Vai al contenuto

teddboy

+ Utente Attivo
  • Conteggio contenuto

    202
  • Registrato

  • Ultima Visita

  • Giorni ottenuti

    1

teddboy ha vinto l'ultimo giorno in 19 Marzo 2012

teddboy ha il contenuto che piace di più!

Reputazione comunità

18 Good

Che riguarda teddboy

  • Rango
    new user
  • Compleanno 30/04/1989

Profile Information

  • Regione?
    talponia

Ospiti che hanno visualizzato il profilo

Il blocco recente degli ospiti è disabilitato e non viene visualizzato dagli altri utenti.

  1. Gran bel lavoro!! Ecco a titolo informativo ti dico che la tua app è molto simile all'impostazione di Blynk, la schermata con tutti i dati in tempi reale. Posso chiederti che sensori hall hai usato? Quelli integrati sono molto piccoli e difficili da fissare
  2. Ciao Antonino, non riesco a scaricare la app. È possibile implementare il codice perché funzioni con Blynk?
  3. Ok.. un comune mortale sa distinguerne uno così da uno che non lo è? Comunque mi sembra strano, per avere queste regolazioni non serve un microcontrollore?
  4. Buono a sapersi! Il problema di questi regolatori è che continuano a caricare la batteria anche quando è già carica accorciandone la vita. Che batteria hai?
  5. Non è corretto. I pannelli solari generano una tensione continua, che per poter essere immessa in rete necessita di un inverter. Turbina eolica è in alternata ma la faccenda si complica. Quindi lasciamo perdere. L'impianto in quel video è ottimo. Trasforma la corrente dello statore in continua con un regolatore 12v dell'accensione (tipo parmakit, polini, malossi, vmc) utilizza una batteria ricaricata dal regolatore 12v, e il regolatore di carica (che funziona in corrente continua 12v) stacca e attacca la ricarica della stessa, così si allunga la via della batteria. Tutte cose fattibilissime se capisci qualcosa di elettronica, e il costo intorno ai 150 euro. Il regolatore auto costruito è una bella sfida, online ci sono diversi tutorial ma spesso sono incompleti e comunque non facilissimi.
  6. Per evitare di danneggiarla ti serve un regolatore di carica tipo quelli dei pannelli solari. Comunque ti converrebbe avere un impianto a 12v, con 6v fai ben poco.
  7. Come è andata a finire poi? Ho appena fatto un foglio excel per dimensionare i componenti, così si capisce meglio lo scopo del circuito. https://docs.google.com/spreadsheets/d/1RA0E-TO1JpqzNv9L24DNtWVcBe8bBcgqavzZd0ss07w/edit?usp=sharing Basta digitare i giri del motore desiderati, impostare lo statore al valore massimo tutto anticipato (24°/25°), mettere un valore al trimmer e automaticamente calcola quanto ritardo si ottiene. L'idea è quella di ottenere una curva simile a quella rossa dell'accensione SIP. In giro leggevo che qualcuno aveva provato valori del trimmer intorno ai 180-220 ohm (non trovo più il topic, se qualcuno lo vede metta il link per favore). Più è alto il valore del trimmer più si ritarda l'anticipo. Provando sul foglio ho notato che già con 180 ritarda tantissimo, troppo. A 8000 rpm si arriva a 13,5° di anticipo accensione, contro i 17° della curva SIP (mettendo di partire da 24°, 17=24-7). Per arrivare ad avere 17° bisognerebbe regolare il trimmer a 120 ohm. Altra cosa importante: Se guardiamo la curva SIP, vediamo che a 4000 rpm è il momento in cui l'accensione incomincia a ritardare, e dovremmo trovarci a 25° di anticipo. Con il trimmer impostato a 120 invece c'è un'amara sorpresa, a 4000 rpm siamo già ritardati, precisamente ci troviamo a 20,5°. E' evidente che non va bene e anzi, perdiamo buona parte di quello che volevamo guadagnare. Quindi ho provato con valori di trimmer minori, ma diminuisce il ritardo di accensione e si scende a fatica a 17°. L'unica cosa che si poteva ancora fare è ruotare lo statore, da 24° tutto anticipato lo riportiamo all'origine a 22° (Vespa Primavera in questo caso). Purtroppo così è ancora peggio perché ci troviamo a 4000 rpm a 19,6°. Conclusioni: ruotare lo statore più anticipato possibile, impostare trimmer in modo che agli rpm massimi, real timing sia minore dell'anticipo consigliato e non inferiore a 16° (consultare tabella sul foglio, tenere presente che questi calcoli e gli anticipi riportati sono riferiti a motori originali e poco elaborati, per elaborazioni più spinte è caldamente suggerito di acquistare un'accensione variabile aftermarket). Qualcuno ha idea di come fare per far partire il delayer solo dopo i 4000 rpm?
  8. oh finalmente qualcuno che se n'è accorto..confermo che le ngk funzionano benissimo fino a quando le togli per controllare la carburazione, una volta rimontate non si accende piu nulla, provare per credere!! Funzionano solo se l'albero rimane nella stessa posizione di quando è stata smontata. Con Champion potevi toglierle e tranciarle in due e ancora andavano. fine ot
  9. ..metterei l'espansione solo se fosse a forma di Polini banana (che già è omologata per metà) 😁 La quarta corta non è la mia priorità adesso, quindi direi 27/69. In caso fossi corto potrei mettere un pignone da 28.
  10. 😂😂😂 e se lo dice il maestro!!
  11. Ok ho riletto, stavo pensando di avere già la quarta da 21 invece originale è 22 e si, avete ragione..27/69
  12. Sembrava una vespetta tranquilla, invece la hai sistemata bene 😃😃 ok sull'onda delle seguenti considerazioni apporterei i seguenti cambi: - Quattrini M1B d60 GTR senza scalini (carter già riportati) - Albero anticipato corsa 51 cono 20 biella 97 cuscinetto 25 (meglio saldare lo spinotto comunque?) - Proma con collettore maggiorato MDM - Lamellare al carter Polini - PHBL 24 con filtro Polini - accensione originale ET3 6 poli con volano riconato 20 - campana 29/68 DRT parastrappi dal pieno (in futuro quarta corta) - crociera Faio o Falc Per la frizione, me la cavo con una 6 molle?
  13. Tu sul 27/69 hai parastrappi originale? A valvola quindi? Perché se già così ha queste prestazioni vado anche io di PHBL con lamellare Polini e ottimizzo i consumi. Oltretutto con i soldini risparmiati investirei sui componenti della trasmissione, frizione/crociera/campana/ingranaggi, che mi sembra di capire siano importanti.
  14. Non mi ero accorto che la 24/61 fosse equivalente alla 27/69 😐 dici che sia corta allora? I miei dubbi sono soprattutto sul carburatore, che è più grande del tubo di scarico praticamente. Corro il rischio di 'ingolfare' il motore?
  15. Ciao a tutti! Mi sta balenando in testa di migliorare la mia ET3 Primavera. Attualmente monta poca cosa, ho il solito 130 Polini ghisone, valvola allungata, albero anticipato e marmitta Polini banana. I carter sono un colabrodo, avevo messo resina epossidica per spessorare i travasi (all'interno) e idem sulla valvola, e non so come facciano a resistere li da 5 anni. Dal foro del selettore del cambio perdono, e pure dallo scarico olio (già rifilettato M10). Ci faccio i giretti la domenica, quindi vorrei un motore bello coppioso e che allunghi quel che basta quando serve uno sprint. Stavo pensando a questa configurazione: - Quattrini M1B d60 GTR - Albero anticipato c51 cono 20 biella 105 by Falc - Proma con collettore maggiorato MDM - Lamellare al carter MRT - VHSH 30 - accensione originale ET3 6 poli con volano riconato 20 Secondo voi? Come carter ne userò un paio Vespa Special che ho già pronti. Clausola importante: la pancia della Polini banana deve essere mantenuta originale....o MOLTO simile. Grazie
×
×
  • Crea nuovo...

Benvenuto su ET3.IT, il Forum delle Vespa da corsa!
Ti auguro buona permanenza su questo sito di veri Appassionati!
Come inizio ti suggerisco di inviare un messaggio di presentazione sul Forum Mugello Park !
Inoltre ti consiglio di richiedere la registrazione su Facebook al gruppo Et3.it - Vespe performanti
Il forum è consultabile anche tramite Tapatalk.
Buona permanenza su ET3.it!