Vai al contenuto

ealghisi

+ Utente Attivo
  • Conteggio contenuto

    371
  • Registrato

  • Ultima Visita

  • Giorni ottenuti

    4

Contenuti inviati da ealghisi

  1. ummm! guardavo le caratteristiche dichiarate del yamaha tzr 125 che uso nel mio proto...33hp sono follie! gli altri non sò..
  2. complimenti! fatto veramente bene ! sembra proprio di serie!
  3. ciao mattatore! vedo che anche tu non molli mai ehh..avevo pensato pure io a fare completamente un semi carter dal pieno ma poi ò scelto di farne solo un pezzo..comunque faresti anche senza scannarti x le misure..una volta fissato il carter frizione sulla tavola retificata in alluminio con un paio di boccole auto centranti con alcune viti ci pensa poi la fresa a trovati i centri ,prendendo in riferimento le sedi già esistenti, in questo modo semplifichi il lavoro. però io nel disegno tecnico sono sempre stato negato.. a pensarci bene un bel progettino carter rotax illustrato con tanto di misure e riferimenti non starebbe male. aspettiamo gli sviluppi!! ciao
  4. cosa intendi per magnete? il gruppo volano singolo? solo avvolgimento interno? oppure tutti e due?dovresti poi spiegare bene dopo essere restato a piedi ai riprovato con quello sostituito e si è ripresentato lo stesso problema! comunque con il tester potresti solo misurare la resistenza interna degli avvolgimenti e del pik e verificarne eventuali interuzioni. meglio controllare con normale lampada cercafase sul filo verde e semplice led sul filo rosso del pik. ciao
  5. l'icastro della rondella che si inseriscie sull'albero deve essere in ottimo stato, e altrettanto l'angolino che deve essere piegato sul dado altrimenti esso si allenta con inevitabile rottura chiavetta. se a già girato difficile che la rondella sia buona , se non la trovi nuova puoi fartela con lamierino da 1 mm ma non dimenticare l'incastrino
  6. io ò già provato sto sistema con esito negativo perchè il quik metal o 660 serve solo a togliere giochi ma nel nostro caso il gioco non esiste e la loctite non riescie neppure a entrare!!
  7. ciao a tutti!! finalmente con tanta pazienza sono riuscito a terminare questa ipotetica classifica della gara di rovigo,pensando che forse anche a qualcuno di voi possa interessare o deciso di renderla pubblica.questa rappresenta i tempi impiegati x raggiungere i primi 30m circa del rettilineo, le misurazioni sono state fatte mediante fermo immagine e filmati al rallentatore dei lanci dell'ultima sessione e oviamente non sono precisi al centesimo. per alcuni concorrenti il rilevamento è stato fatto nelle sessioni precedenti, comunque o messo di riscontro il relativo tempo ottenuto a fine lancio. 1 furlotti 1,94\6,87 2lauro1,96\6,88 jesco1,96\7.92 graiani1,96\7,17 3marziali1,99\6,89 4scauri2\6,88 nardi2\8,11maniezzo2\8,25 baggi2\8,07 beggiato2\7,67 5cortinovis2,01\7,45 6belletti2,02\7,30 7saccardi2,07\7,11 8demunari2,08\7,68 9boleri2,1\8,10 vecchia2,1\8,02 10catellani2,11\8,09 11diblasi a 2,14\7,57 12patrick2,15\12,14 13radici2,84\8,40 ferrari2,84\7,92 teston 2,94\9,14 14ivato2,9\8,15 15alghisi3\8,15 16di blasi s 3,06\8,50. prototipo di grossa cilindrata1,13\5,12
  8. penso che se non ai mai avuto problemi di scarso tiraraggio sulle sedi nonostante ripetute estrazioni, sul tuo motore va bene lavorare così. ciao
  9. se vuoi provare a fare come dico io devi usare una fiamma molto potente in modo da scaldare il più possibile senza esagerare solo la parte superire, dove a saldato, dovrebbe essere quella la zona che si è maggiormente gonfiata, se la scaldi molto e la raffreddi subito prima che si riscaldi tutto il resto dovrebbe adeguarsi alla circonferenza cuscinetto. comunque puoi far fare al tuo saldatore, lui saprà sicuramente come meglio eseguire le operazioni.
  10. con fiamma ossidrica scalda parecchio e velocemente solo il riporto che è stato fatto in corrispondenza della sede, inserisci velocemente il cuscinetto e raffredda subito il tutto con pulivapor a 80 gradi. per sicurezza è meglio dare una carteggiata sulla sede esterna del cuscinetto vecchio su tornio x ridurre leggermente il diametro, poi se sarà il caso ripeti il tutto un altro cuscinetto non carteggiato. dovresti aver miglioramenti!!!!! ciaoo
  11. se vi è qualcuno di voi che è in grado e disponibile a inserire i filmati sul forum , potrei spedirgli a mie spese una coppia gratuita della mia cassetta con filmati tutti i lanci vespa della giornata. se possibile però mi sembra giusto pubblicare nel video almeno un lancio x ogni partecipante , anche quelli che vanno meno forte.
  12. comprati con 15eur una sabbiatrice da collegarti all'idropulitrice, con la sabbia spruzzata dall'acqua viene un buon lavoro, fai poco casino,non mangi polvere.
  13. io utilizzo una campana 21/76 denti dritti con parestrappi della surflex, devo avere ancora la sua scatola con codice d matricola, se t interessa domani la cerco e t faccio sapere.
  14. in questo periodo la temperatura è aumentata , è probabile che il tuo motore vada in detonazione , puoi montare tutte guarnizioni che vuoi ma se anche risolvi il problema testa ti ritroveresti in questo caso un motore che dopo alcuni km si scalda e non va più. se mamma piaggio o polini an fatto le teste così.. e tutte vanno... deve andare pure il tuo!! potresti provare a cambiare la gradazione candela e ritardare un poco anticipo per vedere se migliora, almeno x questi caldi giorni , poi se vuoi rimetti come prima. per vedere velocemente se posso aver ragione senza toccar nulla prova con benzina v power dovresti vedere subito la differenza.. almeno io ò risolto così. ciao
  15. ciao a tutti!! questi sono gli argomenti che piacciono molto pure a mè..per qui non posso fare a meno d intervenire x raccontare le mie esperienze personali riguardo il volume pompa. molti anni fa mi divertivo a scorazzare in pista con un vecchio kart motorizzato 100 iame , avendo scarsa disponibilità economica interpellai una rettifica x cercare un pistone più economico da adattare, mi disse che mi poteva accontentare però dovevo realizzare una basetta da 5 più mm non ricordo perchè il pistone disponibile era più alto. il risultato fù molto deludente, il motore in uscita dal misto era diventato incredibilmente lento! in più sui rettilinei faticava a raggiungere la massima velocità. dopo aver tentato diversi interventi sono stato costretto a comperare il suo pistone e togliere basetta per ritornare competitivo. stessa sorte toccò sulla mia vespetta equipaggiata coi primi malossi che montavano spinotto pistone da 16mm, avevo provato a montare il pistone polini da 15 con basetta da alcuni mm , ai bassi non andava più e neppure in alto avevo avuto miglioramenti. allora mi era venuta voglia d provare a diminuire il volume costruendo provvisoriamente un specie d bicchiere in alluminio da applicare all'interno pistone ebbene... alla prima accensione si capiva subito che il motore era diventato più pronto , sensazione poi confermata dal collaudo su strada. x quanto riguardo la resa alti mi era sembrata inalterata ma non sò ..il bicchiere si è disitegrato rapidamente.a stò punto mi è venuto voglia d fare un motore turistico con compressione carter più alta possibile. o preso un albero et3 corsa 51,ccon montato biella corta 50 e riempito con pazienza gli spazzi liberi con sagome in alluminio avvitate. costruito interamente a mano un cilindro molto basso in grado di alloggiare un pistone 100 polini che è molto corto. il disegno interno è simile al polini e le fasature identiche tranne lo scarico più basso x non essere aperto dal pistone corto al pms realizzato largo con traversino. ne è risultato alla fine un motore molto elastico e lineare in tutti i regimi, non è un falk o m1 ma sicuramente più divertente di un polini o malossi . traggo infine conclusioni in base a questi esperimenti che difficilmente un volume ridotto puo essere nocivo x uso stradale a meno chè non si voglia fare girare il motore oltre 12000 giril. comunque anche con volume ridotto e fasature basse sto motore gira oltre 11000.naturalmente non voglio contraddire tutti coloro che preferiscono volumi grandi .. alla fine i miei sono solo semplici esperimenti!! se riesco farò avere alcune foto, è interessante vedere come l'alta pressione del travaso a disegnato il celo pistone dopo parecchi km .
  16. il discorso si fa sempre più enigmatico...si parla di importanti raccordature... mahh... su un motore che raggiungie si e no 8000 giri mi da alcuni dubbi si possano fare miracoli..negli anni 80 erano tante le vespe che ronzavano , mi ricordo che le persone meno esigienti si accontentavano di montare un doppia con proma e al massimo carburatore 22 024 su motore come piaggio aveva sfornato quindi tutti uguali!! eppure anche alcuni di voi potranno confermare che alcuni esemplari arrivavano a toccare 115 altri invece passavano di di poco i 100 oviamente con su la stessa persona. .... e allora... che spigazione possiamo dare??
  17. si... ci credo perchè molti anni fà o visto (come già detto nel forum)l et3 di un mio amico andare col doppia come dici tu, quel motore lo ricordo come se fosse ieri sembrava tutto normale proma e 22 però mai stato aperto ..forse non era mai stata tolta nemmeno la candela. pensare che il preparatore che la fatta aveva pure preparato una et3 con cilindro e pistone carburatore originale 19 e proma e quando si facevano le riprese quasi la spuntava. pazzesco!!! entrambi però montavano volano ape con accensione a puntine. forse la stessa accensione la monta pure il tuo motore??la ventola ape l'avavo provata pure io , ma in ripresa loro mi bruciavano. nel sito si parla tanto di bei cilindri campane alberi ecc ecc eppure a mè è capitato di chiudere motori con gli stessi componenti, stesse regolazioni ma un motore va e uno no ... smonti rimonti cambi ma nulla da fare!! è capitato anche a qualcuno di voi?
  18. il motore elettrico che innesta le marce del mio cambio trova uno squilibrio dovendo saltare la folle!! renderebbe più veloce e preciso inserimento 2 a tutti coloro che partecipano alle gare di accelerazione... e poi ce ne sono di cose che non nascono cosi!!
  19. ciao sceva !! visto che ai tanti ingranaggi e diverse crocere a disposizione ti chiedo se ti va di fare alcune prove combinate tra loro.. mi interesserebbe riuscire a far stare la prima al posto della folle e mettere la folle in testa.. in modo da avere folle 1 2 3 4 e non 1folle 2 3 4
  20. ciao !! secondo mè la perdita della testa è solo una conseguenza di qualche particolare nel settaggio motore che non va.. prima di perdere tempo con la testa dovresti controllare la candela x capire se rapporto compressione, anticipo carburazione sono nella norma, è probabile che per alcuni di sti motivi il motore vada in detonazione portando le temperature alle stelle perdita di potenza e sucessivo grippaggio
  21. ciao ragazzi stò finendo da revisionare la mia special "azzurrina" per partecipare alla simulazione di gara storica che si terrà a carzeto (pr) domenica entrante 15 aprile. lancio un invito a tutti gli amici x dare una bella strigliata alle nostre vespette che si dovranno fare ben 55km a tutto gas divisi in 2 sessioni. ciè qualcuno che viene?? dai che ci divertiamo!! e poi vi è il servizio ristorazione .. alla fine ci possiamo fare una bella mangiata tutti assieme il pranzo compreso iscrizione di 75eur
  22. ciao a tutti!! inizio con la descrizione dei pezzi.. una puleggia autostuita applicata su un comune motorino tergicristallo da auto si occupa del traino della fune che sposta il selettore originale vespa, l'accoppiamento è fatto su un disco frizione a tiraggio variabile mediante molla per permettere in caso la crocera non fosse in mira agli inserti ingranaggi di non bloccare il sistema assicurando in questo modo un tiraggio dolce simile a quello della mano, oviamente diverse prove mi hanno portato alla scelta del diametro puleggia che influisce sulla velocità del movimento. il motorino è stato modificato internamente per permettere l'inversione di marcia che porta alla scalata.il perno di acciaio che mette in movimento il selettore è stato rifatto più lungo in modo da poter alloggiare un cuscinetto che toglie il gioco e rende il movimento più morbido,mentre il ruttore ruotando deve inviare il segnale mediante contatto a striscio di avvenuto inserimento marcia. in effetti le piste dei contatti son 2 una segna solo contatto a folle mentre l'altra le 4 posizioni di marcia, pure questo è regolabile .la mascherina comandi è formata da 2 pulsanti uno x l'inserimento e 1 x la scalata ,un micro interuttore toglie corrente all'intero sistema xevitare che durante il riscaldamento motore si possano toccare i pulsanti oppure in caso di guasti si inserisca la marcia provocando danno a mezzo o persone. l'altro interuttore invece seleziona da una parte il circuito marcia spostandolo invece il cambio si blocca solo sulla folle. le 3spie ..rossa il circuito è abilitato verde folle gialla il motorino traino è in movimento e si spegne solo ad avvenuto inserimento. tutto confluisce in una centralina elettronica autocostruita necessaria perchè il motore traino deve partire solo con il pusante di marcia indifferentemente da come si è posizionato il ruttore che con giochi e vibrazioni potrebbe anche leggermente spostarsi dalla posizione contatto inoltre il tempo in cui si tiene inserito il pulsante non deve influire sul sistema.. il tempo di cambiata è talmente breve che potrebbe sorpassare la marcia desiderata , mentre cosi la marcia sucessiva parte solo dal momento rilascio e successivo schiacciamento pulsante.viceversa il ruttore deve fermare il motore appena la marcia entra anche se il pulsante è ancora premuto e la marcia dovesse uscire provocando lo spostamento indesiderato del ruttore . in questo modo diventano non influenti i giochi dei fili che inevitabilmente si vengono a creare. oggi volevo provare bene il sistema a portoviro ma purtroppo si dovrà rimandare . cosi mi sono divertito a casa sulla solita strada secondaria, ma oggi a differenza di altri gioni sono sorti alcuni problemi... la 3 marcia a volte non si fermava e passava direttamente in 4 poi ho scoperto che la sporcizia umida tirata sù dalla ruota depositandosi sul ruttore mi mandava in tilt il sistema.una possibilità interessante che non avevo calcolato è che lasciando morbido il tiraggio molla frizione traino è possibile fare una cambiata automatica sul calare della coppia... non so se mi spiego...se schiaccio il pulsante prima di mollare l'acceleratore il motore traino parte ma in quel momento la coppia motore è elevata e la crocera non riescie a spostarsi, non appena si arriva a limite giri la potenza cala e la crocera si sposta nella marcia sucessiva senza mollare l'acceleratore, in quel momento la cambiata è fluida senza schiacciare nemmeno la frizzione anche perchè monto un cambio corto. comunque li è tutto da vedere perchè la pressione sulla crocera non è uguale su tutte le marce. questo è tutto .. spero sia abbastanza chiaro per gli interessati!! ciao a tutti
  23. ciao a tutti !! al di là di quello che sembra il meccanismo è abbastanza complesso da documentare, nasconde svariate possibilita di applicazioni e regolazioni.il quore di tutto comunque sta in quella frizzione a tiraggio variabile applicata sul motore di traino e una centralina elettronica che riceve i vari impulsi x poi dare la partenza e arresto immediato al motore. purtroppo per ora non o tempo di dire di più devo correre in officina volevo tentare il tutto possibile x presentarmi a collaudare a porto viro domani .il motore è stato riaperto ieri sera x un ennesimo probblema di quel dannatissimo albero!! vedremo che riescoa fare!!
  24. bella!! esprime molta creatività mi lascia qualche dubbio sul funzionamento in quanto un pignone da 29 su una fasatura x 15000 giri con volano leggero.. mi sembra esagerato. mi piacerebbe sentire come parte in 1marcia e come tira una 4 da 180 ora.
  25. ciao a tutti gli appassionati!! questa sera o avuto la gioia di provare un prototipo di cambio sequenziale elettromeccanico batezzato con nome "etiptronic" da mè progettato e realizzato con pochi eur ma tanta pazzienza.esso può con facilità essere montato su qualsiasi vespetta e permette di cambiare le marce sia in salita che in discesa con due semplici pulsanti disposti vicino leva frizione il tutto alimentato da una piccola batteria per scoter. probababilmente pochi km di cambiate e scalate non sono sufficenti x cantare vittoria però il rientro è stato esaltante raga.. ecezzionale!! funzionamento preciso e velocissimo mi sembrava di essere su una f1. avrei pure qualche foterella x illustrare ma non sono proprio in grado d inserirle....se qualcuno mi aiuta volevo sentire i commenti.
×
×
  • Crea nuovo...

Benvenuto su ET3.IT, il Forum delle Vespa da corsa!
Ti auguro buona permanenza su questo sito di veri Appassionati!
Come inizio ti suggerisco di inviare un messaggio di presentazione sul Forum Mugello Park !
Inoltre ti consiglio di richiedere la registrazione su Facebook al gruppo Et3.it - Vespe performanti
Il forum è consultabile anche tramite Tapatalk.
Buona permanenza su ET3.it!