Vai al contenuto

LaVeloce102

+ Utente Attivo
  • Conteggio contenuto

    84
  • Registrato

  • Ultima Visita

  • Giorni ottenuti

    1

LaVeloce102 ha vinto l'ultimo giorno in 25 Settembre 2021

LaVeloce102 ha il contenuto che piace di più!

Informazioni contatto
 
   
Ospiti che hanno visualizzato il profilo
 
 

Il blocco recente degli ospiti è disabilitato e non viene visualizzato dagli altri utenti.

 

LaVeloce102's Achievements

Contributor

Contributor (5/14)

  • Dedicated Rare
  • First Post Rare
  • Collaborator Rare
  • Week One Done
  • One Month Later

Recent Badges

28

Reputazione comunità

  1. Aggiornamento finale, purtroppo con non buone notizie. Collettore con microcrepe ovunque, alla fine esausto e con non molta voglia di comprare un collettore nuovo ho smontato e venduto il Doppia, e montato un DR. La discussione si può chiudere qui purtroppo, ma mi farò sentire nuovamente... stavolta per il DR che ho montato
  2. Era l'unica che avevo trovato in zona. Ma ho risolto: è completamente diversa da quella di tutti gli altri gruppi termici che io abbia mai montato, Pinasco e DR compresi. Ho fatto rifare il filetto alla mia, arriva oggi pomeriggio. Speriamo di arrivare a vedere la uce con sta Vespa...
  3. Aggiornamento: montati getti Polini, minimo da 60 e Max da 96. In alto ci siamo, devo assolutamente sostituire lo spillo con il D22 (che ho comprato ma non riesco più a trovare. Disdetta...) per dare un'ingrassata ai medi, e sistemare ancora la carburazione al minimo perché non sempre decide di mantenerlo. Ho inoltre intenzione di sostituire nuovamente il paraolio lato volano: ho come l'impressione che aspiri aria da lì. Per 2 euro lo cambio che è meglio. Diciamo che la Vespa è tornata utilizzabile e si sente che il motore va bene, tuttavia non ha perso occasione per farmi innervosire, stavolta per colpa mia: ho dimenticato di avvitare la candela per bene, si è svitata...e mi ha distrutto la filettatura della testa. Ecco cosa succede quando ci perdi troppo tempo e pensiero: ti scordi le cose più banali. Avevo trovato la testa di un vecchio Alfaerre 102 da un meccanico: che voi sappiate è compatibile con i fori e col cielo pistone del Polini? Purtroppo in rete non ho trovato informazioni e non vorrei comprarla inutilmente
  4. Aggiungo che ho anche lasciato tutto invariato ma montando il polverizzatore vecchio, AQ268. Ho ottenuto l'effetto contrario: alti bene, ma Per il resto grassa da morire. Anche in questo caso non reggeva il minimo, perché si imbrodava. Ma il polverizzatore e lo spillo non avevano effetti solo sui medi regimi? Non ci capisco più nulla
  5. Arrivati i pezzi da Tonazzo e ho montato tutto oggi, dopo il lavoro. Riepilogando la configurazione attuale: Min da 54 Max da 88 Spillo D22 per ora, prima tacca Polverizzatore AQ264 vite miscela (stavolta quella giusta) di un giro svitata No filtro aria La Vespa è terribilmente magra: fa vuoti accelerando e scende lentamente di giri. Il getto massimo è piccolo anche per le indicazioni Polini e infatti lo cambierò, probabilmente col 94 che avevo prima e fin qui...mi va bene. Il problema è che credevo che il minimo andasse bene, e invece il minimo la Vespa non lo vuole mantenere. Solo a motore caldo, con vite ghigliottina molto avvitata, tende a rimanere accesa per un po' ma fa un rumore "secco", non il piacevole borbottio di questo motore . Niente aspirazioni d'aria, il motore è stato appena revisionato, la valvola è sanissima e l'albero è nuovo. Può essere che io debba aumentare il minimo, diciamo intorno al 60?
  6. Giustissimo, infatti ho ordinato spillo e altro proprio per avere una carburazione simile a quella indicata. Il mio commento a margine è perché ho dubbi sul cilindro
  7. Ho smontato il carburatore e ho deciso di dedicare la mia attenzione a spillo galleggiante e galleggiante stesso. Manuale Dell'Orto in una mano e calibro nell'altra, ho constatato un'altezza dei galleggianti di 28 mm😱. Rimessi in tolleranza, sistemata l'apertura dello spillo (ho fatto prove da smontato con tubo riempito di acqua : finalmente apre e chiude come si deve) e rimontato tutto mettendo un massimo da 88 e il minimo da 52. Almeno in alto adesso va come si deve , al minimo e fino a 3/4 ho i soliti problemi dettati da polverizzatore, spillo e vite miscela sbagliata: a nulla serve cambiare getto minimo, è sempre grassa da fare schifo ed impedirmi da tenerla accesa al minimo. Ordinato stamattina su Officina Tonazzo spillo D22, polverizzatore AQ264 e kit viti miscela-minimo. Speriamo bene di risolvere, altrimenti metto tutto in vendita e passo al corsalunga
  8. Pistone limato, rimontato tutto e settato l'anticipo a 17°. Nella distrazione avevo messo lo statore troppo anticipato... Comunque è assolutamente da ricarburare e devo altrettanto assolutamente cambiare la vite miscela al carburatore: la sua è andata persa e ne ho messa una di un 17.5 da scooter che però ha solo l'effetto di tappare il buco visto che la punta anteriore è decisamente diversa, e infatti chiusa o aperta non cambia nulla. Tuttavia ho apprezzato, rispetto a quando montai il 102 per la prima volta, apprezzabili miglioramenti. Ha molta più schiena, riprende anche in terza o quarta a filo di gas e anche in caso di leggere variazioni di pendenza la Vespa non perde giri né velocità. Sono convinto che sostituendo spillo e polverizzatore oltre al getto del massimo potrà andare in modo più che decente per un 102. P.s. immagino che il fatto che non voglia sapere di Reggere il minimo dipenda dalla vite miscela e dal getto da 45 che è montato adesso, vero?
  9. Aggiungo la taratura attuale: PHBL 25 Getto Min:45 Getto Max: 86 Polverizzatore AQ268 Spillo D25 1° tacca Valvola gas da 40 Valvola benzina da 200 Spillo galleggiante con molla
  10. Si, collettore e lamella sono okay. Ieri ho tolto di nuovo il gruppo e il collettore ed era tutto a postissimo dal punto di vista meccanico. Il discorso che faccio io è: farle aprire assieme. Giustamente tu dici "ma poi la lamella come dovrebbe lavorare?" e io ti dico: col pistone limato in modo da sincronizzare l'apertura, la finestra sul carter si chiude prima della finestra sul cilindro, ergo per cui la lamella dovrebbe funzionare appunto in quel frangente. Devo ragionarci un po' su ma mi sembra che la cosa quadri, visto che montato in quella maniera il mio doppia andava benone su di giri e anche in basso, e reggeva benissimo il minimo nonostante avessi ripetutamente problemi con la benzina che trovavo a terra causa collettore non a squadro. Infatti mi sono convinto a rifare così anche questa volta: al momento sta Vespa non va, né in basso né in alto, e anche se la carburazione è da rifare si sente che non va comunque bene
  11. Ti ringrazio! A giudicare dal manuale sono molto distante da questa carburazione e comunque imbratta da morire: probabilmente ho problemi con spillo chiusura e galleggiante. Consiglio comunque di sincronizzare l'apertura delle aspirazioni: con anticipato e pistone non toccato non cammina una mazza, prima andava benissimo invece
  12. Aggiornamento: è partita, ma va malissimo. Il motore gira come se fosse forzato, fa fatica a prendere giri tranne quando si trova fra 1/4 e 3/4 ed è ovviamente grassissima: lo avevo immaginato che prima aspirava aria...ma non è questo a preoccuparmi, con una buona carburazione dovrei risolvere. A preoccuparmi è il fatto che dopo aver accelerato, lasciando l'acceleratore la Vespa si spegne come se avessi staccato la corrente (che invece arriva, e bene). Spero dipenda sempre dalla carburazione. Ho tolto il cilindro per controllare pistone e fasce e che l'albero non sforzasse ma è tutto perfettamente in ordine. Al momento, sono alquanto deluso e scoraggiato
  13. E così sarà. Ho finalmente trovato la quadratura del cerchio col collettore doppia e mi secca rismontarlo, quindi così rimane. Credo proprio che andrà molto ma molto meglio di prima: avevo una guarnizione da 1 mm sotto al cilindro e avevo un motore fin troppo morto sotto (e grazie, avevo lo scarico a quasi 190°...), così dovrebbe funzionare decisamente meglio in virtù della campana lunga
  14. Eccomi ragazzi, ieri ho chiuso il motore e ho rimisurato le fasature e lo squish con testa originale portata a d56 e spianata. SCARICO: 182° TRAVASI PRINCIPALI: 116° (li ho leggermente alzati prima di montare); FRONTESCARICO: 118°. Come vedete ho un blow-down di 66°, per cui sono molto in dubbio sull'usare il fresino e alzare ancora un po' i travasi in canna. I carter sono raccordati al cilindro. Lo squish si attesta sugli 1.3 mm e per quanto mi riguarda è sufficiente così. L'albero è un MdP anticipato, fasi (in combinazione con la valvola allungata) 120/60, la marmitta sarà la classica Proma, il carburatore il solito PHBL 25. Avete suggerimenti prima che monti tutto sulla scocca?
  15. Ecco le fasature rilevate, con guarnizione sotto al cilindro da 1 mm. Le ho prese con un semicarter solo, cilindro fissato su di esso, goniometro lato volano. Le quote di travasi e frontescarico mi tornano perfettamente, è lo scarico che trovo troppo alto. Purtroppo lo feci senza goniometro all'epoca e credevo non fosse mai stato toccato, ma evidentemente mi sbagliavo visto che l'ho alzato veramente pochissimo, più che altro è stato allargato. Stavo a questo punto pensando di mettere una guarnizione da 0.3 con ermetico, rimisurare ed eventualmente alzare leggermente i travasi (stavolta con goniometro alla mano) per rimanere sui 60° di differenziale. Ovviamente poi passo al capitolo squish, che misurerò con la testa sua originale ma sto pensando di passare ad una racing. Dite che con circa 180° di scarico e i travasi sui 120° andrò bene con 22/63 e Proma?
×
  • Crea nuovo...