Preparare un motore formula Endurance
10 10

140 messaggi in questa discussione

Visto che sto preparando un motore smallframe formula endurance ho pensato di fare questo post per condividere tutte le lavorazioni, secondo quella che è la nostra visione dell'elaborazione:
 

 

  • Like 5

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ecaspita cioè non puoi tagliarmi un albero spalle piene così....cambi anche la bilanciatura, ci hai pensato? e resta lo sbilancio dei volantini non uniformi

poi se si decide di creare un blocco small lamellare al carter c'è da aprire il foro immissione proiettandolo verso il centro dell'albero, cose fattibilissime

la lavorazione dell'albero spalle piene non la condivido proprio, ma siamo impazziti....una parte in rotazione come l'albero tagliuzzato a salame? no Damiano dai...

con tutto il rispetto

  • Like 2
  • Thanks 1
  • Confused 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, tecnofalc albedm ha scritto:

ecaspita cioè non puoi tagliarmi un albero spalle piene così....cambi anche la bilanciatura, ci hai pensato? e resta lo sbilancio dei volantini non uniformi

poi se si decide di creare un blocco small lamellare al carter c'è da aprire il foro immissione proiettandolo verso il centro dell'albero, cose fattibilissime

la lavorazione dell'albero spalle piene non la condivido proprio, ma siamo impazziti....una parte in rotazione come l'albero tagliuzzato a salame? no Damiano dai...

con tutto il rispetto

certo che lo so che cambia la bilanciatura ma è un dato che non prendo in considerazione sia perché non posso variarla e sia perché quella di partenza non è sicuramente quella perfetta, in realtà in quel modo è un po come avere un albero a pera, con il vantaggio di avere un solo volantino che frena la rotazione dell'albero. Il baricentro di ogni volantino è posto sempre a 180° rispetto al centro dello spinotto, l'unica variante è che in quello tagliato è più distante rispetto al centro dell'albero.

Lavorando l'albero in questo modo i vantaggi superano di gran lunga gli svantaggi e anche se non la condividi ti è assicuro che è la soluzione che permette di ottenere più potenza con un lamellare al carter in posizione convenzionale (senza tungsteno). Nella terza parte mostrerò le lavorazioni sul carter.

Modificato da Damiano_W1R
  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Seguo incuriosito.    Ok per i vantaggi che apporta" tenere aperto" con pistone al pmi....non del 10%, ma ha i suoi vantaggi sul lavaggio applicando aspirazioni lamellari al carter.

Spero accetti una critica....purtroppo non sono concorde su come hai trattato l'albero.     Fai un motore da endurance se ho ben capito.  Difficile adesso ribilanciare l'albero che vedo come danno,e non profitto.   Forse raggiungere una buona zona di passaggio poteva essere rivisitando le spalle ed adeguandole per : differenza di spessori......questo non vuol dire che tu non abbia ragione ovvio,ma ho difficoltà nel capire quali vantaggi apporta una lavorazione del genere.   Ciao,buon lavoro

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
31 minuti fa, lucio69 ha scritto:

Cioè? Cosa non ti quadra?

Bastava comprare un albero con spalle 83, e senza tagliare niente, passava la stessa quantità di benzina. 

Altrimenti un bel albero per valvola, con spalla lato volano piena, e senza tagliare niente era uguale. 

Potrei andare avanti, ma penso che il concetto sia chiaro 

  • Like 6

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 ore fa, fagio 72 ha scritto:

Bastava comprare un albero con spalle 83, e senza tagliare niente, passava la stessa quantità di benzina. 

Altrimenti un bel albero per valvola, con spalla lato volano piena, e senza tagliare niente era uguale. 

Potrei andare avanti, ma penso che il concetto sia chiaro 

Non sarebbe uguale perché con pistone al pmi c'è sempre il tappo e non si sfrutta efficacemente la marmitta

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
20 ore fa, filipporace ha scritto:

Seguo incuriosito.    Ok per i vantaggi che apporta" tenere aperto" con pistone al pmi....non del 10%, ma ha i suoi vantaggi sul lavaggio applicando aspirazioni lamellari al carter.

Spero accetti una critica....purtroppo non sono concorde su come hai trattato l'albero.     Fai un motore da endurance se ho ben capito.  Difficile adesso ribilanciare l'albero che vedo come danno,e non profitto.   Forse raggiungere una buona zona di passaggio poteva essere rivisitando le spalle ed adeguandole per : differenza di spessori......questo non vuol dire che tu non abbia ragione ovvio,ma ho difficoltà nel capire quali vantaggi apporta una lavorazione del genere.   Ciao,buon lavoro

Dipende cosa intendi tu per bilanciato. Il punto di equilibrio è lo stesso di prima, cambia ovviamente la percentuale di bilanciatura (in meglio).

Guardate un albero a pera e comparatelo a questo, troverete molte similitudini ed osservando bene alcuni vantaggi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao

Io non condivido per niente tale lavorazione. Cosi si va a sbilanciare l'albero perché hai una spalla più pesante ed una più leggera. Sinceramente se cercavi volume e un albero che fornisse più portata potevi optare per un albero con spalle da 83 e batenate i carter a 88 o anche 89, indirizzando il flusso verso il centro dell'albero e verso l'alto. Potevi stuccare i travasi e creare un bello scivolo che parte dalla spalla dell' albero e va fino alla sacca travaso. 

Per me quella lavorazione potrà anche funzionare ma non è il massimo

  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Damiano_W1R ha scritto:

Dipende cosa intendi tu per bilanciato. Il punto di equilibrio è lo stesso di prima, cambia ovviamente la percentuale di bilanciatura (in meglio).

Guardate un albero a pera e comparatelo a questo, troverete molte similitudini ed osservando bene alcuni vantaggi.

Ora sono due le cose che non capisco🤔.

Cosa intendi tu per albero bilanciato/equilibrato.....perché ad ora ho visto solo un albero alleggerito. Tutto lì. ......quello che tu chiami punto di equilibrio sarebbe (sui coltelli) identico anche se tu asportassi completamente la spalla.    La percentuale di bilanciatura cosa intendi?      Le due spalle dell'albero hanno pesi studiati ed atti a limitare la velocità angolare del pistone. Tu ne hai tagliata una ed anche se visivamente si riscontrano similitudini con un albero a pera; chi o cosa ti danno conferma che l'allaggerimento da te eseguito non vada addirittura ad accentuare una spinta incorretta dell'albero in pms? Hai una spalla che pesa almeno(da quel che vedo) 60gr in meno dell'altra.....ok che puoi sempre arrangiarti con il volanomagnete,ma a quali sollecitazioni sottoponi l'albero?

Parli di albero a pera.ok!    Nel realizzarlo ed applicarlo ad un mio motore ho dovuto prima fare un sacco di prove un po' come hai fatto tu(solo un po').....non avendo a disposizione macchinari specifici ho dovuto disturbare un paio di "King della meccanica"..............e fidati,non è per nulla semplice quadrare il motore con i dovuti benefici che apporta tale sistema.

  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vorrei contribuire alla chiarezza e alla reciproca comprensione...

Per la verità, anche gli alberi originali (e tanti alberi commerciali per elaborazioni) hanno pesi delle spalle molto differenti. Non solo: per riequilibrare un albero lavorato sulla spalla aspirazione per anticiparlo (o ritardarlo nel caso delle large) è prassi consolidata asportare peso sulla spalla lato volano dalla parte opposta, operazione che crea sì alcune sollecitazioni all'albero, le quali sono però tollerabilissime e molto meno dannose delle vibrazioni che si avrebbero non riequilibrando.

Mi rendo conto che possa fare impressione veder affettare un pochino un albero a volantini pieni, ma in una certa misura (cioè asportando solo ciò che è necessario) può essere un'operazione molto vantaggiosa: in generale per gli alberi motore la regola è di togliere il meno possibile in relazione allo scopo che si vuole ottenere.... Ma asportare un po' di materiale per far sì che il passaggio sia ben aperto al PMI dà un vantaggio sorprendente, se la marmitta funziona bene.

Infine, per quando evoluti rispetto a decenni addietro e per quanto a noi cari, i motori delle nostre vespette restano sempre relativamente rozzi: non stiamo tentando di cavare qualcosa in più da un motore da GP. Questo ragionamento vale anche per i tanti pezzi speciali in commercio, che di frequente, proprio per il tipo di mercato al quale si rivolgono, sono realizzati, per cosi dire, in maniera molto meno scientifica di quanto potrebbe sembrare ;-)

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Tondo68 ha scritto:

Vorrei contribuire alla chiarezza e alla reciproca comprensione...

Per la verità, anche gli alberi originali (e tanti alberi commerciali per elaborazioni) hanno pesi delle spalle molto differenti. Non solo: per riequilibrare un albero lavorato sulla spalla aspirazione per anticiparlo (o ritardarlo nel caso delle large) è prassi consolidata asportare peso sulla spalla lato volano dalla parte opposta, operazione che crea sì alcune sollecitazioni all'albero, le quali sono però tollerabilissime e molto meno dannose delle vibrazioni che si avrebbero non riequilibrando.

Mi rendo conto che possa fare impressione veder affettare un pochino un albero a volantini pieni, ma in una certa misura (cioè asportando solo ciò che è necessario) può essere un'operazione molto vantaggiosa: in generale per gli alberi motore la regola è di togliere il meno possibile in relazione allo scopo che si vuole ottenere.... Ma asportare un po' di materiale per far sì che il passaggio sia ben aperto al PMI dà un vantaggio sorprendente, se la marmitta funziona bene.

Infine, per quando evoluti rispetto a decenni addietro e per quanto a noi cari, i motori delle nostre vespette restano sempre relativamente rozzi: non stiamo tentando di cavare qualcosa in più da un motore da GP. Questo ragionamento vale anche per i tanti pezzi speciali in commercio, che di frequente, proprio per il tipo di mercato al quale si rivolgono, sono realizzati, per cosi dire, in maniera molto meno scientifica di quanto potrebbe sembrare ;-)

....si si....come tutti hanno ribadito ok per lasciare aperto. Tu giustamente parli di asportare materiale e adeguare  il peso dell'altra spalla in maniera proporzionale: tot gr tolti lato valvola...tot gr tolti lato volano(sulle spalle dell'albero intendo).... e può anche andare bene,se si calcola,o indovina,dove togliere peso.      È vero che le spalle di un albero per valvola rotante al carter vespa ha differenti pesi sulle due spalle prese singolarmente,ma è l'insieme che bisogna contemplare. L'equilibratura a volte avviene disassando di pochi gradi i due eccentrici....e ripeto è operazione delicata e da farsi con conoscenze e mezzi adeguati.   Nell'aspirazione lamellare al carter (vedi post) il creare spazio lo si ottiene allo stesso modo e più efficacemente con altre soluzioni. Vedi quelle già elencate.     Avere si uno spazio sul pmi,ma come può essere vantaggio avere una spalla dell'albero che in rotazione,passando davanti al  foro di aspirazione carter produca flusso contrario. Boh.!!! Comunque come ho detto ribadisco che non do torto al nostro amico preparatore.....magari le sue competenze e le prove che ha fatto dimostrano il contrario.

Modificato da filipporace
Ortografia
  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
21 minuti fa, filipporace ha scritto:

....si si....come tutti hanno ribadito ok per lasciare aperto. Tu giustamente parli di asportare materiale e adeguare  il peso dell'altra spalla in maniera proporzionale: tot gr tolti lato valvola...tot gr tolti lato volano(sulle spalle dell'albero intendo).... e può anche andare bene,se si calcola,o indovina,dove togliere peso.      È vero che le spalle di un albero per valvola rotante al carter vespa ha differenti pesi sulle due spalle prese singolarmente,ma è l'insieme che bisogna contemplare. L'equilibratura a volte avviene disassando di pochi gradi i due eccentrici....e ripeto è operazione delicata e da farsi con conoscenze e mezzi adeguati.   Nell'aspirazione lamellare al carter (vedi post) il creare spazio lo si ottiene allo stesso modo e più efficacemente con altre soluzioni. Vedi quelle già elencate.     Avere si uno spazio sul pmi,ma come può essere vantaggio avere una spalla dell'albero che in rotazione,passando davanti al  foro di aspirazione carter produca flusso contrario. Boh.!!! Comunque come ho detto ribadisco che non do torto al nostro amico preparatore.....magari le sue competenze e le prove che ha fatto dimostrano il contrario.

Vi invito a seguire tutta la rubrica motoristica, non documenteremmo mai un lavoro inutile/dannoso. 

Senza arroganza ma nemmeno falsa modestia credo di conoscere la materia discretamente sia in teoria che in pratica e posso assicurarvi che la soluzione proposta è il miglior compromesso ottenibile senza tungsteno. 

Forse bancheremo il motore, in tutti i casi il risultato della gara a cui prenderemo parte (springrace 12ore in Austria) descriverà questo lavoro meglio delle nostre parole.

P.s. Non perdetevi la terza parte (lavorazione carter), se la lavorazione dell'albero ha acceso gli animi, il prossimo video scatenerà l'incendio.

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bravo Damiano,attendo con ansia. Ottima verve😉...mi piacciono caparbietà e umilta nella giusta dose.

....spero solo di non buttare nel water una laurea in meccanica dei fluidi ;perché smentito da un'albero che ritengo inopportuno. 

.....ma ripeto bravi....condivisione davvero rara e di buona elevatura.

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io penso che sia una soluzione valida, anche se avrei ribilanciato opportunamente avendo l'asse forato si poteva anche recuperare un po di peso

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io di certe cose capisco nulla, ma...

 

un albero oltre ai suoi volani non ha attaccati sui coni una frizione ed un volano????

A logica quindi se le spalle del volano sono uguali ma a SX abbiamo un peso e a DX un'altro saranno comunque sbilanciate!!!

Esistono alberi come i nuovi FALC che hanno spalle internamente fatte a coltello seppur hanno il volano tondo che fanno passare tutto quello che vuoi, ma non ho idea del costo (per certo improponibile).

Risultati immagini per albero falc vespa

Albero motore vespa drt spalle piene da 85mm

 

 

 

Concludo dicendo che ho sostituito l'albero al solito 130 lamellare al carter appena lavorato dentro e munito di collettore lamellare Polini e 24.-24PHB, aveva uno spalle piene e NON FUNZIONAVA, ci ho montato un mazzucchelli anticipato a cui ho molato un pò di spigoli secondo un mio assurdo concetto che gli spigoli vivi fanno casino in camera di manovella su un lamellare al carter (Special LIP????), ed andava qualcosa di CLAMOROSO nonostante il setting fosse identico!

Se avessi visto questo video allora, per certo gli tagliavo una fetta pure sotto.

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Infatti è quello che dicevo io, attualmente, ai giorni nostri, non serve fare queste modifiche, quando esistono alberi specifici, e soprattutto per un motore da gara 

Modificato da fagio 72
  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 minuti fa, fagio 72 ha scritto:

Infatti è quello che dicevo io, attualmente, hai giorni nostri, non serve fare queste modifiche, quando esistono alberi specifici, e soprattutto per un motore da gara 

Purtroppo il budget è parecchio basso, stiamo cercando di migliorare un motore preparato l'anno scorso dal team ufficiale pinasco che è risultato molto affidabile ma piuttosto fiacco.

 

4 ore fa, filipporace ha scritto:

Bravo Damiano,attendo con ansia. Ottima verve😉...mi piacciono caparbietà e umilta nella giusta dose.

....spero solo di non buttare nel water una laurea in meccanica dei fluidi ;perché smentito da un'albero che ritengo inopportuno. 

.....ma ripeto bravi....condivisione davvero rara e di buona elevatura.

sei un collega ingegnere?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, Damiano_W1R ha scritto:

Purtroppo il budget è parecchio basso, stiamo cercando di migliorare un motore preparato l'anno scorso dal team ufficiale pinasco che è risultato molto affidabile ma piuttosto fiacco.

 

sei un collega ingegnere?

Per far bella figura facciamo che dire che sono un ex collega ingeniere...che nulla ha avuto a che fare con Vespa e sviluppi di sorta.      Ahimè 😅...le mie lotte in altri tempi le ho fatte....

....ma se servono le mie competenze,ben contento confrontarmi e condividere le esperienze

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ragazzi, non dobbiamo considerare, le turbolenze all'interno del carter, la percentuale di bilanciatura dell'albero stesso, lo spazio nocivo che si crea all'interno del carter pompa (avendo appunto tagliato l'albero), dobbiamo solo tenere in considerazione che passa tanta miscela dalla valvola e che la marmitta faccia lavorare le lamelle (che hanno, tra l'altro, un funzionalissimo guidaflussi), tutto questo si potrebbe riassumere lavorando in maniera intelligente il carter zona valvola indirizzando il flusso della miscela stessa al centro della colonna portante, si risparmiano i soldi di un albero nuovo, si salvaguardano le sedi di banco, e non si butta via un disco del flessibile per tagliare le spalle, ma d'altra parte, da uno che toglie materiale di attrito per migliorare una frizione mi aspetto questo ed altro.

aggiungo solo che per fare aprire le lamelle attraverso l'onda di risonanza della marmitta è parecchio complesso, e va accordato in maniera ottimale termica e scarico.

  • Like 4

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
10 10

kit revisione

Kit revisione per tutti i motori
cuscinetti SKF Paraolii Corteco
officinatonazzo.it/kit-revisione