Vai al contenuto
Geronimo

Pregi & difetti

Messaggi consigliati

Metto due foto anche dei cerchi postati da cesta e dei tamburi di Orax sempre marca Fa Italia riportati nell'altro post:

 

attachicon.gif131f85beb9c0901893c38e7e51cfb205.jpg

 

 

attachicon.gifpost-145-0-91830100-1462288263.jpg  attachicon.gifpost-145-0-28318200-1462288223.jpg

Il Tamburo non si è deformato è rimasto sano?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma col cerchio hai preso un gradino? qual è l'entità del colpo che lo ha causato?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il Tamburo non si è deformato è rimasto sano?

Il tamburo sembra sano, io ho solo riportato le foto che sono sul post "....quali cerchi tubeless" iniziata da Orax84.

Tra l'altro anche su questo post hanno evidenziato carenze di qualità della pista frenante. Io ne ho visti di nuovi ma gia ovalizzati.

 

 

Ma col cerchio hai preso un gradino? qual è l'entità del colpo che lo ha causato?

Anche questa foto è presa dal post "....quali cerchi tubeless" iniziata da Orax84. L'ha inserita Cesta che ha scritto:

 

"vi assicuro che non ha preso botte. ai cento all'ora è esploso il cerchio, ed è rimasto in piedi per miracolo. poi una volta smontato il cerchio si è collassato così come nelle foto"

  • Like 1

" E' tutto calcolato ma non funziona niente"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

beati i cerchi in lamiera di trent'anni fa che ancora oggi girano,dritti e senza ste rogne

  • Like 3

co coron fon fin fun

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Scr@mble

beati i cerchi in lamiera di trent'anni fa che ancora oggi girano,dritti e senza ste rogne

 

Il problema è che non se ne trovano più......

 

:-(

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

la soluzione è molto semplice

  • Like 1

co coron fon fin fun

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

la soluzione è molto semplice

Vai da un'altra vespa e....  :ph34r:  :ph34r:

  • Like 1

banksycops200x200.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

FA ITALIA ha letto il post di questo sito che gli avevo indicato e  ha risposto in merito alle segnalazioni/critiche:

 

Buongiorno Sig. Bergo,

grazie per la segnalazione.

 

Ho visionato le lamentele riportate sul sito da Lei segnalato.

 

In riferimento al Tamburo freno posteriore avevamo già riscontrato il difetto( parecchio tempo fa )e siamo già corsi al riparo.

Da tempo abbiamo messo in produzione un nuovo modello (Stampo nuovo) totalmente diverso da precedente.

Ci teniamo a precisare che tutti i nostri Tamburi freno sono lavorati su Torni a CNC per avere la migliore Qualità.

 

In allegato pagine del ns. Catalogo.

 

Tamburi freno nuovo modello.pdf

 

Cosa importante è non usare Ganasce troppo dure ed è per questo che abbiamo deciso di proporre

sul mercato il Kit (Tamburo + ganasce freno) di nostra produzione.

Altra cosa importante ,quando si monta un nuovo tamburo, bisognerebbe controllare il serraggio del dado dopo

I primi 200/300 KM.

 

In riferimento alla verniciatura dei Cerchi ruota .

Usiamo solo verniciatura epossidica a forno (cottura a 200°) non esiste migliore trattamento per questi cerchi.

Certo che non siamo infallibili e un cerchio può sempre scappare al controllo prima dell’imballaggio finale.

 

Di certo possiamo dire che tutti i pezzi di ricambio e accessori sono da noi prodotti in Italia cercando di ottenere

la migliore qualità possibile.

 

Non voglio entrare in merito ai tanti commercianti che importano pezzi di ricambio da altri paesi esteri.

Sotto le metto User e Password per scaricare il nostro Catalogo (se le interessa).

 

Cordiali saluti

 

Carlo Lambrughi

 

 

Intanto hanno risposto (sembra una ovvietà ma è gia una buona cosa); hanno ammesso di avere avuto un difetto e di avere provvisto a migliorarlo.

Speriamo sia tutto risolto e che tutto proceda per il meglio!!

Modificato da BERGO
  • Like 12

" E' tutto calcolato ma non funziona niente"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Scr@mble

Mi pare un gesto di correttezza, molto apprezzabile, che dovrebbe però prevedere il riconoscimento e la sostituzione dei pezzi difettati.

 

Comunque, rispetto ai produttori che (invece di ammettere i propri errori) cercano disperatamente di incolpare gli utenti finali (anche con metodi scorretti) è già un bel passo avanti.....

 

Certi oggetti VITALI, visto che vengono venduti in sostituzione agli originali, devono essere impeccabili, perchè ne va della vita di chi li usa...... ( e non solo in pista!)   

  • Like 5

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Le aziende serie e di un certo calibro si dovrebbero comportare tutte così

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Le aziende serie e di un certo calibro si dovrebbero comportare tutte così

Tutte le aziende dovrebbero essere cosi! Dal semplice artigiano che lavora in cantina fino alle aziende enormi. La correttezza, l'onestà e l'umiltà sono le migliori cose per far strada.

  • Like 5

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ringrazio FA Italia per la risposta al mio intervento riguardo la verniciatura.

MAGARI fossero tutti così. Purtroppo sono troppo poche le ditte che riconoscono i difetti.

 

 

 

Tornando al tema principale del post, purtroppo non tutti sono come la ditta sopra:

Mia mail a Pinasco per i carter Slave 200, di cui stavo aspettando la versione nuova e la loro risposta, a voi le considerazioni.

Ovviamente la versione aggiornata e con le dovute correzioni apportate, esiste. E parlo perchè ora li ho in mano, marchiati 2016, non su schermo..

 

Daniel:

Buongiorno
Vorrei cortesemente sapere se sono disponibili i carter vespa 200 SLAVE modello 2016.

Grazie

 

Risposta:

Buongiorno,

non esiste una versione 2016.

Ringraziandola della preferenza accordataci, porgiamo distinti saluti.

Pinasco Staff

 

 

Per chiedere più info e spiegarmi meglio (le mail non mi piacciono molto, preferisco chiamare), ho telefonato in ditta. La risposta è stata la stessa, che non esiste nessuna versione nuova, che non hanno mai apportato modifiche, che tutti i carter sono fatti allo stesso modo da quando sono in commercio, che non hanno mai modificato le lavorazioni ed il materiale e CHE NESSUNO HA MAI AVUTO PROBLEMI!!!!!

Al che ho preferito ringraziare e terminare la chiamata per ovvi motivi di pressione alta.

 

Vorrei quindi sapere perchè vari siti online tra cui SIP, Scootercenter ed altri, riportano ben in evidenza la "versione 1.1." oppure "versione 2016" ma soprattutto perchè i carter sono DAVVERO diversi dai primi messi in produzione, come quelli di @Scr@mble per esempio.

  • Like 5

BAN.gif

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti .

 

Con piacere vedo che il topic e' andato avanti nel periodo che non sono potuto piu intervenire .

 

Interessante l'ultima Dany86 , molto interessante , grazie , gentilissimo da parte tua riportare il tutto , comunque  e' la stessa di alcuni che dichiarono che l olocausto non e' mai avvenuto , capirai infatti tutto quello che si vede e sia stato visto il tutto se lo s'immagina o se lo si e' immaginato .

 

Comunque, un appello se possibile ovviamente , mi sono giunte voci e purtroppo non materiale identificativo ossia qualche prova , per cui l appello , riguardo a Falc , addirittura parlano che stia toppando su molti prodotti .

 

A mia conoscenza i prodotti Falc al momento sono i migliori , insieme a qualche altro , che si possano trovare nella sezione kit sportivi ad alte prestazioni.

Sì, vero, qualche kit ha incontrato dei problemi, tipo il 180 cc , ma nulla che desse a pensare , e vista anche la disponibilità di Falc credo non incida molto sulla sua reputazione .

 

Ma da alcuni punti invece dichiarano che non sia cosi.

Ovvio quando mi e' stato detto, ho chiesto prove almeno sotto forma di foto , ma non sono state procurate; per cui restano solo voci, o mosse atte per screditare persone o marchi che invece continuano ad essere nel giusto sistema dell'ordine delle cose .

 

Se qualcuno invece possa dimostrare che effettivamente ci sia un calo di qualità anche da parte di questo produttore puo' magari dare un indicazione qui .

 

Buona Giornata a tutti .

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La cosa che dico io è che è normale che qualcuno sbagli in qualcosa...ma ci deve essere anche un'ammissione dell'errore e venire in contro al cliente per sistemare il danno...non come tanti fanno che si lavano le mani e basta o appena si espone un difetto o un problema grave si raggira il problema facendo finta di nulla.

Finché a fare la cappellata il cliente è un conto..ma quando si iniziano a vedere carter esplosi, perni delle ganasce che escono fuori da soli, ingranaggi che esplodono coni dei volani che si aprono in due e poi si da del pirla al cliente e se qualcun chiede se ci sono stati miglioramenti e poi si riceve la risposta che non ci sono mai stati problemi di nessun tipo quindi il materiale è sempre quello... beh io da un'azienda così ci penserei più di due volte a prendere del materiale

  • Like 5

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un errore o svista su un prodotto ci sta, ma parlare di "toppare" degli articoli Falc mi sembra quanto meno azzardata l'affermazione.

Sapendo che la produzione avviene completamente nella nostra motor-valley e conoscendo la meticolosità messa nello sviluppo e vendita.

 

Personalmente non sono a conoscenza di difetti, tanto meno nei kit da 180 cc.

Mi sorge più spontaneo il dubbio che siano i clienti a cercare i kit con super prestazioni e poi il montaggio e la conoscenza tecnica si scarsa.

  • Like 4

" E' tutto calcolato ma non funziona niente"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sui prodotti di lauro io qualche problema,o "risparmio" li ho trovati:un albero su base ets che faceva fino a qualche tempo fa era decentrato di 6 centesimi,frizione che non montava senza tornire di molto la parte posteriore del disco portamolle,rotore della pvl che toccava contro il carter in zona paraolio,kit cestello e parastrappi con le sedi delle molle sul cestello  di dubbia geometria e con gioco tra "zampe" del cestello e dischi frizione esagerato,ma una cosa che propio non mi è piaciuta è stato l'albero motore di ultimo tipo per lamellari al carter equilibrato con pezzi di frese widia...e una cosa davvero carente sono le istruzioni,sbagliatissima la spiegazione del montaggio del kit parastrappi,e molto spesso incomprensibili o con quote corrette a mano su quelle di alberi motore e gruppi termici

  • Like 1

co coron fon fin fun

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Di tutto un po, tanto nessuno è perfetto, né pinasco, né quattrini, né falc, né parmakit o altre marche. Non bisogna accontentarsi ma bisogna trovare un compromesso. Anche bsg pensi che non ha nessun difetto? Tutti hanno avuto/hanno/avranno dei difetti, TUTTI, bisogna solamente spiegarglieli e correggerli, tutto qua;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sui prodotti di lauro io qualche problema,o "risparmio" li ho trovati:un albero su base ets che faceva fino a qualche tempo fa era decentrato di 6 centesimi,frizione che non montava senza tornire di molto la parte posteriore del disco portamolle,rotore della pvl che toccava contro il carter in zona paraolio,kit cestello e parastrappi con le sedi delle molle sul cestello  di dubbia geometria e con gioco tra "zampe" del cestello e dischi frizione esagerato,ma una cosa che propio non mi è piaciuta è stato l'albero motore di ultimo tipo per lamellari al carter equilibrato con pezzi di frese widia...e una cosa davvero carente sono le istruzioni,sbagliatissima la spiegazione del montaggio del kit parastrappi,e molto spesso incomprensibili o con quote corrette a mano su quelle di alberi motore e gruppi termici

Per l'albero su base ets, è un riadattamento e magari non si riusciva a fare di meglio.

Per la frizione e il rotore della pvl ne sono a conoscenza ma può capitare a causa dei carter e delle quote dei vari pezzi messi assieme.

Con i cestelli mai avuto un problema.

Con l'albero motore non mi pronuncio, i miei erano perfetti.

 

Per le istruzioni hai ragione, sono da migliorare sotto tutti gli aspetti: grafica, disegni e informazioni (ma questa cosa vale per tutte le marche di prodotti e anche per i cilindri ecc).

Una volta fatte bene, con magari anche le foto di una sequenza di montaggio del pezzo e dei controlli da fare perde meno tempo l'utente finale sia il produttore che magari deve rispondere a mille domande per sms/mail ecc...


" E' tutto calcolato ma non funziona niente"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

..io con lauro ci lavoro molto e anche a me è successo che l'ultimo albero preso aveva 2 inserti tagliati dal gambo di qualche fresa in widia e all'interno delle spalle c'erano dei punti di saldatura poi tirati col flex per tenerle ferme,ma si  sa lauro e un po così,un po rustico...a me frega poco perchè se una cosa va non sto li a guardare  l'estetica...basta che funzioni e che faccia il suo dovere,invece vedo ultimamente troppa gente che appunto si sofferma solo sull'estetica e poco sulla funzionalità...

  • Like 11

C.M.R Compagnia Motori Rustega

FORZA STEFANO!!!

www.mavsp.it

mavsplogo.png

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sto rimontando un et3, le guaine Rms son più lunghe di quasi 10cm rispetto alle originali, l.unica uguale è quella del contakm. Idem impianto elettico cif. Il tappetino centrale non so che marca sia ma mi sembra corto, purtoppo non ho l'originale per confrontare

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

mi è appena esplosa la serratura sella et3.

 

crepata la fusione diocesi

stessa cosa successa a me su et3, una settimana fa:(
  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un altra bella notizia fresca fresca

 

Ieri mi arriva il pacco con vari materiali per revisionare un motore 50.

Tutto bene fino al momento di togliere dalla busta la crocera originale piaggio... inutilizzabile a causa di errata lavorazione dei piedini che entrano nelle cave ingranaggio che risultano piegati verso l'alto di almeno 2mm buoni mentre tutto il resto è perfettamente in quota.

 

Ho ultimato anche il restauro di un p125x ed ho utilizzato un kit cavi-guaine gia pronto con anima in teflon

Il cavo starter è corto e non si riesce a montarlo, ho rimontato quella vecchia di 30 anni... perfetta

Guaina freno anteriore piu lunga di circa 15cm

Guaina gas piu lunga di circa 10cm

Guaina frizione piu lunga di 30 cm

Guaine cambio e freno posteriore ok

Kit gommini incompleto, con pezzi sbagliati e materiale duro, tutto era tranne che gomma.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo RTF.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.




×
×
  • Crea nuovo...

Benvenuto su ET3.IT, il Forum delle Vespa da corsa!
Ti auguro buona permanenza su questo sito di veri Appassionati!
Come inizio ti suggerisco di inviare un messaggio di presentazione sul Forum Mugello Park !
Inoltre ti consiglio di richiedere la registrazione su Facebook al gruppo Et3.it - Vespe performanti
Il forum è consultabile anche tramite Tapatalk.
Buona permanenza su ET3.it!