Vai al contenuto
BERGO

BASTA CON QUESTI RICAMBI VESPA..IO RITORNO ALLA VECCHIA MANIERA....

Messaggi consigliati

Concordo con tutto quello che avete scritto però è possibile che per avere una campana primaria decente si debba:

- prendere la campana nuova: 50 euro

- parastrappi rinforzato: 35 euro

- cestello trattato: 60 euro

 

alla fine anche per fare un motore da turismo senza avere la paura che una campana si smembri dopo 3000 km io debba spendere 140 euro?

 

Vogliamo parlare delle marmitte? Oltre alle tante marche artigianali ogni mese spuntano modelli nuovi come i funghi per X gradi, per il tal cilindro ma con la testa fatta così perché altrimenti ti mura ecc...

E alla fine non si capisce più niente...

Anche perché penso che se una marmitta è buona ed è testata bene non si cambiano particolari o misure cosÏ frequentemente....

 

E le accensioni? se hai la sfortuna di rompere lo statore o il volano, già che nuove costano 250 e passa euro, mi sono sentito chiedere 120 euro per il volano e 80 per lo statore?

ma scherziamo??

 

Alla fine se voglio montare un cilindro anche in ghisa, la qualità è quella che è perché non sarà mai buona come quella di una volta della Piaggio,le fasce si spezzano dopo 3000 km e che palle...

 

 

 

OT: Bentornato Orax!!! :-D


" E' tutto calcolato ma non funziona niente"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite andreadg

Ahah hai ragione, quanto ci costa sta passione, rido per non piangere se penso alle migliaia di euro spese negli ultimi 6 anni!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

la soluzione esiste, si chiama lambretta :mrgreen:

 

puttanate a parte, concordo con quello che dite ed aggiungo che, secondo me, il problema grosso è che, mentre 20/30 anni fa la vespa serviva alla gente per sportarsi (quindi kit di elaborazione affidabili e prestanti il giusto per fare millemila km, se i motori spaccavano la gente reclamava incazzata e con il passaparola un produttore poteva rimetterci seriamente) adesso i produttori, e parlo della roba di consumo non delle elaborazioni di nicchia, vedono un mondo d'elite popolato da coglioni fighetti che comprano il mondo senza pensare.

a causa di questi personaggi abbiamo le et3 da restaurare a 1500 €, le crociere che finiscono prima della fine rodaggio g.t. e la qualità generale si abbassa, in quanto comunque vendono.

a me, un ricambista ad un mercatino ha chiesto 30 euro per una cuffia cilindro in plastica e un tappetino in gomma! qui stiamo perdendo il senso della realtà!

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite dany

la soluzione esiste, si chiama lambretta :mrgreen:

OT questa pero'!

GgKsx.jpg:M

il sistema di fare un buon motore affidabile c'e'.....l'importante e' non aver pretese di ultra prestazioni,..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite giacomo...
Inviata (modificato)

la soluzione esiste, si chiama lambretta :mrgreen:

 

puttanate a parte, concordo con quello che dite ed aggiungo che, secondo me, il problema grosso è che, mentre 20/30 anni fa la vespa serviva alla gente per sportarsi (quindi kit di elaborazione affidabili e prestanti il giusto per fare millemila km, se i motori spaccavano la gente reclamava incazzata e con il passaparola un produttore poteva rimetterci seriamente) adesso i produttori, e parlo della roba di consumo non delle elaborazioni di nicchia, vedono un mondo d'elite popolato da coglioni fighetti che comprano il mondo senza pensare.

a causa di questi personaggi abbiamo le et3 da restaurare a 1500 €, le crociere che finiscono prima della fine rodaggio g.t. e la qualità generale si abbassa, in quanto comunque vendono.

a me, un ricambista ad un mercatino ha chiesto 30 euro per una cuffia cilindro in plastica e un tappetino in gomma! qui stiamo perdendo il senso della realtà!

questa è la verità! non gliene frega più un ca**** del singolo personaggio, mentre un tempo era diverso.. la risposta migliore :)

Modificato da giacomo...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite pensieri

Credo di non essermi spiegato bene. Se il motore deve essere indistruttibile, se non si e' il Grey in persona e' bene restare nel soft tuning o almeno nel non stravolgere quanto Piaggio a suo tempo aveva pensato. La cosa non e' facile perché Piaggio compra da terze parti i propri ricambi, le tolleranze sono quelle che sono ecc. Vero. Pero' questo noi lo sappiamo bene e quando ci cimentiamo in motori piu' spinti sappiamo che da qualche parte rinunciare a qualche cosa ed ognuno di noi ci mette la sua testa per ottenere il giusto risultato. Per quanto riguarda la minore qualità dei prodotti in generale (cosa che condivido) vorrei fare una battuta:

la pizza oggi costa circa il doppio che qualche anno fa. In compenso la digerisco peggio.

I maglioni della woolrich che amo e costano qualche € e non sono nemmeno cugini di quelli fatti 2anni fa. Ovviamente già costosetti.

Si potrebbe andare avanti all'infinito. Temo che si tratti di un problemino legato al paese di produzione di molte cose che compriamo oltre che al desiderio del produttore di fare il massimo margine.

Se trovate modo di farmi mangiare una buona pizza senza dover chiedere il mutuo vi saro' grato........

Ciao a tutti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Credo di non essermi spiegato bene. Se il motore deve essere indistruttibile, se non si e' il Grey in persona e' bene restare nel soft tuning o almeno nel non stravolgere quanto Piaggio a suo tempo aveva pensato. La cosa non e' facile perché Piaggio compra da terze parti i propri ricambi, le tolleranze sono quelle che sono ecc. Vero. Pero' questo noi lo sappiamo bene e quando ci cimentiamo in motori piu' spinti sappiamo che da qualche parte rinunciare a qualche cosa ed ognuno di noi ci mette la sua testa per ottenere il giusto risultato. Per quanto riguarda la minore qualità dei prodotti in generale (cosa che condivido) vorrei fare una battuta:

la pizza oggi costa circa il doppio che qualche anno fa. In compenso la digerisco peggio.

I maglioni della woolrich che amo e costano qualche € e non sono nemmeno cugini di quelli fatti 2anni fa. Ovviamente già costosetti.

Si potrebbe andare avanti all'infinito. Temo che si tratti di un problemino legato al paese di produzione di molte cose che compriamo oltre che al desiderio del produttore di fare il massimo margine.

Se trovate modo di farmi mangiare una buona pizza senza dover chiedere il mutuo vi saro' grato........

Ciao a tutti.

 

Ma te la pizza alla "Sartana", fatta nel forno elettrico di casa, non l'hai mai mangiata, vero?

Prossima volta che passi dalle mie parti te ne faccio sentire un pezzo.

Garantisco che non ti servirà il Maalox: così non fosse, ti regalo un crocera CIF nuova imbustata!!!

 

...condivido il post di Bergo!! ;-) ;-) ...sono giunto alla stessa conclusione da un po di tempo!!

....sto preparando il piics con pezzi piaggio (ma piaggio anni 80 :-o )...carburatore SI,cilindro 150 e marmitta originale....

....la special quando la sistemerò la terrò solo per fare qualche giretto!! 8)

 

Oilà, buongiorno!!!

Ma che fine avevi fatto?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Oooh finalmente qualcuno (veramente più di qualcuno) che la pensa come me! Pensavo di essere uno fra i pochissimi pretensiosi quando spendono certe cifre (spendere 2000 euro per un motore Vespa solo di componenti e poi avere l'affidabilità di una bici da passeggio nello sterrato..)

 

Io per questo motivo nello Special mi sono tenuto nella fascia medio/bassa, ma in compenso ci fai km e km, e va sempre alla grande!

 

 

 

 

 

Polini mono 130, carburatore 28 con condotta autocostruita che monta alla perfezione senza sbattere nelle buche o roba varia, 27/69, rifasatina "giusta" per farlo girare un pò più allegrotto e banana polini vecchio tipo, albero e valvola con fasi umane.

 

Tanta coppia e spinta ai mediobassi, se vuoi tirare allunga pure decentemente, sound contenuto, piacere di guida in città (anche di 4a a filo di gas, spalanchi e fai sorpassi), sciupa mooolto poco siamo vicini ai 28lt con guida allegra...

 

L'unica cosa che mi da noie è l'accensione a puntine, ovviamente i pezzi di consumo quali puntine e condensatore... Ho il condensatore che a caldo non mi fa tenere il minimo bene bene. Se lo sostituisco "guarisce" ma dopo poco torna il difetto, e le puntine che si consumano a mio avviso eccessivamente. Ma non ho che farci, sono solo pentito di aver buttato le vecchie originali, che con tutto ciò che erano ferme da 20 anni, dopo un paio di pedivellate hanno fatto girare il motore come un orologio..

 

 

 

 

Ci saranno taaanti motori migliori del mio, ma del mio, a meno di qualche sfortunato cedimento strutturale, sono sicuro di come vado, dove vado e sopratutto che ritorno! :mrgreen::bik

  • Like 1

"Così ho tirato giù la doppietta dalla parete 
e gli ho sparato due colpi d'avvertimento... 
...dritto in mezzo agli occhi."

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ma guarda , io credo che i pezzi racing veri l'affidabilità ce l'hanno ,

 

il problema sono quelli che di racing hanno solo il nome , o quelli simil originali prodotti ormai con standard di qualità pessimi e venduti nelle bustine piaggio ,

 

altro discorso sono i limiti strutturali del motore vespa :

 

evidentemente non puoi pensare di fare 30.000 km con un motore da 30 cv senza aprirlo ma no credo chi stiamo parlando di questo


In ogni agglomerato umano c'è sempre la figura funesta dell'organizzatore di manifestazioni ricreative

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite specialista94

secondo me è un fatto di pezzi fatti male perchè anche un motore tranquillo puo rompersi è capitato a me grazie a un mazzuchelli la verità è che non fanno più i pezzi di una volta quando i motori prima di 30000 km non si riaprivano senza dover ricorrere a alberi da 400 euro questo non capisco perchè ora dove abbiamo tutti i pezzi del mondo bisogna spendere cifre astronomiche per un cilindro oppure albero o frizioni se tornassimo indietro nella vecchia scuola non era cosi :no

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

in qualunque componente "non originale/elaborato" troverete scritto che non è per uso stradale. Per questo specifico tipo di impiego esiste mamma Piaggio e/o la ns. consapevolezza meccanica. Se però mamma Piaggio ci sta stretta dobbiamo accettare quanto è in commercio.

Scusa Pensieri se ti contraddico ma la famosa formula "non per uso stradale" va presa mooooolto con le pinze... io stesso ho fatto delle prove su dei cilindri 102cc polini, olympia e dr estreme... e sai cosa ti dico? che se il motore è in condizione ottimale e la miscela è al 3% fai prima a bruciare la frizione che a grippare la termica... un 102 olympia montato su ape con 8 persone a bordo (2 in gabina piu 6 nel cassone) si è fatto 17 km di sterrato in salita con tratti di fango che arrivava al parafango, tutto il tragitto è stato fatto col motore in prima e pressapoco a manetta... nessun segno di cedimento... fai tu se non è un prodotto buono... ovviamente c'è qualità e qualità e il fattore durata è influenzato da molte cose non solo dalla qualità in se ma anche dal set del motore... e di certo il 102 olympia non è per uso in pista.......


..Gerardo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusa Pensieri se ti contraddico ma la famosa formula "non per uso stradale" va presa mooooolto con le pinze... io stesso ho fatto delle prove su dei cilindri 102cc polini, olympia e dr estreme... e sai cosa ti dico? che se il motore è in condizione ottimale e la miscela è al 3% fai prima a bruciare la frizione che a grippare la termica... un 102 olympia montato su ape con 8 persone a bordo (2 in gabina piu 6 nel cassone) si è fatto 17 km di sterrato in salita con tratti di fango che arrivava al parafango, tutto il tragitto è stato fatto col motore in prima e pressapoco a manetta... nessun segno di cedimento... fai tu se non è un prodotto buono... ovviamente c'è qualità e qualità e il fattore durata è influenzato da molte cose non solo dalla qualità in se ma anche dal set del motore... e di certo il 102 olympia non è per uso in pista.......

 

Hai ragione, è anche vero che bisogna vedere il modo in cui si trattano i motori!

Io ai miei amici consiglio sempre:

-miscela al 3-4% e carburazione leggermente grassa, intendiamoci, non dobbiamo vincere nessun mondiale, dobbiamo divertirci e non spenderci milioni!

-far scaldare il motore prima di tirarlo

-farlo raffreddare adeguatamente prima di spegnerlo

-filtro aria di buona qualità

 

E i motori durano già di più :-D

 

Altro elemento che non dura molto... solo a me il pick-up si brucia abbastanza di frequente??


Elaborazioni Ferrando https://www.facebook.com/elaborazioniferrando?fref=ts :)

Passate a dare un occhio e un like ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite pensieri

@merak : tranquillo, mordo solo la pizza e non gli utenti del forum. E' vero, la dr ha fatto dei veri muli. Qui però il discorso è diverso. Ci si è accorti che nel tempo la precisione e la resistenza dei ricambi è vistosamente calata. Quindi ci si sente un po' presi in giro perchè ci ricordiamo quando le cose funzionavano diversamente. Per questo ho fatto la lanciato della pizza e dei maglioni. Nel ns. quotidiano tutto è diventato più caro e consumistico senza vantaggio alcuno per il compratore. Poi nel ns. caso specifico è abbastanza facile che un produttore possa tutelarsi facendo presente che se un pezzo si rompe è perchè è fatto per la competizione. mondo che di solito non bada a spese. Spero di aver meglio spiegato il pensiero di pensieri.

Ciao.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

E' anche vero che non siamo mai contenti fin che non rompiamo il motore;magari hai una termica in allluminio che messa giu' in un certo modo puo' essere anche affidabile,ma quando il motore va bene poi non ti basta e sotto a provare questo e quello e cosi' e cosà,alla fine arrivi al limite,per forza....e anche io sono cosi', il mio primo m1 mi è durato 3 anni cambiando solo un paraolio,poi mai contento ogni anno faccio un motore nuovo....

Avete poi ragione a dire che una vera moto è molto piu' affidabile,pero' quando esce un prodotto per vespa che ci puo' dare la stessa idea di affidabilità molti si lamentano perchè costa caro,e che casso è solo una vespa di mredda......ma quanto costa una moto?e mantenerla?e i ricambi?

Comunque anche io ero stufo di averne sempre una,ho mandato in garage una vespa e ne tengo solo piu' una circolante,da 3 mesi sono proprio a piedi per restiling,ma i soldi che spenderei per una moto li spendero' per avere una vespa affidabile,la mia Vespa!!!!!!! :RdR

 

ps:ciao Orax :B

Modificato da robertoromano

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Miscela a 4% secondo me è esagerato, serve solo a fare riempire tutto di residui incombusti e a far creare depositi nelle sedi fasce.

 

Il 2% o poco più di un buon olio è già più che sufficiente (assieme ad una buona carburazione), considerato che gli oli moderni sono nettamente superiori a quelli di 20 anni fa. Inoltre sento gente che grippa per anticipo errato, per carburazione errata, per squish/rdc sbagliati... Ma per scarsa lubrificazione mai!


"Così ho tirato giù la doppietta dalla parete 
e gli ho sparato due colpi d'avvertimento... 
...dritto in mezzo agli occhi."

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Miscela a 4% secondo me è esagerato, serve solo a fare riempire tutto di residui incombusti e a far creare depositi nelle sedi fasce.

 

Il 2% o poco più di un buon olio è già più che sufficiente (assieme ad una buona carburazione), considerato che gli oli moderni sono nettamente superiori a quelli di 20 anni fa. Inoltre sento gente che grippa per anticipo errato, per carburazione errata, per squish/rdc sbagliati... Ma per scarsa lubrificazione mai!

 

Hai anche ragione, infatti sul mio 130 Polini sono andato con qualunque percentuale, dall' 1 al 5%, a seconda se avevo olio o no in casa, e mai grippato o scaldato per scarsa lubrificazione, comunque i residui incombusti non sono presenti in modo esagerato! Intendiamoci, il cielo del pistone e la testa ne sono completamente ricoperti, ma è una patina che viene via facilmente e che non compromette nulla (scarico e travasi mai trovati tappati, solo sui corsa corta, e non ho mai capito perchè...)

 

Ritornando in tema, una vera moto è sì affidabile, ma non è che la manutenzione non costi eh!

Piccolo esempio:

quanto costa il pistone di una moderna moto 125? Ogni quanto va cambiato?


Elaborazioni Ferrando https://www.facebook.com/elaborazioniferrando?fref=ts :)

Passate a dare un occhio e un like ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite dany

io porto un esempio su un cilindraccio comprato anno scorso,....un semplice 115 polini (a 125 euri in negozio :fiu ).......

bene,tolto dalla scatola, infilato le fasce nel cilindro ...e... forzavano,"0" spazio tra le punte C) ......se fosse stato montato senza guardare quanto sarebbe durato?....ed e' solo un esempio...

e qua entra in gioco la ns capacita'!.....come quando vengon montati cuscinetti tn9 con 2/10 di interferenza sul carter e con l'interferenza pure sull'albero.....se si gabbiano non e' colpa dei cuscinetti....

il tuning non e' mai stato p&p....ma la qualita' scarseggia pure su robaccia a prezzi folli!

riguardo al racing ,quello vero, se un pistone va cambiato ogni 10 ore,va cambiato!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Poi, non vorrei cambiare discorso, un altro fenomeno che si sta piano piano evolvendo è quello del venditore che non sa cosa vende!

 

Quante volte mi sono arrivati con fasce che dovevano servire per un 102 e invece erano di un 130?

Quante volte il contrario?

Quante volte i venditori hanno venduto a miei amici fasce del 112 invece di quelle per un 130?

Quante volte i venditori vendono (anche a me, ma mica posso sbrogliare la matassa di fili in negozio) cavetti dicendo che sono per ape, e invece sono per vespa?


Elaborazioni Ferrando https://www.facebook.com/elaborazioniferrando?fref=ts :)

Passate a dare un occhio e un like ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite dany

 

quanto costa il pistone di una moderna moto 125? Ogni quanto va cambiato?

quanto costa non so',

ma un rotax bifascia originale si va da 8000km(se non siamo smanettoni e quando apre la valvola si chiude il gass :-D ) ai 5000km(non risparmiandola) ai 3000km (a rotta di collo sempre)......9-10 ore un monofascia in pista(correggetemi se sbaglio)...cosi' detta su due piedi......ma si parla di un gt a liquido a temperatura costante con 30cv,non di un finti racing vespa da 15-20cv

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Gagarin

navigatore nello smartphon

avanti così

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Esatto, in pratica per farsi un motore affidabile da 20 cv adesso bisogna mettere sotto il meglio del meglio per stare sicuri e per non dovere rispendere soldi su soldi per risistemare sempre tutto...e a spendere più di 1000 euro è un attimo...si è persa un pò la concezione dei prezzi e dei soldi eh...

  • Like 1

" E' tutto calcolato ma non funziona niente"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

se mi è concesso dire la mia,senza ovviamente puntare il dito contro nessuno o discriminare determinati prodotti verso degl'altri ,io dico solo che bisognerebbe tirare una linea a metà e dividere le cose.

è vero che da una parte ci sono :

ricambi di scarsa qualità

ricambi difettosi

ricambi che assolutamente sono venduti ma sono immontabili

ricambi e parti racing che costano uno sproposito e non hanno proporzione qualità-prezzo

 

ma è anche vero che dall'altra parte ci sono persone che non hanno sicuramente le competenze per assemblare determinati tipi di motori,poto un'esmpio,io in questo forum leggo molto e scrivo poco ma mi vien da ridere quando leggo il titolo di un post. del tipo "passo al corsalunga" oppure "finalmente un corsa lunga" ecc.ecc. apro il post e leggo che da un 75cc si cambia conf .e cosa si va a montare? un m1lrarr2 volusioooon d84 per corsa 64 ,si comincia a chiedere subito che campana che cambio che olio,che frizione,che lampadine ecc.ecc ma io dico passare da un corsa corta ad un corsalunga polini o dr e fare un pò di pratica no eh! poi ci si lamenta perchè i carter non tengono,i cuscinetti esplodono,si grippa perchè la carb.non è a posto.

si fa un passo alla volta,lo sò che va di "moda" il motorazzo che secondo me le rotture e le migliaia di euro spesi spesso sono inputabili a un cattivo montaggio,un utilizzo del motore in modi no ottimali e dalla mancanza di esperienza.

con questo dico solo che se in commercio esistono motori fino a 175 cc che praticamente sono delle lingue a orologeria,è sempre la persona che decide e se ha l'esperienza giusta,capirà che per uso stradale non potrà mai andar bene e che tutto funzionerà per una manciata di km ,allora scieglierà componenti meno costosi e meno potenti con meno cv e un gran risparmio di rotture e cazzi vari!

questa e solo la mia opinione ,strettamente personale

scusate.

 

simone

  • Like 2

C.M.R Compagnia Motori Rustega

FORZA STEFANO!!!

www.mavsp.it

mavsplogo.png

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

salve a tutti! Anche io come voi sono un appassionato vespa ,forse per via della mia posizione geografica, non conosco come voi tutti i prodotti per elaborazioni varie ,ma grazie a questo sito almeno teoricamente ho"imparato"!!!!

Di tutti i discorsi che noi possiamo fare sull'affidabilita' dei prodotti racing,

alla fine siamo i primi a chiedere sempre di piu' per quanto riguarda la potenza!!!!!

Purtroppo se si vuole affidabilita' bisogna sacrificare potenza e prestazioni legati anche al fatto che i carter vespa non sono costruiti per supportare tutti quei cavalli !!!!

c'e' da dire che gia' il motore vespa small originale ha di per se una grande pecca costruttiva data dal raffreddamento precario e tutti noi sappiamo che in estate si avvertono notevoli cali di potenza dopo appena 15 minuti di utilizzo !!! Rendiamoci conto che il motore small e' costruito per avere 5000-6000 giri e noi pretendiamo affidabilita' tirandone fuori oltre 10.000!!!!!

Ultimamente sto notando che un po' tutti richiedono un utilizzo da passeggio ,sembra come se l'elaborazione ,l'utilizzo estremo ci abbia stancato .

Io farei un'altra proposta: teniamoci le nostre small per l'utilizzo estremo " diciamo che ci diamo una botta di adrenalina "con loro e che per un utilizzo turistico di lunga percorrenza ci si dovrebbe buttare su una largeframe magari 150/200 cc per avere una coppia potente in basso e un soddisfacente allungo " Ci possiamo andare anche in coppia e siamo tutti Felici!!!!!!

E COSI' non SCASSATE PIU' CON STO FATTO DELL'AFFIDABILITA' :1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite jean

Secondo me Bergo il problema è questo.... (sono un amante spassionato della vespa come tutti voi) ma devo ammettere che la vespa è un mezzo costruito in tempi ormai arcaici.. pensata per durare una vita e senza quasi manutenzione e delle prestazioni delle tolleranze di queste cose non se ne fregavano neanche un pochetto.. 1,5cv per il motore della vespa 50 era anche troppo.. tanto doveva portare a lavoro l'operaio o il ragazzo a scuola... magari sempre li stessi 5 km ogni giorno... noi chiediamo ai nostri carter delle prestazioni da moto 125 da strada belle spinte... il progetto è folle e pure regge nel senso magari quei 1000 km va da colui_il_quale poi cede qualcosa... vogliamo costringere questi motori a lavori che non sono suoi e quindi barena la sede riporta metti una frizione maggiorata etc etc... quel che dico io è che forse bisognerebbe tornare tutti come dici te.. e avremmo tutti meno sbattimenti.. ma insomma il succo è questo vogliamo delle vespe che pestano come le rs smandruppate e non può reggere il confronto... la vespa è tale e tale rimarrà... un mezzo che con le corse moderne non centra nulla secondo me....

 

e sommaci che oggi non si lavora piu per passione ma per guadagnare.. figurati se i produttori si perdono nel set perfetto di prodotti di fino.........

ciao a tutti io quoto a pieno marak! certo se tutti lasciassimo la vespa originale nessuno avrebbe di cui lamentarsi,tanto è anche vero che se metti mano in maniera cosi radicale ad un motore concepito negli anni 50 ovviamente qualcosa molla il colpo,ma ci sta anche che sia cosi!

diverso è prendere (con tutto il rispetto)un dr e lavorarlo per ottenere di più,e alla fine lamentarsi perchè scoppia!io su una mia special ho montato un 130 polini con albero anticipato proma e 24 senza raccordare nulla e a distanza di quasi 8 anni gira ancora perfettamente e parte al primo colpo(certo potrebbe dare di più se lo lavoro e ci aggiungo campana accensione ecc)ma dopo sarei li a cristare perché è scoppiato!

ora non voglio fare il don perchè è la mia ma se dovessimo prendere i carter quattrini con il top di componenti messi in commercio da zirri e company avremmo ugualmente dei problemi magari in maniera ridotta per via del pezzo in questione ma comunque ne avremmo e ci sta perché è nella natura del 2 tempi elaborato dare problemi!

se cosi non fosse questo forum come tenti altri nemmeno esisterebbero!

e per Bergo voglio dire che hai ragione sul fatto che tanti componenti per il costo che anno sono molto scadenti come qualità e rifiniture,per prendere un bel cilindro che ti dia un minimo di soddisfazione (poi dipende dalle aspettative individuali di ogniuno di noi) bisogna spendere non meno di 200 sacchi :fiu

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ma è possibile che per una espansione della Jolly per la mia moto da cross senza silenziatore spendo 130+ss NUOVA

e per una qualsiasi espansione per vespa ne devo spendere il doppio se non il triplo?

io posso capire che per il cross i numeri di mezzi prodotti rispetto alla vespa siano notevolmente diversi,

ma se ci penso bene mi chiedo di quanto sono diversi?

e perchè una cosa che è fatta allo stesso modo deve costare la metà?

un pistone con 60e ce l'hai a casa..

la biella forgiata con 80...

e via così..

mi rode il culo sta cosa..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo RTF.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.




×
×
  • Crea nuovo...

Benvenuto su ET3.IT, il Forum delle Vespa da corsa!
Ti auguro buona permanenza su questo sito di veri Appassionati!
Come inizio ti suggerisco di inviare un messaggio di presentazione sul Forum Mugello Park !
Inoltre ti consiglio di richiedere la registrazione su Facebook al gruppo Et3.it - Vespe performanti
Il forum è consultabile anche tramite Tapatalk.
Buona permanenza su ET3.it!