Archiviata

Questa discussione è archiviata ed è chiusa alle risposte.

Polini 177 in c60

177 messaggi in questa discussione

Arrivati un po di getti, un rubinetto bgm, uno spessore da 0.8 per la testa e uno da 5 mm per ka base. Durante il weekend gioco unmpo per vedeee quale configurazione scegliere. ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bene....

 

Con i miei tempi..ho montato la basetta da 5 mm, carburato con un 140 di max, be3-160 minimo a 55/160

 

A parte essere un pò ruvida nei medi regimi, devo provare sotto consigli di un amico a prtare il freno aria a 190, e aumentare un pelo il getto del minimo, montare l accensione elettronica, per cercare appunto di migliorare l'erogazione, avere una accensione da freddo più rapida, e una maggiore affidabilità, la vespa va alla grande, diciamo che siamo al novanta per cento.

 

Ho fatto un mezza tirata in tangenziale con il gps acceso...:o:o

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Stasera ho montato il freno aria 190, coadiuvato da un getto max del 145. Ora si accende alla prima pedalata, ma va ancora provara, qui diluvia..vedremo se il 145 basta o devo provvedere con getti ancora più grandi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bene...la goduria è durata poco... fascia rotta e cilindro molto rovinato in zona scarico con un bel solco profondo..

 

Probabilmente il cilindro in ghisa non nasce per essere montato in corsa sessanta, e con biella da 110...come mi diceva qualcuno, aumentano le forze tangenziali e il calore...ma non penso sia questo, il cilindro non era nuovo, quindi non era "stretto"...piuttosto, lo scarico è stato lavorato, e il bordo si presenta tagliente quasi come una lama..

 

Ora devo valutare se farlo rettificare..e correre nuovamente i rischi di cui sopra in merito al calore, o orientarmi su di un cilindro in alluminio, magari nato per essere montato in corsa 60.

 

P.s. anche dopo delle belle galoppate il cofano motore era sempre appena tiepido, e mai scottava..diciamo un calore molto normale...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi dispiace... ma dire che il polini non si puo montare in c60 è un po azzardato. Ok, il cilindro nasce per c57, ma funziona tranquillamente in c60 con biella 110. Io ce l'ho avuto e oltre ad andare gran bene è durato molto.

Vedi bene lo scarico che, la carburazione e l'anticipo e poi te lo godrai in sicurezza.

Per il cilindro una bella rettificata, pistone nuovo e via andare... questo è il bello della ghisa, se eri su alluminio ora era da buttare ;-)

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'ho avuto pure io, sia il 6 che il 7 travasi: andavano entrambi benissimo, con archi di utilizzo diversi. Il 6 sorprende per corposità e e dolcezza, il 7 è potentissimo. Li ho messi con biella 105, ma ora voglio fare un 6t con biella 110.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bene...la goduria è durata poco... fascia rotta e cilindro molto rovinato in zona scarico con un bel solco profondo.. Probabilmente il cilindro in ghisa non nasce per essere montato in corsa sessanta, e con biella da 110...come mi diceva qualcuno, aumentano le forze tangenziali e il calore...ma non penso sia questo, il cilindro non era nuovo, quindi non era "stretto"...piuttosto, lo scarico è stato lavorato, e il bordo si presenta tagliente quasi come una lama.. Ora devo valutare se farlo rettificare..e correre nuovamente i rischi di cui sopra in merito al calore, o orientarmi su di un cilindro in alluminio, magari nato per essere montato in corsa 60. P.s. anche dopo delle belle galoppate il cofano motore era sempre appena tiepido, e mai scottava..diciamo un calore molto normale...

In corsa 60 scalda un po' di più e tende quindi a picchiare facilmente, ma se metti il rame alettato tra testa e cilindro, il battito scompare e sei in sicurezza. Certo, io ho sempre evitato di percorrere lunghi tratti a manetta, perché il cilindro è di ghisa e l'alettatura è quella che è... Comunque, il massimo che può accadere è una scaldata se esageri proprio, non la rottura di una fascia. Il tuo inconveniente è dipeso o dall'eccessiva larghezza della luce di scarico o dalla cattiva lavorazione del bordo della stessa, che oltre ad avere lo spigolo smussato, deve anche essere fatto leggermente ad arco, altrimenti la fascia s'impunta.

I carichi laterali, poi, c'entrano poco, perché la biella più lunga li riduce, compensando l'aumento della corsa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche io da giugno lo monto con albero corsa 60 biella 110 e devo dire che va veramente bene. Curioso di confrontarlo col TSV l'ho messo su senza troppe paranoie e non l'ho più tolto! (Con questo non voglio dire che mi trovi male col Parmakit) Tira agevolmente un rapporto 23-62 con quarta da 36 e sip Road. Per le quote ho utilizzato uno spessore in rame alettato. Penso che con una buona testata migliori ulteriormente riuscendo ad essere sia affidabile che prestante.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Forse non mi avete ben letto...non ho detto che non si possa montare in corsa sessanta...dico che probabilmente in corsa 60 scalda si di più, ma non ho scaldato, ho prrpio rotto una fascia sullo scarico, rotta per errata lavorazione...

 

Adesso penserò cosa fare..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma è un impressione data dalla poca qualità delle foto oppure quello scarico lo hanno lavorato un pò alla membro di segugio?Non dico per la forma ma per la rifinitura di spigoli e condotto...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Confermo Psico, i bordi dello scarico sono molto taglienti e per nulla omogenei..ci sono anche vari denti..

 

 

Vi confesso che sono amaramente deluso, a parte per l'essere rimasto a piedi in tangenziale, verso sera, ed essere andato a casa a spinta...per avere buttato dalla finestra come minimo i soldi della rettifica, se non quelli di un polini..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma dai Gabriele.

leggo solo ora!

Comunque questo vale come avvertimento, la prossima volta fallo tu il motore, almeno quando rompi sai perché. Almeno io so perché i miei motori non vanno una cippa e vibrano :D

Ciao

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Avete ragione...ma, primo, non tutti sanno chiudere un blocco..tipo me, secondo, se affido il motore ad una persona esperta, pagata per tale compito, pretendo un lavoro fatto seriamente...no?

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Avete ragione...ma, primo, non tutti sanno chiudere un blocco..tipo me, secondo, se affido il motore ad una persona esperta, pagata per tale compito, pretendo un lavoro fatto seriamente...no?

 

ma é ovvio,k tra l'altro il fermacarta magari tiraglielo in testa al ragazzo, cosi pensa meno alla t****a e lavora meglio   :M

io da un po mi sono fatto l'idea che sulle vespe o le mani le mettiamo noi, o é impossibile avere dei lavori fatti bene.

non per cattiva preparazione o volontà del "meccanico o preparatore", ma perché le finezze e accorgimenti da eseguire sono tanti che richiedono un tempo di lavoro immane e se uno che lavora nel campo ti fa pagare tutte le ore reali necessarie a fare bene il lavoro il preventivo diventa mostruoso  :sco e faresti prima a comprarti una Ducati.

quindi per tenere i costi nel range accettabile si riduce il tempo di lavoro e alle volte si dimenticano i dettagli. 

questa é una mia impressione, ma ogni volta che devo fare qualcosa di semplice e penso di metterci 1h alla fine se faccio bene le cose ce ne metto 6. se un preparatore mi fattura 6 ore il mio conto in banca fa cosi.... :hack

 

ovvio che questa é una mia opinione confutabile, ma é abbastanza sufragata dall'esperienza  :D

forza gabri

fai danni, ma falli ti 

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Spigoli e gradini a parte, dalle foto sembrerebbe (se non è uno scherzo della prospettiva) anche che la luce di scarico sia stata lavorata allargandola più nella parte bassa che in quella alta: questa è una cosa da evitare perché, contrariamente a quanto potrebbe sembrare, il bordo pericoloso per le fasce è proprio quello inferiore.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Spigoli e gradini a parte, dalle foto sembrerebbe (se non è uno scherzo della prospettiva) anche che la luce di scarico sia stata lavorata allargandola più nella parte bassa che in quella alta: questa è una cosa da evitare perché, contrariamente a quanto potrebbe sembrare, il bordo pericoloso per le fasce è proprio quello inferiore.

Si può lavorare, ma se si fa a lama di coltello, con il calore deforma e rompe la fascia con il pistone in discesa. Basta non assottigliare troppo e arrotondare il tutto a dovere.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Porca paletta è "la maledizione " dei pistoni  polini ( per caso è un vertex ?)  lo sbeccamento della fascia e dello scarico nella parte inferiore  ecc è capitato anche a me per ben 2 volte in appena  300 km per volta ...alla prima ho ricomprato solo il pistone e dato una lucidata , alla seconda " devo dire ad onor di cronaca che il venditore mi ha fatto recapitare un cilindro nuovo " comunque  il vecchio cilindro è stato rettificato a 57,4 montato un pistone asso , realizzato un traversino con ghisa polini  ecc , e scongiuri  permettendo  va' meraviglioamente  bene ! ...se  non è propio "arrivato " magari prendi spunto lo rifinisci /slimazzi per bene poi rettifichi ecc ecc 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si può lavorare, ma se si fa a lama di coltello, con il calore deforma e rompe la fascia con il pistone in discesa. Basta non assottigliare troppo e arrotondare il tutto a dovere.

Infatti ho scritto: "spigoli e gradini a parte". E' naturale che lo spigolo vada smussato esattamente per la ragione che hai detto tu. Ho solo aggiunto una riflessione sulla forma, ovvero sull'opportunità di avere una luce di scarico un po' più larga in alto che in basso. Tutto qui :-)

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il pistone non ricordo..ma vado a memoria penso sia asso...e ..scusa ma come fai a rettificare a 57 se questo polini, da nuovo, è 63?....

 

Gian in teoria hai pienamente ragione, in pratica anche io sono sceso a compromessi..fin dove arrivo ci metto le mani, ma per esempio, se devo cambiare la frizione, cado dal ragazzo con l'officina piaggio qui nel paese.

Come dici tu, non posso chiedere un lavoro di fino, altrimenti, mi compro un gs e sono a posto, ma cambiare cuscinetti, frzione e rova standard, ho deciso di andare lì, almeno mi fa un lavoro fatto bene, in tempi breci. Se dovessi fare io, le tue bimbe diventerebbero maggiorenni.

 

Ciò non toglie che ho un motore di scorta, e prima o poi proverò a chiuderlo da me....

 

Ora terrò tutto fermo per un pò a salare....poi direi di ricomprare un nuovo polini, fare i lacori di rifinitura del caso, e stop...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti