Leaderboard


Contenuto popolare

Visualizzazione di contenuti con la più alta reputazione in 01/04/2019 in tutte le aree

  1. 3 punti
    ecco bene. Adesso sappiamo quanta attendibilità può avere la prova della marmitta da parte tua. Non mi interessa che la staffa tiene o che é fatta bella o che la usano in motogp; l'importante é NON scrivere cosa NON é. Spero di essermi spiegato.
  2. 2 punti
    Dai ragà.. stava scherzando.. poteva mai essere acciaio speciale fatto in quel modo? Ahahah.. Carmelo è un cazzaro... ma è un buon meccanico. Sono certo che i risultati saranno più che attendibili
  3. 2 punti
    Filippo ha ragione, la credibilità è più importante dell’impegno che mettete nei vostri progetti e nei vostri test
  4. 2 punti
    La scritta zeus in vista 😂
  5. 2 punti
  6. 2 punti
    come no! mi sembra addirittura in berilio spessa 20 con bulloneria in diamante sistetico se vedo bene.
  7. 2 punti
    Quella staffa è un hss 9 mm spesso. Prima che si pieghi lei si rompe l'ammortizzatore e tutta la vespa col pilota 10 volte eheheh
  8. 1 punto
    stava scherzando , su un suo pezzo tra l altro .. ogni scusa è buona per criticare sembra
  9. 1 punto
    spero che la marmitta venga modificata prima di entrare in commercio o ci dobbiamo costruire la staffa io ce l'ho già molto simile
  10. 1 punto
    Io di schezo ci vedo solo la cosa del pilota, comunque si in sostanza quel che conta sono i risultati reali non gli scherzi o le mezze verità.
  11. 1 punto
    Ragazzi state facendo polemica su una cavolata che ho scritto riguardo quella staffetta e per di più fatto a mo di scherzo. Il messaggio di prima mi è stato cancellato. A questo punto mi limito a scrivere i risultati che ottengo da questo progetto e da questi test. Al fine di informare chi vorrà acquistare la marmitta. Saluti e buon vespa
  12. 1 punto
    183-121 ad alzare lo scarico dopo fai sempre a tempo. squish 1.2 con la tua testa racing dovrebbe andar bene
  13. 1 punto
  14. 1 punto
  15. 1 punto
    Sono andato in giro per mesi con quella staffa anche io, mai successo nulla
  16. 1 punto
    Si dai.. in effetti ho esagerato! Mi avete sgamato. È ferro ma è veramente 9 mm piegato con la pressa!😂😂
  17. 1 punto
    io andrei per la prima fasatura(183--121) , che ha un differenziale piu onesto rispetto all altra . e ti mantieni nel range di motore godibile .
  18. 1 punto
    lamellare polini con24 PHBL.... devi eliminare la valvola e raccordare a tromba ciò che una volta era la valvola.... devi raccordare per bene i travasi sui caretr a quelli del cilindro, devi prendere un albero anticipato, ribilanciarlo ad ore 12.00 e portargli via e parecchio ogni spigolo vivo, con il frullino e disco pesante e spesso abrasivo per metalli rifinendolo con disco a lamelle di carta vetrata grana 80 devi spianare la base di appoggio del cilindro fin quando non scompare il rilievo (fondamentale per la tenuta se allarghi i travasi) e tagliare via la parte del parapolvere superiore (spianandola anche lei al filo del piano di appoggio) devi adottare un albero cono 20 e una accensione PK o altro elettronica volano max 2 Kg. devi riproporre ora il cilindro scegliendo la basetta giusta ovvero quella che porti il pistone al PMI a filo del bordo inferiore del foro di scarico, puoi volendo portare la fase di scarico a 180°/ 182° usando un fresino ben veloce ad aria compressa armato di rotolini di carta abrasiva a cilindretto (accessorio DREMEL) lubrifica bene con olio per evitare che il calore scolli la cromatura ed addolcisci lo spigolo del foro a mano con carta abrasive sempre umida di olio da 800 e poi da 1200 (fina) in modo che la fascia gli scorra sopra dolce.... questo è quello che DEVI e sotto quello che POTRESTI potresti avendoci lo scarico a 182° montare la marmitta VCM potresti adottare al posto di un filtro aria un air box Polini abbinabile al 24 PHBL ed una valvola spillo maggiorata (280?) potresti montare un pignone da 26 al posto del 27 sulla 27/69 DD o un quartino da 20 abbinato alla 27/69 DD e crociera e gioco crociera e frizione e.,... lo farei così, non esiste il modo semplicee quello complicato ma solo quello giusto.
  19. 1 punto
    Buon alogeno, tu puoi dirlo e io ti credo ciecamente se solo un giorno provassi a dire una cosa del genere, con la sfiga che mi ritrovo, gripperei a 300 km da casa, con due gomme a terra e con l’albero spezzato e infilato in mezzo al cambio😅
  20. 1 punto
    Addirittura? Ci sarebbe da aprire un bel post con scritto tutte le m...chiate che fa la vmc. Sempre se fattibile.
  21. 1 punto
    Io il mio falc lo tratto malissimo e va sempre, anzi, a sa sciapa maii
  22. 1 punto
    Aia, primi prototipi di fusione. 148 e 260 cc. Lo stampo del 260 può arrivare fino a 395cc se uno vuole morire 🤣🤣🤣
  23. 1 punto
    Ciao a tutti, oggi ho sostituito il filo del gas ed è perfetta! Grazie a tutti dei consigli, alla prossima!!!
  24. 1 punto
  25. 0 punti
    Io e Damiano4HP PK (ci conosciamo da parecchio tempo) in cui lo ringrazio e ringraziamo per la disponibilità per risolvere questo dannato problema della accensione polini IDM e rendere pubblica ci sono numerosi bachi sulle istruzioni della polini che per me lo potete pure cestinare, sarà forse valida la parte del radrizzatore e lo stop ma non ho avuto modo di provare ed accertare che sia tutto corretto e funzionante, ma ne dubito fortemente circa i colori errati. ma andiamo per ordine. 1: il filo nero della bobina AT con occhiello NON VA A MASSA va collegato al filo bianco dello statore, ovviamente l'occhiello va rimosso e messo un faston maschio.Contrariamente da quanto descritto sulle istruzioni polini. 2: il filo blu della bobina AT è corretto il collegamento con il filo blu dello statore. 3: il filo blu sarà collegato al filo di spegnimento del motore, quello verde sui pk e rosso sullo special 4: il filo nero dello statore è il filo delle luci e clacson, cè un kit per modificare l'impianto per le special, un radrizzatore, e un interruttore per l'eventuale stop che va sostituito se fosse presente. non è necessario per i pk ORA la parte più dolente è il volano e statore che in figura sono errati il loro riferimenti. PERO' DEVO VERIFICARE se la POLINI abbia fatto questa accensione con fasi sballate di 90° che è adattabile SOLO PER I LORO ALBERI anticipati e non. (Però la Polini lo poteva specificare da qualche parte, come lo poteva anche specificare che è ad anticipo variabile.) oppure è stato conato male sul volano e messo lì un punto a caso.. ma mi sembra tutto impossibile e strano che la grande azienda come la polini faccia sti errori così elefanteschi!!!. ovviamente quasi nessuno di noi avrà comprato il costosissimo albero, ma abbiamo tutti alberi come da progetto della piaggio con sede della chiavetta opposta al PMS. Chi come me che ha montato l'accensione e in qualche modo è riuscito ad accenderlo ma che il motore stranamente ruota all'incontrario. i fili non si invertono per invertire la fase!!!! Come ci siamo riusciti io e Damiano a risolvere il caso: facendo riferimento al PMS e una pistola stroboscopica abbiamo visto che l'accensione veniva posticipata di 90°dopo il PMS !!!!!! nella mia vespa avevo il carter con le saldature di riempimenti dei travasi che ho dovuto rimuovere una parte della base ed ignaro delle fasi sbagliate non è stato possibile ruotare di 90°nuovamente e asportare altro che poi lo statore non si sarebbe potuto fissare da nessuna parte. QUINDI IMPORTANTE PER TUTTI CHE PRIMA VA CORRETTA LA FASE DEI 90° ERRATI E POI VA ASPORTATA PARTE DEL BASAMENTO DELLO STATORE!!!!ovviamene è facoltativo la esportazione a seconda della elaborazione effettuata o meno sui carter. la posizione giusta con i referimenti intorno ai 23° è in questa foto: nel mio caso abbiamo dovuto rovesciare lo statore sotto sopra in modo che le due viti in diagonale combacino e che il pickup(bobina grigia dello statore) sia messo sui 23° prima del PMS. ma abbiamo dovuto tornire anche la base dello statore altrimenti le bobine rovesciate toccherebbero il volano e abbiamo modificato il percorso del cablaggio ormai anche lui vincolato in quel foro maledetto dello statore... il particolare del rovesciamento del cablaggio dello statore alcune fasi di lavorazione della base dello statore eseguite sul tornio di Damiano, poi in particolare stringere molto bene e forte con il dado in dotazione ma non viene fornito di nessuna rondella zingrata e quindi abbondare con serrafiletti tipo forte. una foto di come serrare un volano Con questa mini guida non serve la stroboscopica, basta seguire la prima foto che ho fatto come riferimento e non serve tornire la base dello statore. per rendere più facile la resa visiva ho ordinato un basamento dello statore nuovo, lo posizionerò come messo sulla prima foto e poi taglierò la parte necessaria per fare spazio al travaso maggiorato che ho sul mio carter.

kit revisione

Kit revisione per tutti i motori
cuscinetti SKF Paraolii Corteco
officinatonazzo.it/kit-revisione