Progetto vespa corsa media
4 4

15 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

Salve a tutti, seguo da un po' il forum ma in vista della bella stagione (se arriverà mai..) volevo portare a termine un progetto chiedendo prima pareri generali a chi sicuramente di vespe ne capisce più di me.

L'idea di base è quella di avere un motore sprintoso e divertente che mi permetta di fare dei giretti di 50/70 km in tranquillità con una velocità di crociera accettabile. Il più delle volte da solo , ma spesso con zavorrina dietro.

La mia attuale configurazione è la seguente:

50 special 4 marce con 

102 polini p&p 

Proma

Aspirazione a valvola

19.19 dell'orto 

Pignoncino z17 su rapporti originali 

La cosa che mi turba di più in questa configurazione è la rapportatura veramente troppo corta.. ora visto che cambiando pignone e mettendo ruote 90 90 10 ho allungato veramente poco i rapporti (velocità massima raggiunta 76 kmh di gps) , l'intenzione mia era di cambiare campana.. ma visto che mi ritroverò il motore aperto modello cozza , tanto vale spendere qualcosa in più e fare qualche altro lavoretto.

L'idea di base è questa:

Albero drt in corsa 47 o 45 mantenendo il 102 polini che è stato appena rodato

24/72 DD per poi giocare con i pignoncini

19.19 dell'orto 

Cambiare la proma con una espansioncina (silent o la copia VMC) -- Qui sono bene accetti consigli

Raccordare i travasi con il carter

I dubbi che mi sorgono sono: Necessito di quarta corta? Per mettere l'albero in c45 o 47 quali sono gli accorgimenti da prendere oltre al basettare in basso e spianare in alto per avere uno squish corretto? 

Considerate che non sono un mago dei fresini e quindi non vorrei avventurarmi in lavorazioni troppo complicate per quanto riguarda il cilindro. 

Grazie in anticipo!! 

 

 

 

 

Modificato da Giraffasonica
Il telefono è una zappa in grammatica.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

se non sei un mago del fresino corsa 45 ,mi pare che drt dia insieme già la guarnizione in rame da mettere tra testa e cilindro ,quindi è quasi un plug & play 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

proprio per non avventurarti in lavoraziini al cilindro io manterrei la corsa 43. Carter raccordati e valvola allungata abbinata ad un albero anticipato.  Ruota dentata 4a z48 o z49 per avere una 4a più vicina alla 3a. 24/72 con pignone da 25 e k2 pyper mdm che é molto coppiosa ed economica, anche vmc simil silent va benissimo.  Ulteriormente migliorabile senza riaprire passando ad un carburatore 24 ed eventuale accensione idm da 1kg circa

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, filipporace ha scritto:

proprio per non avventurarti in lavoraziini al cilindro io manterrei la corsa 43. Carter raccordati e valvola allungata abbinata ad un albero anticipato.  Ruota dentata 4a z48 o z49 per avere una 4a più vicina alla 3a. 24/72 con pignone da 25 e k2 pyper mdm che é molto coppiosa ed economica, anche vmc simil silent va benissimo.  Ulteriormente migliorabile senza riaprire passando ad un carburatore 24 ed eventuale accensione idm da 1kg circa

Riesco ad ottenere una fase di scarico ideale ad un'espansione senza necessariamente cambiare la corsa dell'albero? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, Giraffasonica ha scritto:

Riesco ad ottenere una fase di scarico ideale ad un'espansione senza necessariamente cambiare la corsa dell'albero? 

Certo.    IL ghisino ha già una fase ideale per una mdm k2 pyper

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, claudio7099 ha scritto:

se non sei un mago del fresino corsa 45 ,mi pare che drt dia insieme già la guarnizione in rame da mettere tra testa e cilindro ,quindi è quasi un plug & play 

Confermo, DRT fornisce sia la basetta in alluminio sia quella in rame. Appunto è "quasi" plug and play. In c45 non sono sicuro, ma in c47 occorre aggiustare un po' la fase di scarico. Io ho preso uno spalle piene in c47, messo una basetta sotto e sistemato la fase di scarico.

Buon Lavoro

Massi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
54 minuti fa, filipporace ha scritto:

Certo.    IL ghisino ha già una fase ideale per una mdm k2 pyper

 

53 minuti fa, massimiliano.lemura ha scritto:

Confermo, DRT fornisce sia la basetta in alluminio sia quella in rame. Appunto è "quasi" plug and play. In c45 non sono sicuro, ma in c47 occorre aggiustare un po' la fase di scarico. Io ho preso uno spalle piene in c47, messo una basetta sotto e sistemato la fase di scarico.

Buon Lavoro

Massi

Quindi per fare un riassunto:

posso montare un albero anticipato in corsa 45 con la sua basetta quasi p&p 

Campana 24 72 con ingranaggio 4a corta e pignone 25

Ed eventualmente passare dalla proma ad una VMC tipo silent, che se non sbaglio dovrebbe essere questa: https://www.10pollici.com/it/homepage/vespa-classica/motore/marmitte/smallframe/espansione-racing-vmc-vespa-50-90-125-et3-primavera.1.1.44.gp.3613.uw

 

(la mdm mi lascia qualche dubbio in quanto ne vedo molte in vendita sull'usato)

Grazie mille per le risposte comunque :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La mdm ti lascia perplesso perché viene venduta come marmitta universale...va bene per tutto dicono dal 75 al 130, purtroppo non é cosi.

Se lo fai in corsa 45 devi poi adeguare l'altezza di scarico perché aumentando la corsa il differenziale si accorcia e se non adatti la fase di scarico ti salta fuori un motore che é una ciofeca. Credo sia quello che si intenda per " quasi" p&p.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, filipporace ha scritto:

La mdm ti lascia perplesso perché viene venduta come marmitta universale...va bene per tutto dicono dal 75 al 130, purtroppo non é cosi.

Se lo fai in corsa 45 devi poi adeguare l'altezza di scarico perché aumentando la corsa il differenziale si accorcia e se non adatti la fase di scarico ti salta fuori un motore che é una ciofeca. Credo sia quello che si intenda per " quasi" p&p.

Allora mi armero' di tanta pazienza, un po'di studio, un paio di birre e il fresino andrà da solo  :') 

  • Haha 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se non ti senti sicuro con la fresa puoi lavorare lo scarico usando una lima tonda per affilare le catene delle motoseghe che sulla luce di scarico ci puoi arrivare bene sia lateralmente che ad alzare, che poi sulla ghisa tagliano in maniera fantastica.

Così con calma ti viene anche bello simmetrico e non rischi di andare troppo oltre, ricorda di curare le bave di limatura dentro la canna a fine lavoro

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Oggi nel tempo libero sono riuscito a smontare il blocco motore della vespetta e ho cominciato a prendere la prime misure. Due cose mi sono balzate agli occhi:

Il pistone al PMI scopre completamente la luce di scarico , il che per un cilindro p&p dovrebbe essere cosa buona e rara

Le fasi con albero originale piaggio sono uscite 162 scarico 120 travasi principali e 110 fronte scarico.

Questo benedetto 162 per un polini spulciando a destra e sinistra per il forum mi risulta un po' bassino.. possibile che abbia sbagliato a misurare?

Intanto in arrivo ho i seguenti pezzi:

24/72 Drt

VMC tipo silent che dovrebbe lavorare sulle 185 di scarico come la sua sorellastra fatta da massimo.

Cluster quarta corta Drt

Un kit revisione motore visto che non viene aperto da quando mamma piaggio l'ha tirata fuori dal salone.

Poi ho contattato Denis per quanto riguarda l'albero in corsa 4x ma ancora non ne ha disponibili e tocca aspettare giugno. Su un sito ho trovato invece l'albero anticipato in corsa 45. Facendo due calcoli con l'albero in corsa 45 le fasi si alzerebbero di una decina di gradi portandole a 172/130.. il dubbio che mi viene è che avendo la luce di scarico già completamente scoperta in corsa 43 passando in corsa 45 sia necessario lavorare di fresa per abbassarle a filo pistone (forse mi sto facendo dei film io) . Poi successivamente lavorare lo scarico alzandolo di una decina di gradi per arrivare ai fatidici 182/185.

Per il discorso fresa sto facendo pratica su un 102 dr bello cotto e non mi sto trovando poi tanto male..

Domanda ignorante : come si misura la larghezza cordale?

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il mio 102 pinasco, in corsa 43, usciva con 110 di travaso e 170 di scarico (grado più, grado meno); magari prova a misurare di nuovo (fissa bene il cilindro con una guarnizione sotto e i dadi stretti sui prigionieri). Non conosco il tuo polini ma mi sembra molto molto strano che abbia fasi così strane.

Per la larghezza cordale, se non ricordo male: metti la testa del pistone in corrispondenza della luce di scarico, nel punto della sua massima larghezza e fai due segni sul cielo del pistone con un pennarello o una matita in corrispondenza dell'apertura massima della luce. Traccia il segmento dal punto A al punto B. La lunghezza di quel segmento è la tua misura cordale, normalmente non dovrebbe essere maggiore del 65% del diametro dell'interno canna del cilindro. Non so se sono riuscito a spiegarmi, forse me so ingarbugliato con i termini, aspetta conferma da qualcuno più competente di me :-)

 

ciao

Massi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Allora allora allora, mi sono rimesso con calma a misurare le fasi, ho sistemato un po' meglio io goniometro stampato e sono uscite le seguenti:

163/4 di scarico

113 travasi principali

100 fronte scarico 

Squish 2mm  e misurando con un compasso lo scarico è sui 29/30 mm , quindi con 2mm a lato da poter asportare con tranquillità..

Segue il seguente ragionamento:

Mettendo sto benedetto drt c45 con la sua basetta da 1mm le fasi aumenterebbero di una decina dei gradi o poco più.. quindi: 

173/5 scarico

123/5 travasi 

La VMC lavora sulle 180/5 di scarico e 125 di travaso, di conseguenza mi basterebbe pelare quel millimetro e mezzo in altezza per arrivare a fasi ottimali e mantenere i travasi giusti. Per lo squish si misurerà quando arriverà l'albero

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si, in sostanza l'idea è quella di arrivare alla misura desiderata sui travasi con le basette di vario spessore, successivamente va adeguata la luce di scarico con il fresino, io mi manterrei su un differenziale travaso/scarico di 60-65 gradi massimo. In ogni caso aspetta che ti arrivi l'albero e misura per bene. Io mi sono fresato due vecchi cuscinetti di banco per il falso montaggio dell'albero sui carter così da avere le quote le più corrette posssibili, so che vendono dei finti cuscinetti, credo di gomma o plastica, altrimenti si possono fare con una stampante 3d :-D 

 

Ciao

Massi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Raggiunta oggi fase di stallo, non ho l'estrattore per il volano e non posso aprire il blocco motore... quindi mi sono deciso a pulire semplicemente i blocco togliendo tutto lo sporco che riuscivo a togliere..

In compenso mi sono rimesso sul vecchio dr per fare delle simulazioni con il dremel e credo di non andare nemmeno troppo male.
vi lascio delle foto così da potermi dare alcuni suggerimenti prima di fresare in "bella".

Premetto che sono andato senza miurare fasi, ho semplicemente alzato scarico di 1 millimetrino e allargato per passare dalla forma quadrata ad una forma quasi ovale, più precisamente da 28mm a 32mm. Poi ho provato a dare una mezza lucidata.

IMG-20190523-WA0001.jpeg

IMG-20190524-WA0040.jpeg

IMG-20190507-WA0020.jpeg

IMG_20190525_194604.jpg

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
4 4