Vai al contenuto

Crazyvespista

+ Utente Attivo
  • Conteggio contenuto

    864
  • Registrato

  • Ultima Visita

Contenuti inviati da Crazyvespista

  1. Non sono il tipo da riaprire di continuo, il motore per adesso va bene cosi' anche perche' deve portare un bel peso, e per la zona dove abito la rapportatura va anche bene. Vedro' di provarlo, ma credo che andasse meglio con il cluster 18/21 che preferisco sempre.
  2. Io ne ho fatto su uno di recente, cosi' configurato: Malossi mhr di scatola, non ho toccato assolutamente nulla, fasi rilevate: 178°scarico, 176° booster di scarico, 124°/123° primari-secondari e 113° frontescarico. Squish rilevato con guarnizione di scatola 1,1, rdc 12.5:1. Albero rms racing 127/65, bilanciato al 25% (puntavo al 30-35 ma l'albero non pesa molto e il tungsteno scarseggiava); Carter special senza saldature, raccordati e con valvola lavorata a 2mm dal bordo inferiore; 27/69 con pignone da 28 e parastrappi falc, cambio standard con crociera faio eco e cluster drt 17/20; Frizione 4 dischi classica con disco bombato drt e molla rinforzata; Phbh 28 con collettore in inox dritto, senza filtro; Marmitta Giannelli tipo proma con collettore racing da 32mm (anche se il condotto misura 28mm sul cilindro); Accensione vespa V 1,6kg (cono 20 senza ghiera). Il motore si letteralmente mangia le marce, dalla prima all'ultima, roba da 29/68 per sfruttarlo al meglio. Elastico e corposo, un ottimo stradale. Purtroppo lavoro all'estero e l'ho provato davvero poco, ma quanto basta per capirne le potenzialita'. Lo consiglio spassionatamente, allunga tanto grazie ai booster e va senza dubbio piu' forte di un m1d60 non gtr (a pari configurazione - ne ho fatto uno quasi simile, con 27/69 e z48) oltre ad essere tanto piu' elastico. Eventualmente tra 3 settimane posso postare qualche foto dettagliata, se qualcuno ne fosse interessato. ciao.
  3. Ho anche io una di queste selle Nisa con fondo in lamiera, e purtroppo ci si deve accontentare in quanto e' l'unica in schiuma disponibile. Io personalmente preferisco montare quella sella che l'originale et3. Per il gancio stavo pensando a una staffa collegata all'interno. Voto per la sella 9/10, per me e' la piu' comoda e sportiva con look quasi originale.
  4. caro etoplasma, come va? è un po' che non ci vediamo... per me il discorso è leggermente diverso, si sa benissimo che olympia e dr sono sotto la stessa ala, eurocilindro e parmakit e company anche, sono tutti prodotti più o meno dalla stessa fabbrica, ma sono fatti con gli stessi medesimi stampi, tutti tranne rms, che usa materiali e stampi economici. Il punto è che si sta parlando di un prodotto costoso, non un dr da 90 euro, e il fatto che siano stati prodotti dei cilindri che per certi versi ricordano gli m1, non vuol dire che gli facciano concorrenza, anche perchè dubito che la qualità di un m1 sia paragonabile a questi cilindri bavosi e grezzi. per me è inutile perdersi a cercare le somiglianze, si sa che sono questi i prodotti e fine, per me quattrini non ha nulla da temere, nè da denunciare. fine OFF TOPIC.
  5. Perchè ogni santa volta che dico qualcosa che potrebbe non andare viene fuori il maledetto riquadro "Attenzione questa discussione è a rischio chiusura", e quel riquadro mi sta abbastanza sulle scatole, perchè mi dà l'idea che il forum sia caduto così in basso da non permettere di far venire a galla la verità. Ora ribadisco, i pistoni originali marchiati Quattrini sono prodotti in cina, questo mel'ha confidato gianluca_91 mentre chiacchieravamo, perchè se notate non hanno alcun marchio interno (tipo asso werke, meteor, vertex eccetera eccetera) e non sono presenti su nessun listino. Oltretutto lo stesso gianluca, al momento di doverlo reperire ha scoperto che provengono da lì, perchè gliel'ha detto il fornitore, non uno scemo a caso che vende pistoni al mercatino delle pulci. Io CREDO, che a sto punto una parte dei pistoni (quelli grezzi e non rifiniti ancora) sia stata utilizzata per creare i pistoni PROCUP, infatti il marchio quattrini viene tolto con un colpo di dremel da dentro il pistone. Il cilindro NON è una copia spudurata, ha le sue grosse differenze, specie nei travasi di base e nello spessore della camicia nella zona travasi di base. Anche i condotti sembrano diversi, così come il materiale e la cromatura o nickelatura. Per farla breve, pistone cinese o no, un quattrini lo prenderei volentieri comunuque, perchè ci sono prodotti cinesi buoni e prodotti cinesi scadenti...e da quanto ho visto i pistoni quattrini sono parecchio duraturi, così come i segmenti stessi.
  6. io so che i pistoni originali sono fatti in cina, ma lo so perchè il ragazzo che l'ha cercato (che poi è gianluca_91) ha scoperto questa cosa, non ho detto niente di più, non scalmaniamoci inutilmente.
  7. Io comunque sia lo prenderei per quel prezzo, sapendo poi che i pistoni sono quelli originali... non fucilatemi, ma mi è stato anche confermato da un amico (che utilizza parecchio prodotti quattrini tipo m1 56 e 60) che i pistoni sono prodotti in cina, cosa che ha scoperto quando ha dovuto cambiare pistone al suo d60. Con questo NON voglio infangare quattrini o altro, perchè quasi sicuramente i cilindri e teste sono fatti in italia.
  8. tranquillo, non sono uno che genera casini per niente, infatti non ho dichiarato niente di compromettente. @ calcando ed osservando la travaseria è facile capire da cosa proviene lo stampo quattrini, ma ciò non toglie che siano ottimi cilindri, specie il d60 al carter che mi piace molto.
  9. io invece credo di si, dato che di alternative al polini in ghisa ce ne sono già, anche a costi accessibili. In ogni caso credo sappiamo tutti da cosa derivano i quattrini m1.
  10. purtroppo ce ne sono tante...che scempio, primavera rovinate con numeri del 50...che se la tenga!
  11. si vede che non sai far andare il polinaccio
  12. io ho comprato una per la mia thm, ebbene l'ho verniciata e l'ho anche sverniciata nuovamente...ha fatto le grinze dopo poco tempo diventando orrenda, io uso il crc silicone che fa uno strato leggero di silicone così da non arrugginirsi, la metto sempre a caldo e la marmitta è sempre bella lucida...unico appunto è che vernicio il collettore fino a dove non si arriva con la mano, in modo da dimenticarmi di quel pezzo e oliare solo la parte in vista...mai un problema, marmitta sempre bellissima e pulita.
  13. Crazyvespista

    carta guarnizione "secca"

    se la monti senza mastice un velo di grasso o olio sulla guarnizione e torna nuova, invece se devi montarla con il mastice non serve toccare nulla.
  14. la causa della rottura potrebbe essere della luce di scarico lavorata in malomodo...comunque un parmakit ecv va molto bene come ti è stato detto, bastano pochi accorgimenti per essere superiore a un polini di scatola.
  15. Io non vorrei dire, ma altro che falc.... http://www.subito.it/moto-e-scooter/motore-per-vespa-125-elaborato-salerno-57830176.htm
  16. metti lo statore a metà che va bene, poi al massimo ritardi piano piano...16 gradi son pochi..
  17. ho messo questa determinata foto perchè è quella che più fa capire di che colore sia la vespa, infatti ho sfogliato fra le mie foto fino a che ho trovato questa qua all'ombra, chiaro che se la mettevo sotto al sole diventava rosso fuoco, però a me di arancio non mi pare abbia molto, come ben hai notato tu...comunque sia adesso che ci penso mi pare sia una tinta RAL, così come scritto nel coperchio del cassettino laterale... In ogni caso mi pare di capire che la mia del 78 non dovrebbe essere di sto colore, bene! provvederò quando ho tempo voglia e soldi a fare un buon restauro e a usare uno dei colori originali (sempre che non mi passi la voglia di farla di un colore che piace a me, tipo un blu scuro pastello )
  18. Oh finalmente un po' di chiarezza! almeno si capisce quali sono i colori giusti...finalmente ho capito che la mia et3 del 1978 con telaio ripunzonato non ha il telaio dell'anno giusto per via del bloccasterzo senza parapolvere, e nemmeno il colore è giusto dato che è rossa...ma ora vi pongo una domanda, è possibile che il famoso rosso arancio pia 2/1 ci sia in più tinte? sinceramente io ho letto anche che il blu marine è stato cambiato di tinta nel corso degli anni...me lo confermate anche questo? Ecco una foto della mia et3 del 1978 ripunzonata nell'84 con sostituzione telaio: A me non pare sia tutto sto arancio...poi non so, ditemi voi
  19. mah...hai ragione ma non si può essere così cinici, oltretutto ogni volta chiudete le discussioni, non è un modo per risolvere secondo me..
  20. evidentemente non hai capito, comunque stai calmo che è inutile tutto sto casino per un commento...
  21. no perchè tanti parlano a casaccio e non sanno fornire spiegazioni...della serie quelle marmitte non mi piacciono perchè hanno il silenziatore in carbonio, quindi fanno schifo e le sconsiglio...se a te pare giusto così...
×
×
  • Crea nuovo...

Benvenuto su ET3.IT, il Forum delle Vespa da corsa!
Ti auguro buona permanenza su questo sito di veri Appassionati!
Come inizio ti suggerisco di inviare un messaggio di presentazione sul Forum Mugello Park !
Inoltre ti consiglio di richiedere la registrazione su Facebook al gruppo Et3.it - Vespe performanti
Il forum è consultabile anche tramite Tapatalk.
Buona permanenza su ET3.it!