Vai al contenuto

Leaderboard

  1. Fabio B.

    Fabio B.

    $ SupporterM


    • Punti

      15

    • Conteggio contenuto

      651


  2. claudio7099

    claudio7099

    Moderatore


    • Punti

      6

    • Conteggio contenuto

      9602


  3. Cupra r

    Cupra r

    + Utente Attivo


    • Punti

      5

    • Conteggio contenuto

      998


  4. Paolo82

    Paolo82

    + Utente Attivo


    • Punti

      4

    • Conteggio contenuto

      469


Contenuto popolare

Visualizzazione di contenuti con la più alta reputazione in 31/01/2022 in tutte le aree

  1. Gli ingranaggi vengono fatti da barra, 2 materiali differenti in funzione delle dimensioni. Farli da forgiato non basterebbe il doppio del prezzo, il forgiato è tassativo per le bielle e buona norma per gli alberi. Trattamento termico cementazione e tempra.
    4 punti
  2. Ti sembra giusto. Tagliare con gli utensili 3° e 4° è impossbile, l'utensile si magerebbe la marcia precedente. Per cui la terza si lavora girando il pezzo poi quarta e quinta si riportano. L'idea di forzarli semplicemente sul perno non mi piaceva per cui vengono montati sul calettato, leggermente forzati, con loctite e seger.
    3 punti
  3. No, non sono più sottili degli originali, al massimo uguali o un pelo maggiori. Ho recuperato tanto spazio mettendo la ruota libera di avviamento sulla primaria (insieme agli 8 innesti è una caratteristica unica dei cambi BFA). In questo modo l'avviamento non ingrana più sulla prima e si può sfruttare quello spazio. Metti poi che gli originali sono molto distanti e il gioco è fatto.
    3 punti
  4. Buongiorno a voi. Candela nuova, gli ho aumentato il minimo da 50 a 57,il massimo 102. 2,5 giri di vite, spillo 2 tacca dall'alto. Risultato: minimo perfetto, torna a bassi giri abbastanza regolare e non rimane accelerata come prima, forse andrebbe anche un 60 di minimo, vedremo. Molto regolare ai medi, non sento buchi di erogazione.sono in rodagio, quindi giretto con una tiratina qua e là di seconda e terza senza insistere troppo, per far abituare il pistone al cilindro. Voglio precisare che non ho mai usato una vespa con espansione, solo padella e proma, quindi non sono abituato al suo regime di giri, e mi sembra di raggiungere subito il massimo dei giri. Però mi sono chiesto: dai Daniel, una tirata di terza dagliela, giusto un pochino per vedere se la simonini sale in alto o no🤷‍♂️ Ho paura, sono sincero, non voglio rovinare un buon lavoro per la troppa fretta, ma devo farlo😅 OK, terza dentro e gps attivo, gira sta manopola🤔🤔🤔 60-70-80.....85 di gps e mollo, non voglio andare oltre. Mi ha sorpreso, nel momento in cui credevo fosse quasi arrivata, testa all'indietro e pancia in fuori, e li ha iniziato a spingere forte 🤫🤫🤫🤫 Mi sto ricredendo e faccio un altro giretto per raffreddare un po'. Stesso punto, stessa storia, come sarà la quarta originale 🤔 bho🤷‍♂️ Dai, poco poco, giusto per..... Seconda leggera, terza giusto per portarla a regimi decenti, e quarta. Vai, giro la manopola, inizia a spingere, guardo il GPS, 103 🙈🙈 Molla Daniel, basta così! Stava ancora spingendo tanto, ne aveva un bel po sicuramente! Voglio fare da bravo, quindi torno a casa, e mi distraggo con i cioccolatini😜😜😜 Credo che per ora, la configurazione rimarrà tale, e completerà il rodaggio con tranquillità. Poi farò la prova candela e se sarà necessario salirò di massimo. Aggiornerò nei prossimi giorni. Intanto devo sistemare lo scarico.
    3 punti
  5. poi se propio vuoi segare qualcosa sega il cilindro in due e lo apri come una cozza
    3 punti
  6. Ciao, il 5m BFA è un mio progetto. Sta girando sotto diversi motori da 288cc, un paio di 244 a liquido e un paio di motori da pista (ma prototipi non roba da 25cv). Questi sono i mezzi più potenti con cui si è dovuto confrontare. Poi un bel numero di esemplari su motori meno cavallati. L'asse ruota è maggiorato sul diametro dove lavora la crociera, ha 8 innesti e lavorando su un diametro maggiore la forza applicata sul dente crociera è inferiore. Ad oggi mai fornita una crociera di ricambio, anzi forse un paio ma penso non le abbiano mai montate. In questi anni sono tornati solo 4 cambi, 2 esplosi al banco; erroneamente ci hanno cacciato dentro la seconda con il rullo ancora a 140km/h. E gli altri 2 per montaggio errato, si erano accavallati gli ingranaggi delle varie marce a causa di un gioco assiale eccessivo lasciato sul primario. Quelli che vendiamo direttamente noi, preferisco montarli sempre io nei carter, soppattutto se non sono BFA.
    3 punti
  7. Io ho il faio 5 marce comprato nuovo nel 2017 e questi ultimi 3 anni è sotto il 180 falc
    3 punti
  8. 2 punti
  9. Claudio7099 il cambio è quello del link. Bibbo Pinasco, esiste una sola versione a livello di rapporti, quella che hai postato di 10". Se trovi numeri diversi hanno sbagliato a scrivere. (vado a memoria, i rapporti sono quelli).
    2 punti
  10. Oggi un mio amico mi ha portato due padellini molto Racing direi, per testarli sul mio vespino allestito con ; 130 POLINI DOPPIA (scarico 180°), foro uscita allargato (29?), carburatore 19 SHB + air box POLINI getto max 93 (aumentato x la prova), accensione a puntine con volano APE da 1,4 Kg ( gira alla grande) , primaria 24/61 DE (primavera) con pignone corto 23 DRT, rifasato, gomme VEE RUBBER 350X10"..... Voleva testarne le prestazioni ed il rendimento, le PADELLE in apparenza sembrano uguali , ma sono in realtà internamente molto diverse anche se non ho dettagli, vediamo come montano..- allora il COLLETTORE monta abbastanza bene, la mia vespetta ha AMMORTIZZATORE SPOSTATO e la MOLLA STRETTA, ma la distanza dal copertone e dalla molla è comunque sufficiente ad alloggiare senza modifiche gomme VEE RUBBER 350x10" i COPERTONI VEE RUBBER sono di discreta qualità e nulla hanno a che vedere con KENDA o DEESTONE che girano storti e sono di qualità scadente, dalle foto si apprezza che la dimensione di questa gomma economica ma affidabile è quella giusta, nè piccola come una MICHELIN S3 da 3.00X10", nè troppo grande che tocca dappertutto come la MICHELIN S83 da 3.50X10" del vespone. Ha su stampigliata misura 3.50 chela colloca come gomma per vespa large, ma in vero è sottodimensionata e risulta più simile ad una 3.25X10",. Ecco come si presenta sia la MARMITTA che la GOMMA,,,, in realtà la foto non rende bene idea degli ingombri, in vero c'è spazio ovunque, ma ho dovuto martellare un poco il labbro della pancia all'altezza del dado fissaggio sul carter... và anche detto che essendo il COLLETTORE e la fLANGIA da 32, visto lo stretto interasse per fissare il collettore sul cilindro si è reso necessario adottare DADI esterno misura 11, interno passo 8, sono i dadi di chiusura dei vecchi cerchioni tipo VNB1 2 3 4 5 e simili... sono classici M8 ma con esterno anzichè con chiave 13 con chiave 11,,,, Abbiamo provato entrambe le PADELLE, quella con le modifiche del team W1R andava molto, ma davvero troppo meglio! l L'altra invece non si riempiva, svuotava troppo e per entrare in coppia serviva un lancio eccessivo, la tipo W1R invece andava davvero benissimo, il mio 130 non è certo SPINTO, ma ha giri e una messa a punto perfettissima, è diciamo un 130 STANDART mooolto allegro, ci sono certo 130 più performanti, ma ce ne sono altri peggio, a mio dire è questo il MOTORE PERFETTO PER TESTARE UNA SIMILE PADELLA, o quasi.... IMPRESSIONI (mie): questa padella non ha nulla a che vedere con le vecchie simili e storiche PADELLE del PIZZI (artigiano in Roma scomparso recentemente) ed altre 1000 vedute su vecchi post, piuttosto la costruzione ricorda chiaramente le MARMITTE ESPANSE A CONI attuali e seppure ignoro l'interno è chiaro che quella che funziona meglio (molto meglio in vero), abbia una paratia, come riferimento di paragone abbiamo la PROMA che questo 130 monta e sfrutta a pieno, ecco---- questa PADELLA in confronto ad una PROMA è più silenziosa (ha un sordo rumore molto bello) e mi è sembrato di avvertire chiaramente che l'erogazione è più lineare rispetto alla PROMA, impiega qualcosina ina ina in + a raggiungere il max dei regimi, ma in vero raggiunge regimi più alti della stessa PROMA! Questo 130 è perfettamente rapportato eppure con questa PADELLA andrebbe accorciato un pelino... avrei potuto montare gomme da 3.00 al posto di queste da 3,25 per verifica, ma tempo ed impegni lo hanno impedito... Direi che questa PADELLA monta perfetta sotto ogni 1307140 anche molto spinti, e più che sostituirsi alla PROMA (collettore 32), è qualcosa che si frappone tra una VMC Racer e una PROMA, modificata (collettore 32) non c'era tempo per video ed altro, ma ho il sound! sito.mp4 canta proprio bene ed è uqlache ottava sotto la Proma, ha una bella voce insomma ma non disturba....
    1 punto
  11. Buongiorno a tutti ragazzi, reduce da un trasloco e dalla parziale riorganizzazione del garage, finalmente posso rimettere mano alla mia PK XL. Al momento monto un blocco con 102 dr, 16 pari e proma. E' il primo motore fatto in vita mia e ho imparato molto, nonostante sia pieno di difetti, ma ora voglio mettermi di nuovo alla prova. Sabato ho comprato: carter V5X1M completi, ma con termica bloccata e albero da buttare 130 polini vecchio tipo con pistone bloccato Il piano è di usare questi carter per un motore alla buona: - 75 dr f1 - albero anticipato low cost - proma che ho già o padellino sito plus per privilegiare i bassi regimi - 18/67 - 16 che ho già o al limite pwk cinese (il 102 mi pare respiri proprio poco col 16 pari) - accensione PK XL originale che ho già - niente fresature, in quanto sono i carter che vorrei tenere originali, dato che la sigla coincide con quella del telaio e farci la stagione, mentre userei i carter che ho sotto al momento per sviluppare un motore sul vecchio 130 che ho preso, che sarà da rialesare e che vorrei rifasare di 1-2 mm. Comincio ora con le domande, permettendomi di abusare della vostra pazienza: - un pwk 24 sarebbe carburabile su un 75? - tecniche per sbloccare i pistoni inchiodati, considerando che dove lavoro dispongo, nel peggiore dei casi, anche di una pressa dove lavoro. Lo scopo è non devastare i carter e la termica 130, pistoni e albero li do per sacrificabili. Un cilindro è montato sul carter, l' altro è libero Premetto che vorrei usare la vecchia termica Polini perchè la vedo molto "period correct" con la mia vespa, ed amo recuperare le cose piuttosto che buttarle. Se di interesse, pubblicherò foto dei miei nuovi acquisti. Seguirà un' altra discussione sul motore corsa lunga nell' apposita sezione, qui vorrei raccogliere consigli ed opinioni riguardanti il motore corsa corta, anche per fare ancora un pò di esperienza. Grazie a tutti anticipatamente.
    1 punto
  12. In teoria si fa al contrario però.. buttaci un 110 e vai a scendere
    1 punto
  13. ah quindi roba come AISI 8620 o 18CrNiMo7-6. Scusa le domande, non voglio essere "indiscreto", ma son appassionato di materiali 🤪
    1 punto
  14. Io ho sia la bsg super corsa con 5 dischi falc e 16 molle al 180 falc sia la plc al quattrini M1L 60,abbinati a carterino crimaz, sono morbidissime uno spettacolo
    1 punto
  15. ogni cambio ha il cuo cluster dedicato con l'innesto per il mozzetto a triangolo o quadrato o a stella come ho visto ultimamente quindi se userai cambio bfa compri la frizione bfa dedicata con il cluster specifico ,il cambio crimaz non so come sia se a chiavetta ma potresti usare la fabbri fb 45 o la fabbri fr o 5r (non mi ricordo come si chiama ,ma devi chiedere che mozzetto frizione usa) vale lo stesso discorso per l'albero e il calettamento del pignone per quello ti avevo consigliato tempo fa di prendere tutto da fabbri cosi non ti puoi sbagliare con primaria,frizione e cambio
    1 punto
  16. primo tentativo 2 giorni a bagno nel wd40 direi ,non si sa mai magari ti và di cu,o
    1 punto
  17. tanto wd40 o uno sbloccante qualsiasi ,lasci agire ,un bel pezzo di legno che passi dal foro cilindro e mazzetta da 1kg e prima o poi il pistone esce se non ne vuole sapere togli tutto insieme cilindro-pistone-albero previa rimozione dei prigionieri se no non si apre il carter
    1 punto
  18. Ciao ragazzi alla fine ho dovuto aumentare il piano d’appoggio sul carter per il porta pacco che non mi convinceva per niente com’era ..e devo ancora capire come fissarlo per bene in quanto non c’è spazio per la chiave dentro il portapacco per fissare la vite..voi come avete fatto?
    1 punto
  19. Oggi sono riuscito a rimettere mano sul motore. Volevo togliere i gradini alla base dei travasi dell' sp09, perciò ho cercato anzitutto di capire quanto poter togliere. Il segno che si vede, rispetto al profilo originale ha un offset di 4,5 mm. Probabilmente si potrebbe togliere di più, ma vorrei evitare di fare la prima parte di condotto perpendicolare al piano cilindro, bensì cercare di seguire la forma arcuata del travaso. Chi di voi ha già avuto esperienza con l' SP 09, quanto ha tolto? il nastro di alluminio l'ho messo per proteggere il cilindro nel caso in cui mi fosse scappato di mano il dremel.
    1 punto
  20. Il video è in prima pagina
    1 punto
  21. Se mettono le mani avanti in fase di vendita, sicuramente c è qualcosa di sensato in quel 25 CV max. Come drt dopo che si rompevano gli ingranaggi eco ha scritto max 15 CV mi pare su una certa linea di prodotti.
    1 punto
  22. Io ho preso un 5 marce vmc da montare su un 180 Falc di un amico, vediamo cosa ne esce.. Ho parlato con cesta e lo monta da oltre 2000 km sul suo m200, per ora zero problemi
    1 punto
  23. Sottoscrivo in toto però a questo punto monta un albero corsa 53 Drt esiste sia con biella. 97 che biella 100 ( a piacere e gusto personale ) sono 150 cc veri per esperienza diretta sul quattrini d60 boosterato a valvola in corso 53 non posso.vhe consigliarlo vivamente se monti anche un multiplo con 3 e 4 corta con la siluro vai tranquillo con la 29/68 che alla bisogna potrai sempre modificare con i pignoni da 28. O da 30 ! Per quanto concerne i consumi anche qui non pensare che un carburatore grande necessariamente faccia consumare di piu'! ( Con un 35 phsb ad uso turistico supero i 27 kmlitro ovviamente a uso Rock & roll 20 a litro ! Quindi. Ti consiglio un carburatore semplice a valvola tonda Tipo un 30 phbh / phbe poco metereopatici e facilmente carburabili! E reperibili anche usati a prezzi onesti!
    1 punto
  24. Ciao Con la configurazione che hai in mente, ci sono già alcuni esempi realizzati col D.60 Quattrini. Per cominciare, la cilindrata non si sostituisce con niente ed è fondamentale per il turismo, dato che potrai permetterti di allungare tutto il rapporto per avere migliori velocità e consumi più contenuti, insieme a dei bassi molto reattivi e a una erogazione non troppo appuntita che su strada, rovina il piacere di guida. Anche portare un passeggero, sarà decisamente più facile avendo tutti quei cc D.60 Quattrini rigorosamente a valvola, un albero anticipato da definire cono 20, 27/69 e cambio originale (anche se sinceramente con la siluro, opterei per la 29/68 col 18/20...come godi a fare turismo così. La quarta rimarrebbe bella reattiva), PHBL 22 se già lo possiedi, altrimenti 24 e dai via di gas ai PX 200. Una buona crocera, parastrappi buoni, frizione ben settata e ti dura una vita un motore simile Per l'accensione, hai già avuto altri pareri e mi allineo a quelli
    1 punto
  25. Bella, uguale a quella che ho sistemato per mio zio. Ruote da 10 subito, sia per guadagnare un pizzico di velocità sia per la guida. Con 75 e Proma, anche senza toccare i carter, io andrei di 19. Non è un grosso investimento e torna buono per eventuali sviluppi futuri.
    1 punto
  26. Ciao ragazzi dopo un paio d’ore di polvere di ghisa ecco le fasi 186 126,5 123,5 121,5 116,5 ripassato anche il cono del cluster con pasta smeriglio onde evitare schiavettamenti dovuti ai troppi cv😂
    1 punto
  27. Spiegami allora perché con la testa originale ho un valore di squish ottimale con una differenza di solo 3 centesimi. Non credo assolutamente che sia un solo problema di centraggio ma bensì un problema di fabbricazione, riscontrato anche da altri.
    1 punto
  28. lascia stare che ho un dente che mi fà dannare da sabato sera ,sono fermo oggi
    0 punti
×
  • Crea nuovo...