Vai al contenuto

Gaetano11

+ Utente Attivo
  • Conteggio contenuto

    41
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione comunità

12 Good

Che riguarda Gaetano11

  • Rango
    50 originale

Ospiti che hanno visualizzato il profilo

79 lo hanno visualizzato
  1. Secondo me hai bruciato le ganasce nuove. I freni a tamburo se tarati bene hanno un buon rendimento frenante, ma il problema del tamburo è il raffreddamento infatti non riesce a raffreddare bene come il disco… poi magari il cavo è troppo tirato o non è stato regolato con le nuove ganasce e quindi è come se hai camminato sempre frenando oppure hai sparato qualche frenata troppo violenta con le pasticche nuove, fino a bruciarle. Che fischiano è solo un problema sonoro, il rendimento frenate è lo stesso, ormai non puoi fare più nulla o le tieni così o cambia ganasce, costano poco e all’inizio frena con molta leggerezza evitando di riscaldarle troppo
  2. per la frizione la 4 dischi è veramente una noia, non scatta mai completamente, ovviamente la vespa non si muove pero il non staccarsi completante non è il massimo, visto che non stai facendo una configurazione esagerata (che è la cosa migliore fare, less is more) valuta se usare solamente una molla rinforzata con i successivi dolori all'avambraccio nei viaggi lunghi. senza considerare frizioni speciali con 200 molle che sono fantastiche ma per motori cosi non servono, la frizione è un pezzo economico, quindi puoi fare qualche prova testando molle e dischi diversi, oltretutto la frizione la puoi cambiare anche a vespa montata levando solo ruota e tamburo
  3. 3, non so se vi ricordate una mia discussione precedente, infatti ho ordinato una Polini a banana, che offre buone prestazioni e fa molto meno rumore, poi dipende se @Pypenko ha 14/16 anni preferisce un vespino bello rumoroso. i carter lavorali, se fatti bene danno ottimi risultati, non farlo sono se hai intenzione di venderli in seguito perché ovviamente dei carter vergini hanno un valore più alto.
  4. secondo me ti conviene prima capire il motivo del perché hai murato il ghisone e poi passare provare con altro, almeno non muri altro tempo e soldi.
  5. Staccato tutto il cablaggio, non so come si chiama, dallo statore escono due gruppi di fili tripolari, uno va alla centralina e quelli li ho lasciati attaccati, mentre l’altro va alla luci e al blocco chiave, ho staccato quest’ultimo per far partire la vespa, mentre per spegnerla tiravo il filo candela. quando mi arriverà la pistola avrò la sicurezza. Volano di un altra pk sempre 4 poli ma con cono 20. squish sono sui 1.6 ma con la misura fatta da fuori, da un solo lato, sinceramente non ho modo di tornire cilindro quindi non mi metto nemmeno a misurare fasi e squish per bene. All’inizio ho messo anch’io il 90, però non partiva, poi ho scalato a 85, quando risolverò questo problema rimetterò il 90, all’inizio voglio essere un po’ più largo
  6. comunque ho acquistato una pistola stroboscopica, 40€ su Amazon... , cosi posso mettere tutto in fase senza andare a casaccio, cercando su internet l'anticipo ottimale per il dr si aggira intorno ai 18° confermate?
  7. Fili statore rifatti con quelli resistenti al calore, poi testato il tutto con il tester e i dati sono conformi. Anticipo quasi originale, ritardato (ruotato in senso orario) di 1-2mm dalla tacca. considera che non avevo la chiave e l’ho accesa con lo spinotto staccato, quello nero che esce dallo statore, ma non credo sia quello il problema. @MarcoBorga96 tu con il 19 che getti monti? Albero e volano erano cono 19, li ho cambiati entrambi con cono 20, Lo statore è quello che avevo prima
  8. Buonasera, ho la vespa ferma causa fili e guaine da sostituire, ho chiuso il blocco da poco, dopo qualche accorgimento è partita. ripeto la mia configurazione: 130 dr-albero anticipato-valvola leggermente allungata, travasi raccordati, 19-19 (M 85 - m45), marmitta sito… parte che è una meraviglia, mezzo giro ed è in moto, dopo averla fatta scaldare per bene e chiuso l’aria, resta al minimo per qualche minuto (3/4) poi inizia a borbottare, do qualche sgasata per farla riprendere, ma purtroppo esce tantissimo fumo dalla marmitta, (che sembro il tizio delle caldarroste) metre al minimo il fumo è quasi impercettibilmente con miscela al 3%, oltre l’enorme fumo ci sono tantissimo scoppi molto forti mentre accelero, in aggiunta ogni tanto esce del fumo dal carburatore, è evidente qualcosa non vada. quando esce del fumo dal carburatore solitamente è la marmitta otturata, ma visto che è nuova non credo sia questo il problema. Potrei avere il getto max troppo grande? A breve mi dovrebbero arrivare 3 carburatori (pwk28-phbh28-Vhbz22) con relativi collettori, farò dei test e quello con cui mi troverò meglio userò, ma vorrei capire se è un problema di carburazione o qualche altro problema. ps. Ho trovato delle gocce d’olio nero a terra, provenienti dalla testa, problema risolvibile avvitando un po’ i bulloni della testa
  9. Guarda non sono pratico di burocrazia posso solo dirti che non c’è una valutazione diretta sul mezzo, ma attraverso delle foto… e queste ultime sono facilmente modificabili, se vuoi una mano scrivi in privato, ti aiuto volentieri
  10. Si mi ricordo di aver letto la tua configurazione da qualche parte, devo anche ammettere che ho preso spunto hahah, il serpentone è buono sia per la ruota che per il sound, non capisco perché è così odiato da tutti
  11. Fasciare la marmitta, non lo so, diminuisce il calore all’esterno visto che scherma la marmitta, ma fa aumentare sensibilmente il calore interno, non so quanto sia conveniente, soprattutto per lunghe tratte
  12. Neanche a me, calore, cavi e batterie non sono molto amici, come ha fatto @fitricosi deve studiare un sistema di isolamento o usare una marmitta che esce totalmente del vano laterale. Per ora ho montato il padellino originale che visto che ha le asole larghe e due colpi di martello è entrato, purtroppo non manda scintilla, domani testerò lo statore magari nello smontaggio e rimontaggio i cavi vecchi si saranno staccati… l’elettricità è peggio della meccanica
  13. configurazione: vespa pk 50 xl - dr 130 - 19.19 - 24/61 - albero anticipato - carter raccordati e valvola leggermente abbassata (1-2 mm) ho finalmente chiuso il blocco ora rimanere che scegliere che marmitta prendere. Non voglio voglio nulla di troppo rumoroso e la ruota di scorta è un optional (mi piacerebbe averla ma non indispensabile) sicuramente mi consigliere la Proma, anch'io ho pensato a questa è un ottima marmitta provata su molte vespe, per il rumore si ovvia montando un silenziatore ma rimane un problema, io vorrei montare una batteria per un piccolo sistema di allarme e collegare luci ecc, la batteri vorrei metterle nel vano ruota scorta, che nel pk è il punto perfetto dove montarla, però con la Proma o simili non vorrei che creasse troppo calore nel vano oltretutto con lo sportellino chiuso non si sono prese d'aria. ho trovato questa foto online, la batteri si più montare (lo spazio se si vuole si trova sempre) le alternative: -una sito plus perfetta perché antisgamo ma meno prestazionale -oppure una a serpentone, quella che passa sotto la pedana (ho una giannelli vintage per corsa corsa che volendo si può adattare, se non riesco la compro) voi che mi consigliate?
  14. in linea di massima i parastrappi aiutano a contenere l'usura della maggior parte dei componenti del motore, infatti nel montare i parastrappi hai solo pro, l'unica nota è che se sono economici potrebbero rompersi e sfasciati mezzo motore... comunque alla fine hai un 75 e anche se ben lavorato non dovrebbe sforzare troppo i componenti.
  15. Hai modo di provare un altro scarico? Magari non per forza lo stesso modello, così almeno capisci se il problema è lo scarico o altro
×
×
  • Crea nuovo...

Benvenuto su ET3.IT, il Forum delle Vespa da corsa!
Ti auguro buona permanenza su questo sito di veri Appassionati!
Come inizio ti suggerisco di inviare un messaggio di presentazione sul Forum Mugello Park !
Inoltre ti consiglio di richiedere la registrazione su Facebook al gruppo Et3.it - Vespe performanti
Il forum è consultabile anche tramite Tapatalk.
Buona permanenza su ET3.it!