Vai al contenuto

Iceman.83

$ SupporterM
  • Conteggio contenuto

    783
  • Registrato

  • Ultima Visita

  • Giorni ottenuti

    5

messaggi inviate da Iceman.83


  1. 17 minuti fa, robertoromano ha scritto:

    Ciao sull'L piccolo avevo montato il pacco TopAm6 ,solo asolato leggermente i fori ,a memoria.

    Ma guarda le flange di fissaggio ci va anche poco a rifarle ,il problema è l'ingombro del pacco che ovviamente deve poter entrare dentro l'alloggiamento sul gt senza sfondarne le pareti ,il resto si fa.

    Se quello dell'AM6 si può adattare facilmente allora potrei prendere quello, il TPR Black è simile a V-Force e costa 100€ in meno!


  2. Grazie della risposta! Intendo che siano intercambiabili fra loro, togli uno e metti l'altro. Ho sempre cercato di informarmi in rete per capirci qualcosa ma tutte le volte avevo sempre più confusione in testa...

    Per Polini evolution intendo questo:

    https://polini.shop/it/catalogo/215-0119.html

    Da quello che ho capito il pacco piccolo dell'M1L è uguale a quello del CR85, quindi dovrebbe essere uguale a quello del collettore FALC e pensavo che anche il collettore MRT avesse lo stesso pacco, ma a quanto pare non è così.

    E mi pareva di aver capito che anche il pacco dell'M1XL e quello del Minarelli AM6 fossero delle stesse misure di quelli sopra.

    Sono molto confuso...

    • Like 1

  3. 1 ora fa, filipporace ha scritto:

    a mio avviso non é un'eresia la richiesta di 650€.    É vero anche che son diventati tutti affaristi ultimamente, poi si prendono certi bidoni🤦‍♂️

    Allora tengo quel prezzo, anche perché so cosa c'è e come è stato assemblato, e guardando su ebay si trovano robacce simil originali a 600€.

    Anche se sono convinto che potrei chiedere anche di più, ma poi non lo comprerebbe nessuno. 

    • Like 2

  4. Grazie per il mitico! 😁

    Mi hanno chiesto un blocco completo, questo è completo ed è fatto bene, però ci sono un bel po' di cosine che costicchiano... Ma quando ho detto il prezzo hanno storto il naso, a me sembra che per quello che c'è sia fin troppo basso... E smembrarlo è un peccato perché è un gioiellino! 😅

    L'ho usato pochissimo perché poi sono tornato all'M1L, ma se devo regalarlo allora lo sembro!

    • Like 1
    • Thanks 1

  5. Ho un blocco completo con un migliaio di km così configurato:

    Carter V5A1M

    Cilindro Malossi 57,5 corsa 43

    Albero anticipo originale Mazzucchelli

    Collettore lamellare Polini

    Carburatore Dell'Orto PHBL 24

    Airbox Polini

    Campana 27/69 bilanciata

    Pignone DRT 26

    Cluster DRT con 3a 18/51 e 4a 19/47

    Accensione ET3 con statore Ducati

    Frizione 3 dischi in sughero con disco bombato DRT

    Volano Pinasco ET3

    Marmitta Polini Evolution (Primo modello corsalunga)

    Valvola asportata e tutte le raccordature fatte a regola d'arte.

    Il blocco è completo di tutto, cuffia, tamburo, ganasce, copriventola, ecc..., solo da montare e collegare.

    Ho chiesto 650/700€, secondo voi è poco?

     

    112 Malossi.jpg

    • Like 1

  6. 19 ore fa, rudy ha scritto:

    Non mi torna molto l'accoppiata diffusore e minimo  b32 insieme ad un 60 non ha senso. Quello che comanda nel tuo caso e' il diffusore

    Appunto, chi comanda è l'emulsionatore del minimo, nel mio caso il B32. La grandezza del getto, a patto che sia più grande è pressoché ininfluente. Una regola non scritta vorrebbe che il getto del minimo fosse 10 punti più grande dell'emulsionatore e serve più che altro per il pescaggio. Discorso diverso se si utilizza un emulsionatore CD1, in questo caso corrisponderebbe all'incirca ad un B100 e la regolazione del passaggio la si lascerebbe fare al getto del minimo.

    • Like 1

  7. Io ho l'M1L vecchio a pacco piccolo in corsa 53 con il VHSH 30, non so se i due cilindri possono essere comparabili ma il mio chiede molta poca benzina, soprattutto ai bassi regimi. Io ho un emulsionatore B32 con getto da 60, valvola da 50, DP263 e spillo K98. Così rimane accesa al minimo senza imbrattare nemmeno dopo molti minuti e riprende bene a qualsiasi apertura. La candela è sempre di un bel nocciola.


  8. 14 ore fa, claudio7099 ha scritto:

    ho letto di la che ti servivano le istruzioni koso ,io le ho se mi dici il modello o cosa ti serve sapere ,ho visto il lavoro del portaoggetti sotto la sella bello ,metti anche qui due foto

    Sì certo!

    20191210_212838_1576051799356.thumb.jpg.08b34f6c28396a95fd954ada70ec089c.jpg

    Il contagiri è il KOSO GP Style da 48mm, quello con le due spie di fuorigiri e cambio marcia, abbastanza vecchio avrà una decina di anni. I collegamenti elettrici per accenderlo e tenerlo alimentato anche a motore spento per la memoria li ho fatti, ma non ricordo bene i cavi per i collegamenti del sensore giri e il settaggio del tipo di motore!

    • Like 1

  9. Riscrivo per dirvi che approfittando dell'inverno mi sono cimentato nella realizzazione di tutto l'impianto elettrico sotto batteria. Ho ricablato tutto con cavi nuovi, non ho modificato l'impianto esistente. Ho utilizzato una batteria da 12V e 2,9A, statore APE 50 FL3 Nettezza Urbana e relativo regolatore Ducati.

    Batteria e regolatore li ho montati nel vano sottosella chiuso da un coperchio stampato in 3D in cui ho inserito un interruttore generale, un pannello indicatore di carica della batteria, un fusibile da 15A e la spia di carica.

    Girando la chiave si accendono le luci di posizione e quella del contakm, il contagiri, due prese USB ed il pannellino dell'indicatore di carica della batteria. Con i pulsanti del commutatore posso accendere gli anabbaglianti e passare da abbagliante/anabbagliate tramite il secondo pulsante. Da spenta funziona tutto, anche il clacson che è 12V CC e lo stop.

    Ora mi rimane da montare lo statore e provare che si accenda e carichi la batteria... 🍀

    • Like 1

  10. A volte la lappatura porta via talmente poco materiale che non c'è bisogno di prendere il pistone con la misura maggiore, quindi se hai già il pistone devi per prima cosa misurare il cilindro o fartelo misurare da chi ha strumenti adatti. Il modo migliore sarebbe misurare il pistone sotto al foro dello spinotto con il micrometro e bloccarlo (capita che alcuni pistoni non siano esattamente come da misura nominale), poi azzerare l'alesametro sul micrometro sulla misura che ti è venuta e inserendo l'alesametro nel cilindro vedi che tolleranza hai. In base a quello che ti viene fuori vedi se rilappare o meno. E' più difficile da spiegare che da fare.

    • Thanks 1

  11. 24 minuti fa, filipporace ha scritto:

    ma proprio per niente.   Lui non ha grippato o stretto, deve solo cambiare il pistone e valutare l'usura della retina del cilindro.   Quindi prima si misura con alesometro e poi si compra il pistone della maggiorazione se serve.    Non é che ogni volta che cambi un pistone devi necessariamente rettificare o lappare.         Altra cosa.....come non si sá dove si arriva rettificando o lappando? scherzi?   Non ci sono infinite misure di magg. dei pistoni di solito sono 3/4 sul d. in mm a partire dall'originale A.     rettificare o lappare oltre significa dover rinichelare il cilindro.

    Parliamo del caso specifico o in generale? Io parlavo in generale!

    E' logico che se il cilindro è buono non rettifichi!!! Pensavo fosse sottinteso! E in ogni caso se ad esempio grippi e fai un solco da 0,2mm rettifichi a +0,4mm sul diametro, non meno sennò il solco rimane! Non credo che prima di metterlo in macchina misurino la profondità dei solchi e sappiano già dirti quanto sarà il diametro finito il lavoro! Se il cilindro è nichelato si vede già ad occhio se si può lappare o meno e logicamente oltre ad un tot non si può togliere, mentre nei ghisa ci si può spingere oltre. Nei kart con canna in ghisa oltre ad una certa misura non si può andare non perché non si trovano i pistoni, ma perché vanno fuori fiches.

    La lappatura si potrebbe fare ogni volta che si cambia il pistone per ripristinare la rugosità del cilindro e nella maggior parte dei casi non serve prendere il pistone maggiorato.

    In ogni caso prima si misura il cilindro e poi si prende il pistone idoneo di conseguenza.


  12. 14 ore fa, Alogeno ha scritto:

    Per i meno esperti, quale dovrebbe essere la tolleranza di un 130 per esempio con pistone del 57,00 giusto giusto giusto ?
    Proprio in questi giorni devo portare in rettifica un falc 57 x 51 per lappatura.
    io ho fatto il contrario, Ho preso prima il pistone "B" di misura 57,00 invece che 56,,95 che è quello suo di scatola perchè spompato dopo più di 1100 km di utilizzo gravoso e stressante.
    Posso ipotizzare che la misura del cilindro debba essere 5 centesimi di differenza in + o è sbagliato ?
    Meglio portare il tutto ad uno molto più competente (cit. Filipporace che lo porterà.....non so dove ?) oppure affidarmi alla rettifica che purtroppo ogni tanto "canna" i lavori ?

     

    La procedura corretta è quella di far prima rettificare/lappare il cilindro. Le rettifiche mangiano fino a quando non scompaiono i solchi o tolgono l'ovalizzazione, quindi a priori non si può sapere a quanto si arriva. Una volta fatto si prende la misura ed in base a quella si compra il pistone con la tolleranza giusta.


  13. 19 minuti fa, claudio7099 ha scritto:

    la verità è che noi ci lamentiamo dei pistoni scadenti ,ma non è sempre colpa dei pistoni ,il primo imputato è la benzina verde ,il secondo è l'olio e terzo gli incompetenti delle rettifiche che sommati fanno diventare anche un super pistone scadente ,non possiamo utilizzare un pistone forgiato con le stesse tolleranze di uno fuso ,ecc...ecc..

    esempio : le fasce elastiche dr si consumano come il burro in una padella calda ,ma nessuno si lamenta ,costano poco....

    Io i cilindri del kart li misuro da solo dopo rettifica o lappatura e compro i pistoni di conseguenza, ed una volta che ho il pistone in mano misuro anche quello per evitare problemi, mi è capitato di trovare pistoni con misure diverse rispetto a quello che era scritto. Accoppio a 11 centesimi e la distanza fra le punte delle fasce a 3 decimi. Mai un problema. Poi a seconda del motore cambiano le tolleranze, ma il procedimento è sempre lo stesso.


  14. 4 minuti fa, poeta ha scritto:

    Eccola

    .... interessante, noto che i denti sono bassi e la molla rinforzata.... attendo tua prova di questa nuova crociera.

    Ho cercato pareri e recensioni ma sembra che non la monti ancora nessuno, quindi ho deciso di provarla, anche perché costa meno di tutte quelle della concorrenza. A livello estetico sembra ben fatta, stasera la monto per vedere se le tolleranze e gli inserti sono fatti bene. Per quanto riguarda il materiale e la durata solo il tempo potrà dirlo.

    Polini ultimamente sta mettendo in commercio degli oggettini niente male, ho il ragnetto frizione e lo spingidisco con reggispinta e a livello dimensionale sono perfetti, resta da verificarne la durata.

    • Like 2
×
×
  • Crea nuovo...

Benvenuto su ET3.IT, il Forum delle Vespa da corsa!
Ti auguro buona permanenza su questo sito di veri Appassionati!
Come inizio ti suggerisco di inviare un messaggio di presentazione sul Forum Mugello Park !
Inoltre ti consiglio di richiedere la registrazione su Facebook al gruppo Et3.it - Vespe performanti
Il forum è consultabile anche tramite Tapatalk.
Buona permanenza su ET3.it!