Archiviata

Questa discussione è archiviata ed è chiusa alle risposte.

Configurazione m1 d.56 quattrini

13 messaggi in questa discussione

Cambia albero (l'albero sia in termini di marca sia in termini di cono, magari senti l'utente vesparacing) e conseguentemente anche l'accensione a cono 20, e la crociera investì su qualcosa di buono !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come albero scegli un cono 20 cedi un po un ets rivisto, un bel falc uno zadra ormai c e l imbarazzo della scelta ovvio che la qualità si paga, per quanto riguarda il cambio io ci abbinerei una bella 4 corta o addirittura 3 e 4 corta per avere un cambio spaziato bene, come carburatore io direi di salire un po montando un 28.per la primaria montagli un bel kit di parastrappi ( io normalmente vado di rsp e non mi lamento) il mio è solo un consiglio poi vedi tu vediamo che dico gli altri:))

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Richard

Intanto devi dirci se è a valvola o meno questo motore.

Se lo è, puoi puntare su un ets rivisto nella bilanciatura e nella centratura.

 

Se hai la valvola rovinata devi puntare su un collettore lamellare tipo mrt o falc, e di conseguenza prendere un albero per lamellari al Carter, con le spalle interne "vuote".

 

Come marmitta ti consiglio la m3xc dato che è la sua calcolata.

 

Come campana andrei su una 27/69 e accorciare o allungare in base alle tue aspettative con i pignoni. Ovviamente con parastrappi rinforzati tipo mav, falc, fabbri, ecc....

 

Per la rapportatura del cambio se vuoi spendere il meno possibile, tieni le 4 marce originali e metti un cluster tipo mav o benelli con la 4a da 20. Per la frizione o rivedi quella originale, o fai la spesa di una plurimolle.

 

Crocera, tutte tranne drt, quindi falc, parmakit, Benelli, mav, faio.

 

Io vedrei meglio un carburatore più grande, tipo il vhsh 30, che sarebbe perfetto per quella espansione.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il motore lo vuoi fare aspirato al cilindro o al carter?

Lamellare o a valvola se lo fai al carter?

 

Investiresti sul cambio per avere una buona rapportatura?

 

Quanto puoi investire in questo progetto?

 

Perchè come ti han fatto notare gli altri:

 

Albero meglio torvare altro

Accensione meglio altro

Scarico sinceramente ti dico che la M3XC è un'ottima marmitta ma sbrodola dalla giunzione, spesso tocca un po' in giro e devi tagliare i carter, una bella marmitta MRT con passaggio tradizionale secondo me farebbe al caso tuo.

Anche il carburatore è un po' piccolino e potresti pensare ad un 28 o 30 per dar bene da bere al motore che andresti facendo

 

Io addirittura ti consiglierei un D60 abbastanza semplice (simile a quello che ha cris-k) o quello fatto da Tm400 (leggi in questa sezione e trovi molte cose a riguardo per farti un'idea)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti,

Premetto che sono nuovo in questo forum,quindi se sbaglio qualcosa abbiate pazienza.

Volevo chiedere un parere riguardo alla configurazione che voglio fare su una 50 special; vi elenco la configurazione:

-cilindro m1 quattrini d.56

-albero anticipato mazzucchelli corsa 51 cono19

-campana dd 24/72 olympia

-cambio originale piaggio

-frizione corsa quattrini speciale m2

-carburatore d.24 phbl ad dell'orto

-accensione pinasco cono19 volano 1.1 kg

-marmitta m3xc o silent (sono indeciso)

-Carter lavorati

Dalla vespa vorrei una buona coppia e ripresa e una velocità sui 110-120 km/h.

Secondo voi può andare?

Vi ringrazio

Davide

 

Piu' o meno ti hanno risposto gia' in maniera esauriente....

Di sicuro c'e' che con la configurazione che hai messo (campana soprattutto) , difficilmente raggiungerai i 120....magari a 110 ci arrivi , ma sei molto al limite.

 

Quello su cui devi riflettere , per poter scegliere il cambio e la campana adatti , e' in quanta strada vuoi raggiungere la velocita' massima....

Tieni presente che qui spesso si fa riferimento a configurazioni di campana e cambio che vengono usate nelle gare di accelerazione o in pista dove i rettilinei sono molto corti (250 mt circa) che in strada potrebbe risultare divertente ma poco usabile gia' quando devi farti un giro fuori paese...

 

Quindi , aggiornando appena la tua configurazione se tu intendi fare il classico M1 aspirato al carter., io ti suggerirei una campana da 27/69 (che si puo' eventualmente accorciare coi pignoni) abbinata ad un cambio con 4a corta (solo il quadruplo accorciato dovrebbe essere sufficiente) e come marmitta una M6 invece della M3 (tira un po' di piu' in basso) .

Per il cono dell'albero dipende anche da come guidi la vespa : io non ho mai avuto problemi con un cono 19 su un M1L , ma se ti piace fare scalate da moto gp forse il cono 20 resiste un pochino meglio....

 

Ciao

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Intanto devi dirci se è a valvola o meno questo motore. Se lo è, puoi puntare su un ets rivisto nella bilanciatura e nella centratura. Se hai la valvola rovinata devi puntare su un collettore lamellare tipo mrt o falc, e di conseguenza prendere un albero per lamellari al Carter, con le spalle interne "vuote". Come marmitta ti consiglio la m3xc dato che è la sua calcolata. Come campana andrei su una 27/69 e accorciare o allungare in base alle tue aspettative con i pignoni. Ovviamente con parastrappi rinforzati tipo mav, falc, fabbri, ecc.... Per la rapportatura del cambio se vuoi spendere il meno possibile, tieni le 4 marce originali e metti un cluster tipo mav o benelli con la 4a da 20. Per la frizione o rivedi quella originale, o fai la spesa di una plurimolle. Crocera, tutte tranne drt, quindi falc, parmakit, Benelli, mav, faio. Io vedrei meglio un carburatore più grande, tipo il vhsh 30, che sarebbe perfetto per quella espansione.

 

Dico la mia ... Ha senso spendere 290 sacchi per il cilindro più altri 150 per il collettore (totale 400 ca) quando con 350 ti prendi l'L d56 che ha già collettore e pacco inclusi? secondo me no, anche perchè non mi sembra voglia sperimentare anche il montaggio girato .. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Intanto devi dirci se è a valvola o meno questo motore. Se lo è, puoi puntare su un ets rivisto nella bilanciatura e nella centratura. Se hai la valvola rovinata devi puntare su un collettore lamellare tipo mrt o falc, e di conseguenza prendere un albero per lamellari al Carter, con le spalle interne "vuote". Come marmitta ti consiglio la m3xc dato che è la sua calcolata. Come campana andrei su una 27/69 e accorciare o allungare in base alle tue aspettative con i pignoni. Ovviamente con parastrappi rinforzati tipo mav, falc, fabbri, ecc.... Per la rapportatura del cambio se vuoi spendere il meno possibile, tieni le 4 marce originali e metti un cluster tipo mav o benelli con la 4a da 20. Per la frizione o rivedi quella originale, o fai la spesa di una plurimolle. Crocera, tutte tranne drt, quindi falc, parmakit, Benelli, mav, faio. Io vedrei meglio un carburatore più grande, tipo il vhsh 30, che sarebbe perfetto per quella espansione.

 

 

 

Dico la mia ... Ha senso spendere 290 sacchi per il cilindro più altri 150 per il collettore (totale 400 ca) quando con 350 ti prendi l'L d56 che ha già collettore e pacco inclusi? secondo me no, anche perchè non mi sembra voglia sperimentare anche il montaggio girato .. [/quote

 

 

Per me invece si. Un m1l richiede un contorno più esoso di un m1. -Albero, frizione, parastrappi e accensione seria sono quasi un obbligo. Su un m1 56 invece si é più svincolati. Almeno secondo me. Oltre al fatto che si ha un'erogazione diversa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Intanto devi dirci se è a valvola o meno questo motore. Se lo è, puoi puntare su un ets rivisto nella bilanciatura e nella centratura. Se hai la valvola rovinata devi puntare su un collettore lamellare tipo mrt o falc, e di conseguenza prendere un albero per lamellari al Carter, con le spalle interne "vuote". Come marmitta ti consiglio la m3xc dato che è la sua calcolata. Come campana andrei su una 27/69 e accorciare o allungare in base alle tue aspettative con i pignoni. Ovviamente con parastrappi rinforzati tipo mav, falc, fabbri, ecc.... Per la rapportatura del cambio se vuoi spendere il meno possibile, tieni le 4 marce originali e metti un cluster tipo mav o benelli con la 4a da 20. Per la frizione o rivedi quella originale, o fai la spesa di una plurimolle. Crocera, tutte tranne drt, quindi falc, parmakit, Benelli, mav, faio. Io vedrei meglio un carburatore più grande, tipo il vhsh 30, che sarebbe perfetto per quella espansione.

 

 

 

Dico la mia ... Ha senso spendere 290 sacchi per il cilindro più altri 150 per il collettore (totale 400 ca) quando con 350 ti prendi l'L d56 che ha già collettore e pacco inclusi? secondo me no, anche perchè non mi sembra voglia sperimentare anche il montaggio girato .. [/quote

 

 

Per me invece si. Un m1l richiede un contorno più esoso di un m1. -Albero, frizione, parastrappi e accensione seria sono quasi un obbligo. Su un m1 56 invece si é più svincolati. Almeno secondo me. Oltre al fatto che si ha un'erogazione diversa.

 

Sull'erogazione sono d'accordo che non è proprio la stessa, sul contorno costoso si e no, la campana di partenza (se ci si accontenta di una spaziatura cambio non proprio pistaiola) è la 24/72, altrimenti 27/69 (magari corredate da cestello e parastrappi decenti) con pignone a scendere abbinato a un cambio con 3° e 4° corta ... Frizione una polini simil M2 ben settata con un ragnetto decente regge (un ragazzo ce l'ha sull'L 56 e da quello che mi ha detto no problem) per l'albero io ragiono sul fatto che parliamo di spalle piene senza entrare nello specifico (non so se i pistoni pesano uguali), ma non penso ci sia tutta questa differenza (in termini di prezzo) .. Per il resto, non vedo grosse differenze di spese  :roll:  ... C'è anche da dire che non ho mai assemblato un L, quindi  :M

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Su un 56 va bene anche un frizione monomolla ad esempio. Ci si può risparmiare l'accensione variabile e anche l'albero a spalle piene rimpiazzandolo con un ets. E tenere un carburo più piccolo (anche se con i prezzi dell'usato le differenze sono minori). Restano in comune di sicuro i parastrappi (a meno che non si voglia esagerare), la crociera, a mio avviso il quartino obbligatorio e anche l'espansione (se si vuole la m3xc..altrimenti con una m6 si risparmia ancora). Poi dipende sempre da cosa si cerca. Conoscendomi spenderei uguale per entrambi, a meno di scelte particolari (vedi proma). Ma lì si scende sul personale.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Su un 56 va bene anche un frizione monomolla ad esempio. Ci si può risparmiare l'accensione variabile e anche l'albero a spalle piene rimpiazzandolo con un ets. E tenere un carburo più piccolo (anche se con i prezzi dell'usato le differenze sono minori). Restano in comune di sicuro i parastrappi (a meno che non si voglia esagerare), la crociera, a mio avviso il quartino obbligatorio e anche l'espansione (se si vuole la m3xc..altrimenti con una m6 si risparmia ancora). Poi dipende sempre da cosa si cerca. Conoscendomi spenderei uguale per entrambi, a meno di scelte particolari (vedi proma). Ma lì si scende sul personale.

 

Si, alla fine non sono opposti come cilindri le differenze sostanziali se curate con la testa non ti fanno spendere due prezzi troppo diversi, era questo quello che volevo dire .. :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti