configurazione polini 177
0

20 messaggi in questa discussione

vorrei alcuni consigli per eseguire un motore turistico con 177 polini, la mia intenzione era

gt 177 polini come da scatola

marmitta sito plus

carburatore 20

a me interessa un motore brillante con bei bassi.

conviene montare il 24 o con quella marmitta e senza modificare carter e valvola non si sente il beneficio

accetto volentieri consigli delle vostre configurazioni grazie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Polini p&p, pignone da 22 , padellino sito (anche non plus), 20 si con adeguato getto del massimo e anello di rinforzo sulla frizione.

Così puoi anche non aprire in carter, i bassi di certo non gli mancheranno!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ti dico la mia configurazione: 177 polini p&p (carter originali non raccordati) si 24 con max 115 montato tale e quale senza raccordare nulla e padellino originale. Gran tiro ai bassi e molto godibile (ho il cambio a denti grossi e quindi rimane un pò corto, ma abito in collina e mi piace cosi').

Invece l' ultimo motore che ho chiuso ha 177 p&p su carter originali, si 20 con getto max 108 e padellino sito normale. Buon tiro, ma il cambio più lungo (px del 1980) diluisce un pò la spinta.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ti dico la mia configurazione: 177 polini p&p (carter originali non raccordati) si 24 con max 115 montato tale e quale senza raccordare nulla e padellino originale. Gran tiro ai bassi e molto godibile (ho il cambio a denti grossi e quindi rimane un pò corto, ma abito in collina e mi piace cosi').

Invece l' ultimo motore che ho chiuso ha 177 p&p su carter originali, si 20 con getto max 108 e padellino sito normale. Buon tiro, ma il cambio più lungo (px del 1980) diluisce un pò la spinta.

 

con il cambio a denti piccoli accorci ( prima serie a puntine) con quello a denti grossi allunghi ;-)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ti dico la mia configurazione: 177 polini p&p (carter originali non raccordati) si 24 con max 115 montato tale e quale senza raccordare nulla e padellino originale. Gran tiro ai bassi e molto godibile (ho il cambio a denti grossi e quindi rimane un pò corto, ma abito in collina e mi piace cosi').

Invece l' ultimo motore che ho chiuso ha 177 p&p su carter originali, si 20 con getto max 108 e padellino sito normale. Buon tiro, ma il cambio più lungo (px del 1980) diluisce un pò la spinta.

 

con il cambio a denti piccoli accorci ( prima serie a puntine) con quello a denti grossi allunghi ;-)

Sicuro?

Il mio px ha il cambio arcobaleno ed è molto più corto del px a puntine. Stesso discorso tra il cambio px 125e "82 e quello a puntine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

il 177 polini è mal digerito dai carter originali... senza raccordatura... molto, ma molto meglio sarebbe un Dr che ha travasi simili agli originali e costa a metà, il rapporto poi.... sia se hai il secondario a dente piccoli (notevolemnte più corto), sia che tu abbia il secondario della PX dal 79 a denti larghi (notevolmente più lunghi) dicevo il rapporto rimane identico in quanto questi secondari sono abbinati a Primarie reciprocamente più lunga e più corta che alla fine rendono il rapporto finale alla ruota quasi uguale..

 

Ergo il limite maggiore per un 175 quale che sia è il rapporto, il Polini necessita a mio dire di raccordatura dei travasi obbligatoria o lava male il pistone e spesso i Polini non raccordati nè rapportati sono soggetti a vere e proprie distruzioni dell'albero e/o grippaggi anche violenti.... insomma scalda davvero tanto e lavora veramente magrino anche con un getto da 120...

 

il DR è più sensato... ha più garbo e alla fine se si abbina ad una lavrazione della conicità del carburo da 20 raccordato alla scatola filtro almeno, e si monta in aggiunta il pignone da 21 (della 150cc) al posto di qullo da 20 (della 125cc) sulla frizione magari con l'anello di rinforzo e marma sito plus.... allora il motore andrà un gran bene e viaggierà anche in modo ragionevole (sempre corto comunque ma accettabile), non allegerirei il volano su motori praticamente P&P...

 

 

Il Polini quindi mai sui carter originali... alla fine uno su due si spakka, me ne portano tanti davvero... tutti uguali, tutti Polini P&P, qualunque sia il getto max.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il Polini quindi mai sui carter originali...

 

l'hai provato?

io ce l'ho avuto, non avevo neanche cambiato il pignone, quindi 20-68, getto da 108 e be3 invece del be5. STOP. Mai una calda, sempre andato benissimo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Strppalo come si deve per anni e poi ne riparliamo, ne ho avuti di simili...

 

il numero non importa....

 

vero pure che molto dipende da come è messo il motore di base (sopratutto di albero) e da chi la usa... ma di certo non ci farei un viaggetto in Agosto su quella vespa....

 

il 177 Polini è comunque un gran motore, si esprime la suo meglio però con minimo un carburatore e rapporti della 200, e carter raccordati... allora inizia a cantare davvero, ma è ovvio....

 

altrimenti il DRcome detto sopra, alla fine costa uguale e và anche meglio, sia di prestaziuoni che di stress...

 

è diciamo un 170 simil original's... accettabile ed affidabile.

 

per TUTTi e non solo per quelli a cui per fortuna il Polini và anche bene!!! ti dico solo che sullo scaffale ne conto minimo 5 di cilindri Polini grippati!!! erano TUTTI P&P.

 

Consiglio quindi di andare a manetta per tratti non eccessivamente lunghi... magari dura anche due annetti se lo tratti bene di olio e gas...

meglio era il PINASCO alu, facilissimo da raccordare anche a carter chiusi....

 

(travaso con ughiata circolare e non trapezoidale replicabile con fresetta del briko da €3 su trapano standart, una vera cavolata da realizzare anche a carter chusi e montati sulla vespa) abbinato alla sua marmitta non necessita di rapporto lungo (sempre però il pignone da 21 della 150 quello sì), allora anche questo è un bel motorello, ma ha costi importanti alla fine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

grazie a tutti per le risposte ,e come anticipo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ciao io ho il dr sullo sprint veloce!!! con il 110 di massimo...e quando tiro va bene! ma quando vado a 60/70 k/h schippetta tanto da grassa...suggerimenti??? GRAZZIIIEEE!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
vero pure che molto dipende da come è messo il motore di base (sopratutto di albero) e da chi la usa... ma di certo non ci farei un viaggetto in Agosto su quella vespa....

 

.

 

siamo stati fortunati allora...

 

Siena praga 4 vespe di cui due 125 con polini pp, un 200 e io col famigerato T5 polini sempre pp... nessun problema

 

qualche rogna causa benzine dell'est che tappano il carburo e inizia a rantolare ma siamo tornati interi :D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io resto sul polini perche in futuro apro il motore e faccio i lavori del caso ,anche se sentendo queste notizie di grippaggi sono un po preoccupato, pero in gioventù tanti amaci avevano il polini chi con i lavori al carter chi no ma non ricordo grossi problemi ,io ho sempre avuto et3.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
sentendo queste notizie di grippaggi sono un po preoccupato

 

Non ne hai motivo, fidati, se lo monti con criterio non avrai problemi.

Ma soprattutto, come dici tu, quando dovrai fare l'up-grade avrai già un gt adatto, senza doverne prenderne un altro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Salve, ho un p150x del 1980 e vorrei comprare una megadella ! magari in futuro montare un 177. dalle precedenti conversazioni si evince che la miglior configurazione senza modificare i carter e' quella di prendere un DR! sul px del 1980 dite che c'e' il pignone da 21?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Salve, ho un p150x del 1980 e vorrei comprare una megadella ! magari in futuro montare un 177. dalle precedenti conversazioni si evince che la miglior configurazione senza modificare i carter e' quella di prendere un DR! sul px del 1980 dite che c'e' il pignone da 21?

Non volendo modificare i carter, il DR rappresenta sicuramente la soluzione più economica, senza perdere troppo in prestazioni. In previsione del montaggio di questo GT prendi un Megadella V1.8. Pignone Z22 su cambio a denti grossi.

Per ottenere molto di più dovresti ritardare la fase di aspirazione, tagliando 12-15 mm dalla spalla dell'albero (che va poi ribilanciato a ore 12.00). Va bene anche il SI 20, purché ben raccordato alla scatola e alla valvola. Consigliatissimo inoltre uno spessore da 1 mm sotto al cilindro, spianatura completa dello scalino testa e interposizione di dissipatore alettato in rame tra testa e cilindro. Il DR ti sorprenderà  ;-)

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io resto sul polini perche in futuro apro il motore e faccio i lavori del caso ,anche se sentendo queste notizie di grippaggi sono un po preoccupato, pero in gioventù tanti amaci avevano il polini chi con i lavori al carter chi no ma non ricordo grossi problemi ,io ho sempre avuto et3.

 Tra i GT in Ghisa, il Polini è il migliore; tuttavia, appunto, è in ghisa. Con un piccolo sforzo economico in più potresti acquistare cilindro in alluminio, che farebbe una gran differenza in termini di affidabilità.

Comunque, se non intendi raccordare i carter, le prestazioni rimarranno modeste.

E' vero che una volta giravano un sacco di PX con il Polini e andavano anche moto bene... Ma una volta c'era la benzina rossa, che era tutta un'altra cosa.

Per essere un po' più al riparo da eventuali guai, carbura grassottello, usa un buon olio e interponi tra testa e cilindro una guarnizione alettata  in rame.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non volendo modificare i carter, il DR rappresenta sicuramente la soluzione più economica, senza perdere troppo in prestazioni. In previsione del montaggio di questo GT prendi un Megadella V1.8. Pignone Z22 su cambio a denti grossi.

Per ottenere molto di più dovresti ritardare la fase di aspirazione, tagliando 12-15 mm dalla spalla dell'albero (che va poi ribilanciato a ore 12.00). Va bene anche il SI 20, purché ben raccordato alla scatola e alla valvola. Consigliatissimo inoltre uno spessore da 1 mm sotto al cilindro, spianatura completa dello scalino testa e interposizione di dissipatore alettato in rame tra testa e cilindro. Il DR ti sorprenderà  ;-)

grazie per le spiegazioni! opterei per la prima configurazione dove non bisogna aprire i carter! ma spiegami perche' prendere la megadella V1.8 ? il tipo che la vende mi consigliava tempo fa una 1.4 . sapresti indicarmi le differenze? grazie in anticipo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In realtà, la V1.8 ti permetterebbe di beneficiare di altre migliorie che potresti eventualmente apportare al motore. Tuttavia, se vuoi montare il gruppo termico senza fare null'altro, né ore né in futuro, la V1.4 potrebbe rendere il tuo motore più elastico. 

 

Comunque, in generale, penso che avrebbe più senso elaborare come si deve carter e albero motore, lasciando magari il gruppo termico originale opportunamente ritoccato anziché montare un gruppo termico Polini nudo e crudo, che si troverebbe a funzionare con i travasi mezzi tappati e una fase di aspirazione 25° più breve di quanto avrebbe bisogno. Avresti un motore più affidabile e -strano ma vero- probabilmente anche un po' più potente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

il 177 polini è mal digerito dai carter originali... senza raccordatura... molto, ma molto meglio sarebbe un Dr che ha travasi simili agli originali e costa a metà, il rapporto poi.... sia se hai il secondario a dente piccoli (notevolemnte più corto), sia che tu abbia il secondario della PX dal 79 a denti larghi (notevolmente più lunghi) dicevo il rapporto rimane identico in quanto questi secondari sono abbinati a Primarie reciprocamente più lunga e più corta che alla fine rendono il rapporto finale alla ruota quasi uguale..

 

Ergo il limite maggiore per un 175 quale che sia è il rapporto, il Polini necessita a mio dire di raccordatura dei travasi obbligatoria o lava male il pistone e spesso i Polini non raccordati nè rapportati sono soggetti a vere e proprie distruzioni dell'albero e/o grippaggi anche violenti.... insomma scalda davvero tanto e lavora veramente magrino anche con un getto da 120...

 

il DR è più sensato... ha più garbo e alla fine se si abbina ad una lavrazione della conicità del carburo da 20 raccordato alla scatola filtro almeno, e si monta in aggiunta il pignone da 21 (della 150cc) al posto di qullo da 20 (della 125cc) sulla frizione magari con l'anello di rinforzo e marma sito plus.... allora il motore andrà un gran bene e viaggierà anche in modo ragionevole (sempre corto comunque ma accettabile), non allegerirei il volano su motori praticamente P&P...

 

 

Il Polini quindi mai sui carter originali... alla fine uno su due si spakka, me ne portano tanti davvero... tutti uguali, tutti Polini P&P, qualunque sia il getto max.

Mi spieghi per favore perchè secondo te con i carter non raccordati il Polini dovrebbe scadare di più?......a me non risulta.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
0