La mia gioventù
5 5

135 messaggi in questa discussione

Qualche decennio fá...dove per fare andare forte una Vespa.....più che spendere: Si studiava e sperimentava!

C'era una parola...che incuteva timore e invidia....il famigerato,terribile:"girato".

Si girava tutto,anche la sella....e le discussioni su cosa,quanto,dove poteva arrivare una termica girata si sprecavano.

Sono partito per un esperimento,credo unico,per vedere e capire cosa succede....e sfatare qualche Cugino che girava anche lo specchietto. 

COSA SI OTTIENE girando termica Vespa et3 in questi termini:

Ho ricostruito un motore et3 rigenerandolo in ogni sua parte....completamente originale,termica originale con 500km all'attivo...19 immacolato con filtro originale,nessun vezzo a parte montaggio sito a siluro (che servirà poi per il confronto)...benzina 100 ottani,miscela 2% olio Motul. Ripeto completamente originale e senza alcuna pretesa di genere....accensione Ducati.. .albero e Biella originali...! 

Le prestazioni di questa configurazione le conoscete bene.....motore immortale (penso funzioni anche a grappa) al banco,forse per motore appena rifatto e siluro nuova facciamo faville....7,68 cv a 5660 g/m. Non ho riscontri ma penso ad una velocità pari a 90/92km/h

COSA si ottiene girando la termica.....e sacrificando una marmitta sito siluro per ovvi motivi?

Cilindro e travaso invariati....stesso carburatore e filtro....adeguamenti travaso carter obbligatorio...siluro adeguata....utilizzandone un'altra con qualche taglia cuci si riesce ad ottenere una vespa"invisibile" pari originale. Si é appunto voluto mantenere un'impostazione originale....solo girando il cilindro di 180...senza toccare e segare telaio....carburatore in posizione originale (quindi carter valvola assolutamente originale) scarico frontemarcia.

Al banco (dopo aver discusso se adeguare la testa.....non adeguata...candela lato sinistro del motore (deve essere il piu originale possibile) abbiamo ottenuto 8.22 cv a 5622g/min...................per un paio di prove!!!!

(Piccola parentesi il motore é completo di copricuffia originale e nella versione girato benefificia di una cuffia coprimotore dedicata)

Dopo circa 10 minuti e uno sparo l'incrocio pericoloso dei collettori scarico/aspirazione creano non pochi problemi di carburazione.....il calo di Potenza si sente ed é pari al4,7%....e quindi 7.84cv. 

Migliorato un Po con ventilatore pronto a raffreddare zona scarico

........sfatato un mito....anni 70/80.....Non basta girare la termica

......ora però sto 25 girato lo si deve fare andare....cerco intelligenza,estro e soluzioni d'epoca

 

  • Like 4

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

COMPLIMENTI! gran bella prova complimenti davvero per lo sbattimento e la pazienza

calcolando da dritto a girato ha un guadagno di ben il 7%

con 30cv prenderebbe ben 2cv...

prove al riguardo prendono pareri discordanti, la discordanza su chi dice "alla fine va uguale" e chi "va più forte dando x cv in più" è data secondo me dal tipo di motore, se gara o stradale...

in ogni caso molto molto interessante la tua prova!

per farlo andare "di più" da girato, fossi io proverei,senza toccare null'altro,   il montaggio di una espansione girata...io direi Simonini in primis....una espansione creata negli anni '80 con la prima parte collettore da 26/28mm che si sposa bene col diametro  uscente della luce scarico cilindro et3 originale (probabile c'è salto in positivo ma meglio) 

poi passare a un carb più grande, accensione e/o peso volano e via così...un lavoro megalungo si...

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Questa prova era solo per chiarire alcune chiacchiere da bar a cui troppe volte ho dovuto assistere.

Ho girato una marea di termiche Vespa e solo....ripeto,solo quelle che avevano una struttura "adatta" si sono dimostrate effettivamente più performanti.

La struttura ideale è una termica che dia la possibilità di montare il carburatore prossimo al cilindro (lamellare al cilindro) così che il ciclo fluidi resti favorevole e l"incrocio tubo di scarico/collettore aspirazione,che viene a formarsi montando termiche con aspirazione valvola al carter o lamellare al carter,non dia problemi di sorta. 

Secondo le esperienze fatte (fascino a parte) il girato con termiche "classiche" polini ,dr,pinasco o Piaggio che sia non va più forte della stessa termica montata diritta,anzi vado a dire che in alcuni casi sia più il danno che il profitto.

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Nella prova che ho descritto,proprio per renderla il più veritiera possibile,ho montato la siluro (con motore su cavalletto ovvio) senza tagliare e cucire....per vedere se magari anche lo scarico influisca sulle prestazioni. 

É con mio grande stupore ho scoperto che il motore andava meglio e si sarebbe potuto ancora migliorare solo con un"adeguamento di carburazione. Montando la marmitta diciamo "esternamente" e lontana dal collettore di aspirazione il motore perdeva meno Potenza e d era più gestibile a livello di temperature.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Cerco di spiegarmi meglio e di risponderti: parlo di confrontare pregi e difetti di un motore originale Vespa montato in due modi diversi (ti invito a pensare che ho qualche anno....e mai ho visto motori che supportino questa possibilità). 

Ora: l'aumento di Potenza e giri con la prova su scarico frontemarcia secondo me sono dettate da quel piccolo adeguamento travaso e da un primo tratto di scarico più rettilineo. Vantaggi che poi si sono dimostrati cani con il motore all'interno della scocca.....scalda di brutto il collettore di aspirazione....al minimo é un disastro (se fai le cose di fretta come mi é capitato tempo fa....fondi anche la scatoletta delle connessioni ) e la cufficuffia lato scarico diventa una groviera. 

Quindi no...per uso stradale con termiche aspirazione al carter...valvola o lamellare non ci sono vantaggi. Tutto quello che puoi adeguare nel montaggio girato lo puoi fare meglio diritto e con meno problematiche.

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come dicevo in precedenza però: con le varie termiche dotate di aspirazione lamellare al cilindro la musica cambia....i vantaggi delle posizioni di carburatore,collettore/pacco lamellare...andamento dello scarico danno la differenza (ma si parla di altre prove) 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La foto del mio avatar scattata in occasione di una gara del 1988 a Varano è troppo piccola, ma dalla marmitta si riesce a vedere la scelta del montaggio dritto...

L'attacco dell'ammortizzatore posteriore è spostato indietro per cercare di fare il collettore di scarico meno curvato (nei limiti del possibile).

Collettore di scarico e collettore di aspirazione molto vicini o quasi attaccati come nel caso del girato vespa, fanno a cazzotti.

Devo dire che in gara (di velocità) i problemi di surriscaldamento e il calo di prestazioni, anche se minori rispetto al girato, si presentavano ugualmente.

Ciao

Roby12

  

Modificato da Roby12
  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

salve a tutti , complimenti per il post  " vintage" ..altresi' mi sono sempre garbati i girati ...detto cio' dovresti pensare all'adozione di pistoni piu' leggeri e piu' performanti , " vedi pistoni benelIl / macchi cagiva / aermacchi " con le lavorazioni del caso  ossia le vari aperture di unghiate ecc ecc , naturalmente   considera sempre l'opzione  " del monofascia  eccc " buon lavoro ..non voglio dare i numeri al lotto ..MA  con i lavori del caso , unitamente ad un carburatore " degno di nota" ....ecc ecc  puoi pensare traquillamente al raddoppio dell potenza rilevata ...N.B : " NN TRASCURARE LA TESTA "!!

Modificato da FREE TUNING
  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Roby12 ha scritto:

La foto del mio avatar scattata in occasione di una gara a Varano è troppo piccola, ma dalla marmitta si riesce a vedere la scelta del montaggio dritto...

L'attacco dell'ammortizzatore posteriore è spostato indietro per cercare di fare il collettore di scarico meno curvato (nei limiti del possibile).

Collettore di scarico e collettore di aspirazione molto vicini o quasi attaccati come nel caso del girato vespa, fanno a cazzotti.

Devo dire che in gara (di velocità) i problemi di surriscaldamento e il calo di prestazioni, anche se minori rispetto al girato, si presentavano ugualmente.

Ciao

Roby12

  

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, filipporace ha scritto:

Ciao Roby12....so bene di cosa parli..grazie per il tuo feet back

 

Figurati...!!! :-)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 19/9/2017 in 16:07 , FREE TUNING ha scritto:

salve a tutti , complimenti per il post  " vintage" ..altresi' mi sono sempre garbati i girati ...detto cio' dovresti pensare all'adozione di pistoni piu' leggeri e piu' performanti , " vedi pistoni benelIl / macchi cagiva / aermacchi " con le lavorazioni del caso  ossia le vari aperture di unghiate ecc ecc , naturalmente   considera sempre l'opzione  " del monofascia  eccc " buon lavoro ..non voglio dare i numeri al lotto ..MA  con i lavori del caso , unitamente ad un carburatore " degno di nota" ....ecc ecc  puoi pensare traquillamente al raddoppio dell potenza rilevata ...N.B : " non TRASCURARE LA TESTA "!!

Buona sera Free timing.. ..voglio fare prove comparative: es portare al limite il 121 originale senza l'ausilio di alcuna basetta ne di particolari dedicati....o meglio che siano fattibili senza rivisitazioni invasive anche nel montaggio girato....a me piace di più scarico frontemarcia. 

Ho intenzione,per la prova del 9,di affinare il 121 in posizione frontemarcia utilizzando però la configurazione originale per l'aspirazione a valvola. Per poi riposizionare il tutto come casa comanda. Il tutto dotato questa volta di espansione (che spero mi vengano prestate) simonimi dedicate alle due tipologie di montaggio (solo per prove comparative....non amo molto Simonini)

In pratica faccio una prova al contrario con un motore che penso possa tranquillamente superare i 9870 giri....potenza non so. Vi dirò presto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente ho riscontrato che il montaggio del gruppo termico girato di 180°, può avere benefici sui motori a valvola (anche spinti) o con aspirazione diretta (sul cilindro), fermo restando il peggioramento del raffreddamento. Su un lamellare al carter avvitato, invece, il cilindro nella posizione convenzionale, cercando di non strozzare troppo il collettore di scarico, risulta una soluzione più performante e duratura. 

Modificato da Damiano_W1R
  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Finalmente una prova seria... è ciò che dicevo da tempo. Ecco la prova del 9. Questo post sarà la mia risposta a tutti i cugggini che girano e rigirano....

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Portare pazienza....immagini riprodotte anni 1984....

Guardate cosa facevamo.. ..lo so ,lo so si vede poco...ma:: che gioia ritrovare questa foto è farvi sorridere!!!

Si possono notare i carter tagliati (tipo quattrini)....ma erano solo rotti e li abbiamo smolazzati per togliere gli angoli vivi ed utilizzati lo stesso....

La famosa scatola derive accensione seminfusa.

L'incrocio mortale tra un tubo diametro esterno 34 (pressoché rettilineo)aspirazione.. ..ed un'altra più elegante....(lo scarico... dopo capirete).....vicinissimi tra loro....affascinanti in un certo senso.

Accensione...ingranaggi interni...masse volananiche  tutte....compresa la biella(che avevo ben pensato di alleggerire e portare a coltello) sono state portate oltre......al loro limite (a volte)...il collettore di un generoso 34mm prelevato da un ktm gs,non era altro che un tubo rettineo che mirava a portar miscela...senza vezzo ne alcuna velleita:era un tubo saldato.

Pasta rossa come se piovesse!!!

Scordatevi fasi anticipo getti ...lavorazioni termica....pesi.....più volte abbiamo forato i travaso della termica,bucato per quel che si dice:chi troppo vuole.....

 

20170921_190454.jpg

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Però guarda....c'è la pedivella (funzionante ti assicuro)...37 anni fa....!!!

Vedi la candela?....eppure la testa era pressoché originale.

C'è Un piccolo foto nella scocca,ad altezza vite aria carburatore.....nell'utilizzo bisognava adeguarla  sul momento...era più facile infilarci un cacciavite senza alzare la sella

Ti facevano contrassegnare nome e gruppo sangue sul telaio

.. .

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

eccezionale l'idea del foro per il giravite! Come faceva a funzionare la pedivella? E le puntine come le hai vitaminizzate???

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Lo scarico...che purtroppo non si vede bene era un capolavoro artigianale derivato cagiva...con la pancia Facioli...classico scarico d'epoca chiamato anche:scarico a culo!!! (Se riprovo 100 volte non me ne viene mai più uno cosi)....

  • Like 1
  • Thanks 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

5 5