Condensatore .33 uf
4 4

27 messaggi in questa discussione

Ciao a tutti questa sera ho provato a mettere un condensatore da .33 a 305v in negozio non ne avevano di più grossi secondo voi è affidabile o dura poco ..allego foto , per Internet ne ho trovati da 1600v sono troppi oppure è meglio ?

IMG_20180306_205855.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ho visto che si può benissimo tirare fuori i fili e metterlo esterno , ma da 1600 v è meglio o c'è un limite 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

prova ,quelli da 300 volt li trovi in tutti i trapanini ,flessibili,ecc..è lo stesso ..........se esplode non va bene ,diciamo che sopra i 600 volt dovrebbe andare

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si si ma lo monto già uno da 305 v volevo montare uno da 1600v e sapere se è troppo alto di voltaggio o migliore

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti, mi associo a questa discussione:

a termine di paragone quale tra i seguenti (0.33uF - 630 Volt)  andrebbe meglio?

1) passo 15mm

0-33UF-Pitch-15MM-630V-334J-330NF-CBB-Polypropylene-film-capacitor

 

2) passo 20mm

0-33uF-330nF-P20-Metallized-Polypropylene-Film-Capacitor

 

3) TRE

330nf-0-33uf-334-630v-new-fever-audio-film-capacitors

 

4) QUATTRO

0-33UF-630V-333-P22-5MM

 

5) CINQUE

Polipropilene-Metallizzato-Film-Capacitor-0-33-uF-630-V

 

qualche euro, un mese esatto di attesa e via!

altro piccolo/grande quesito: aumentando o diminuendo i Farad che effetto si ottiene?

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Signori.    ...parto dal presupposto che tutti,nella discussione,sappiate: cos'è e a cosa serve un condensatore.    Partendo dal fondo

5 ore fa, *VINCE* ha scritto:

aumentando o diminuendo i Farad che effetto si ottiene?

Farad=unità di misura che definisce  la capacita elettrica. 

Questa proprietà, del condensatore appunto (F),si riassume nel RAPPORTO che c'è tra la tensione elettrica fornita , e quella applicata.    Per farla facile(se no mi dicono che vado a leggere su qualche libro)      pensando appunto a queste due semplici nozioni,mi sento di dire un paio di cose:  su un ipotetico circuito da 600v non serve a nulla applicare un condensatore da 1000v se non adeguatamente alimentato. Viene meno appunto la regola matematica sopra descritta.  

Con alimentazione adeguata invece; c'è la possibilità di variare questa capacita del condensatore variando appunto il componente (specifiche).   

La conseguenza del variare questa 'capacità ' diciamo.....mi porterebbe a scrivere un paio di pagine! 

Cordiali saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Emmmm, scusate se mi permetto ma i volt di specifica del condensatore sono solo quelli che può sopportare prima di esplodere, solitamente si sceglie la tensione di funzionamento in base a quello che serve, se il picco in un sistema alternato (come il circuito di scintilla della vespa a puntine) non   supera 200v si sceglie un condensatore da almeno il 25% in più quindi ritornando al discorso vespa, se usi un 300vac (non vcc) il condensatore va bene e non muore (se lo metti da 1600vac non cambia niente funziona bene lo stesso, è solo più grande di dimensione) , lo puoi mettere o nello statore o fuori, non fa differenza (ovvio non metterlo nel manubrio) io uso quelli in poliestere, che consiglio vivamente, durano 1000 volte di più rispetto agli originali e 1000 volte più affidabili  :-D

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Essenzialmente un condensatore é simile a una batteria che si carica e scarica, la sua capacità più è alta e più è in grado di accumulare corrente, ma ci metterà più tempo a caricarsi, per quello si dimensionamento in base al tipo circuito

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 7/3/2018 in 12:45 , claudio7099 ha scritto:

il voltaggio scritto sopra indica la massima corrente consentita ,più è alto meglio è ,ma esiste 1600 volt

Abominio

Qua non si sa nemmeno cosa sia tensione e corrente

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 7/3/2018 in 13:00 , Guio76 ha scritto:

Se non confondo il voltaggio questi mi sembrano da 1600v allego foto

Screenshot_20180306-220202.png

Occhio che questi non sono 330nf ma 33nf (da descrizione di ebay) 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, The Armageddon ha scritto:

Abominio

Qua non si sa nemmeno cosa sia tensione e corrente

guarda che è la stessa cosa ,la tensione(1000 volt) e la corrente(1000 volt) "detta così",poi se dobbiamo entrare nello specifico e nelle leggi di ohm è un altro discorso ,ma non mi pare il caso per un condensatore 

quando ti chiama un cliente e ti dice "sono senza corrente a casa ",non si riferisce all'intensità della corrente

dalle prove fatte sul mondo moped con i condensatori in poliestere da 330 volt ti posso dire che vanno si e no ,alcuni fanno intere gare di durata ,altri 15min

Modificato da claudio7099

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
25 minuti fa, claudio7099 ha scritto:

guarda che è la stessa cosa ,la tensione(1000 volt) e la corrente(1000 volt) "detta così",poi se dobbiamo entrare nello specifico e nelle leggi di ohm è un altro discorso ,ma non mi pare il caso per un condensatore 

quando ti chiama un cliente e ti dice "sono senza corrente a casa ",non si riferisce all'intensità della corrente

dalle prove fatte sul mondo moped con i condensatori in poliestere da 330 volt ti posso dire che vanno si e no ,alcuni fanno intere gare di durata ,altri 15min

Senti Claudio, se mi dici che tensione è corrente sono la stessa cosa vengo li e ti fucilio all'istante, tensione (volt) corrente (ampere) la prima misura é differenza di potenziale,  la seconda misura é la quantità di elettroni che passano all'interno di un conduttore. 

Immagina una cascata, i volt indicano l'altezza, gli ampere la portata, possono essere la stessa cosa? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

guarda che lo so ,ma riferito a un condensatore dove trovi l'indicazione degli ah o degli ohm ,credo in nessuno 

si parla solo di volt e di farad

non sono la stessa cosa ,ma è molto in uso per farsi capire non entrando nel tecnico che per un condensatore da 10 cent non mi sembra il caso

300 volt si brucia ,lo butto nel cestino e passo a 600 volt ,sono al limite con il calore generato dura qualche mese ,pazienza lo butto nel cestino passo a 1000 ,e non si brucia più ,in totale ho speso forse 1 euro

Modificato da claudio7099

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 ore fa, filipporace ha scritto:

Ciao Signori.    ...parto dal presupposto che tutti,nella discussione,sappiate: cos'è e a cosa serve un condensatore.    Partendo dal fondo

Farad=unità di misura che definisce  la capacita elettrica. 

Questa proprietà, del condensatore appunto (F),si riassume nel RAPPORTO che c'è tra la tensione elettrica fornita , e quella applicata.    Per farla facile(se no mi dicono che vado a leggere su qualche libro)      pensando appunto a queste due semplici nozioni,mi sento di dire un paio di cose:  su un ipotetico circuito da 600v non serve a nulla applicare un condensatore da 1000v se non adeguatamente alimentato. Viene meno appunto la regola matematica sopra descritta.  

Con alimentazione adeguata invece; c'è la possibilità di variare questa capacita del condensatore variando appunto il componente (specifiche).   

La conseguenza del variare questa 'capacità ' diciamo.....mi porterebbe a scrivere un paio di pagine! 

Cordiali saluti

Ciao Filipporace, per le nozioni di elettronica e dintorni ognuno è libero di consultare o meno libri, web ed altre fonti.

Senza offesa per nessuno in particolare, la mia era una curiosità: mantenendomi comunque alto (tollerante) come voltaggio (condensatore da almeno 630v) che  cambiamenti potrò notare sul motore aumentando o diminuendo i farad del citato componente?

Qualcuno ha avuto esperienze in merito?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

si ,visto che il condensatore si carica (è il suo lavoro)per poi liberare tutto il suo potenziale quando scocca la scintilla (le puntine si aprono),di solito cambiando il suo valore si avverte un certo anticipo o ritardo ,questo su vespa non serve quasi a nulla visto che si può regolare lo statore ,in altri ambiti (tipo ciao,bravo,si,ecc..)aiuta l'anticipo ora non so di preciso se aumentando i farad aumenta o posticipa e viceversa ,devo andarmi a leggere le prove che avevo fatto alcuni anni fa ,ho anche eliminato puntine e condensatore utilizzando il modulo atom (modulino per motoseghe)e ho scoperto anche cosa fà da riferimento per la scintilla 

potrebbe su vespa aiutare il potere della scintilla ,io ho montato quelli drt e devo dire che non sbagliano uno scoppio

Modificato da claudio7099
  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, *VINCE* ha scritto:

Ciao Filipporace, per le nozioni di elettronica e dintorni ognuno è libero di consultare o meno libri, web ed altre fonti.

Senza offesa per nessuno in particolare, la mia era una curiosità: mantenendomi comunque alto (tollerante) come voltaggio (condensatore da almeno 630v) che  cambiamenti potrò notare sul motore aumentando o diminuendo i farad del citato componente?

Qualcuno ha avuto esperienze in merito?

Mmmh🤔 infatti non ho ancora capito a cosa serve il condensatore. 

Per ora: la dicitura(es) 630v o vdcw o vdc......tensione di lavoro comunque indicata. È il valore massimo di differenza potenziale che il componente supporta.   chi dice prima 200 poi 300 poi 1600 ok. Se sottodimensionati si "svampano" proprio perche la tensione applicata è troppo elevata rispetto al valore fornito dal componente.

Non mi sembra di aver letto a cosa serve questo componente:....ho intravisto pile,cascate in piena,scintille!! 

In un circuito,quale è il tuo, il condensatore funge da: elemento di caduta(prime fasi di accensione e minimo regime) elemento di mantenimento (regimi medi) e deve fare anche da elemento di interruzzione quando la tensione in entrata è sufficente senza differenziarne la fase(alti regimi) .     Indi per cui: trovato un componente adeguato,alla tensione applicata; nel modificare la capacità (farad) di cui parli ,andrai appunto a variare le suddette fasi  preposte al condensatore: che ripeto essere Caduta,mantenimento,interruzione.   Saranno importanti con un condensatore più "capacitativo" adeguare(nel tuo motore) anticipo e grado termico candela oltre a cavetteria varia.     

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
4 4