una scarpata nel sedere. Avendo un'equilibrio migliore, ai tutti i regimi ,un'albero volani tondi questa differenza tra bassi e alti regimi la senti meno marcata,e da qui il motore meno ignorante.    Da li la frase " tanto se deve andar forte..." 

Esatto...aggiungo il peso dell'albero anticipato, il poco peso lo rende ignorante mentre lo spalle piene ridistribuisce la dinamica di rotazione dei volantini a circa parità di peso con l'anticipato

La sfida potrebbe essere che montando questo nuovo albero Polini abbia un peso diciamo nella media ma una distribuzione della bilanciatura (e visivamente pare la abbia) molto diversa che dà una erogazione simile/uguale a uno spalle piene dello stesso peso ma con "più passaggio" (virgolettato perchè come dici se uno centra l'aspirazione....

 

 

16 ore fa, filipporace ha scritto:

 GLI alberi a volani tondi, ma con profilo della spalla scavato i migliori compromessi.  Vibrano poco, e hanno tutto il passaggio che vuoi( non volume negativo).     Almeno secondo me, se vuoi volume monti uno spalle 85...cosi hai il volume, se cerchi un effetto ram jet sui tagliati mi spiegate poi come si ottiene lo "schiocco" che é ottenibile solo se la somma delle velocità dei due flussi raggiunge il doppio della velocità del suono.

Sono mie impressioni o trovate delle analogie?

L'albero eco falc secondo me è il best.....lo schiocco è il risultato del poco peso dell'anticipato e la sua distribuzione tramite i volantini diseguali con una bilanciatura generica

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo RTF.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.




×
×
  • Crea nuovo...

Benvenuto su ET3.IT, il Forum delle Vespa da corsa!
Ti auguro buona permanenza su questo sito di veri Appassionati!
Come inizio ti suggerisco di inviare un messaggio di presentazione sul Forum Mugello Park !
Inoltre ti consiglio di richiedere la registrazione su Facebook al gruppo Et3.it - Vespe performanti
Il forum è consultabile anche tramite Tapatalk.
Buona permanenza su ET3.it!