Vai al contenuto

StefanoFeltrin

+ Utente Attivo
  • Conteggio contenuto

    158
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione comunità

80 Excellent

Che riguarda StefanoFeltrin

  • Rango
    75cc
  • Compleanno 01/11/2002

Contact Methods

  • MSN
    No
  • Facebook
    Instagram: _ stefanofeltrin e stefo_garage
  • Skype
    No
  • Twitter
    No
  • Scrivi una frase sensata sul mondo dei motori
    "se non si aggiusta col mazzotto, è di sicuro un problema elettrico..."

Profile Information

  • Regione?
    Trentino
  • Gender
    Male
  • Interests
    motori...elaborazioni...elettrotecnica...tuning
  • Occupation
    Studente in meccatronica
  • Nome Reale
    Stefano Feltrin

Ospiti che hanno visualizzato il profilo

411 lo hanno visualizzato
  1. Gullo quindi con la zirri consigli fasi di scarico fino anche a 190 visto che monto la 24/72 dd? Comunque io monterò una accensione sip vape anticipo fisso da 1.390 kg.
  2. Grazie mille. Comunque appunto, abbiamo ricostruito il tondino da zero per fare un sunto del lavoro eseguito, e poi saldato a manetta con un bel po' di ciccia pure interno valvola, non si sfonderà nemmeno un po'🤩
  3. In che senso? Intendi che è da tanto che non vedi fare un progetto del genere con questa marmitta? Comunque ti ringrazio.
  4. Perché nella testa bacata mia e del mio amico, per non saper né leggere ne scrivere abbiamo fatto così: Abbiamo eliminato il tondino, per poterlo rifare meglio (dal pieno partendo da un tondino di alluminio) perché c'era dentro una vecchia vite che era proprio spaccata dentro e abbiamo deciso di fresarli con il la moletta a disco, e poi perché come hai visto, a differenza di normali officine di elaborazioni, abbiamo fatto proprio riempire molto di più tutta la zona sotto il piano, eliminando quel "traversino" di rinforzo e rifacendolo molto più spesso una volta portati in saldatura. Tanto poi si sarebbe portato tutto a spianare, quindi i piani di appoggio sarebbero diventati perfetti. Così lo avevamo pensato. Questo non perché fosse necessario, ma perché si tratta di sperimentare e di fare esperienze, che possono essere più o meno fallimentari. Comunque sono stati saldati bene direi, e sto saldatore di alluminio mi ha fatto più riporto rispetto a varie officine che elaborano vespe e fanno questo tipo di lavoro.
  5. Buonasera ragazzi, aggiorno, sono tornati dopo un lunghissimo giro di persone che se li sono passati finalmente ho i carter saldati. Mammamia ragazzi, davvero, cacchione. Vi mostro dove ho deciso di farli riportare. Vi spiego inoltre del perché ho rifatto fare il tondino. ebbene, questi sono i miei carter, sono stati saldati accoppiati e con i cuscinetti in sede, quindi mi hanno assicurato che non ci sono problemi. sono effettivamente riportati molto lato frizione, più di un semplice sip. Ma ci tenevo a fare le cose fatte a modino, quindi, seppur esagerate per ora, so che sarà ripagata questa cura ai dettagli e ai rinforzi a livello di affidabilità nel tempo. Ora ci va il polini giratissimo, in futuro chissà. I crater saranno spianati e barenati da thr per montare albero drt. Intanto artigianalmente col dremel ho provveduto a rimuovere la mezzaluna e il pezzo di tondino che sporgeva. Ps, ora i carter sono brutti e anti estetici, il mio progetto ambizioso per differenziarmi dal classico era farli diventare effetto specchio. Fatemi ripassare la 800 e 1000 con acqua, con calma si daranno la passata da 2000 e 3000 e poi polish lucidante. Sarà qualcosa di unico. Domani ordino la accensione sip vape fissa e l'albero drt, così poi potrò mandare i carter a barenare con la quota corretta. Per intanto, questo è quanto.
  6. Le differenze non le conosco, però sul mio phbh 28 monto già polverizzatore serie AV... Penso cambi strutturalmente la quantità e la dimensione dei pori. Ma te sul phbh non monti emulsionatori serie AV adesso mi pare di ricordare?
  7. Allora intanto ordina Spilli che ti hanno detto e getti minimo e massimo ed emulsionatore av 264...
  8. Anche io se dovessi buttarmi su un tipo cubatura del genere penso che mi lancerei su un falc, ma questo solo per il buon passa parola che gira sul forum. Tuttavia se invece volessi fare qualcosa di unico, mi lancerei sicuramente su questo bel cilindro che mi attira molto devo dire, in caso però abbinato ad un albero c.54 artigianale o disponibile nel mercato
  9. A dir la verità il prezzo del gt non sarebbe manco inadeguato... direi più o meno in linea con un falc 60x54 penso, pur non avendo controllato il prezzo. Il problema è l’albero... io personalmente se comprassi questo gruppo della polini andrei a montare un albero c.54 di altre case produttrici o addirittura artigianali andando comunque a spendere meno del prezzo proposto da polini. che ne pensate?
  10. Polini, nuovi kit Evolution per Vespa 125 Il kit con immissione 'Evolution lamellare' nel cilindro viene fornito completo di cilindro, pistone, testa, pacco lamellare, collettore d’aspirazione e serie guarnizioni. Polini ha realizzato un gruppo termico evolution con immissione lamellare nel cilindro per vespa 125 primavera et3. il gruppo, grazie alla cilindrata di 152 cc, ha caratteristiche di potenza elevate; il cilindro è fuso in alluminio con alesaggio ø 60x54 mm. per montare questo gruppo termico è obbligatorio barenare la sede dell’albero motore nel carter ed è necessario sostituire anche l’albero motore originale con un nuovo polini completo di biella da 105 mm e corsa 54 mm. Il kit polini evolution per vespa ha la testa fusa in un unico pezzo; per aumentare la dissipazione del calore sono state create delle alette aggiuntive anche sotto il piano della testa. mentre il rapporto di compressione è stato disegnato per ottenere il massimo della prestazione. il pistone, in alluminio fuso per gravità, ha due segmenti in ghisa s10 con riporto di cromatura; dopo la lavorazione subisce uno speciale trattamento al bisolfuro di molibdeno che ne migliora lo scorrimento in fase di rodaggio. la canna con riporto nikel-silicio migliora inoltre lo scorrimento del pistone, la resistenza all’usura e all’abrasione. sei le luci di travaso. lo scarico, da parte sua, è con traversino centrale per aumentare l’evacuazione dei gas di scarico. il diagramma di distribuzione è stato studiato per sfruttare al massimo la potenza di tutte le componenti. La valvola lamellare presenta 6 petali in carbonio di spessore 0,4 mm e la geometria dell’inserto guida flusso aumenta la velocità d’entrata della miscela aria-benzina. mentre il collettore d’aspirazione è stato sviluppato per essere alloggiato nel vano originale senza apportare nessuna modifica, così da essere abbinato al carburatore dell’orto vhsb ø34. Il kit con immissione “evolution lamellare” nel cilindro viene fornito completo di cilindro, pistone, testa, pacco lamellare, collettore d’aspirazione e serie guarnizioni. come detto, però, si completa il tutto con l’utilizzo di un albero motore polini ‘spalle piene‘. In questo elemento la forma delle mannaie circolari riduce drasticamente le turbolenze interne nel carter, aumentando la compressione dei gas trasmessi alla testa per la fase di scoppio. il bilanciamento è ottenuto utilizzando inserti in tungsteno e tappi in alluminio per ridurre i volumi. il gruppo termico costa 630 euro, mentre l’albero motore ha un valore di 640 euro. Cosa ne pensate? A primo impatto a me sembra un tipo di cilindrata e di fusione e concezione di progetto penso copiata da falc... Magari gli ha venduto il progetto... Spero con queste supposizioni di non infrangere nessuna regola del forum, vorrei creare una pacifica discussione e scambio di idee su un progetto veramente fresco di casa Polini, e sentire cosa ne pensate. *Preso da un articolo di giornale che mi è apparso nella home di google, www.formulapassion.it*
  11. Probabilmente la marmitta fa casino perché non avranno riempito bene con la lana di roccia, ce ne sarà il minimo indispensabile molto probabilmente ma non ben riempita secondo me
  12. Bisogna essere capaci di farlo però, quindi per chi vuole accontentarsi si compra il filtro daggara già pronto malossi
  13. Io se c'è la valvola la terrei, perché i motori a valvola sono economici dal collettore alla lavorazione, perché richiedono una lima dolce e un tubo dritto, corto in ferro dello stesso diametro del carburatore! La valvola regala qualche giro di più pure con la proma-giannelli e ti piacerà perché avrà un accelerazione più brusca Sono motori ignoranti che sono sempre amati e non deludono mai. Come marmitta va bene la proma con silenziatore tagliato e girato, ma ricordati di prendere il modello corsa lunga quindi con collettore da 28 mm. Rimane comunque nata per vespa quindi dovrai farti una staffa apposta, quindi se vuoi spendere di meno per un ottima marmitta ti consiglio la Giannelli corsa lunga che si fissa sugli attacchi originali ape ed è già pronta per tuonare sotto un bel 130. Con le identiche prestazioni di una proma e costo uguale se non ricordo male. Phbl 24 perfetto Ti consiglio i filtri malossi perché a discapito dei polini che aspirano molta aria e fanno passare più sporcizia, i Malossi filtrano meglio e non tolgono prestazione alcuna. Invece, i ramair tappano un po' troppo, quindi per me i Malossi sono i migliori. Campana va bene 24/72, della cif consiglio perché va bene su un motore con cavalleria modesta. Albero io mi sono trovato molto bene con tameni anticipato cono 20.
  14. metti una fotella dell'imbocco della valvola...
  15. È per fortuna tutto ok, però mi è venuto un colpo guardando la pedana e pensando alla fine che potevano fare le gambe/piedi... Allora sarà lui a risarcirti quindi? Speriamo che non faccia lo scorretto e non ti faccia su storie...
×
×
  • Crea nuovo...

Benvenuto su ET3.IT, il Forum delle Vespa da corsa!
Ti auguro buona permanenza su questo sito di veri Appassionati!
Come inizio ti suggerisco di inviare un messaggio di presentazione sul Forum Mugello Park !
Inoltre ti consiglio di richiedere la registrazione su Facebook al gruppo Et3.it - Vespe performanti
Il forum è consultabile anche tramite Tapatalk.
Buona permanenza su ET3.it!